Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sbendare eMule Windows 7

di

Hai un vecchio PC con su installato Windows 7 che ormai usi in via esclusiva per scaricare file da eMule. Peccato solo che, da un po’ di tempo a questa parte, tu non riesca più a sfruttare il "muletto" in maniera soddisfacente. Per la precisione, i download vanno tutti molto lenti e, quando tenti di connetterti a un server, compare una benda nera sull’icona del programma. Beh, probabilmente hai un "ID basso" causato da una cattiva configurazione del router.

Date le circostanze, prova a seguire le indicazioni su come sbendare eMule su Windows 7 che sto per darti e, al 99%, il problema dovrebbe risolversi. Se le mie impressioni sono esatte, tutto quello che dovrai fare sarà recarti nelle impostazioni del tuo router e aprire le porte usate da eMule per comunicare con l’esterno e accogliere le connessioni in entrata.

Dopodiché dovrai assicurarti della corretta configurazione del firewall di Windows e dovrai mettere in pratica alcuni altri piccoli accorgimenti. Quali? Li scoprirai a breve: ora basta chiacchierare e passiamo all’azione. Leggi le indicazioni che trovi di seguito e mettile in pratica. A me non resta altro da fare, se non augurarti una buona lettura e farti un grandissimo in bocca a lupo per tutto!

Indice

Operazioni preliminari

Come sbendare eMule Windows 7

Come ti dicevo a inizio articolo, il motivo per cui, nella maggior parte dei casi, compare una banda nera sull’icona di eMule è perché, nel router che si utilizza per accedere a Internet, non sono state aperte le porte che il programma usa per accogliere le connessioni in entrata e comunicare con l’esterno.

Per risolvere il problema, bisogna quindi individuare quali sono le porte usate da eMule. Per procedere in tal senso, avvia il programma facendo doppio clic sul suo collegamento presente sul desktop oppure sulla sua voce presente nel menu Start.

A questo punto, una volta visualizzata la finestra principale di eMule, clicca sul pulsante Opzioni situato in alto a destra, seleziona la voce Connessioni dal menu laterale della nuova finestra aperta e controlla i valori indicati in corrispondenza dei campi TCP e UDP.

Le porte usate più di frequente sono la 4662 e la 4672.A questo proposito, considerando che alcuni provider Internet sono soliti limitare il traffico P2P sulle porte d’uso più comune (il che potrebbe comportare la comparsa della benda sull’icona di eMule), ti suggerisco di modificare tali valori, se presenti, con dei numeri più alti, ad esempio 28823 e 5643.

Aprire le porte di eMule

Apertura porte

Compiuti i passaggi preliminari di cui sopra, veniamo al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire, dunque, quali sono i passaggi che vanno compiuti per riuscire a sbendare eMule su Windows 7. Come ti dicevo, il problema è, nella quasi totalità dei casi, riconducibile al fatto che le porte usate dal programma non sono state aperte nel pannello di configurazione del router. Vediamo allora come risolvere.

Tanto per cominciare, avvia il browser che generalmente usi per navigare in Rete dal tuo PC (es. Chrome) e digita, nella barra degli indirizzi, 192.168.1.1 oppure 92.168.0.1 (che sono gli IP predefiniti della maggior parte dei router), dopodiché schiaccia il tasto Invio sulla tastiera. Se gli indirizzi digitati non risultano essere corretti, leggi la mia guida su come trovare l’indirizzo IP del router per scoprire in che modo risolvere.

Quando ti viene chiesto di inserire una combinazione di nome utente e password, prova con admin/admin oppure con admin/password (anche in tal caso, si tratta di valori predefiniti per la maggior parte dei router). Qualora le combinazioni appena suggerite dovessero risultare inesatte, leggi la mia guida su come entrare nel router per capire subito come ovviare alla cosa.

A questo punto, dovresti finalmente essere al cospetto del pannello interno del tuo router. Cerca, dunque, di individuare la sezione dedicata all’inoltro delle porte (altrimenti denominata port forwarding), alla mappatura delle porte o ai virtual server, clicca sul pulsante per creare una nuova regola o un nuovo virtual server e compila il modulo che ti viene proposto attenendoti alle indicazioni che trovi qui di seguito.

