Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recedere contratto Telecom

di

Vorresti recedere dal tuo contratto con Telecom (ora TIM) ma non sai quali sono i passaggi giusti da seguire? Ti piacerebbe chiarirti le idee sui costi da sostenere per il passaggio a un nuovo operatore o per la cessazione di una linea Telecom? Allora sono lieto di comunicarti che sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

Con la guida di oggi, vedremo infatti come recedere contratto Telecom seguendo la procedura standard richiesta dall’operatore (e dalla legge). Analizzeremo inoltre i costi previsti per la disattivazione totale della linea e quelli previsti in caso di passaggio ad altre gestore. Valuteremo anche le eventuali penali da versare all’operatore e – cosa ancora più importante – vedremo come fare per ridurre il rischio di incorrere in queste ultime.

Il processo da seguire è piuttosto semplice, basta compilare qualche modulo e spedirlo tramite raccomandata A/R. Tuttavia bisogna fare molta attenzione ai tempi tecnici previsti per il recesso, a eventuali vincoli contrattuali e alle tanto temute penali, che possono essere applicate in caso di recesso anticipato o di mancata restituzione di modem, telefoni e altri apparecchi ricevuti in comodato d’uso/noleggio. Per istruzioni più dettagliate, continua a leggere. Trovi spiegato in dettaglio come recedere contratto Telecom proprio qui sotto.

Indice

Disattivazione totale della linea

Disdetta Telecom

Se ti interessa capire come fare per poter recedere contatto Telecom senza problemi nel dover passare ad un altro operatore, tutto ciò che devi fare è collegarti alla sezione dedicata alla modulistica del sito Internet dell’operatore facendo clic qui dopodiché devi cliccare sul pulsante Vedi tutti collocato sotto la voce Fisso e scaricare il modulo di recesso più adatto al contratto che hai sottoscritto. Se hai sottoscritto un abbonamento che prevedeva la presenza di un telefono a noleggio, effettua il download del modulo Modulo recesso linea telefonica con telefono a noleggio, altrimenti scegli il Modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio.

Per eseguire il download di un modulo, clicca sul pulsante Scarica collocato accanto al suo titolo e poi sulla voce qui presente in fondo al riquadro che si apre. Se il modulo non viene scaricato sul computer ma aperto direttamente nel browser, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per avviarne immediatamente il download.

Un volta scaricato il modulo, stampalo, compilalo, firmalo e spediscilo tramite raccomandata A/R all’indirizzo che trovi qui di seguito. La cessazione effettiva della linea dovrebbe avvenire entro 15 giorni.

TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma)

Come anticipato ad inizio guida, nell’andare a recedere contratto Telecom effettuando la cessazione totale della linea dovrai anche sostenere dei costi di disattivazione del servizio e dovrà essere tua premura consegnare modem, decoder e altre apparecchiature ricevute in comodato d’uso o a noleggio. Trovi spiegato tutto nel minimo dettaglio nelle righe successive.

Passaggio ad altro gestore

Come recedere contratto Telecom

Vuoi lasciare TIM per passare ad un altro operatore? Allora mettiti in contatto con il servizio commerciale del gestore con il quale intendi sottoscrivere il tuo nuovo abbonamento telefonico, accetta che la conversazione venga registrata (operazione necessaria ai fini legali) e lascia che siano le due aziende a sbrigare l’intera pratica.

Tutto quello che dovrai fare sarà fornire al tuo nuovo operatore il tuo codice segreto (detto anche codice di migrazione) che trovi nella bolletta di TIM. Senza questo codice, infatti, non potrai autorizzare l’azienda a prendersi carico della pratica ed effettuare la migrazione della tua linea.

Nel caso in cui non riuscissi a reperire il codice segreto nella bolletta del telefono, prova a contattare il 187 di TIM e chiedi all’operatore con il quale ti ritroverai a parlare di fornirtelo. Se non sai come districarti tra il “labirintico” servizio clienti di TIM, puoi leggere la mia guida su come fare per parlare con un operatore TIM per scoprire come procedere.

