Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Windows 7 su XP

di

Dopo l’ennesimo crash, ti sei finalmente deciso ad abbandonare l’ormai vetusto Windows XP per passare al più recente Windows 7 ma non hai voglia di formattare il PC? Nessun problema. Anche se in tal caso l’aggiornamento diretto non è supportato, è comunque possibile installare Windows 7 su XP in modo che vada a sostituire il sistema operativo precedente senza cancellare i dati dall’hard disk. In che modo? Te lo spiego con la guida di oggi.

Prima di fornirti tutte le spiegazioni del caso e prima che tu possa spaventarti e pensare a chissà cosa ci tengo a farti presente sin da subito che pur non reputandoti un grande esperto in informatica e nuove tecnologie, la procedura che va messa in atto per poter installare Windows 7 su XP non è per niente complicata. Basta solo avere un minimo di attenzione e di concentrazione, una mezz’oretta o poco più di tempo libero ed il gioco è fatto, fidati.

Sappi poi che con questo tipo di installazione i programmi non verranno riportati nel nuovo sistema operativo ma, considerata la situazione e preso atto delle tue esigenze, è il massimo che puoi ottenere. Quindi, rimboccati subito le maniche e scopri insieme a me come installare Windows 7 su XP. Vedrai, il passaggio sarà molto meno traumatico di quello che temi.

Operazioni preliminari

Prima di installare Windows 7 su XP ti suggerisco innanzitutto di accertarti del fatto che siano disponibili dei driver compatibili per tutti i componenti del tuo computer. Per effettuare questa operazione, puoi scaricare uno dei software suggeriti nel mio articolo programmi per driver.

Come installare Windows 7 su XP

Prima di vedere in dettaglio come installare Windows 7 su XP, devi inoltre effettuare due operazioni molto importanti: devi provvedere a fare un backup di tutti i dati più importanti presenti sul PC (perché sì, è vero che con il passaggio da XP a Windows 7 i dati non dovrebbero essere cancellati, ma quando si compiono operazioni così delicate è sempre bene essere prudenti e mettere al sicuro i propri file) e devi accertarti che il tuo computer sia compatibile con il nuovo sistema operativo.

Per quanto concerne il backup, salva tutti i tuoi dati che reputi di maggiore importanza su un hard disk esterno, una penna USB o dei DVD i tuoi dati più importanti (documenti, foto, musica, film, ecc..). Se non sai come effettuare un backup dei tuoi dati, da’ uno sguardo alla mia guida su come eseguire un backup dei dati per schiarirti subito le idee sul da farsi.

Come installare Windows 7 su XP

Per quanto riguarda la compatibilità, per funzionare correttamente, il successore di Windows Vista ha bisogno di un computer con almeno 1 GB di RAM, un processore da 1 GHz, 16 GB di spazio disponibile sull’hard disk ed una scheda grafica con supporto DirectX 9. Inoltre, se hai deciso di installare una versione di Windows 7 a 64 bit, assicurati che il tuo computer abbia un processore in grado di supportarla ed abbia almeno 4 GB di RAM. Per maggiori dettagli, clicca qui per consultare l’apposita pagina Web informativa annessa al sito Internet ufficiale di Microsoft.

Reperire e/0 creare il supporto di installazione

Una volta effettuate le operazioni preliminari che ti ho indicato nelle precedenti righe, puoi finalmente passare all’azione vera e propria. Se sei in possesso del DVD di installazione di Windows 7, inseriscilo nel computer e riavvia il sistema.

Se non disponi del dischetto di installazione di Windows 7 ma ti interessa comunque installare il nuovo sistema operativo sul tuo PC in questo modo, da’ uno sguardo alla mia guida su come acquistare Windows 7 per scoprire come fare per poterlo reperire.

Foto del DVD di Windows 7

Se invece sei sprovvisto del dischetto di installazione del sistema operativo e non intendi effettuarne l’acquisto e se il tuo computer non è dotato di unità ottica, puoi creare una chiavetta USB bootable. In che modo? Te lo spiego subito.

Per poter creare una chiavetta USB bootable di Windows 7, la prima cosa che devi fare è procurarti una pendrive di capienza sufficiente, personalmente ti suggerisco di reperirne una con almeno 4 GB di spazio libero. Assicurati inoltre che la chiavetta da utilizzare risulti vuota o che comunque su di essa non siano presenti file importanti poiché per poterla utilizzare sarà necessario formattarla.

Come formattare Windows 7

Oltre ad una chiavetta di sufficiente capienza, hai bisogno dell’immagine ISO della versione del sistema operativo. Se non sai dove reperire l’immagine ISO di Windows 7, ti suggerisco di cercarla sui siti che ne permettono il download legale (per poterla installare dovrai poi utilizzare il tuo codice di licenza). In alternativa, puoi creala tu partendo da un computer equipaggiato con un lettore DVD. Per saperne di più a riguardo, ti invito a leggere la mia guida su come estrarre file ISO da DVD e CD.

