Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare il PC

di

Questa volta le hai tentate davvero tutte. Hai controllato il tuo PC con vari antivirus ed antimalware, hai provato a pulire il registro e persino a fare lo scandisk ma non c’è stato niente da fare. Gli errori e i problemi di stabilità che hanno reso il lavoro sul tuo computer una missione impossibile permangono. Non hai altre alternative, devi contare sulle tue forze e provare a resettare il PC alle impostazioni di fabbrica per la prima volta senza l’aiuto dei tuoi amici esperti di informatica.

Hai paura? Un po’? Non temere, segui le indicazioni su come resettare il PC che sto per darti e vedrai che andrà tutto bene. Posso assicurarti che si tratta di un’operazione decisamente ben più semplice di quel che può sembrare. Certo, per portare a termine in maniera rapida e indolore l’impresa è sempre bene avere un minimo di conoscenza in più in fatto di informatica e nuove tecnologie ma non hai comunque motivo di preoccuparti: attenendoti pedissequamente alle mie indicazioni riuscirai in ogni caso a resettare il PC.

Allora dimmi, sei pronto a metterti all’opera? Si? Benissimo, direi dunque di non sprecare ulteriore tempo prezioso e di cominciare subito! Vedrai, alla fine potrai dirti più che soddisfatto oltre che ben felice di essere finalmente riuscito nel tuo intento. Scommettiamo?

Operazioni preliminari

Effettuare una copia di sicurezza dei file

Come formattare il PC

Prima di scoprire insieme come resettare il PC, se riesci ancora ad accedere normalmente a Windows, ti suggerisco di effettuare una copia di sicurezza dei tuoi file (foto, video, mp3, ecc.) in modo da poterli ripristinare dopo aver messo il computer a posto e non perdere tutto.

Puoi creare una copia di sicurezza dei tuoi dati semplicemente spostandoli su un hard disk esterno o masterizzandoli su dei DVD, ma se vuoi una soluzione più semplice ed efficiente ti consiglio di affidarti al sistema di backup incluso “di serie” in tutte le più recenti edizioni di Windows. Trovi maggiori dettagli qui sotto.

  • Se utilizzi 8/8.x o Windows 10, puoi creare un backup di tutti i dati presenti sul computer cliccando sul pulsante Start e cercando Cronologia file nel campo di ricerca visualizzato. Avvia dunque l’utility di cronologia file cliccando sulla sua icona presente nei risultati della ricerca, clicca sul pulsante + Aggiungi un’unità e seleziona il disco su cui vuoi creare il tuo backup. Ad operazione completata, clicca sulla voce Altre opzioni e avvia il primo backup del PC pigiando sul bottone Esegui backup ora. Per scegliere quali cartelle includere o escludere dal backup, usa il menu Esegui il backup di queste cartelle. Per ripristinare i file dai backup precedenti, invece, cerca ripristina file nel menu Start e avvia l’utility Ripristina file con Cronologia file.
  • Se utilizzi Windows Vista o Windows 7, clicca sul pulsante Start, cerca l’utility di Backup e Ripristino e avvia quest’ultima cliccando sulla prima icona che compare nel menu Start. Nella finestra che si apre, clicca sulla voce per creare un nuovo backup dopodiché seleziona l’unità in cui archiviare il dati e scegli se affidare a Windows il compito di selezionare automaticamente le cartelle da salvare (in questo caso verrà creato un backup solo delle cartelle personali, del desktop e delle raccolte) oppure se scegliere manualmente le directory da salvare. In caso di necessità, potrai ripristinare i tuoi file tornando in Backup e ripristino e selezionando l’apposita voce dal menu Ripristino.

Se invece utilizzi una versione di Windows più datata o, comunque, preferisci affidarti a soluzioni esterne per il backup, puoi scoprire in che modo procedere dando uno sguardo alla guida su come eseguire un backup dei dati che ho pubblicato qualche tempo fa

Ottenere il disco o chiavetta di installazione di Windows

Come formattare un PC portatile

Una volta messi al sicuro i tuoi dati, devi scegliere come resettare il PC: se usando il disco di ripristino fornito dal produttore del tuo PC o creandone uno con le tue stesse mani oppure se effettuare l’operazione di reset mediante una “speciale” ed apposita pendrive.

