Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare un vlog

di

Dopo aver letto la mia guida su come guadagnare da casa, hai deciso di intraprendere la carriera da blogger e aprire un tuo sito Internet. Dopo poche settimane di lavoro, però, ti sei accorto non solo che la creazione di nuovi contenuti ti porta via un sacco di tempo ma anche che la scrittura non fa per te. Per questo motivo, hai scelto di cambiare i tuoi piani e trasformare il tuo progetto da blog a vlog, realizzando dei video.

Ho indovinato, vero? In tal caso, lasciati dire che oggi è proprio il tuo giorno fortunato. Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò come fare un vlog fornendoti alcuni consigli utili per riuscire nel tuo intento. Per prima cosa, sarà mio compito indicarti l’attrezzatura necessaria per realizzare un video blog, dopodiché ti elencherò una serie di fattori da tenere in considerazione per scegliere al meglio l’argomento da trattare nei tuoi video. Infine, ti spiegherò come pubblicare un vlog su YouTube e quali altre piattaforme di condivisione video puoi prendere in considerazione per proporre i tuoi contenuti.

Se non vedi l’ora di iniziare, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo all’azione. Mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Prendi nota dei consigli che sto per per darti, prova a mettere in pratica le mie indicazioni e sono sicuro che riuscirai a iniziare la tua carriera da vlogger e pubblicare sul Web i tuoi primi contenuti con facilità. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Attrezzatura necessaria per fare un vlog

Attrezzatura per fare un vlog

Prima di entrare nel vivo di questa tutorial e fornirti le indicazioni e alcuni consigli utili su come fare un vlog, potrebbe esserti utile conoscere l’attrezzatura necessaria per riuscire nel tuo intento.

Poiché il vlog, abbreviazione di video vlog, non è altro che un filmato pubblicato su Internet, tutto quello di cui hai bisogno per crearne uno è un dispositivo in grado di registrare video e audio e un account su una piattaforma di condivisione video.

Almeno inizialmente, soprattutto se non hai a disposizione un budget elevato per avviare il tuo progetto, ti consiglio di affidarti a soluzioni a basso costo. Per registrare un vlog, puoi usare il tuo smartphone o la webcam del computer (in tal caso, potrebbe esserti utile la mia guida su come girare un video con la webcam) e, successivamente, mettere insieme le parti del filmato usando uno dei numerosi programmi per montare video gratis.

Se, invece, hai intenzione di fare sul serio e sei disposto a mettere mano al portafoglio per acquistare i dispositivi necessari ad aumentare la qualità del tuo vlog, puoi affidarti a una webcam di buona qualità, optare per una fotocamera o una videocamera e acquistare un microfono esterno per offrire un audio impeccabile.

Logitubo Webcam HD 1080P Messa a Fuoco Automatica PC Camera for Videoc...
Amazon.it: 89,99 € 55,99 €
Vedi offerta su Amazon
GoPro HERO7 White - fotocamera digitale ad azione impermeabile con tou...
Amazon.it: 205,90 €
Vedi offerta su Amazon
Sony HDR-CX405 Videocamera Handycam, Sensore CMOS Exmor R, 3.1 mm Retr...
Amazon.it: 300,00 € 190,99 €
Vedi offerta su Amazon
Canon Italia EOS 4000D + EF-S DC III Fotocamera Reflex, Nero, Lunghezz...
Amazon.it: 258,33 €
Vedi offerta su Amazon
Rode NT-USB Microfono a Condensatore con Filtro Anti-pop e Supporto da...
Amazon.it: 199,00 € 148,00 €
Vedi offerta su Amazon

Per facilitarti la scelta e offrirti una panoramica a 360° delle attrezzature che puoi prendere in considerazione, ti elenco alcune mie guide d’approfondimento.

Scegliere l’argomento del vlog

Scegliere l’argomento del vlog è, molto probabilmente, la decisione più importante che devi prendere prima di avviare la tua carriera da vlogger. Il consiglio da tenere ben in mente è di non trattare tematiche con poco seguito o incentrare i propri vlog su argomenti non conosciuti o di settori con molti competitor.

Fare un vlog di viaggio

Vlog di viaggio

Se hai già le idee ben chiare e la tua intenzione è fare un vlog di viaggio (il cosiddetto Travel vlogger), il mio consiglio è di dotarti sin da subito di un’attrezzatura adatta per viaggiare con la quale puoi catturare ogni dettaglio del luogo visitato, offrendo al pubblico anche una prospettiva inusuale.

Oltre ai dispositivi che ti ho già suggerito nei paragrafi precedenti, puoi prendere in considerazione anche l’acquisto di un drone (in tal caso, puoi leggere la mia guida all’acquisto al migliore drone) per fare riprese aeree emozionanti e mostrare una prospettiva diversa dei luoghi visitati o di un dispositivo che consenta di effettuare riprese sott’acqua. A tal proposito, ti potrebbe essere utile la mia guida su come fare foto sott’acqua.

