Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come twittare una persona

di

Spinto dai tuoi amici, hai finalmente deciso di iscriverti a Twitter ma nonostante qualche giorno di pratica sulle pagine del social network non sei ancora riuscito a capire come twittare una persona per menzionarla in un messaggio o rispondere ad un suo post. Nulla di cui preoccuparsi, basta chiedere!

Sgombra la mente da tutti i pensieri e concentrati per qualche minuto su quello che sto per spiegarti. In quattro e quattr’otto ti farò imparare tutto quello che c’è da sapere su Twitter e il modo in cui si possono twittare le altre persone. Allora, sei pronto?

Iniziamo questa rapida guida su come twittare una persona con un concetto fondamentale: al contrario di Facebook, Twitter non richiede la reciprocità delle amicizie per comunicare in maniera diretta con un utente. Questo vuol dire che puoi menzionare nei tuoi messaggi e puoi rispondere ai tweet di persone che non ti seguono.

L’unico caso in cui è necessaria la reciprocità (ovvero è necessario che entrambi gli utenti si seguano a vicenda) è quello dei messaggi privati. Se vuoi inviare un messaggio privato ad una persona che segui ma questa non è tua follower, non puoi farlo. E vice versa, naturalmente.

chiarito questo aspetto fondamentale del funzionamento di Twitter, direi che possiamo anche passare all’azione, quindi concentrati e scopriamo subito come menzionare un utente su Twitter, rispondere ai suoi messaggi o scambiare con esso dei tweet privati che le altre persone iscritte al social network non possono visualizzare.

Iniziamo a vedere come twittare una persona citandola in un messaggio. Se vuoi menzionare un utente di Twitter in un tuo tweet, non devi far altro che inserire in qualsiasi punto del post il suo username preceduto da una chiocciolina. Mi raccomando: il nome utente e non il nome completo.

Facciamo un esempio pratico: per menzionare Salvatore Aranzulla in un tuo tweet non devi scrivere @Salvatore Aranzulla, bensì @salvoaranzulla. In questo modo, l’utente citato, anche se non è tuo follower, riceverà una notifica della tua menzione e potrà leggere il messaggio. Se inserisci la menzione all’inizio del tweet, i messaggi saranno visualizzati solo dalla persona menzionata e dai follower di entrambi.

Ora passiamo alla funzione di risposta che permette di creare delle vere e proprie discussioni a colpi di tweet. Per rispondere ai post di un altro utente (che non deve essere necessariamente tuo follower), non devi far altro che posizionare il cursore del mouse sul messaggio (oppure scorrere il dito su di esso, se stai usando uno smartphone) e cliccare sull’icona Risposta.

Digita quindi il tuo messaggio di risposta (facendo attenzione a non cancellare il prefisso @nomeutente che compare automaticamente all’inizio del tweet) e clicca sul pulsante Tweet per pubblicare il messaggio. Tutte le risposte inviate al tweet verranno raggruppate in un’unica discussione che potrai consultare cliccando sulla voce Visualizza conversazione.

Infine, ci sono i messaggi diretti, gli unici che sono privati al 100% (cioè possono essere visti solo da chi li scrive e chi li riceve) e richiedono la reciprocità di amicizia fra due utenti. Se vuoi inviare un messaggio diretto ad una persona che segui su Twitter e che a sua volta è un tuo follower, non devi far altro che collegarti alla pagina del suo profilo, cliccare sull’icona dell’omino in alto a destra e selezionare la voce Invia un Messaggio diretto dal menu che compare.

Nel riquadro che si apre, digita il messaggio privato che vuoi inviare al tuo amico (rispettando sempre il limite dei 280 caratteri) e clicca sul pulsante Invia messaggio che si trova in basso a destra per inviare il messaggio. È stato facile, no?