Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come clonare con Photoshop

di

Per quanto tu possa essere bravo nel fare le foto, ti capiteranno sempre scatti rovinati dalla presenza di persone indesiderate, oggetti superflui o imperfezioni più o meno gravi. Per fortuna nulla a cui non si possa rimediare, visto che questo tipo di problema può essere risolto facilmente con Photoshop, e più precisamente con il suo “timbro clone”.

Il “timbro clone” è uno strumento incluso in tutte le versioni del celebre software di fotoritocco Adobe, il quale permette di selezionare porzioni di immagine da “coprire” e di camuffarle con porzioni di foto adiacenti, in modo che nessuno si accorga del ritocco effettuato. Lo so, detta così può sembrare una cosa complicata, invece ti assicuro che è un gioco da ragazzi.

Non mi credi? Allora leggi le indicazioni su come clonare con Photoshop che sto per darti e prova a metterle in pratica. Io per il tutorial utilizzerò una delle ultime versioni di Photoshop CC, ma le indicazioni contenute nella guida sono valide per tutte le edizioni del programma. Inoltre ti parlerò anche della sua variante online utilizzabile direttamente dal browser e di un’app che permette di accedere alla funzione “timbro clone” di Photoshop da smartphone e tablet. Insomma, devi solo scegliere la soluzione più adatta a te e metterti all’opera. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Photoshop

Se stai leggendo questo tutorial, molto probabilmente hai già Photoshop installato sul computer. Qualora così non fosse, sappi che puoi scaricare il celebre software di fotoritocco di Adobe e provarlo gratis per 7 giorni sia su Windows che su macOS. Tutto quello che devi fare è leggere le indicazioni che ti ho dato nella mia guida su come scaricare Photoshop gratis e metterle in pratica.

Al termine del periodo di prova, per continuare a usare Photoshop, dovrai sottoscrivere uno dei piani in abbonamento di Adobe Creative Cloud, a partire da 12,19 euro/mese.

Come clonare con Photoshop su PC

Come clonare con Photoshop

Se vuoi imparare come clonare con Photoshop per camuffare oggetti o perfino persone presenti nelle foto, il primo passo che devi compiere è avviare il programma e importare in esso il file sul quale intendi andare ad agire. Puoi riuscirci andando nel menu File > Apri che si trova in alto a sinistra oppure trascinando la foto da modificare nella finestra del programma.

Una volta aperta l’immagine da modificare, non ti resta che attivare lo strumento timbro clone tramite la barra degli strumenti che si trova nella parte sinistra dello schermo (quello con l’icona del timbro) e scegliere la tipologia e la grandezza del pennello da usare dall’apposito menu collocato in alto a sinistra (lo stesso che usi per regolare il tipo e la grandezza del pennello per colorare).

Strumento timbro clone di Photoshop

Adesso devi selezionare il punto dell’immagine da usare come sorgente per la realizzazione dell’effetto clone, ossia la porzione di foto da usare come riempimento per camuffare gli elementi indesiderati. Per farlo, tieni premuto il tasto Alt della tastiera, e fai clic sul punto dell’immagine da “clonare”.

Il resto è un gioco da ragazzi: non devi far altro che utilizzare il timbro clone come un qualsiasi pennello per “colorare” (ossia riempire) le parti di foto che includono oggetti o persone indesiderati. Per ottenere un effetto più naturale, cerca di usare parti di immagine adiacenti quanto più possibile alla zona da camuffare.

Come clonare con Photoshop

In alternativa al “timbro clone”, puoi utilizzare anche un altro strumento di Photoshop e coprire una porzione d’immagine attingendo da un’altra zona della medesima foto: la toppa, grazie alla quale è possibile selezionare la parte d’immagine da coprire e trascinarla su quella da usare come camuffamento, in modo da riempirla con tale contenuto.

Per sfruttare lo strumento toppa di Photoshop, richiamalo dalla barra degli strumenti collocata sulla sinistra (se non risulta immediatamente visibile, puoi richiamarlo facendo clic destro su uno strumento tra Pennello correttivo, Pennello correttivo al volo, Sposta in base al contenuto o Occhi rossi) e utilizza il mouse per “disegnare” una selezione intorno all’area d’immagine da coprire.

Una volta chiusa la selezione, fai clic in un punto qualsiasi della stessa, tieni premuto il tasto sinistro del mouse e trascina la “toppa” nel punto della foto che vuoi usare come riempimento. La parte d’immagine selezionata verrà camuffata immediatamente usando come riempimento la zona della foto su cui è stata trascinata la “toppa”. Comodo, vero?