Durante le riprese, non limitarti a fare un vlog incentrato esclusivamente sul luogo visitato: ti consiglio di metterci la faccia, inserendo dei commenti personali e simpatici. Inoltre, cerca sempre nuove idee e proponi contenuti d’interesse che altri vlogger del settore non hanno ancora proposto.

Dopo aver raccolto tutto il materiale del tuo viaggio, puoi passare a quella che, a mio avviso, è la fase più importante di un travel vlog: il montaggio video. Per questo motivo, ti consiglio di tenere ben in mente alcuni punti fondamentali per creare il tuo vlog.

  • Durata: è importante che il video non sia troppo lungo (massimo 6-7 minuti). Se hai raccolto molto materiale, puoi prendere in considerazione l’idea di pubblicare più "episodi".
  • Musica: durante il montaggio, scegli un sottofondo musicale adatto alle immagini del video e fai in modo che si adattino a vicenda. Attento, però, ai diritti d’autore: a tal proposito, potrebbe interessati la mia guida su come mettere musica su YouTube senza violare copyright.
  • Effetti: per mostrare i luoghi visitati, evita di inserire singole clip di durata superiore a 5-6 secondi e usa degli effetti di transizione tra una clip e l’altra per rendere il passaggio più piacevole.

Infine, puoi prendere in considerazione anche l’idea di creare un blog nel quale pubblicare articoli inerenti il mondo dei viaggi al fine di guadagnare con le affiliazioni (es. Airbnb e SkyScanner). A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come creare un blog di viaggi.

Altri argomenti per fare un vlog

Argomento vlog

Se non hai ancora scelto l’argomento da trattare nei tuoi vlog, ti consiglio di scegliere un settore del quale sei appassionato e che, con il tempo, ti consenta di ottenere autorevolezza e, soprattutto, fiducia da parte del tuo pubblico. Prendi, quindi, carta e penna e crea un elenco di argomenti che ti piacerebbe trattare.

Prima di procedere oltre, devi avere ben in mente i tuoi obiettivi: vuoi diventare un vlogger di successo o ti piacerebbe semplicemente parlare di un argomento che conosci per condividere la tua esperienza con gli altri? In quest’ultimo caso, non devi far altro che scegliere la piattaforma per pubblicare un vlog e iniziare a creare i tuoi contenuti.

Se, invece, il tuo obiettivo è avviare una carriera da vlogger e tentare di farne un lavoro, prendi la lista di argomenti che hai creato poc’anzi e, uno per uno, verifica quali sono i principali competitor. Individua, quindi, il settore nel quale credi ci sia più possibilità di successo e inizia a creare un calendario editoriale, stabilendo gli step da seguire e le date di pubblicazione dei tuoi vlog.

Per individuare gli argomenti da trattare nei singoli video blog, ti consiglio di utilizzare Google Trends, uno strumento gratuito di Google che permette di analizzare i dati provenienti dalle ricerche fatte dagli utenti sul celebre motore di ricerca (anche su YouTube). Così facendo, puoi individuare facilmente gli argomenti da trattare e che, se affrontati con chiarezza, tempismo e autorevolezza, possono aiutarti a crescere in termini di visualizzazioni. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come usare Google Trends.

Dopo aver individuato il settore di tua competenza e aver creato un calendario editoriale, analizza nel dettaglio l’argomento da trattare (puoi utilizzare uno dei programmi per mappe concettuali) e crea una scaletta da seguire durante la registrazione del vlog, evitando così di improvvisare e perdere tempo prezioso.

Scegliere la piattaforma per pubblicare un vlog

La scelta della piattaforma per pubblicare un vlog è un altro fattore da tenere in considerazione. Se ti stai chiedendo quale sia la migliore piattaforma, la risposta dipende dalle tue esigenze: se hai la necessità di fare anche vlog in diretta, se vuoi la possibilità di incorporare il player del filmato su siti Web esterni, monetizzare i tuoi contenuti e usufruire di funzionalità avanzate per la modifica e la gestione dei filmati, allora ti consiglio di affidarti a YouTube.

Fare un vlog su YouTube

Logo di YouTube

Per fare un vlog su YouTube, tutto quello che devi fare è creare un account Google e aprire un canale sulla celebre piattaforma di condivisione video di "Big G".

Per procedere, collegati alla pagina principale di Google, fai clic sul pulsante Accedi che si trova in alto a destra, scegli l’opzione Crea un account e seleziona la voce Per me. Nella schermata Crea il tuo account Google, inserisci i dati richiesti nei campi Nome, Cognome, Nome utente e Password e clicca sul pulsante Avanti.

Adesso, specifica la tua data di nascita e il tuo genere d’appartenenza tramite i menu a tendina Giorno, Mese, Anno e Sesso e premi sul pulsante Avanti per completare la registrazione. Per la procedura dettagliata, ti lascio alla mia guida su come creare un account Google.

