Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come bypassare server proxy

di

Dopo ore stressanti di lezione, anche a scuola ogni tanto è concesso qualche minuto di svago. Peccato, però, che questo avvenga quasi sempre nella sala dei computer, dove l’amministratore del sistema ha provveduto a bloccare molti siti popolari, come Facebook, Twitter e YouTube, tramite un server proxy.

Che ne dici se facciamo un piccolo strappo alla regola (ma piccolo, mi raccomando!) e vediamo insieme come bypassare server proxy a scuola o in ufficio, per visitare i siti che normalmente risultano bloccati? In fondo, nella maggior parte dei casi non bisogna essere degli hacker per riuscirci. Te lo dimostro subito.

Se vuoi scoprire come bypassare server proxy direttamente dal tuo browser senza inutili perdite di tempo, la prima soluzione che ti consiglio di provare è Go2Proxy. Si tratta di un servizio di Web proxy gratuito che permette di accedere ai siti bloccati dall’amministratore di sistema e/o dal fornitore della connessione Internet usando delle comode estensioni per il browser.

Se utilizzi Google Chrome, puoi installare l’estensione di Go2Proxy semplicemente collegandoti a questa pagina del Chrome Web Store e cliccando prima su +ADD TO CHROME e poi su Installa. A questo punto, collegati normalmente al sito bloccato e, quando compare la pagina di errore che dice che è impossibile raggiungere l’indirizzo, clicca prima sull’icona di Go2Proxy comparsa nella barra degli strumenti di Chrome e poi sul pulsante Try with GO2 Proxy per visualizzare il sito bloccato.

Se utilizzi Mozilla Firefox, puoi installare il plugin di Go2Proxy nel tuo browser collegandoti a questa pagina del sito Mozilla Addonse cliccando prima su Vai al download e poi su Accetta e installaInstalla adessoRiavvia adesso. A programma riavviato, collegati normalmente al sito bloccato e, quando compare il messaggio di errore che dice che è impossibile raggiungere l’indirizzo, clicca sul pulsante Try with GO2 Proxy per visualizzare la pagina con Go2Proxy.

Un altro ottimo servizio per bypassare server proxy senza installare software sul computer è Fetch4Me che, al contrario di altri Proxy Web, supporta pienamente tutti i principali social network: da Facebook a Twitter passando per YouTube. Funziona su tutti i browser, tutti i sistemi operativi, ed usarlo è un vero gioco da ragazzi per tutti.

Se vuoi provarlo, non devi far altro che collegarti alla sua pagina principale, digitare l’indirizzo del sito bloccato che vuoi visitare nella barra che si trova al centro dello schermo e cliccare sul pulsante BROWSE. La navigazione risulta più lenta di quella standard, a causa dell’uso di server proxy per filtrare la connessione al sito bloccato, ma Fetxh4me riesce quasi sempre a fare il suo lavoro in maniera egregia.

Infine, ti segnalo Alkasir, un programma nato per scopi ben più nobili di una visitina su Facebook dal laboratorio della scuola (la guerra alla censura in Paesi che filtrano pesantemente le connessioni ad Internet dei cittadini) ma che può adattarsi benissimo a questo scopo. Per scaricarlo in una versione già pronta per l’uso incorporata in Firefox, non devi far altro che collegarti al suo sito Internet e cliccare sulla voce USB Package with Mozilla.

A download completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (alkasir1_2_0_usb_mozilla.exe) e, nella finestra che si apre, seleziona la cartella in cui estrarre il programma usando il pulsante Browse. Clicca quindi su Extract per effettuare l’estrazione ed avviare Alkasir e, nella finestra che si apre, imposta Italy come Paese in cui usare il programma ed English come lingua dell’interfaccia del software (l’italiano non c’è). Ecco fatto! A questo punto, non ti rimane che visitare normalmente i siti bloccati con la versione modificata di Firefox che hai appena avviato e il programma penserà ad oltrepassare automaticamente le censure (ove presenti).