Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sincronizzare iCloud

di

Ormai sono in pochi a non conoscere iCloud, il servizio di cloud storage targato Apple che permette di conservare online foto, documenti e via di seguito in modo da sincronizzare automaticamente tutti i propri dati fra iPhone, iPad (ed anche iPod Touch), Mac e perfino PC Windows (se c’è installata l’apposita utility di sincronizzazione).

Il servizio è gratuito fino a 5 GB di spazio mentre i suoi piani più avanzati prevedono il pagamento di 0,99 cent/mese per 50 GB di storage, 2,99 euro/mese per 200 GB di spazio, 9,99 euro/mese per 1 TB di archiviazione e 19,99 euro/mese per 2 TB di spazio. Come appena detto, funziona tutto in maniera completamente automatica ma per mettere in moto il “meccanismo” bisogna configurare in maniera adeguata il proprio ID Apple. Inoltre, per l’archiviazione online di musica, foto e video potrebbe essere necessaria la sottoscrizione di servizi aggiuntivi, quali Apple Music e la Libreria Foto di iCloud (il primo a pagamento, il secondo gratis ma utilizzabile solo se si sottoscrive un piano a pagamento di iCloud).

Come dici? Ti ho attirato la tua attenzione ed adesso ti piacerebbe saperne di più? Bene, allora prenditi cinque minuti di tempo libero e scopri come sincronizzare iCloud grazie alle indicazioni che trovi in questa mia guida. Posso assicurarti che è molto più semplice di quel che sembra e che si tratta di un’operazione facilmente eseguibile anche da chi, un pò come te, non si reputa esattamente un grande esperto in materia. Allora, pronto? Si? Molto bene, mettiamo dunque al bando le ciance e procediamo.

Operazioni preliminari

inicloud1

Per poter sincronizzare iCloud è indispensabile che su tutti i dispositivi in tuo possesso sia configurato lo stesso ID Apple (quindi anche lo stesso account iCloud). Se possiedi già un ID Apple puoi passare direttamente alla lettura delle righe successive, in caso contrario puoi rimediare subito leggendo le indicazioni passo-passo che ti ho fornito nella mia guida su come creare account iCloud.

Tini comunque presente che un ID Apple ed il relativo account iCloud possono essere attivati sia collegandosi al sito Internet iCloud.com sia al momento dell’acquisto di un nuovo dispositivo della mela morsicata. Nel primo caso, è sufficiente compilare l’apposito modulo che viene proposto fornendo tutte le indicazioni che vengono richieste da Apple, nel secondo caso basta invece seguire l’apposita procedura guidata a schermo. Ad ogni modo non temere, trovi spiegato tutto nel minimo dettaglio nella guida che ti ho suggerito di leggere poc’anzi.

Prima di addentrarti nella lettura delle indicazioni che trovi qui sotto ti invito inoltre ad assicurarti che il tuo dispositivo, iDevice, Mac o PC che sia, risulti collegato ad Internet in quanto senza una connessione attiva e funzionante la procedura in questione non potrà essere effettuata. Se necessiti di maggiori dettagli a riguardo e se hai bisogno di schiarirti le idee sul da farsi, ti suggerisco di consultare il mio tutorial su come connettersi ad una rete wireless.

Considerando inoltre il fatto che solitamente la mole di dati da sincronizzare è tutt’altro che scarna, nel caso specifico di iPhone e iPad ti suggerisco di non effettuare le operazioni che trovi indicante qui di seguito quando sei connesso alla rete cellulare onde evitare di erodere la tua soglia dati e, di conseguenza, di incorrere in tariffazioni extra da parte del tuo operatore telefonico. Poi non venirmi a dire che non ti avevo avvisato.

Sincronizzare iCloud su iPhone e iPad

Come sincronizzare iCloud

Durante il processo di configurazione iniziale di ogni iPhone/iPad viene chiesto all’utente di attivare iCloud associando il servizio al proprio ID Apple. Se hai già seguito la procedura e non hai saltato questo passaggio, non devi fare nulla: hai già provveduto a sincronizzare i Cloud, il tuo device è già abilitato al servizio e tutti i file delle app, i contatti, i calendari ecc. vengono collegati automaticamente con la “nuvola” di casa Apple.

Puoi verificare facilmente l’attivazione di iCloud sul tuo dispositivo recandoti nelle impostazioni di iOS (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen) e selezionando l’icona di iCloud dal menu che si apre: se le levette relative a Posta, Contatti, Calendari ecc. sono tutte spostate su ON (quindi l’interruttore è di colore verde) iCloud è attivo al 100% e non devi compiere alcuna operazione.

In caso contrario, se hai saltato l’attivazione di iCloud durante la configurazione iniziale del tuo iPhone/iPad o se uno degli elementi elencati nel menu Impostazioni > iCloud non è attivo, devi effettuare l’accesso con il tuo ID Apple e spostare su ON le levette relative ai dati che vuoi sincronizzare su iCloud: Posta, Contatti, Calendari, Promemoria, dati di navigazione di Safari, Note ecc.