La procedura di passaggio da un operatore all’altro non dovrebbe durate più di 10 giorni lavorativi. In questo arco di tempo dovresti ricevere anche dei documenti da firmare e spedire nuovamente all’operatore secondo le indicazioni che riceverai da parte del tuo nuovo provider. Per maggiori informazioni al riguardo, consulta il mio tutorial su come cambiare gestore telefonico in cui trovi illustrati in dettaglio tutti i passaggi da compiere indipendentemente dal provider di partenza o destinazione.

Per far si che la procedura per recedere contratto Telecom vada effettivamente a buon fine dovrai anche sostenere dei costi di disattivazione del servizio e dovrai preoccuparti di consegnare modem, decoder e altre apparecchiature eventualmente ricevute in comodato d’uso o a noleggio. Per tutti i dettagli del caso, consulta la parte finale di questa guida dedicata proprio all’argomento.

Recesso entro i primi 14 giorni

Disdetta Telecom

Se invece hai sottoscritto un abbonamento con TIM da meno di 14 giorni e la sottoscrizione è avvenuta per via telefonica (o comunque al di fuori dei locali commerciali dell’azienda), puoi richiedere la cessazione della linea a titolo completamente gratuito.

Se rispetti tali condizioni, fai clic qui per scaricare il modulo di recesso (“ripensamento” entro 14 giorni) dal sito Internet di TIM. Se non sai come fare per scaricare il modulo, fai clic sul pulsante Scarica che trovi collocato accanto al suo titolo e poi sulla voce qui presente in fondo al riquadro che si apre. Se il modulo non viene scaricato sul computer ma aperto direttamente nel browser, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per avviarne subito il download.

Successivamente stampa il modulo, compilalo in ogni sua parte, firmalo e spediscilo tramite fax al numero 800 000187. Se vuoi effettuare il passaggio ad un altro operatore, puoi inviare il modulo a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo che trovi indicato qui sotto. Se invece desideri cessare completamente la linea, l’indirizzo a cui spedire tutta la documentazione è quello che ti ho fornito nelle precedenti righe, quando ti ho spiegato come effettuare la cessazione completa della linea telefonica.

TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 123 – 00054 Fiumicino (Roma)

Nel caso specifico dell’invio del modulo di disdetta TIM entro 14 giorni dall’attivazione della linea non dovrai sostenere alcun costo. Ciò non toglie che dovrai provvedere a restituire eventuali apparecchi ricevuti in comodato d’uso dall’operatore o che hai provveduto a noleggiare dallo stesso. Per tutti i dettagli del caso, consulta la sezione ad hoc del tutorial che trovi proprio qui di seguito.

Costi e restituzione apparecchiature

Foto del modem Infostrada tg582n

Per quanto concerne invece i costi di disattivazione, TIM prevede delle “tariffe” fisse, pari a 35,18 euro per le linee ADSL/voce e 99,00 euro per le linee in fibra ottica, ma a questi possono andarsi a sommare anche degli ulteriori addebiti quali eventuali residui dovuti all’allacciamento della linea effettuata al momento della sottoscrizione del contratto e/o penali dovute al recesso anticipato da piani con vincolo contrattuale di 24 mesi.

Delle penali ancora più salate sono previste per chi non effettua, entro 30 giorni dalla cessazione della linea, la restituzione degli apparecchi ricevuti in comodato d’uso o a noleggio: modem, decoder e via di seguito.

La consegna dei dispositivi può invece essere effettuata a mezzo pacco postale. La spedizione va fatta all’indirizzo che trovi qui di seguito allegando la documentazione disponibile sulla pagina del sito Internet dell’operatore dedicata alla restituzione prodotti con i dati dell’utenza (nome, cognome e numero di telefono) e copia del documento di riconoscimento.

Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano (PV)

Questo è quanto. Se hai bisogno di maggiori informazioni o se hai ancora qualche dubbio, puoi consultare la Carta dei servizi TIM e le Condizioni generali del contratto TIM.