Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come venire bene in foto Instagram

di

Anche tu sei un patito di Instagram? Sì? Allora scommetto che, oltre a sfogliare gli scatti e le storie postate dagli altri utenti, ti piace condividere le tue foto e sei molto contento quando ricevi molti "mi piace". Dico bene? Allora perché non provi a elevare lo standard qualitativo dei tuoi scatti, in modo da avere una resa migliore nelle foto? Se vuoi posso, darti io una mano in tal senso.

Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, avrò modo di fornirti qualche consiglio di carattere pratico su come venire bene in foto Instagram. A prescindere dal fatto che tu ti ritenga fotogenico o meno, ci sono vari "trucchetti" che, se messi in pratica, potranno migliorare notevolmente il tuo aspetto nelle foto: provali in prima persona e vedrai che non te ne pentirai!

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti nella lettura delle prossime righe e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le "dritte" che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Preparazione alla foto

Se vuoi venire bene in foto su Instagram devi dedicare un po’ di tempo alla preparazione della foto. In questo modo, creerai le condizioni giuste per avere una buona resa negli scatti che deciderai di pubblicare sul celeberrimo social network fotografico: ecco qualche consiglio a questo proposito.

Scegliere l’illuminazione giusta

Lampada

Scegliere l’illuminazione giusta è una delle cose più importanti che si possa fare per avere una buona resa nelle foto. Bisogna scegliere, quindi, una location in cui sia presente il giusto quantitativo di luce, naturale o artificiale che sia.

Per entrare più nel merito della questione, bisogna evitare ambienti che siano troppo illuminati, in quanto potrebbero favorire la presenza di aree "bruciate" nella foto e/o evidenziare difetti cutanei, come rughe, punti neri e occhiaie. Bisogna stare attenti anche a evitare ambienti scarsamente illuminati: in questo caso, la foto risulterà sottoesposta.

Anche la posizione dalla quale proviene la luce riveste un ruolo importante. Se la fonte luminosa è posizionata alle proprie spalle, probabilmente non sarà possibile riuscire a distinguere i dettagli del volto e/o del corpo: evita, quindi, di posizionarti davanti alla fonte luminosa presente nella scena, a meno che tu non voglia realizzare una foto con l’effetto silhouette.

Evita anche che la luce troppo diretta, come quella del sole a mezzogiorno oppure quella del flash della macchina fotografica o dello smartphone: creerebbe delle ombre troppo nette, che comprometterebbero irrimediabilmente la foto. L’ideale sarebbe utilizzare fonti luminose più morbide e delicate, che creino dei piacevoli giochi di luci e ombre, come la luce solare all’alba o al tramonto oppure la luce prodotta da lampade non troppo intense.

In ogni caso, se avessi la necessità di scattare foto in condizioni d’illuminazione non ideali, puoi provare a esporre la foto nel modo corretto regolando il valore ISO e/o i tempi di esposizione: più avanti ti spiegherò come riuscirci.

Scegliere l’abbigliamento più adatto

Vestiti

Scegliere l’abbigliamento più adatto è importante, se si vuole ottenere una foto che sia gradevole da vedere. Come ho già avuto modo di spiegarti in quest’altra guida, nello scegliere il proprio outfit bisogna tener conto anche del proprio aspetto fisico.

Chi ha un fisico più longilineo, infatti, farebbe meglio a optare per vestiti colorati e non eccessivamente larghi, mentre chi è un po’ più in carne potrebbe provare a sembrare più snello scegliendo abiti scuri e più larghi.

Ovviamente, è importante anche che i vestiti che si decide di utilizzare siano di buongusto: non devono necessariamente essere all’ultima moda o firmati, ma dovrebbero quantomeno dare risalto al proprio fisico e, se possibile, occultare i propri difetti.

Scegliere la posa migliore

Scegliere la posa migliore è una delle cose più importanti che tu possa fare per riuscire ad avere una buona resa nelle foto da pubblicare su Instagram. Ecco qualche consiglio di cui tener conto nello scegliere la posa.

