Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere tanti mi piace su YouTube

di

Hai deciso di aprire un canale su YouTube per esprimere le tue opinioni sugli argomenti che ti stanno maggiormente a cuore e vorresti conquistare quanto più pubblico possibile in poco tempo? Purtroppo non esistono ricette magiche per queste cose, te l’ho detto mille volte, ma puoi seguire alcuni pratici consigli che ti aiuteranno sicuramente ad aumentare la tua popolarità sul portale dei video targato Google.

Se vuoi sapere come avere tanti mi piace su YouTube, prova a mettere in pratica tutte le “dritte” che sto per darti. Come già detto, non ti assicuro risultati miracolosi ma mettendoci la giusta dose di impegno e passione dovresti riuscire ad ottenere delle buone soddisfazioni. Poi naturalmente sta a te realizzare contenuti interessanti e meritevoli dei like delle persone. Buona fortuna!

Cominciamo questa guida su come avere tanti mi piace su YouTube da un concetto fondamentale, quello relativo alla personalità. Se vuoi costruirti un pubblico e far salire il contatore dei “mi piace”, devi avere un’identità ben precisa, essere riconoscibile ed avere uno stile originale.

Attenzione, questo non significa che devi realizzare video tutti uguali (otterresti l’effetto opposto) ma che devi scegliere un tema comune per i tuoi video (es. l’informatica, il cinema, i viaggi, ecc.) e non uscire fuori traccia. Qualche piccolo strappo alla regola può starci, naturalmente, ma cerca di non esagerare. Insomma, se gli utenti ti seguono per ascoltare le tue opinioni sulle ultime notizie legate al mondo tecnologico, non puoi pretendere che vengano accolti con lo stesso “calore” video in cui questa tematica non viene affrontata.

Ti consiglio, inoltre, di apparire naturale nei tuoi video. Questo non vuol dire che i filmati devono essere realizzati “al volo” e senza un minimo di preparazione, anzi, ma che non devi sembrare “ingessato” agli occhi del pubblico. Sai seguire un copione scritto in precedenza apparendo “sciolto” di fronte alla telecamera? Tanto di guadagnato, ma qualora così non fosse vai a ruota libera e parla come se parlassi ad un amico (con eventuali imperfezioni ed errori). Il pubblico lo apprezzerà maggiormente rispetto ad un discorso apparentemente perfetto ma palesemente “recitato”.

yt1

Altro requisito essenziale per avere tanti mi piace su YouTube è realizzare filmati di alta qualità. Ormai molti smartphone e telecamere consentono di realizzare video in HD (1920×1080 pixel) senza costare una fortuna: usa quelli per girare i tuoi filmati e non la webcam del computer.

Assicurati altresì che la qualità dell’audio nella registrazione sia ottimale, così come l’illuminazione nell’ambiente circostante. Su Internet troverai numerosi tutorial su come sistemare questi piccoli – ma importantissimi – dettagli.

Non dimenticare, poi, di tagliare i tempi morti dai tuoi video prima di postarli online. Se non sai come fare, dai un’occhiata alle mie guide su come montare un video e come montare un video con Mac, è un’operazione semplicissima. Quanto alla possibilità di aggiungere una sigla di apertura ai tuoi filmati, fallo pure, ma solo a patto che questa sigla sia bella e non duri oltre 5–10 secondi (altrimenti rischi di far annoiare lo spettatore).

yt2

Ora veniamo all’aspetto “marketing”. So che per aumentare il numero di “mi piace” ai tuoi video saresti tentato dal chiedere espressamente like ed iscrizioni al canale alla fine di ogni filmato, ma ti posso garantire che questa è una tecnica controproducente. Anziché assillare il pubblico con inviti a mettere “mi piace” al video e iscriversi al tuo canale, cerca di invogliare le persone a fare tutto in maniera autonoma. In che modo?

Innanzitutto crea video interessanti e poi, per “ingolosire” gli utenti facendo nascere in loro la voglia di vedere quanto prima i tuoi nuovi video, inserisci nei tuoi filmati dei “teaser” o comunque dei brevi accenni ai temi che tratterai prossimamente cercando di creare un po’ di “hype” per i video più importanti ed elaborati (es. il confronto fra due smartphone, le immagini di un evento a cui hai partecipato, ecc.).

In ultimo – ma non in ordine d’importanza – cerca di promuovere i tuoi video sui social network, intensifica la tua presenza su Facebook, Twitter, ecc. e rispondi agli utenti che ti fanno domande inerenti ai tuoi filmati o li commentano direttamente su YouTube. Ne vale sempre la pena.