Questo sito contribuisce alla audience di Virgilio

Come guadagnare soldi

di

Su Internet ci sono tantissimi siti che promettono di guadagnare soldi in cambio di… niente! Illudono le persone facendo credere loro di poter racimolare cifre interessanti facendo un paio di click o pubblicizzando fantomatici prodotti rivoluzionari. Beh, amico mio, non cascarci, sono tutte truffe! Nessuno regala niente a nessuno.

Esistono invece alcuni servizi, completamente legali e senza secondi fini, grazie ai quali si possono monetizzare le proprie conoscenze e il proprio tempo libero in maniera sicura. Come? Ad esempio scrivendo recensioni, redigendo tutorial o partecipando a dei sondaggi. In questi casi, però, ça va sans dire, parliamo di guadagni tutt’altro che fantascientifici. Lo dico senza mezzi termini: è impossibile ottenere cifre significative con sistemi del genere, ma se ti serve un modo per arrotondare lo stipendio potresti prenderli in considerazione.

Se invece desideri guadagnare seriamente su Internet – cioè vuoi portarti a casa un vero e proprio stipendio – non ci sono scorciatoie che tengano. Devi allestire una vera e propria attività online vendendo oggetti e/o servizi, allestendo un sito Internet di successo o investendo in campi come quello della scrittura o dello sviluppo software. Insomma devi avere un vero e proprio lavoro, perché, ripeto, nessuno regala niente a nessuno.

Come arrotondare lo stipendio online

Se hai un po’ di tempo libero e vuoi sfruttarlo per guadagnare soldi su Internet, ecco alcuni siti che ti permetteranno di ottenere qualche soldo scrivendo recensioni, articoli o partecipando a dei sondaggi. Sia chiaro: parliamo di pochi euro da riscattare al raggiungimento della soglia minima prevista da ciascun servizio.

  • O2O – se ti senti molto ferrato in un argomento specifico, al punto di poter scrivere delle guide in grado di aiutare le altre persone a fare determinate cose, non pensarci su due volte e collegati su O2O di Banzai. Si tratta di un sito Internet in cui tutti possono iscriversi, scrivere guide e guadagnare in base al tasso di gradimento espresso per quanto scritto dagli altri frequentatori del sito. I compensi vengono elargiti al raggiungimento della soglia minima di 25 euro, per saperne di più consulta la sezione Scrivi e guadagna del sito. Le guide di O2O possono toccare gli argomenti più svariati, dalla tecnologia (Very Tech) alla salute (Essere sani) passando per auto e moto (Pianeta motori), animali domestici (Animali dal mondo) e molto altro ancora. Per registrarti gratuitamente al sito, collegati alla sua pagina principale, clicca sulla voce Iscriviti collocata in alto a destra e compila il breve modulo che ti viene proposto (puoi anche collegarti usando i dati di Facebook cliccando sull’apposito pulsante). Maggiori info qui.
  • Ciao.it  – sei un grande appassionato di cinema o musica ed ami scrivere delle recensioni dei film che hai visto o degli album che hai ascoltato? Ciao.it potrebbe essere il sito che fa per te, qui è possibile guadagnare esprimendo la propria opinione su servizi e prodotti di ogni genere. Le recensioni più votate e le opinioni più utili (quelle in grado di aiutare gli altri utenti del sito in un acquisto, per esempio) vengono ricompensate con un guadagno che va da 0,05 a 0,2 euro a valutazione. I guadagni possono essere pagati al raggiungimento dei 5 euro tramite bonifico sul proprio conto bancario o postale. Per iscriverti a Ciao.it e iniziare a guadagnare con le tue opinioni, collegati alla pagina principale del sito, clicca sul pulsante Partecipa e compila il modulo che ti viene proposto. Maggiori info qui.
  •  American Consumer Opinion e MySurvey – sono due famosissimi servizi che permettono di guadagnare soldi rispondendo a dei sondaggi online. Per maggiori informazioni riguardo il loro funzionamento consulta il mio tutorial su come guadagnare con i sondaggi.

Come vendere online

Vendere oggetti usati

Come guadagnare soldi

Uno dei modi più rapidi per guadagnare soldi su Internet è vendere i propri oggetti. Dove? I primi siti che mi sento di consigliarti sono Subito.it e Kijiji che funzionano in maniera simile ai vecchi annunci pubblicati sui giornali cartacei. Non prevedono iscrizioni obbligatorie, sono completamente gratuiti e vanno bene anche per la vendita di merce con consegna di persona. Gli unici costi da sostenere, opzionali, sono quelli per riportare i propri annunci in evidenza o per metterli in vetrina (comunque parliamo di 1 o 2 euro per una promozione dell’annuncio di almeno 24 ore).

Se sei un amante delle aste puoi tentare di piazzare oggetti di cui non hai più bisogno (o magari regali indesiderati) su eBay, il sito di aste online più famoso del mondo. Se vuoi qualche consiglio a riguardo, ti ho spiegato come vendere su eBay in una guida precedente ma, occhio, sono previste delle commissioni del 10% su ogni affare concluso!