  • Piega in avanti la testa e ruotala leggermente — fare ciò farà sembrare il tuo viso più snello, nascondendo eventuali difetti dovuti all’eccesso di peso.
  • Piega in avanti mani e braccia — in questo modo lo scatto assumerà maggiore spontaneità e creerà dei piacevoli giochi di luci e ombre, che daranno anche un tocco più professionale alla foto.
  • Sii naturale — evita di irrigidirti di fronte all’obiettivo e non costruire in maniera artificiosa la posa da assumere, altrimenti rischi di imbruttire lo scatto in modo irrimediabile.
  • Segui le indicazioni del fotografo — se a scattarti la foto è un professionista del settore, nessuno meglio di lui può fornirti indicazioni in real time sulla posizione da assumere per avere una buona resa in foto.

Se vuoi approfondire l’argomento e avere maggiori informazioni su come posare nelle foto, puoi trovare tanti altri spunti di carattere pratico che sono certo ti saranno molto utili.

Sorridere nel modo corretto

Sorridere

Anche sorridere nel modo corretto può contribuire alla riuscita degli scatti che vuoi condividere su Instagram. Nel farlo, cerca di trasmettere sentimenti di felicità, essendo il più naturale possibile. Se il tuo sorriso è forzato, gli altri se ne accorgeranno

Se può esserti utile, pensa a qualcosa o a qualcuno che ti fa sentire bene e che ti trasmette serenità e ilarità: questo influirà positivamente su di te e ti permetterà di avere un’espressione naturale e rilassata. Un sorriso spontaneo, per essere tale, solitamente è caratterizzato da alcuni elementi distintivi: la bocca, oltre a essere inarcata, dovrebbe lasciare leggermente scoperti i denti e dovrebbe creare delle rughe nell’area intorno alle guance.

Ricordati che il sorriso dovrebbe coinvolgere non solo la bocca, ma anche gli occhi: se l’espressione è spontanea, anche gli occhi saranno leggermente strizzati e trasmetteranno sentimenti positivi.

Desideri qualche altro consiglio su come sorridere nelle foto? Beh, allora sai già cosa fare: consultare la guida che ti ho appena linkato e mettere in pratica i suggerimenti contenuti in essa.

Altri accorgimenti utili per venire bene in foto Instagram

Foto per Instagram

Ci sono altri accorgimenti utili per venire bene in foto su Instagram: seguili e vedrai che le foto che ti ritraggono avranno un livello qualitativo più soddisfacente.

  • Cura lo sfondo — evita sfondi che presentano troppi dettagli, in quanto potrebbero distogliere l’attenzione dal soggetto principale della foto: tu. Per nascondere dettagli indesiderati presenti in uno sfondo, puoi far cambiare al fotografo l’inquadratura oppure suggerirgli di usare la tecnica del bokeh, per sfocarlo un po’.
  • Fatti scattare più foto — in questo modo, le probabilità di portare casa almeno uno scatto di qualità saranno più elevate. Scattando più foto, inoltre, puoi sperimentare diverse pose e scegliere quella che ti piace di più.
  • Studia e informati — su Internet ci sono tantissimi tutorial e video corsi su come diventare fotogenici e migliorare il proprio aspetto per avere una resa migliore nelle foto. Avvaliti pienamente di queste risorse online, molte delle quali sono gratuite.

Realizzazione della foto

Passiamo adesso alla fase di realizzazione della foto: di seguito trovi alcune "dritte" di carattere pratico che ti saranno di grande aiuto per venire bene nelle foto da condividere poi su Instagram.

Scegliere il dispositivo giusto

Scegliere dispositivo con cui fotografare

Scegliere il dispositivo giusto è essenziale per ottenere delle buone foto. Se il tuo smartphone o la macchina fotografica in tuo possesso hanno caratteristiche tecniche piuttosto elevate, questo non può fare altro che migliorare notevolmente la qualità degli scatti, evitando di incappare in foto che presentano difetti che non è possibile correggere in alcun modo.

L’ideale sarebbe utilizzare una Reflex o un camera phone, ovvero uno smartphone che ha un comparto fotografico alquanto avanzato. Se al momento non hai un dispositivo adatto per scattare foto, dai un’occhiata alle guide all’acquisto in cui spiego quale macchina fotografica comprare e quale camera phone acquistare. Sono sicuro che ti saranno utili per fare un acquisto oculato.

