Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare WhatsApp ad un amico

di

Ogni volta che incontri il tuo amico più fidato ti ripete sino allo sfinimento che il suo abbonamento a WhatsApp sta per scadere e che non ha la possibilità di rinnovarlo causa carenza di fondi sulla prepagata? Il tuo compagno di studi utilizza già da tempo WhatsApp ma nonostante ciò non ha ancora capito come fare per rinnovare la sottoscrizione al servizio? Se la risposta a queste e ad altre domande analoghe è affermativa e se sei alla ricerca di una più che valida soluzione alla cosa sono lieto di annunciarti che sei capitato nel posto giusto, o meglio sulla guida giusta. Nelle seguenti righe andrò infatti a spiegarti tutto ciò che è possibile fare per pagare WhatsApp ad un amico.

Prima che tu possa pensare al peggio voglio subito tranquillizzanti su una cosa: pagare WhatsApp ad un amico è un’operazione estremamente semplice, molto più a farsi che a dirsi, devi credermi. Tutto ciò di cui hai bisogno per poter pagare WhatsApp ad un amico altro non sono che qualche minuto di tempo libero ed un minimo di concentrazione e… il gioco è fatto! Se è dunque tua intenzione scoprire che cosa bisogna fare per poter pagare WhatsApp ad un amico ti suggerisco di concentrarti sulla lettura delle indicazioni che sto per fornirti. Vedrai che alla fine potrai dirti più che soddisfatto della cosa e, soprattutto, che il tuo amico la smetterà finalmente di assillarti. Cominciamo.

AGGIORNAMENTO: WhatsApp non è più a pagamento. Da gennaio 2016 l’applicazione è diventata gratis per tutti, non si è più tenuti a pagare il canone annuale di 0,89 euro e quindi indicazioni presenti riportate di seguito sono da considerarsi obsolete.

Per poter pagare WhatsApp ad un amico è possibile sfruttare apposite funzioni offerte dalla stessa app ed è possibile mettere in atto alcuni escamotage. Prima di spiegarti nel dettaglio che fare è bene però che tu sappia una cosa. Allo stato attuale delle cose la versione Android di WhatsApp è l’unica che include apposite funzioni che consentono di pagare l’abbonamento al servizio per un amico. Le versioni di WhatsApp per altri smartphone non integrano ancora le funzionalità in oggetto ma è comunque possibile riuscire nell’intento mettendo in atto delle procedure alternative.

Pagare WhatsApp ad un amico da Android

Se sei in possesso di uno smartphone Android e se è tua intenzione pagare WhatsApp ad un amico puoi usufruire dell’apposita funzione Paga per un amico. Per fare ciò afferra innanzitutto il tuo smartphone, accedi alla schermata principale dello stesso in cui sono raggruppate tutte le app installate sul dispositivo e poi pigia sull’icona di WhatsApp.

Nella schermata dell’app che andrà ad aprirsi pigia sul pulsante Menu (l’icona con i tre puntini) che risulta collocato in alto a destra e poi seleziona la voce Impostazioni dal menu che comprare.

Screenshot WhatsApp Android

Adesso pigia sull’icona Contatti e poi seleziona l’opzione Paga per un amico. Premi quindi il pulsante Scegli un contatto e seleziona la persona alla quale desideri pagare l’abbonamento a WhatsApp.

Screenshot di WhatsApp

Una volta scelto l’amico per il quale pagare WhatsApp indica se effettuare il pagamento dell’abbonamento annuale, se effettuare il pagamento dell’abbonamento triennale o se eseguire il pagamento dell’abbonamento quinquennale. Abbonarsi per 1 anno a WhatsApp ha un costo pari a 0,89 euro, abbonarsi per 3 anni ha un costo pari a 2,40 euro mentre abbonarsi per 5 anni costa 3,34 euro.

Pigia ora sul pulsante Google Wallet che trovi nella parte bassa della schermata visualizzata. A questo punto seconda di quelle che sono le tue preferenze ed in base a quelli che sono i mezzi in tuo possesso puoi decidere di pagare WhatsApp ad un amico tramite carta di credito (ossia tramite la carta associata al tuo account Google) pigiando sul pulsante Acquista oppure tramite PayPal selezionando il prezzo in alto a destra, selezionando l’opzione Metodi di pagamento e facendo tap su Aggiungi PayPal dal riquadro che si apre.