Dopo aver effettuato l’accesso al tuo nuovo account Google, collegati alla pagina principale di YouTube e premi sul pulsante Accedi, dopodiché clicca sulla tua foto che si trova in alto a destra (o sulla lettera iniziale del tuo nome se non hai personalizzato il tuo account Google) e scegli la voce Il mio canale dal menu che compare.

Nella nuova schermata visualizzata, clicca sul pulsante Crea canale, per creare un canale YouTube usando il tuo nome e cognome. Altrimenti scegli l’opzione Utilizza un nome di una società o di altro tipo per usare un nome personalizzato e il gioco è fatto. Per approfondire l’argomento, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come creare un canale YouTube.

Nome canale YouTube

A questo punto, sei pronto per pubblicare il tuo vlog su YouTube. Se il filmato è sul tuo computer, clicca sull’icona della videocamera collocata in alto a destra, scegli l’opzione Carica video (o Trasmetti dal vivo per fare un vlog in diretta) e scegli l’opzione Seleziona i file da caricare per avviare il caricamento del tuo vlog.

Durante l’upload, selezionando le schede Informazioni di base, Traduzioni e Impostazioni avanzate, puoi inserire le informazioni del tuo vlog (titolo, descrizione, tag ecc.), impostarne la visibilità (Pubblico, Privato, Non in elenco o Programmato), scegliere se attivare i sottotitoli e molto altro ancora. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come caricare un video su YouTube.

Caricare video YouTube

Per muovere i tuoi primi passi su YouTube nel migliore dei modi e avere alcuni consigli utili per emergere sulla celebre piattaforma di condivisione video di Google, ti elenco una serie di mie guide d’approfondimento che potrebbero esserti utili.

Se, invece, hai registrato un vlog dal tuo smartphone o vuoi farne uno in diretta usando la fotocamera del tuo dispositivo, puoi utilizzare l’app di YouTube per Android e iOS.  Dopo averla scaricata dallo store del tuo smartphone, avviala facendo tap sulla sua icona (il simbolo ▶︎ su sfondo rosso e bianco), premi sull’icona dell’omino che si trova in alto a destra, fai tap sul pulsante Accedi e seleziona l’account Google con il quale vuoi accedere a YouTube.

Per pubblicare un vlog, premi sull’icona della videocamera (in alto), seleziona il filmato da caricare (o scegli l’opzione Registra per registrarlo in tempo reale) e applica le modifiche di tuo interesse: l’icona delle forbici per applicare tagli; l’icona della bacchetta magica per aggiungere effetti e filtri e l’icona della nota musicale per aggiungere un sottofondo musicale. Premi, quindi, sul pulsante Avanti, inserisci il titolo e la descrizione del vlog nei campi appositi e fai tap sul pulsante Carica per pubblicare il filmato.

Vuoi fare un vlog in diretta? In tal caso, premi sull’icona della videocamera e scegli l’opzione Trasmetti dal vivo. Ti sarà utile sapere che tale funzionalità, usando l’app di YouTube, è disponibile solo per i canali che hanno almeno 1000 iscritti. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come fare live su YouTube.

Altre piattaforme per pubblicare un vlog

Facebook e Instagram

Oltre a YouTube, puoi prendere in considerazione anche altre piattaforme per pubblicare un vlog. Puoi utilizzare alcune di queste sia per fare un vero e proprio vlog che per condividere un filmato che hai precedentemente pubblicato sul tuo canale YouTube e al quale vuoi dare maggiore visibilità.

  • Facebook: il celebre social network creato da Mark Zuckerberg, è una valida soluzione sia per condividere i vlog caricati su YouTube con l’obiettivo di aumentarne la visibilità che per pubblicare direttamente i propri video blog (anche in diretta), sia sul proprio profilo che su una pagina Facebook. A tal proposito, potrebbero esserti utili le mie guide su come caricare video su Facebook e come creare una pagina Facebook di successo.
  • Instagram: anche Instagram consente di pubblicare dei vlog, sia sul proprio profilo (massimo 60 secondi) che sotto forma di Storia (con una visibilità limitata a 24 ore). In alternativa, è possibile caricare un vlog su IGTV, un’app di Instagram (disponibile anche come sezione integrata all’interno dello stesso social network) che consente di caricare vlog piuttosto lunghi (fino a un massimo di 60 minuti). Per approfondire l’argomento, ti lascio alle mie guide su come condividere video su Instagram e come mettere video lunghi su Instagram.
  • Vimeo: è una piattaforma di condivisione video da prendere in considerazione come alternativa a YouTube. Creando un account gratuito, permette di caricare filmati senza alcuna limitazione. È disponibile anche sotto forma di applicazione per Android e iOS.
  • Dailymotion: così come Vimeo, è una soluzione alternativa a YouTube che, tramite la creazione di un account gratuito, consente di caricare video anche da smartphone e tablet usando l’app per Android e iOS.