Canon Italia EOS 4000D + EF-S DC III Fotocamera Reflex, Nero, Lunghezz...
Vedi offerta su Amazon
Nikon D3400 con Lente Nikkor AF-S 18/105VR, Fotocamera Reflex Digitale...
Vedi offerta su Amazon
Sony Alpha 68K Kit Fotocamera Digitale Reflex con Obiettivo SEL 18-55 ...
Vedi offerta su Amazon
Huawei P30 Pro 16,4 cm (6.47") 8 GB 128 GB Dual SIM ibrida 4G Nero 420...
Vedi offerta su Amazon
Apple iPhone XS (64GB) - Grigio Siderale
Vedi offerta su Amazon
Samsung Galaxy S10 Display 6.1", 128 GB Espandibili, RAM 8 GB, Batteri...
Vedi offerta su Amazon
Apple iPhone 11 (64GB) - Bianco
Vedi offerta su Amazon
Apple iPhone 11 Pro (64GB) - Grigio Siderale
Vedi offerta su Amazon
Apple iPhone 11 Pro Max (64GB) - Grigio Siderale
Vedi offerta su Amazon

Regolare i parametri di scatto manualmente

ProCam

Regolare i parametri di scatto manualmente può essere utile per ottenere una buona foto, soprattutto quando le condizioni di luminosità non sono ottimali.

Se le foto ti vengono scattate con una Reflex, è possibile agire sui parametri di scatto attivando la modalità manuale (in questa guida ti ho spiegato come si fa). Se, invece, le foto vengono scattate tramite uno smartphone, bisogna procedere mediante delle app fotocamera che permettono di regolare in dettaglio i parametri di scatto, come Camera FV-5 per Android (gratis) e ProCam (6,99 euro) o Halide (6,99 euro) per iPhone. I principali parametri a cui ti consiglio di prestare attenzione sono i seguenti.

  • Sensibilità ISO — rappresenta il grado di amplificazione del segnale elettrico inviato alle celle del sensore. Aumentando questo valore, la foto sarà più luminosa, ma bisogna fare ciò con parsimonia, in quanto lo sforzo generato dal sensore per catturare più luce aumenta il "rumore" presente nello scatto.
  • Velocità dell’otturatore — aumentando questo valore è possibile evitare di incappare in foto mosse, anche se la foto potrebbe risultare sottoesposta; diminuendolo, invece, la foto sarà più luminosa, ma potrebbe presentare del mosso o del micro-mosso.
  • Apertura massima del diaframma — questo valore riguarda la quantità di luce che passa nell’obiettivo e viene indicata in _f_-stop (es. f/1.8 o f/4, etc.). Più questo valore è basso, più elevata è la quantità di luce che entra nell’obiettivo, permettendo di ottenere scatti luminosi e con lo sfondo sfocato.

Correggere la foto in post-produzione

Photoshop

Anche se hai fatto notevoli sforzi per ottenere una foto di buona qualità, può darsi che questa sia caratterizzata da qualche difetto dovuto a errori commessi dal fotografo oppure a qualche tua piccola imperfezione fisica.

In molti casi, per fortuna, è possibile correggere la foto in post-produzione e rimuovere una grossa fetta di questi difetti usando delle app di fotoritocco gratuite, come Snapseed (Android/iOS/iPadOS) e Adobe Photoshop Fix (Android/iOS/iPadOS).

Per rimuovere difetti ancora più importanti, però, è consigliabile rivolgersi a software per PC professionali del calibro di Photoshop (Windows/macOS) e GIMP (Windows/macOS/Linux): il primo è a pagamento, in quanto è incluso nell’abbonamento ad Adobe Creative Cloud, che parte da 12,19 euro/mese; il secondo, invece, è gratuito al 100%.

Se desideri maggiori informazioni su come ritoccare foto mediante queste e altre soluzioni, la lettura della guida che ho dedicato all’argomento ti sarà senz’altro di aiuto.