Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come virtualizzare Windows XP

di

Sul tuo PC usi con molta soddisfazione Windows 10 ma hai bisogno di testare dei programmi compatibili solo con il vecchio Windows XP? Per questioni di studio o lavoro, ogni tanto avresti bisogno di avere Windows XP sul tuo Mac ma non sai come riuscirci? Bene, sappi che non c’è bisogno di partizionare il disco del computer o rischiare di combinare pasticci installando un altro sistema operativo sul computer.

Con un programma gratuito come VirtualBox, puoi creare una macchina virtuale (ossia un computer virtuale che funziona sul tuo computer reale) e installarci sopra Windows XP senza andare a intaccare minimamente quello che è il tuo sistema attuale ed avendo sempre la possibilità di richiamare XP da altre versioni di Windows o macOS senza dover riavviare il computer.

Non ci credi? Allora prova a leggere la guida su come virtualizzare Windows XP che sto per proporti e metti in pratica le indicazioni presenti in essa. Ti assicuro che non avrai il benché minimo problema nel portare al termine l'operazione e, anzi, alla fine ti meraviglierai della semplicità con la quale sarai riuscito nel tuo intento. A me non resta altro che augurarti una buona lettura e un buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Windows XP

Prima di entrare nel vivo del tutorial e di spiegarti come virtualizzare Windows XP, mi sembra doveroso fare un paio di premesse fondamentali: in primo luogo, devi sapere che per installare Windows XP su una macchina virtuale, devi procurarti un'immagine ISO del suo dischetto d'installazione o un vero e proprio CD d'installazione del sistema operativo.

In secondo luogo, devi sapere che Windows XP è un sistema operativo ormai obsoleto e, di conseguenza, non è più possibile scaricare le sue immagini ISO o acquistare il suo CD d'installazione per vie ufficiali. Se hai già un dischetto d'installazione del sistema operativo, comunque, puoi trasformare quest'ultimo in un'immagine ISO usando dei programmi ad hoc, ad esempio quelli che ti ho presentato nel mio tutorial su come creare un'immagine ISO.

Un'altra possibile soluzione, percorribile sempre per vie non ufficiali, è quella di scaricare un'immagine di Windows XP già predisposta per l'utilizzo nei software di virtualizzazione: in pratica, si tratta di un hard disk virtuale che, una volta montato in software come VirtualBox o VMWare, permette di eseguire XP direttamente, senza affrontare la procedura d'installazione del sistema operativo. Fino a qualche anno fa, questo tipo di immagine era disponibile direttamente sul sito Internet di Microsoft, ma ora, visto lo status di XP (ritenuto ormai obsoleto e dannoso dallo stesso colosso di Redmond), non è più possibile scaricarlo.

Insomma: mi spiace dirtelo ma, se non hai un dischetto d'installazione o un'immagine ISO di Windows XP salvata sul computer, procurarti questo – ormai vecchissimo – sistema operativo non ti sarà semplice. Se può esserti d'aiuto, comunque, ti suggerisco di leggere il mio tutorial su come scaricare Windows XP, in cui ti ho dato qualche "spunto" su come procedere.

Virtualizzare Windows XP su Windows

Se utilizzi un PC Windows e vuoi scoprire come virtualizzare Windows XP su quest'ultimo, il primo passo che devi compiere è scaricare VirtualBox, un software di virtualizzazione gratuito e open source che permette di configurare delle virtual machine con Windows e Linux in maniera molto semplice.

Per ottenerlo, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sulla voce Windows hosts. A download completato apri, facendo doppio clic su di esso, il file appena scaricato (VirtualBox-[versione]-Win.exe) e, nella finestra che si apre, fai clic prima su Avanti per tre volte consecutive, , Installa e ancora .

Metti, quindi, il segno di spunta accanto alla voce Considera sempre attendibile il software proveniente da Oracle Corporation e clicca su Installa per installare tutti i driver necessari al funzionamento di VirtualBox. Dopodiché fai clic su Fine per concludere il setup.

Durante il processo d’installazione di VirtualBox, la connessione a Internet cadrà per qualche secondo. Ciò accade perché il programma deve installare nel sistema i driver di rete necessari a far funzionare Internet sulle macchine virtuali che andrai a creare.

Installazione di VirtualBox

Ora puoi passare all'azione: per virtualizzare Windows XP, devi creare una macchina virtuale su cui installare il sistema operativo. Nella finestra che si apre, clicca quindi sul pulsante Nuova che si trova in alto a sinistra e avvia la procedura guidata per la creazione di una nuova virtual machine in VirtualBox, facendo clic sul pulsante Avanti.

Seleziona dunque Microsoft Windows dal menu a tendina Sistema operativoe Windows XP (32-bit) o Windows XP (64-bit) dal menu a tendina Versione (a seconda se intendi installare una versione di XP a 32 o 64 bit nella VM), digita il nome che vuoi assegnare alla tua macchina virtuale (es. Windows XP) nel campo Nome e clicca sul pulsante Successivo per proseguire nella procedura.

Creazione VM in VirtualBox

A questo punto, devi scegliere quanta RAM assegnare alla tua macchina virtuale attraverso la barra di scorrimento proposta da VirtualBox. La dimensione minima consigliata è di 192 MB, ma io consiglio di portarla almeno a 256 MB o, meglio ancora, a 512 MB (ovviamente devi scegliere un’impostazione compatibile con la quantità di RAM disponibile sul tuo PC). Una volta fatta la tua scelta, fai clic su Successivo e Crea, per passare alla creazione dell’hard disk virtuale da assegnare alla macchina virtuale.

