Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottimizzare Windows XP

di

Il tuo PC non è abbastanza potente per far “girare” una delle ultime versioni di Windows e, quindi, sei rimasto con il buon vecchio Windows XP. Ti trovi bene (anche se, è doveroso ricordarlo, si tratta di un OS non più supportato ufficialmente da Microsoft e per il quale non vengono più rilasciati aggiornamenti di sicurezza), ma ormai l’età inizia a farsi sentire e il tuo computer non è più veloce come un tempo.

Date le circostanze, prima di pensare all’acquisto di un nuovo PC, che ne diresti di provare a migliorare un po’ le prestazioni del tuo computer scoprendo, insieme a me, come ottimizzare Windows XP? Forse non lo sai, ma ci sono tanti programmi gratis da utilizzare e tanti accorgimenti da attuare che possono rendere il tuo sistema molto più veloce di com’è ora.

Non ci credi? Allora prova tu stesso, seguendo le indicazioni che sto per darti, e poi mi dici. Prenditi, dunque, qualche minuto di tempo libero solo per te, posizionati bello comodo e inizia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto di quanto appreso oltre che, ovviamente, di essere riuscito a riportare a nuova vita il tuo PC. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come ottimizzare pulizia Windows XP

Ottimizzare Windows XP significa in primo luogo andare a rimuovere tutti quegli elementi che occupano inutilmente spazio sull’hard disk, effettuando una bella operazione di pulizia. Per maggiori dettagli, prosegui pure nella lettura. Qui di seguito trovi spiegato di quali strumenti puoi avvalerti per riuscirci.

Pulitura disco

Pulitura disco Windows XP

Per pulire il disco fisso del tuo PC, non hai necessariamente bisogno di ricorrere all’uso di software di terze parti. Infatti, sono ben felice di comunicarti che puoi fare tutto con Pulitura disco, un tool “di serie” grazie al quale, in pochi clic, è possibile eliminare tutti i file temporanei e i dati non più utili presenti sull’hard disk.

Per servirtene, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) situato nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, recati nella sezione Tutti i programmi > Accessori > Utilità di sistema del menu che si apre e fai clic sulla voce Pulitura disco.

Nella finestra che a questo punto ti viene mostrata sul desktop, apponi un segno di spunta accanto alle voci relative agli elementi che desideri eliminare dal disco (es. Programmi scaricati, File temporanei Internet, Cestino ecc.), fai clic sul pulsante OK, per avviarne la cancellazione, e su quello , per confermare le tue intenzioni.

Se, prima di dare il via alla procedura di pulizia, desideri visualizzare i file interessati, clicca sul bottone Visualizza file posizionato in basso.

Ti segnalo poi che, sempre sfruttando Pulitura disco, puoi eliminare i componenti di Windows non necessari. Per riuscirci, seleziona la scheda Altre opzioni presente in alto, clicca sul bottone Esegui pulitura che trovi accanto alla voce Componenti di Windows, togli la spunta dagli elementi di cui intendi sbarazzarti (es. Windows Media Player) e fai clic sui bottoni AvantiFine.

CCleaner

CCleaner Windows XP

Se lo strumento già incluso in Windows XP per la pulizia del disco fisso non ti ha soddisfatto, puoi affidarti a CCleaner. Non ne hai mai sentito parlare? Strano, è molto famoso e apprezzato. Ad ogni modo non c’è problema, rimediamo subito: si tratta di un software freeware funzionante su tutte le versioni di Windows che consente non solo di liberare spazio su disco eliminando i file “spazzatura”, ma anche di scovare e cancellare i file doppi, di rimettere a nuovo il registro di sistema e di effettuare varie altre operazioni di pulizia e ottimizzazione. È gratis, ma eventualmente è disponibile in una variante a pagamento (che presenta un costo base pari a 25,95 euro) comprensiva di funzionalità aggiuntive, come il monitoraggio del sistema in tempo reale per la cancellazione dei file inutili.

Per effettuare il download di CCleaner sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e clicca sul collegamento CCleaner.com, che trovi nella colonna Free. A download completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che si apre sul desktop, imposta l’Italiano tramite il menu per la scelta della lingua situato in alto a destra, dopodiché togli la spunta relativa all’installazione di programmi extra (in basso a sinistra) e clicca sui pulsanti Installa e Avvia CCleaner.

Ora che visualizzi la finestra principale di CCleaner sullo schermo, seleziona la scheda Pulizia posta nella parte sinistra della finestra del programma e clicca sul bottone Analizza situato in basso, in modo tale da visualizzare l’elenco completo degli elementi presenti su disco che è possibile rimuovere. Successivamente, clicca sul bottone Avvia pulizia adiacente e conferma l’esecuzione dell’operazione, facendo clic sul pulsante OK.

