Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare WhatsApp con TIM

di

Un tuo amico ti ha detto che è riuscito a pagare l’abbonamento di WhatsApp usando il suo credito telefonico, anziché carta di credito, e vorresti sapere se è vero, se sul serio è possibile scalare il credito dalla SIM anziché pagare con carta di credito? Beh, direi di sì, ma dipende tutto dal proprio operatore.

Al momento in cui scrivo, gli unici operatori italiani che consentono di acquistare applicazioni e servizi con fatturazione diretta sulla SIM sono Wind e TIM. Inoltre bisogna precisare che quest’opzione è disponibile solo su determinate piattaforme software: Android, Windows Phone e Blackberry. Gli utenti iOS attualmente sono “tagliati” fuori.

A questo punto – dimmi – tu quale operatore hai? TIM? Bene, allora dovresti riuscire a pagare l’abbonamento di WhatsApp con il credito telefonico senza troppi problemi. Se vuoi scoprire con esattezza quali sono i passaggi che devi compiere, continua a leggere, trovi spiegato tutto qui sotto: vedremo prima come pagare WhatsApp con TIM e poi quali soluzioni adottare nel malaugurato caso in cui qualcosa andasse storto. Il piano tariffario sottoscritto non dovrebbe avere importanza ai fini della riuscita dell’operazione.

Il primo passo che devi compiere per pagare WhatsApp con TIM è avviare l’applicazione, pigiare sul pulsante […] e selezionare la voce Impostazioni dal menu che compare.

Nella schermata che si apre, fai “tap” sulla voce Account, vai su Info pagamento e scegli il tipo di abbonamento da sottoscrivere: 1 anno (89 cent), 3 anni (2,40 euro) o 5 anni (3,34 euro). A questo punto pigia sul pulsante relativo al metodo di pagamento predefinito del tuo smartphone (es. Google Wallet su Android), espandi il menu con il prezzo di WhatsApp e seleziona la voce Metodi di pagamento.

Se non ci sono “intoppi”, fra le opzioni di pagamento disponibili dovresti trovare anche Attiva la fatturazione TIM. Pigia dunque su quest’ultima, compila il modulo che ti viene proposto con tutti i tuoi dati anagrafici (nome, indirizzo ecc.) e premi il pulsante Acquista per completare la transazione.

Per verificare che tutto sia filato per il verso giusto, torna nel menu Impostazioni > Account > Info pagamento di WhatsApp e controlla la data di scadenza dell’abbonamento: se il pagamento tramite credito telefonico è andato a buon fine, la scadenza dovrebbe essere di 1, 3 o 5 anni avanti rispetto alla data odierna.

Come pagare whatsapp con TIM

Non sei riuscito a pagare WhatsApp con TIM? Allora ti consiglio di contattare il tuo operatore e chiedere spiegazioni a quest’ultimo. Se non vuoi perdere troppo tempo con i call center puoi leggere il mio tutorial su come parlare con un operatore TIM e scoprire quali sono le “scorciatoie” per entrare direttamente in contatto con un operatore.

I problemi più comuni in questo tipo di circostanze – come riporta anche la documentazione ufficiale di Google Play Store – sono il superamento del limite di spesa mensile stabilito dall’operatore e l’impossibilità di effettuare acquisti di contenuti premium con il proprio piano tariffario. Ad ogni modo, ripeto, contatta il supporto TIM e chiedi lumi a un operatore.

Nel malaugurato caso in cui non riuscissi ad attivare la fatturazione diretta di TIM, puoi pagare normalmente WhatsApp usando la carta di credito associata al tuo smartphone o un conto PayPal. La procedura che devi seguire è praticamente identica a quella che abbiamo visto poc’anzi insieme.

Dopo esserti recato nel menu Impostazioni > Account > Info pagamento di WhatsApp, devi scegliere il tipo di abbonamento da sottoscrivere (1 anno (89 cent), 3 anni (2,40 euro) o 5 anni (3,34 euro)) e pigiare sul pulsante relativo al metodo di pagamento predefinito del tuo smartphone (es. Google Wallet su Android).

Successivamente, se intendi effettuare il pagamento con la carta di credito associata al tuo smartphone, devi pigiare direttamente sul pulsante Acquista e il gioco è fatto. Altrimenti devi espandere il menu con il prezzo di WhatsApp, seleziona la voce Metodi di pagamento e aggiungere un nuova carta di credito o un nuovo account PayPal.

Se utilizzi Android, puoi anche pagare per conto di un amico e regalare il rinnovo di WhatsApp a uno dei tuoi contatti. Basta recarsi nel menu Impostazioni > Contatti dell’applicazione, selezionare la voce Paga per un amico dalla schermata che si apre e pigiare sul pulsante Scegli un contatto. Per completare il pagamento puoi seguire le indicazioni che ti ho fornito qualche riga più su, la procedura da seguire è identica a quella da attuare per pagare il proprio account.