  • Porta iniziale/interna – inserisci il numero della porta TCP o della porta UDP di eMule (dev’essere creata una regola per porta).
  • Porta finale/esterna – inserisci lo stesso valore inserito nel campo dedicato alla "Porta iniziale/interna".
  • Tipo di porta/Protocollo – scegli "TCP" o "UDP", a seconda del tipo di porta da aprire nel router.
  • IP di destinazione/Indirizzo IP server – digita l’indirizzo IP locale del computer sul quale intendi usare eMule. Se non lo conosci, puoi consultare la mia guida sull’argomento per scoprirlo subito.
  • Nome/Descrizione – inserisci un nome a scelta, per individuare la regola (es. "eMule TCP" o "eMule UDP").

Dopo aver compilato come da indicazioni tutti i campi del modulo, fai clic sul pulsante Applica/Salva per salvare la regola appena creata. Successivamente, avvia la creazione di una nuova regola per l’altra porta di eMule attenendoti ai medesimi passaggi di cui sopra.

Purtroppo non posso essere più preciso sul da farsi in quanto le diciture cambiano da router a router e, personalmente, non conosco marca e modello esatti del dispositivo in tuo possesso. Se però la cosa può esserti d’aiuto, qui sotto trovi alcune mie guide specifiche per modello di router e per gestore di riferimento.

Dopo aver aperto le porte di eMule nel pannello di gestione del router, riprova quindi a connetterti con il programma a un server eD2K e alla rete KAD: se non compare più la benda sull’icona di eMule e la connessione va a buon fine, il problema è risolto, altrimenti passa al “piano B”, quello che trovi indicato nel passo successivo della guida.

Configurare il firewall per eMule

Come sbendare eMule Windows 7

Il “piano B” consiste nel controllare che eMule sia autorizzato nel firewall di Windows 7. Questa versione del sistema operativo di casa Microsoft, infatti, come tutte quelle successive, integra un firewall che protegge il PC dalle intrusioni e che, se non configurato in maniera corretta, può incidere negativamente sul funzionamento di eMule.

Per cui, per configurare il firewall in modo tale da riuscire a sbendare eMule, clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni e seleziona la voce Pannello di controllo dal menu che si apre.

Nella finestra che a questo punto viene mostrata sullo schermo, seleziona la voce Sistema e sicurezza, poi quella Consenti programma con Windows Firewall (se non riesci a trovare le voci in questione, abilita la visualizzazione per Categoria nel menu a tendina in alto a destra).

Successivamente, individua eMule nell’elenco dei programmi aggiunti al firewall e verifica che siano presenti i segni di spunta sulle relative caselle in corrispondenza delle colonne Domestica/aziendale (privata) e Pubblica. Se mancano, per autorizzare il programma a collegarsi a Internet, pigia sul bottone Modifica impostazioni situato in alto e apponi il segno di spunta sulle caselle citate in precedenza.

Se eMule non è presente nell’elenco dei programmi autorizzati nel firewall, aggiungilo tu pigiando sul bottone Consenti un altro programma collocato in basso a destra, facendo clic sul pulsante Sfoglia, selezionando l’eseguibile emule.exe dalla cartella in cui hai installato o estratto il software e pigiando sul bottone Aggiungi. In seguito, regola le impostazioni del firewall per il programma procedendo così come ti ho indicato poc’anzi.

Ora riprova a collegarti con eMule e tutto dovrebbe essere a posto. In caso contrario, esegui daccapo i passaggi riportati in questo passo e in quello precedente del tutorial e assicurati di aver fatto tutto come da indicazioni.

Altre operazioni utili

eMule

Per concludere, e per completezza d’informazione, voglio segnalarti altre operazioni che possono tornare utili per usare eMule nel migliore dei modi e, soprattutto, per scaricare i file alla massima velocità possibile.

Le prime operazioni a cui mi riferisco sono l’aggiornamento dei server della rete eD2K e il reset delle impostazioni della rete Kad. Per scoprire in che modo procedere, attieniti alle indicazioni sul da farsi che ho provveduto a fornirti nelle mie guide dedicate in maniera specifica a come aggiornare i server di eMule e come connettersi alla rete Kad.

Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, ti faccio presente che eD2K e Kad sono le due reti su cui è basato il funzionamento di eMule: la prima è una rete centralizzata, il che significa che ci sono alcuni server che catalogano i file condivisi dagli utenti e consentono a questi ultimi, o meglio ai client, di caricare e scaricare file da eMule. Da notare che l’eventuale chiusura dei server renderebbe, di fatto, eMule inutilizzabile.

La rete Kad, invece, non è basata su server (per cui viene definita serverless) e, proprio per tale ragione, non è soggetta a chiusura. Per dirla in termini "spiccioli", all’interno della rete Kad ogni computer viene trasformato in un piccolo server, di conseguenza gli utenti si mettono direttamente in comunicazione tra loro, senza dover passare per server d’appoggio.