Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come convertire MKV in AVI Mac

di

Da quando sei passato a Mac, e ormai sono passati diversi mesi, ti capita di scaricare film e video quasi esclusivamente in formato MKV. Ti sei mai chiesto come mai? Te lo dico io. Il formato MKV è molto più flessibile rispetto ai tradizionali file AVI (i DivX, tanto per intenderci). Consente di creare video comprensivi di molteplici tracce audio, sottotitoli e capitoli e assicura una gestione nettamente migliore dei contenuti in HD. Inoltre sotto il punto di vista tecnico è compatibile con un maggior numero di codec audio e video.

Come dici? MKV e AVI non sono loro stessi dei codec? Assolutamente no! AVI ed MKV sono due contenitori, ossia due tipologie di file che al loro interno possono contenere flussi video e audio codificati con vari tipi di codec. In alcuni casi perfino gli stessi, il che, in alcuni casi, rende il passaggio da un formato all’altro perfettamente indolore (nel senso che non bisogna effettuare ri-codifiche e quindi non si hanno perdite qualitative nel video di output).

Adesso però veniamo al nocciolo della questione. Visto che il contenitore MKV è tanto meglio di quello AVI perché oggi sono qui e ti propongo una guida su come convertire MKV in AVI Mac? Semplice, perché esistono ancora molti dispositivi, come ad esempio i vecchi player multimediali da salotto, che non “digeriscono” bene i file MKV e pretendono l’uso dei video in formato AVI. Anche tu ne hai uno? Bene, allora non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e vediamo subito come rendere più “digeribile” qualsiasi file MKV grazie ad alcune applicazioni per Mac.

Adapter (Gratis)

Se vuoi convertire un file MKV in AVI essendo sicuro al 100% che tutti i tuoi dispositivi lo “digeriscano”, prova Adapter. Si tratta di un software gratuito che converte tutti i principali formati di file video cambiandone sia il contenitore sia il codec.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Download. Dopodiché apri il pacchetto dmg che hai appena scaricato e installa Adapter sul tuo Mac trascinando la sua icona nella cartella Applicazioni di OSX.

A questo punto, avvia Adapter (se compare un messaggio di errore, fai click destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu che compare), clicca click sul pulsante Continue e aspetta che venga completato il download di FFMPEG, un software open source per l’elaborazione dei video che funge da “motore” per le conversioni di Adapter. L’operazione durerà appena pochi secondi.

Ad installazione di FFMPEG completata, trascina i video MKV che desideri trasformare in AVI nella schermata principale di Adapter, dopodiché espandi il menu a tendina che si trova in basso e seleziona la voce Video > General > Custom AVI da quest’ultimo.

Successivamente, richiama il pannello delle impostazioni del programma cliccando sull’icona dell’ingranaggio che si trova in basso a destra e imposta il campo Resolution su Same as source e il campo Quality su High o Very High. In questo modo otterrai dei file AVI con la stessa risoluzione dei video MKV di input e una qualità molto vicina a quella dei file originali (mantenerla identica è praticamente impossibile nei casi di ri-codifica dei video).

Se hai bisogno di convertire un video MKV in alta definizione in un video AVI in risoluzione standard (perché magari il tuo lettore da salotto non supporta i video in HD), nel campo Resolution non scegliere la voce Same as source: scegli la voce Preset e seleziona una delle risoluzioni standard elencate nel menu a tendina adiacente.

Per concludere, seleziona la cartella in cui salvare i video di output cliccando sui pulsanti Custom e Browse presenti all’inizio della barra laterale di Adapter e pigia sul bottone Convert per avviare la conversione dei file MKV in AVI. L’operazione potrà durare diversi minuti, dipende tutto dalla potenza del tuo computer e dalla durata dei filmati da convertire.

Purtroppo Adapter non consente di scegliere le tracce audio da conservare nei video di output, quindi se come input hai scelto un MKV con più tracce audio verrà mantenuta solo quella primaria.

Quanto ai sottotitoli, non è possibile incorporarli direttamente negli AVI. Devi estrapolarli dal video MKV e usarli come file SRT esterni (basta rinominarli nello stesso modo del video AVI e dovrebbero essere caricati automaticamente dalla maggior parte dei player e dei dispositivi).

Per estrarre i sottotitoli dai video MKV, rivolgiti a MKVTools. Si tratta di un programma che costa 5$ ma si può usare anche gratuitamente a patto di sopportare la comparsa di fastidiosi messaggi che invitano di tanto in tanto ad acquistare la versione completa del software. Dopo averlo scaricato e installato sul tuo Mac (copiando la sua icona nella cartella Applicazioni di OS X), avviala e pigia sui pulsanti Open e Register later. Seleziona quindi il file MKV da cui estrarre i sottotitoli, apponi il segno di spunta accanto alle voci relative ai sottotitoli da estrarre (subtitle) e clicca sul pulsante Extract per avviare l’operazione.

iFFmpeg (trial/a pagamento)

iFFmpeg è un altro convertitore basato su FFMPEG. Stiamo dunque parlando di una validissima alternativa ad Adapter, ma con qualche funzione in più.