Tieni presente che nel caso in cui la SIM in uso sul cellulare tramite il quale hai scelto di pagare WhatsApp ad una amico sia Wind puoi rinnovare l’abbonamento alla famosa app anche sfruttando il tuo credito telefonico. Per fare ciò e per saperne di più a riguardo ti suggerisco di leggere la mia guida su come pagare WhatsApp con Wind.

A pagamento effettuato il tuo amico dovrebbe vedere la data di scadenza del suo WhatsApp posticiparsi in maniera pressoché istantanea, indipendentemente dal sistema operativo o dallo smartphone utilizzato. Qualora così non fosse suggerisci al tuo amico di riavviare l’applicazione per risolvere il problema.

Pagare WhatsApp ad un amico da iPhone

Se desideri pagare WhatsApp ad un amico e sei in possesso di un iPhone tieni conto, così come ti ho accennato nelle precedenti righe, che al momento la versione della famosa app per il melafonino non integra una funzione apposita. Tuttavia se anche l’amico al quale desideri pagare WhatsApp è in possesso di un iPhone è possibile rimediare regalando del credito tramite App Store e lasciare che sia il destinatario della “donazione” ad effettuare il pagamento di WhatsApp utilizzando i soldi da te ricevuti.

In tal caso per pagare WhatsApp ad un amico ad amico da iPhone la prima cosa che devi fare è quindi quella di afferrare il tuo melafonino, accedere alla home screen dello stesso e pigiare sull’icona di App Store.

Nella schermata che a questo punto ti verrà mostrata pigia sulla voce Primo piano che risulta collocata in basso a sinistra, scorri la schermata sino in fondo e poi pigia sul pulsante Invia regalo.

Screenshot di App Store

Adesso compila il campo collocato accanto alla voce A: digitando l’indirizzo di posta elettronica dell’amico per il quale desideri pagare WhatsApp, lascia inalterato il campo collocato accanto alla voce Da:, digita un eventuale messaggio nel campo collocato accanto ala voce Messaggio:, indica l’importo in denaro che desideri inviare (pigiando su Altro puoi digitare una cifra da te definita) e poi fai tap sulla voce Avanti collocata in alto a destra per completare la transazione.

Una volta eseguita la transazione il tuo amico riceverà un messaggio di posta elettronica indicante il fatto che hai provveduto ad inviargli del credito omaggio da spendere su App Store e utile per rinnovare l’abbonamento a WhatsApp.

Per aggiungere il credito da te inviato al suo account Apple il tuo amico non dovrà far altro che pigiare sull’apposito pulsante presente nel messaggio di posta elettronica ricevuto ed attenersi alla procedura mostrata a schermo. In caso di problemi puoi suggerirgli di dare uno sguardo alla mia guida su come utilizzare iTunes Card.

Pagare WhatsApp ad un amico da computer

Se possiedi un iPhone e desideri pagare WhatsApp ad un amico ma questo ha uno smartphone Android oppure se disponi di un altro cellulare e vuoi rinnovare l’abbonamento alla famosa app ad un tuo conoscente sappi che puoi agire direttamente da computer utilizzando un’altra apposita funzione dell’applicazione. Allo stato attuale delle cose è infatti possibile pagare WhatsApp ad un amico da computer con PayPal facendoti inviare da quest’ultimo il link per effettuare la transazione.

Per generare il link da utilizzare per pagare WhatsApp tramite computer il tuo amico non deve far altro che avviare l’applicazione, recarsi nella sezione Impostazioni, selezionare prima la voce Account e poi pigiare su Info pagamento. Nella schermata che a questo punto andrà ad aprirsi dovrà poi pigiare sul bottone Invia link pagamento e dovrà selezionare come destinatario del messaggio te, ovvero l’utente che deve effettuare la donazione.

Screenshot di WhatsApp

Una volta ricevuto il link tramite posta elettronica ti basterà cliccare su quest’ultimo, pigiare poi sul pulsante di PayPal e completare la transazione seguendo le indicazioni presenti su schermo.

Screenshot di WhatsApp

Anche in tal caso il rinnovo dovrebbe essere registrato in maniera istantanea indipendentemente dallo smartphone o dal sistema operativo usato dal destinatario del pagamento. Qualora così non fosse chiudere e riaprire l’app WhatsApp dovrebbe permette di risolvere il problema.