Se, prima di avviare l’operazione, desideri scegliere personalmente quale tipologia di file rimuovere e quali no, seleziona o deseleziona, secondo le tue esigenze, le voci presenti nella barra laterale di sinistra, nelle schede Windows e Applicazioni. Se però non sai bene dove mettere le mani, ti consiglio di lasciare tutto così com’è, onde evitare di far danni.

Sempre prima di avviare l’operazione di pulizia, puoi effettuare anche la sola analisi del disco, per capire quanto spazio potresti effettivamente liberare, facendo clic sul bottone Analizza e consultando il report restituito.

Per maggiori dettagli in merito al funzionamento di CCleaner, ti consiglio di leggere il mio articolo su come scaricare e utilizzare CCleaner.

Come ottimizzare registro Windows XP

CCleaner Windows XP

Un’altra operazione utile per ottimizzare Windows XP che ti invito a compiere è quella di dare una bella ripulita al registro di sistema del tuo PC, il quale sarà senz’altro pieno zeppo di chiavi ormai inutili e corrotte che non fanno altro che generare rallentamenti, messaggi d’errore vari e altri intoppi. Per riuscirci, puoi usare, anche in tal caso, CCleaner, il programma di cui ti ho parlato nel passo dedicato all’ottimizzazione del disco fisso.

Per servirtene per il tuo scopo, seleziona la scheda Registro situata nella parte sinistra della finestra del software, clicca sul pulsante Trova problemi collocato in basso a destra e attendi che vengano individuate tutte le voci del registro di sistema corrotte o obsolete.

In seguito, fai clic sul pulsante Ripara problemi selezionati, acconsenti alla creazione di un file di backup del registro di sistema (così da poterlo ripristinare qualora dovessero esserci dei problemi) e, per finire, fai clic sui pulsanti Ripara selezionati e Chiudi.

Per approfondimenti riguardo la pulizia del registro di sistema di Windows, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in maniera specifica all’argomento.

Come ottimizzare avvio Windows XP

Utilità configurazione di sistema Windows XP

Un altro modo per ottimizzare Windows XP consiste nel ridurre all’osso i programmi che vengono eseguiti in automatico all’accensione del computer, i quali non fanno altro che rallentare il sistema in fase di avvio (e non solo) e che, nella maggior parte dei casi, risultano totalmente inutili.

Per compiere l’operazione in questione, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) situato nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, seleziona la voce Esegui dal menu che compare, digita msconfig nella finestra che si apre e premi il tasto Invio sulla tastiera del tuo PC, così da accedere all’Utility di configurazione di sistema.

Nella finestra che si apre, recati nella scheda Avvio, togli il segno di spunta da tutte le voci tranne quelle relative ad antivirus e programmi che sai utili in avvio di sistema e clicca prima sul bottone Applica e poi su quello OK per salvare le impostazioni.

Come ottimizzare RAM Windows XP

Memory Cleaner Windows XP

Sui computer più datati, il quantitativo di RAM installato è solitamente scarso. Per usare Windows XP la cosa non costituisce un gran problema, in quanto questa versione del sistema operativo Microsoft non necessità di una quantità di RAM spropositata, ma durante l’esecuzione di specifici programmi, che fanno largo uso della memoria, la situazione potrebbe complicarsi.

Se ti ritrovi in una situazione di questo tipo, puoi provare a migliorare le cose rivolgendoti a Memory Cleaner, un software concepito in via specifica per migliorare la gestione della RAM sul PC, sia in maniera manuale che automatica. È gratis, funziona su tutte le versioni di Windows ed è facilissimo da usare.

Per effettuarne il download, recati sul sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download Now situato a destra. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca prima sul pulsante e poi sul bottone Accept.

Successivamente, ti ritroverai al cospetto della finestra principale del software. Per cui, per liberare subito la RAM, clicca prima sul bottone Trim Processes’ Working Set e, in seguito, su quello con su scritto Clear System Cache.

Se, invece, desideri automatizzare il processo per librare la memoria, seleziona la scheda Options collocata nella parte in alto della finestra del programma e scegli le opzioni che preferisci in base a quelle che sono le tue preferenze ed esigenze: spuntando le opzioni Trim Processes’ Working Set when usage exceeds 80% e Clear System Cache when usage exceeds 80%, puoi impostare il programma in modo che ottimizzi la RAM quando occupata almeno all’80%, mentre scegliendo le voci Processes’ Working Set every 5 minutes e Clear System Cache every 5 minutes, puoi impostare il software per far sì che la RAM venga ottimizzata ogni 5 minuti a prescindere dalla percentuale di memoria occupata.