Il software è a pagamento, costa 17,50 euro, ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di utilizzarlo per un numero massimo di 10 volte senza limitazioni particolari. Tra le sue funzioni più interessanti ci sono quelle per scegliere le tracce audio conservare nei file AVI e per estrarre i sottotitoli dai video MKV senza ricorrere a software esterni.

Per scaricare la versione di prova di iFFmpeg sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Try it free. Dopodiché apri il pacchetto dmg che hai appena scaricato, trascina l’icona di iFFmpeg nella cartella Applicazioni di OS X e avvia il programma.

Al suo primo avvio, iFFmpeg ti chiederà di scaricare FFMPEG (il software open source su cui è basato) e copiarlo nella sua finestra principale. Collegati quindi a questa pagina e fai click sulla prima voce situata nella barra laterale di sinistra (es. FFmpeg 2.7 64bit) per avviare il download.

Ad operazione completata, clicca sul pulsante Got it di iFFmpeg, poi su Demo (per iniziare a usare la versione di prova dell’applicazione) e apri il pacchetto dmg di FFMPEG.

A questo punto, trascina l’eseguibile denominato ffmpeg nella finestra di iFFmpeg, conferma l’installazione del software sul tuo Mac cliccando sui pulsanti Use and copy to Application Support/iFFmpeg folder e OK e il gioco è fatto. Ora puoi finalmente cominciare a utilizzare il convertitore!

Provvedi dunque a copiare i file MKV da trasformare in AVI nella finestra principale di iFFmpeg e seleziona la voce Containers > AVI Container dal menu a tendina che si trova accanto alla loro immagine di anteprima. Successivamente, se vuoi selezionare la traccia audio da conservare nel video in formato AVI, fai doppio click sulla voce Audio situata nella barra laterale di destra e scegli la lingua che preferisci (es. ita per italiano) dal menu a tendina Stream.

Per estrarre eventuali sottotitoli incorporati nei file MKV, invece, fai click sull’icona del fumetto che si trova in alto a destra, seleziona la traccia dei sottotitoli da estrarre dal menu a tendina che compare sullo schermo, imposta l’opzione SRT nel menu Subtitle format e pigia sul pulsante Extract subtitles per completare l’operazione.

Una volta regolate tutte le impostazioni del caso (ad es. facendo doppio click sulla voce Video nella barra laterale puoi regolare risoluzione e qualità del file di output), pigia sul pulsante play e attendi che la conversione giunga al termine.

Avidemux (gratis)

Come accennato nella fase iniziale di questo tutorial su come convertire MKV in AVI Mac, in alcuni casi è possibile cambiare il contenitore dei video, cioè passare da MKV ad AVI, senza effettuare nuovamente la codifica del filmato o della sua traccia audio. Questo significa convertire il file in maniera pressoché istantanea ed evitare qualsiasi tipo di perdita qualitativa.

Per scoprire se i tuoi video MKV sono compatibili con il contenitore AVI e provare a convertirli senza effettuare una nuova codifica, usa Avidemux. Avidemux è un editor video gratuito ed open source compatibile con tutti i formati di file multimediali più diffusi. Permette di tagliare, montare, ruotare e applicare effetti di vario tipo ai video e tra le sue funzioni c’è anche quella di salvare i filmati in maniera diretta, cioè senza effettuare una nuova codifica del loro contenuto.

Per scaricarlo sul tuo Mac, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sulla voce FossHub collocata sotto il logo di Apple. A download completato, apri quindi il pacchetto dmg che contiene il programma e copia la sua icona nella cartella Applicazioni di OS X.

Ad operazione completata, fai click destro sull’icona di Avidemux e seleziona la voce Apri dal menu che compare, per avviare il convertitore. Dopodiché trascina il video MKV da trasformare in AVI nella finestra del software e imposta i menu a tendina Video output e Audio output su Copy.

A questo punto, espandi il menu a tendina Output format, seleziona la voce AVI format da quest’ultimo, pigia sul bottone Configure e attiva l’opzione Avi dalla finestra che si apre. Missione compiuta! Ora non ti resta che cliccare sull’icona del floppy disk in alto a sinistra, scegliere una cartella in cui salvare il video in formato AVI e attendere qualche secondo affinché venga generato il video di output.

Per estrarre i sottotitoli dai video MKV e salvarli come file esterni puoi fare affidamento a MKVTools, il software di cui ti ho parlato prima.