Se il tuo computer è equipaggiato con un’unità ottica, ossia un lettore CD/DVD funzionante e hai il dischetto d’installazione di Windows a portata di mano sei praticamente pronto per passare direttamente allo step successivo. In caso contrario, devi procurarti (o creare) un supporto che contenga i file necessari all’installazione di Windows. Trovi tutti i dettagli del caso qui di seguito.

  • Windows XP – Poiché si tratta di un sistema operativo ormai obsoleto, non è più possibile acquistarlo o scaricarlo dai canali ufficiali. Se però hai già un dischetto d’installazione o un’immagine ISO di Windows XP, puoi trasferire il suo contenuto su una chiavetta USB attenendoti alle indicazioni presenti nella mia guida su come installare XP da USB.
  • Windows Vista – Anche in questo caso, stiamo parlando di un sistema operativo piuttosto datato e, di conseguenza, non è più possibile effettuarne l’acquisto tramite canali ufficiali. Tuttavia, se possiedi già un dischetto d’installazione o un’immagine ISO di Windows Vista, puoi trasferire il suo contenuto su una chiavetta USB attenendoti alle indicazioni per Windows XP.
  • Windows 7 – Sebbene anche in tal caso si tratti di un OS ormai “vetusto”, il sito Web di Microsoft consente di scaricare legalmente l’immagine ISO di Windows 7. Basta immettere il product key della propria copia del sistema operativo nell’apposito campo di testo, cliccare sul pulsante Verifica e il gioco è fatto. Tieni però presente che il servizio è disponibile solo per le versioni retail del sistema operativo, quindi solo per le copie di Windows acquistate nei negozi. Inoltre, non funziona per le copie di Windows preinstallate sui computer (OEM). Per copiare Windows 7 su una chiavetta USB puoi invece utilizzare il software gratuito Windows 7 USB/DVD Download tool, di cui ti ho parlato dettagliatamente nella mia guida su come installare Windows 7 da USB.
  • Windows 8/8.x – In tal caso, puoi effettuare il download di una copia del sistema ricorrendo all’uso di Media Creation Tool di Microsoft, un’applicazione gratuita che scarica automaticamente tutti i file d’installazione del sistema operativo da Internet e li trasferisce su una chiavetta USB o un’immagine ISO (da masterizzare successivamente su DVD con qualsiasi software adatto allo scopo. Per maggiori dettagli, consulta la mia guida su come scaricare Windows 8.
  • Windows 10 – Al pari di Windows 8/8.x, anche Windows 10 può essere scaricato grazie ad un Media Creation Tool messo a disposizione del pubblico da Microsoft. Per maggiori informazioni, consulta il mio tutorial su come scaricare Windows 10.

Nota: Se vuoi creare un dischetto d’installazione di Windows ma non sai come masterizzare i file ISO, puoi fare affidamento sulla mia guida dedicata all’argomento in cui ci trovi una serie di ottime applicazioni gratuite adatte allo scopo.

Configurare il BIOS/l’UEFI

Come formattare il PC

A questo punto, devi accertarti che il BIOS del tuo computer sia configurato per accettare l’avvio da CD/DVD o dalla chiavetta USB.

Per configurare il computer affinché effettui il boot da CD/DVD, devi entrare nel suo BIOS riavviando il sistema e premendo il tasto F2, F10 o Canc (dovresti trovare indicato il tasto giusto in basso) durante la schermata di accensione. Una volta entrato nel BIOS, cerca l’opzione Sequenza di avvio/Boot sequence nella scheda Avanzato e imposta l’unità CD/DVD ROM come unità primaria per effettuare l’avvio del computer. Trovi maggiori dettagli su quest’operazione nella mia guida su come entrare nel BIOS.

Tieni presente che sui computer più recenti, quelli che sono stati venduti con Windows 10 o Windows 8/8.x preinstallato, il BIOS è stato sostituito dall’UEFI. Trattasi di un BIOS più moderno con una grafica semplificata e dei sistemi di protezione più avanzati. Per accedere al menu dell’UEFI e regolare l’ordine di boot, devi seguire una procedura diversa rispetto a quella appena vista insieme per il “classico” BIOS.