Una volta reperito tutto il necessario, clicca qui per poterti collegare alla pagina principale del software Windows USB/DVD Download tool, un programma gratuito di Microsoft che serve appunto per creare una penna USB per l’installazione di Windows 7. Dopo aver visualizzato la pagina del software, pigia sul pulsante download per avviare la procedura di download dello stesso sul tuo computer.

A scaricamento completato apri, facendo doppio clic, il pacchetto di installazione Windows7-USB-DVD-Download-Tool-Installer-en-US.exe e clicca prima su Esegui, poi su Next, poi su Install e infine su Finish.

Procedi ora facendo doppio clic sull’icona di Windows 7 USB/DVD Download tool che è stata aggiunta al desktop oppure cerca il programma accedendo alla sezione in cui sono raggruppati tutti i programmi e le applicazioni del menu visibile pigiando sul pulsante Start di Windows o dalla Start Screen.

Clicca poi sul pulsante Browse che si trova nella sua schermata principale per selezionare l’immagine ISO di Windows da usare per creare USB bootable Windows 7. Prosegui andando a cliccare prima su Next, poi su USB Device e infine su Begin Copying in modo tale da avviare la copia dei file dall’immagine ISO alla chiavetta USB. Attendi quindi che la barra di avanzamento di colore verde nella finestra del programma raggiunta il 100%.

A questo punto, per poter sfruttare la chiavetta appena creata sul computer in uso lasciala collegata a quest’ultimo e riavvia il PC.

A prescindere dal fatto che tu abbia scelto di installare Windows 7 su XP mediante il dischetto o tramite la chiavetta, dopo aver riavviato il sistema, qualora la procedura di installazione del sistema operativo non dovesse essere avviata dovrai provvedere a configurare il BIOS in maniera corretta per poter eseguire il boot, cioè l’avvio, dai dispositivi USB. Per scoprire come fare, ti suggerisco di leggere la mia guida su come entrare nel BIOS avendo poi cura di modificare l’ordine di avvio del computer.

Screenshot del BIOS

Dopo aver effettuato il boot del DVD di installazione o della chiavetta, attendi qualche istante affinché vengano caricati tutti i file necessari per l’installazione di Windows dopodiché attieniti alla semplice procedura guidata che ti viene mostrata a schermo per far partire il processo d’installazione di Windows 7.

Installare Windows 7

A procedura di installazione di Windows 7 avviata devi innanzitutto impostare la lingua del sistema operativo: assicurati che tutti e tre i menu a tendina siano configurati sull’opzione Italiano e clicca sul pulsante Avanti per proseguire. A questo punto, clicca sul pulsante Installa e attendi qualche secondo affinché vengano caricato il programma d’installazione del sistema operativo.

Accetta quindi le condizioni di utilizzo di Windows 7, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto le condizioni di licenza, e fai clic prima su Avanti e poi su Personalizzata (utenti esperti) per scegliere la strada dell’installazione personalizzata (quella con aggiornamento diretto non è disponibile se si parte da Windows XP, come dicevo prima). Ora, seleziona il disco fisso sul quale è già installato Windows XP (es. Disco 0 Partizione 1) e clicca prima su Avanti e poi su OK per avviare il processo d’installazione di Windows 7.

Ci siamo! Adesso non ti rimane che attendere la fine del processo d’installazione di Windows 7 (dovrebbe durare circa 20 minuti) e, dopo un paio di riavvii del computer, ti troverai ad affrontare la procedura di configurazione iniziale del sistema operativo durante la quale configurare il tuo account utente e configurare le impostazioni su aggiornamenti, fuso orario e via di seguito.

Di Windows XP non ci sarà più traccia, o meglio non potrai più usare il vecchio sistema operativo (si avvierà automaticamente Windows 7 ad ogni accensione del PC) ma i suoi file d’installazione e tutti i dati che avevi precedentemente sull’hard disk saranno conservati in una cartella denominata Windows.old collocata in C:.

Questa cartella non è necessaria ai fini del funzionamento di Windows 7, quindi dopo aver recuperato i dati che ti interessano da essa (nel caso in cui avessi dimenticato di includerli nel backup fatto prima di installare Windows 7 su XP), puoi anche cancellarla dall’hard disk e recuperare un bel po’ di spazio libero.

Attenzione: La procedura appena descritta non è sempre consigliata. Per avere un sistema operativo “pulito” e performante, è molto meglio formattare il computer, come ti ho indicato nel mio tutorial su come formattare il computer, oppure installare due sistemi operativi sullo stesso PC, come ti ho spiegato nella mia guida su come installare due sistemi operativi.