Se hai dei libri usati (romanzi, saggi, libri scolastici ecc.) da vendere, puoi affidarti a a PickMyBookBooketplace e ComproVendoLibri, dei siti Internet disponibili anche sotto forma di app per smartphone che facilitano la compravendita di libri online.

Aprire un negozio online

Blooming

Non vuoi limitarti a vendere oggetti usati? Vorresti costruire un vero e proprio business basato sulla vendita di merce online? Allora ti consiglio di dare un’occhiata a Blomming. Si tratta di un servizio Web che permette di creare un vero e proprio negozio online in pochi click. Non richiede l’installazione di programmi sul PC, né conoscenze tecniche, e permette di integrare gli store anche all’interno delle pagine Facebook. È gratis per i primi 15 giorni e poi diventa a pagamento. I piani fra cui si può scegliere sono tre: quello base che costa 9,99 euro/mese e permette di vendere al massimo 10 prodotti; quello da 19,99 euro/mese che permette di vendere un numero illimitato di oggetti e quello Premium che costa 24,99 euro/mese e include anche un dominio personalizzato. Per saperne di più leggi il mio articolo su come vendere su Facebook.

Se vuoi una soluzione ancora più professionale, acquista uno spazio Web, un dominio e crea “manualmente” il tuo negozio digitale utilizzando un CMS come WordPressMagentoPrestashopDrupal o Joomla. In questo caso sono richieste delle conoscenze tecniche abbastanza avanzate, quindi è consigliabile rivolgersi a professionisti del settore. Per approfondire l’argomenti consulta il mio tutorial su come aprire un ecommerce.

Ti spaventa l’idea di aprire uno store tutto tuo? Allora potresti “appoggiarti” a negozi online già esistenti e sfruttare la loro popolarità. Amazon, ad esempio, permette di vendere fino a 40 articoli al mese pagando 99 cent ad oggetto + commissioni variabili in base alla categoria di prodotto venduto oppure una somma forfettaria di 39 euro al mese + commissioni (opzione dedicata ai volumi d’affari più grandi). Allo stesso modo, eBay consente di aprire un negozio online pagando 17,35 euro al mese + una commissione sugli oggetti venduti. Poi c’è Etsy, un servizio online che consente di vendere oggetti realizzati a mano (es. bambole di pezza, collane, orecchini) o articoli vintage vecchi di almeno 20 anni pagando 20 cent ad inserzione + una commissione del 3,5%.

Guadagnare con blog e social network

Come guadagnare soldi

Credi di avere l’idea giusta per creare un blog di successo? Hai un buon numero di follower su Facebook e Twitter? Bene, allora potresti monetizzare le tue attività online grazie ai banner pubblicitari e ai sistemi di affiliate marketing.

Per quanto concerne i blog, ti consiglio di utilizzare WordPress su uno spazio Web acquistato separatamente (in modalità self-hosted quindi) e di monetizzare i tuoi contenuti con sistemi di banner pubblicitari come Google Adsense. Ti ho spiegato dettagliatamente come funziona nel mio articolo su come guadagnare con Adsense. Se invece preferisci rimanere in un ambito più “amatoriale” puoi aprire un blog gratuito sulla piattaforma Blogger di Google e utilizzare Adsense da lì (leggi il mio tutorial su come creare un blog per saperne di più).

Un altro sistema molto efficace per monetizzare i contenuti online sono i circuiti di affiliate marketing, ossia dei link sponsorizzati che consentono di guadagnare delle piccole percentuali sulle merci vendute da Amazon, iTunes Store e altri negozi online. Li puoi usare sia sui blog sia sui social network ma, mi raccomando, se decidi di utilizzarli sii chiaro con i tuoi follower e specifica che stai ricorrendo a un sistema di link sponsorizzati. Per approfondimenti sul tema consulta il mio post su come guadagnare con Facebook.

Ti piace fare video? Allora prova a seguire il mio tutorial su come guadagnare con YouTube e scopri come sfruttare i banner pubblicitari e i network di affiliazione sul “portalone” dei video. Anche in questo caso, così come per le pubblicità di Adsense e i sistemi di affiliazione, i guadagni sono interessanti solo se si ha un buon numero di visitatori.

Come pubblicare un libro online

Come guadagnare soldi

Se ti piace molto scrivere, potresti pubblicare un racconto, un romanzo o un manuale online usando un sistema di self publishing. Sono facilissimi da usare ed è possibile guadagnarci sia in termini economici sia in visibilità. Ti ho spiegato come pubblicare un libro su Lulu Amazon – due dei servizi di self publishing più usati al mondo – in un mio tutorial precedente.

Come sviluppare applicazioni

Come guadagnare soldi

Creare un business sviluppando applicazioni è difficilissimo, ma se stai studiando i linguaggi di programmazione e pensi di avere delle buone idee potresti tentare la fortuna su Google Play, App Store e Windows Store creando una tua app. Mal che vada ne guadagnerai in visibilità e, soprattutto, in ore di pratica “sul campo”.

Se vuoi scoprire la procedura esatta per pubblicare un’app su Google Play, App Store e Windows e i costi da sostenere per compiere quest’operazione (sì, ci sono dei costi da sostenere purtroppo!) consulta la mia guida su come creare un’app.