Anche in questo caso, se le dimensioni minime consigliate sono di 10 GB, io ti direi di portare le dimensioni del drive a 15 GB. Gli hard disk creati da VirtualBox sono ad espansione dinamica, questo significa che sul disco fisso del tuo PC non saranno occupati subito i 15 GB ma solo lo spazio che man mano occuperai nel disco virtuale di VirtualBox (fino a raggiungere i 15 GB). Per passare allo step successivo e completare la prima parte della creazione della macchina virtuale, clicca prima su Successivo per due volte consecutive e poi su Crea.

Creazione VM in VirtualBox

Una volta creata la tua macchina virtuale, devi installare in essa Windows XP, proprio come faresti su un normale PC. Per compiere quest’operazione, puoi usare il CD d’installazione di Windows XP oppure un’immagine ISO di quest’ultimo.

Avvia, quindi, la macchina virtuale appena creata, facendo doppio clic sul suo nome e partirà la procedura guidata relativa al primo avvio in cui potrai selezionare il dispositivo dal quale far partire l’installazione del sistema operativo.

Nella finestra che si apre, seleziona quindi l’unità relativa al lettore CD/DVD in cui hai inserito il disco d’installazione di Windows XP (es. D:) dal menu a tendina che si trova in basso, oppure fai clic sull'icona della cartella gialla per selezionare il file ISO di Windows XP e fai clic su Avvia per far partire il processo d’installazione del sistema operativo.

Creazione VM in VirtualBox

La procedura d'installazione di Windows XP nella virtual machine è analoga a quella per l'installazione del sistema operativo su un vero computer. Dopo l'elaborazione dei file iniziali, dovrai dunque indicare il disco su cui installare il sistema operativo, scegliere se formattarlo in NTFS o FAT32 e attendere il riavvio della VM.

A virtual machine riavviata, dovrai affrontare la seconda parte della procedura d'installazione di Windows XP. Dovrai, dunque, regolare le impostazioni relative a lingua e regione, scegliere il nome del computer, la password di amministrazione, impostare data e ora, dominio e attivare la copia del sistema operativo con un product key valido.

Al termine dell’installazione, avrai la tua macchina virtuale con Windows XP pronta da usare. Per migliorare il livello di integrazione tra sistema ospite e virtual machine avendo, ad esempio, la possibilità di condividere la clipboard tra i due ambienti, però, dovrai installare i Guest Additions di VirtualBox richiamando l'apposita voce dal menu Dispositivi del programma.

Una volta fatto ciò, scegli di eseguire l'autorun del disco virtuale montato nella macchina virtuale e clicca sempre su Avanti per completare la procedura e riavviare la VM. Se qualche passaggio non ti è chiaro, consulta la mia guida su come usare VirtualBox, in cui ti ho spiegato più in dettaglio come funziona questo celebre software di virtualizzazione.

Nota: se sei riuscito a procurarti il file immagine di una macchina virtuale contenente Windows XP, puoi importarla in VirtualBox selezionando la voce Importa applicazione virtuale dal menu File collocato in alto a sinistra.

Virtualizzare Windows XP su Mac

VirtualBox Mac

VirtualBox è un software multi-piattaforma: questo significa che, oltre ad essere disponibile su Windows, è disponibile anche su macOS e Linux. Se tu utilizzi un Mac e hai la necessità di virtualizzare Windows XP su quest'ultimo, collegati dunque al sito Internet del programma e clicca sulla voce OS X hosts.

A download completato, apri il pacchetto dmg che hai ottenuto e avvia l'eseguibile VirtualBox.pkg contenuto al suo interno. Nella finestra che si apre, pigia sul pulsante Continua per due volte consecutive e poi su Installa. Digita, quindi, la password di amministrazione di macOS (quella che usi per accedere al sistema), dai Invio e concludi il setup pigiando prima su Chiudi e poi su Non spostarlo.

Installazione VirtualBox su Mac

A questo punto, non ti resta che avviare VirtualBox selezionando la sua icona nel Launchpad di macOS (o cercandolo in Spotlight), cliccare sul pulsante Nuova collocata in alto a sinistra e seguire la procedura di virtualizzazione di Windows XP che ti ho illustrato nel capitolo del tutorial dedicato a Windows: i passaggi da compiere sono gli stessi.

Nota: in caso di necessità, potrai disinstallare VirtualBox dal Mac aprendo il pacchetto dmg del programma e avviando l'eseguibile VirtualBox_Uninstall.tool presente al suo interno.

Altre soluzioni per virtualizzare Windows XP

Parallels

Nel caso in cui, per un motivo o l'altro, VirtualBox non avesse soddisfatto le tue aspettative, ti segnalo altre soluzioni medianti le quali virtualizzare Windows XP su Windows e macOS.

  • XP Mode – se usi una versione professionale di Windows 7, puoi virtualizzare Windows XP usando un programma gratuito di Microsoft, chiamato XP Mode, che include una macchina virtuale di Windows XP per VMWare (noto software di virtualizzazione alternativo a VirtualBox). Per saperne di più, leggi la mia guida su come virtualizzare Windows XP su Windows 7.
  • VMware Workstation Player – ottimo software per la virtualizzazione destinato ai sistemi Windows. Si può usare gratis per usi personali, non commerciali o professionali, altrimenti costa 165,95 euro. Te ne ho parlato anche nel mio tutorial su come virtualizzare con VMware. Maggiori info qui.
  • VMware Fusion – è la versione Mac di VMware Workstation Player. Costa 88,95 euro ma è disponibile in una versione di prova gratuita. Maggiori info qui.
  • Parallels Desktop – è il software di virtualizzazione più usato e intuitivo disponibile su macOS. Costa 79,99 euro una tantum o 99,99 euro/anno con aggiornamenti inclusi, ma è disponibile in una versione di prova gratuita della durata di 14 giorni. Te ne ho parlato anche nel mio tutorial sui programmi per usare Windows su Mac. Maggiori info qui.