Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come encodare MP4

di

Prima di partire per un week-end di relax, vorresti caricare qualche film sulla memoria del tuo smartphone o del tuo media player portatile ma non sai come ottenere dei file video compatibili con quest’ultimo? La chiave di tutto è il formato MP4: converti i tuoi video in questo modo e vedrai che non ci sarà alcun problema di compatibilità.

Non sai come encodare MP4? Allora lascia che ti presenti EncodeHD, un’applicazione gratuita per Windows che permette di trasformare qualsiasi file video in un filmato per iPhone, iPod, smartphone Android, PSP ed altri dispositivi mobili usando dei profili di codifica ottimizzati per ciascun device. Ti meraviglierà per quanto è facile da utilizzare, scommetti?

Se vuoi scoprire come encodare MP4, il primo passo che devi compiere è collegarti a questa pagina del sito Internet CNET e cliccare sulla voce Direct Download Link (sulla sinistra) per scaricare il programma EncodeHDsul tuo PC.

A download completato apri, facendo doppio click su di esso, l’archivio appena scaricato (enchd_1.2.242.0.zip), estraine il contenuto in una cartella di tua scelta ed avvia il programma EncodeHD.exe per far partire EncodeHD. Non c’è bisogno di eseguire installazioni per farlo funzionare.

Per encodare MP4 con EncodeHD partendo da qualsiasi altro formato di file video, non devi far altro che trascinare i filmati da convertire nella finestra principale del programma, selezionare il dispositivo di destinazione (es. Apple TV, iPhone, iPod, PSP, PlayStation 3, smartphone Android, ecc.) dal menu a tendina che si trova in alto a sinistra e cliccare sul pulsante Start.

La durata del processo di codifica varia a seconda della lunghezza dei video da convertire e dalla potenza del computer in uso. Per impostazione predefinita, i filmati trasformati in MP4 vengono salvati nella stessa cartella dei video di origine ma puoi cambiare facilmente questo comportamento di EncodeHD mettendo il segno di spunta accanto alla voce Specify output folder e selezionando la cartella in cui salvare i file.

Puoi anche fare in modo che il programma eviti la codifica per tutti quei video che già sono ottimizzati per la visione sul dispositivo di destinazione e quindi non hanno bisogno di riconversioni. Basta mettere il segno di spunta accanto alla voce Stream copy e in quei casi particolari la procedura di salvataggio dei file sarà molto più celere del solito.

Cliccando sul pulsante Avanzate puoi invece regolare altri parametri di EncodeHD, come la lingua da prediligere nella conversione di video multilingua e l’esecuzione di comandi per FFmpeg (solo per utenti esperti). Infine, ti segnalo che lasciando il segno di spunta accanto alla voce Auto Split > 4GB, il programma provvederà a suddividere automaticamente in più parti quei video che dopo la codifica dovessero risultare più pesanti di 4GB (necessario per copiare i file sulla memoria di molti dispositivi portatili).