Come clonare con Photoshop

Un altro modo, ancora, per clonare con Photoshop ed eliminare gli elementi indesiderati dalle foto è usare il pennello correttivo al volo, uno strumento che automatizza in maniera intelligente il lavoro del timbro clone risultando particolarmente utile nei casi in cui bisogna coprire piccole imperfezioni della pelle (es. brufoli, nei, ecc.) oppure oggetti di piccole dimensioni.

Come si usa? Quasi inutile spiegarlo: basta selezionarlo dalla barra degli strumenti posizionata nella parte sinistra dello schermo (è l’icona a forma di cerotto) e utilizzarlo come un qualsiasi pennello per riempire le porzioni di immagine da camuffare. Il pennello utilizzerà in maniera intelligente le porzioni di immagine adiacenti per riempire l’area su cui si è deciso di intervenire.

Come clonare con Photoshop

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, puoi salvare la tua foto ritoccata con Photoshop recandoti nel menu File del programma e selezionando la voce Salva con nome da quest’ultimo.

Se, invece, hai sbagliato qualche passaggio, puoi annullare facilmente l’ultima operazione effettuata premendo la combinazione di tasti Ctrl+Z sulla tastiera del tuo computer (cmd+z su Mac).

Photoshop sul Web

Timbro clone

Come accennato in apertura del post, esiste anche una versione online di Photoshop che si può usare direttamente sui browser basati su Chromium installati su computer con almeno 4 GB di RAM e con un processore da almeno 2 GHz. È disponibile solo per gli utenti con un abbonamento Creative Cloud attivo.

Per utilizzare Photoshop sul Web (questo il nome completo della versione online di Photoshop), collegati effettua l’accesso alla libreria Creative Cloud con il tuo Adobe ID e clicca sulla miniatura della foto da editare. Dopodiché, fai clic sul pulsante (∨) situato in corrispondenza del bottone Apri in (si trova in alto a destra) e, nel menu apertosi, clicca sulla dicitura Photoshop on the web.

Ora, richiama lo Strumento clone dalla toolbar posta sulla sinistra, seleziona quello chiamato Timbro clone nel menu apertosi e seleziona il livello su cui andare ad agire tramite il pannello posto sulla destra. Successivamente, premi il tasto to Alt della tastiera, e fai clic sul punto dell’immagine che intendi clonare.

Infine, “colora” l’immagine come faresti usando un qualsiasi pennello di Photoshop, finché non ottieni il risultato desiderato: basta tenere premuto il tasto sinistro del mouse mentre sposti il cursore sull’immagine. A lavoro ultimato, clicca sul pulsante (≡) in alto a sinistra, seleziona la voce Esporta come e seleziona l’opzione di esportazione preferita.

Nota: se ritieni che Photoshop sul Web sia troppo costosa come soluzione per quelle che sono le tue esigenze, puoi provare Photopea: un editor fotografico online gratuito dotato di molte funzioni avanzate e di un’interfaccia utente molto simile a quella di Photoshop per Windows/macOS (anche in italiano). Non richiede registrazioni né plugin, in quanto è basato sulla tecnologia HTML5. Non è prodotto ufficialmente da Adobe, ma questo non rappresenta di certo un problema. Te ne ho parlato più in dettaglio in diversi miei tutorial ad esempio quelli su come eliminare persone dalle foto e sui siti per modificare foto.

Come clonare con Photoshop su smartphone e tablet

Clonare con Photoshop

Adobe ha rilasciato una serie di applicazioni per smartphone e tablet dedicate al fotoritocco: tra queste, quella che consente di clonare agevolmente le parti di un’immagine per camuffare difetti estetici, coprire persone e rimuovere oggetti indesiderati, è Photoshop Express, che è disponibile gratuitamente per Android/iOS/iPadOS.

Dopo aver installato e avviato Photoshop Express, fai tap sul pulsante Avanti per 10 volte di seguito e, dopo aver letto le schede illustrative che ne spiegano per sommi capi il funzionamento, pigia sul bottone Adobe ID e loggati con il tuo account Adobe o, in alternativa, fallo mediante il tuo account Google oppure con il tuo account Facebook.

Ad accesso effettuato, premi sul bottone OK, concedi a Photoshop Express i permessi necessari per funzionare e poi fai tap sull’anteprima della foto da ritoccare. Successivamente, premi sull’icona del cerotto (in basso), seleziona la scheda Avanzate e, dopo aver regolato le dimensioni del pennello tramite l’apposito cursore, sposta su OFF l’interruttore situato in corrispondenza della dicitura Fusione.

Ora, fai tap su un’area della foto e sposta uno dei due pallini nel punto da clonare, così da mostrare nell’altro pallino l’area clonata. Quando avrai terminato le modifiche, pigia sul bottone Avanti (in alto a destra) e seleziona la modalità di salvataggio o condivisione che più gradisci.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.