Se vuoi approfondire il discorso relativo all’ottimizzazione dell’uso della memoria, ti consiglio la lettura della mia guida incentrata in via specifica su come svuotare la RAM.

Come ottimizzare disco fisso Windows XP

Utilità di deframmentazione dischi Windows XP

Se vuoi ottimizzare le prestazioni del disco fisso in uso sul tuo PC con su installato Windows XP, ti consiglio altresì di effettuare una sana deframmentazione. Sì tratta di un’operazione di routine che permette di “riordinare” i file sull’hard disk (riducendone i tempi di apertura) dopo che, con il susseguirsi delle modifiche, questi tendono a frammentarsi occupando punti del disco distanti tra loro.

Per riuscirci, puoi usare lo strumento “di serie” reso disponibile da Microsoft: Utilità di deframmentazione dischi. Per servirtene, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, recati nella sezione Tutti i programmi > Accessori > Utilità di sistema del menu che si è aperto e clicca sulla voce Utilità di deframmentazione dischi.

Nella finestra che compare sul desktop, seleziona il disco fisso del tuo PC dall’elenco presente al centro e fai clic sul pulsante Analizza posto in basso, per visualizzare lo stato in cui si trova. Se la deframmentazione risulta necessaria, la cosa ti verrà indicata tramite l’ulteriore finestra che vedrai comparire su schermo e potrai procedere facendo clic sul bottone Deframmenta. Se prima vuoi visualizzare il reoprt dell’analisi, clicca sul bottone Visualizza rapporto.

Volendo, puoi anche avviare direttamente al procedura di deframmentazione del disco premendo sul bottone Deframmenta collocato nella parte in basso della finestra dell’utility.

A differenza di quanto accade nelle versioni più recenti di Windows, in Windows XP la deframmentazione del disco non avviene in via automatica, per cui potrebbe essere una buona idea quella di affidarsi a programmi esterni, tipo quelli che ti ho consigliato nella mia guida sui programmi per deframmentare.

Per approfondimenti riguardo la pratica oggetto di questo passo, ti suggerisco la lettura della mia guida dedicata in maniera specifica a come deframmentare.

Altre operazioni utili

Per concludere, voglio segnalarti altre operazioni che a mio avviso faresti bene a mettere in pratica per migliorare ulteriormente l’utilizzo di Windows XP: eccole.

  • Esegui una scansione antivirus – la presenza di virus “contratti” navigando in Rete o in seguito all’installazione di programmi provenienti da fonti poco raccomandabili può causare rallentamenti e problemi vari al computer. Per liberartene ma, soprattutto, per mettere al sicuro il tuo PC, ti consiglio quindi di scaricare un buon antivirus (nel caso in cui non avessi già provveduto a farlo), come quelli  di cui ti ho parlato nella mia guida sull’argomento, e di effettuare subito una scansione dell’intero sistema.
  • Esegui una scansione antimalware – oltre alla scansione antivirus, ti suggerisco di controllare il tuo PC anche con un antimalware, come quelli che ti ho segnalato nel mio tutorial sull’argomento, in modo tale da individuare quelle minacce informatiche che possono sfuggire ai “classici” software per la protezione del sistema e che molto spesso rallentano il computer.
  • Disinstalla i programmi inutili – la presenza di tanti programmi installati sul PC appesantisce inutilmente l’OS e non giova in fatto di prestazioni. Il mio consiglio, dunque, è quello di disinstallare i software di cui non hai effettivamente bisogno. Se non sai in che modo riuscirci, leggi la mia guida su come disinstallare un programma, appunto.
  • Utilizza programmi “leggeri” – se il tuo computer sente il peso dell’età, non appesantirlo ulteriormente e inutilmente usando programmi che necessitano di molte risorse hardware. Cerca quindi di utilizzare software adeguati alle tue esigenze e alle potenzialità del tuo computer, senza strafare. Se cerchi qualche consiglio al riguardo, leggi la mia guida sui programmi per Windows.

Qualora poi la situazione dovesse risultare particolarmente “disperata” e nessuno dei programmi e degli accorgimenti di questa guida dovesse riuscire a sortire l’effetto sperato, puoi provare a migliorare la situazione ripristinando il PC a uno stato precedente o formattandolo il PC. Come si suol dire… a mali estremi, estremi rimedi. Per scoprire in che modo riuscirci, leggi le mie guide su come ripristinare Windows XPcome formattare PC Windows XP.