  • Se utilizzi Windows 8/8.1, devi recarti in Start, cercare il termine impostazioni e selezionare Impostazioni PC dai risultati della ricerca. Nella schermata che si apre, seleziona quindi la voce Aggiorna e ripristina dalla barra laterale di sinistra, pigia sul bottone Riavvia ora collocato sotto la voce Avvio avanzato e fai clic sull’icona Risoluzione dei problemi. Dopodiché vai su Opzioni avanzate, entra nelle Impostazioni firmware UEFI e clicca sul pulsante Riavvia per accedere alla configurazione dell’UEFI.
  • Se utilizzi Windows 10, devi cliccare sul pulsante Start, cercare il termine impostazioni e selezionare la voce Impostazioni dai risultati della ricerca. Nella finestra che si apre, fai clic sull’icona Aggiornamento e sicurezza, scegli la voce Ripristino dalla barra laterale di sinistra e pigia sul pulsante Riavvia ora che si trova sotto la dicitura Avvio avanzato. Infine, vai su Risoluzione dei problemi, poi su Opzioni avanzate, scegli di entrare nelle Impostazioni firmware UEFI e fai clic sul pulsante Riavvia per avviare il menu di configurazione dell’UEFI.

Resettare il PC

Come installare Windows 10 da USB

Adesso sei libero di installare Windows seguendo la procedura guidata che ti viene proposta. Provvedi dunque ad inserire il disco d’installazione o la chiavetta di Windows nel computer e riavvia il sistema. Al nuovo avvio del PC, appena compare la dicitura premere un tasto per avviare da CD-ROM…, premi un tasto qualsiasi della tastiera per avviare la procedura d’installazione di Windows.

In seguito, scegli la lingua in cui usare Windows, accetta le condizioni d’uso del sistema operativo e scegli di eseguire un’installazione personalizzata in modo tale da formattare il disco. Indica poi la partizione del disco in cui vuoi installare il sistema operativo (es. Disc 0 Partizione 1) e fai clic prima su Opzioni unità e poi su Formatta e OK per completare l’operazione.

Ad installazione completata (potrebbero essere necessari dai 20 ai 40 minuti), affronta la procedura di configurazione iniziale di Windows e procedi al ripristino di tutti i dati che avevi salvato in precedenza. Se necessiti di maggiori dettagli sul da farsi, consulta le mie guide specifiche su come scaricare Windows 10come installare Windows 8come installare Windows 7, come formattare Windows Vistacome formattare Windows XP.

Tieni prende che le indicazioni di cui sopra vanno bene anche per i computer portatili. A tal proposito, devo però segnalati che molti notebook sono equipaggiati con una partizione di ripristino che consente di resettare il PC senza utilizzare DVD o chiavette esterne.

Per accedervi, riavvia il computer e premi la combinazione di tasti indicata nella schermata di boot (generalmente è Alt+F10 oppure Alt+F9). Successivamente scegli la partizione di ripristino del sistema operativo (generalmente è indicata come D:) e segui la procedura guidata che ti viene proposta. Per maggiori informazioni, consulta il mio tutorial su come formattare un PC portatile.

Download e installazione dei driver

Come resettare il PC

Una volta portata a termine tutta la procedura mediante cui resettare il PC, potrebbe essere necessario installare i driver mancanti. Infatti, Windows non è sempre in grado di riconoscere correttamente tutti i componenti hardware del computer. Ecco perché ti consiglio vivamente di collegarti al sito Internet dell’azienda produttrice del tuo computer e di scaricare tutti i driver che potrebbero servirti.

Per procedere al download dei driver, ti basta individuare il modello esatto del tuo prodotto e scaricare la versione del software più adatta al tuo sistema operativo. A tal proposito, qui sotto trovi i link ad alcune mie guide sull’argomento, nelle quali ho provveduto a spiegarti come scaricare ed installare i driver di schede video, schede di rete, stampanti e altri componenti hardware prodotti da alcuni dei brand più famosi attualmente presenti sulla piazza.

Nota: Quando effettui il download dei driver, presta particolare attenzione alla distinzione fra x86 e x64, vale a dire fra driver per sistemi a 32 bit e driver per sistemi a 64 bit.