Un discorso a parte va fatto per le foto, che possono essere sincronizzate con iCloud temporaneamente tramite la funzione Streaming Foto (la quale conserva fino a 1.000 immagini alla volta per un periodo totale di 30 giorni) o in maniera permanente tramite la Libreria Foto di iCloud (che supporta anche i video). Entrambi i servizi sono gratuiti ma presentano una differenza sostanziale: lo Streaming Foto non erode lo spazio di archiviazione su iCloud, la Libreria Foto di iCloud sì e quindi per utilizzarla bisogna sottoscrivere necessariamente uno dei piani a pagamento di iCloud. Per maggiori informazioni su entrambe queste soluzioni, ti rimando al mio tutorial su come archiviare foto su iCloud in cui ti ho illustrato il loro funzionamento in dettaglio.

Se vuoi sincronizzare con iCloud anche la tua libreria musicale puoi sottoscrivere un abbonamento ad Apple Music, il servizio di streaming musicale targato Apple che è disponibile gratuitamente per i primi 90 giorni e poi si paga 9,99 euro/mese (per singola sottoscrizione) oppure 14,99 euro/mese (nel caso della memership famiglia). Sottoscrivendo un abbonamento ad Apple Music puoi ascoltare gratuitamente in streaming (al netto dell’eventuale costo sostenuto per la connessione dati in 3G/4G) migliaia di brani, album e playlist; puoi scaricare offline i tuoi brani preferiti e, in più, grazie alla funzione Libreria Musicale di iCloud, tutti i brani presenti nella tua libreria di iTunes vengono sincronizzati con la app Musica di iOS (e viceversa).

Per attivare Apple Music e la Libreria Musicale di iCloud per la prima volta, apri l’applicazione Musica e seleziona la scheda Per Te. Sottoscrivi dunque il tuo abbonamento ad Apple Music e accetta l’attivazione della Libreria Musicale di iCloud. In seguito, per attivare entrambi i servizi su altri device, recati nel menu Impostazioni > Musica di iOS e sposta su ON le levette relative alle funzioni Mostra Apple Music e Libreria musicale iCloud (dopo aver collegato il terminale al tuo ID Apple, naturalmente).

Per concludere, vorrei parlarti della funzione di backup che consente di creare dei backup completi di app, impostazioni e dati su iCloud. Anche questa funzione richiede molto spazio di archiviazione online, quindi per utilizzarla ti consiglio di sottoscrivere uno dei piani a pagamento di iCloud di cui ti ho parlato ad inizio guida e che puoi attivare tramite il menu Impostazioni > iCloud > Archivio > Modifica piano di archiviazione di iOS.

Per effettuare un backup del tuo iPhone o del tuo iPad su iCloud, recati nel menu Impostazioni > iCloud > Backup di iOS, sposta su ON la levetta relativa all’impostazione Backup iCloud e pigia sul pulsante Esegui backup adesso. Poiché la procedura potrebbe andare avanti a lungo, prima di avviare un backup su iCloud accertati che il tuo device sia collegato a una fonte di alimentazione (altrimenti si scaricherà) oltre che, come ti ho già accennato, sia connesso a una rete Wi-Fi. Una volta attivato, il backup su iCloud avverrà automaticamente ogni volta che l’iPhone/iPad verrà messo in carica e sarà connesso a una rete wireless.

Sincronizzare iCloud su Mac e PC

Come sincronizzare iCloud

Anche su PC e Mac sincronizzare iCloud è un gioco da ragazzi. Se utilizzi un Mac, trattandosi di un dispositivo a marchio Apple e dunque pensato appositamente per poter funzionare in accoppiata ad iCloud, la procedura da mettere in pratica è estremamente semplice. In tal caso, infatti, iCloud è incluso “di serie” nel sistema operativo.

Per sincronizzare macOS con un account iCloud basta dunque effettuare il login con il proprio ID Apple durante la procedura di configurazione iniziale del sistema operativo o, in alternativa, bisogna recarsi nelle Preferenze di sistema, cliccare sull’icona di iCloud e mettere il segno di spunta sugli elementi da sincronizzare: iCloud DriveFotoMailContattiCalendari ecc. Tutti i dati vengono sincronizzati automaticamente fra le app di iOS e quelle predefinite di macOS, come CalendarioFotoSafari ecc. Più comodo di così?

Se invece utilizzi un computer equipaggiato con il sistema operativo di casa Microsoft, tutto quello che devi fare è collegarti al sito Internet di Apple e cliccare sul pulsante Scarica per scaricare l’utility di sincronizzazione di iCloud sul tuo computer.

A download completato apri, facendo doppio clic su di esso, il file appena scaricato (iCloudSetup.exe) e completa il processo d’installazione del software mettendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini dell’accordo di licenza e cliccando prima su Installa e poi su , Fine e ancora . A procedura completata, il computer si riavvierà per rendere effettive le modifiche.

Al nuovo accesso a Windows, richiama iCloud mediante l’apposito voce che è stata aggiunta al menu Start o tramite il collegamento annesso al desktop ed effettua l’accesso al servizio usando i dati del tuo ID Apple. In seguito, metti il segno di spunta accanto agli elementi del PC che vuoi sincronizzare con iCloud (file di iCloud Drive, Foto di Libreria Foto e Streaming Foto e Segnalibri) e il gioco è fatto. Per accedere a email, contatti e calendario da Windows bisogna aprire il browser e collegarsi al sito Internet di iCloud.