Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come zippare le foto

di

Sei alle prime armi con il mondo del computer e in questo momento sei nel panico più totale, perché devi spedire alcune foto a un collega e non sai come riuscirci. La tua intenzione, infatti, era quella di creare un archivio ZIP con tutte le immagini e spedire così un unico allegato, ma sul computer che stai usando non riesci a trovare un programma che ti consenta di fare ciò.

Non preoccuparti: se vuoi, posso darti io una mano a risolvere questo problema. Forse non ne sei ancora a conoscenza, ma sia Windows che macOS integrano delle funzioni ad hoc che permettono di zippare i file senza usare alcun software di terze parti. Volendo, però, puoi anche avvalerti di programmi esterni per riuscire nel tuo intento e addirittura adoperare servizi online o app per smartphone e tablet adatti allo scopo.

Se poi non vuoi creare archivi zip, bensì comprimere direttamente le foto per ridurne il "peso", ti suggerirò anche delle soluzioni per raggiungere quest’obiettivo. Allora, che ne dici? Ti interessa approfondire l’argomento e scoprire come zippare le foto? Sì? Bene: mettiti bello comodo, prenditi il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come comprimere le foto su Windows

Vorresti scoprire come comprimere le foto su Windows? Ti accontento subito. Prendi in considerazione le varie opzioni elencate qui sotto e poi usa quelle che ti sembrano più adatte alle tue esigenze.

Come zippare foto con Windows

Zippare file su Windows

Come ti ho già accennato nell’introduzione dell’articolo, una funzione per creare archivi ZIP è presente "di serie" in tutte le versioni di Windows, quindi la procedura che sto per illustrarti è da considerarsi valida su Windows 10 così come su Windows 7 e altre versioni del sistema operativo Microsoft: non ci sono differenze nella sua attuazione.

Per procedere, non devi far altro che aprire la cartella in cui sono conservate le immagini che intendi racchiudere nel tuo archivio, selezionarle tutte (se devi selezionare foto che si trovano in punti distanti della finestra, tieni premuto il tasto Ctrl della tastiera e clicca su ognuna di esse) e fare clic destro su un qualsiasi file tra quelli evidenziati.

Successivamente, seleziona le voci Invia a > Cartella compressa dal menu che si apre e, nel giro di qualche istante, verrà creato un archivio ZIP con all’interno tutte le foto che hai selezionato. Al termine della creazione dell’archivio (ci vogliono pochi istanti), puoi rinominare quest’ultimo come meglio preferisci.

Gli archivi ZIP ottenuti con la procedura appena vista (che può essere adottata anche per altri tipi di file) si possono aprire normalmente con qualsiasi programma per la gestione degli archivi (es. WinZip, WinRAR, etc.) oppure si possono consultare direttamente da Windows, il quale li considererà come delle normalissime cartelle compresse, permettendo di visualizzarne ed estrarne il contenuto tramite un semplice doppio clic.

Come zippare foto con WinRAR

WinRAR

Un programma esterno che può tornarti utile per zippare foto è WinRAR: uno dei gestori di archivi compressi più famosi e diffusi in ambito Windows, grazie al quale è possibile creare file ZIP e RAR in maniera estremamente semplice. Non è gratis: costa 36,54 euro, ma è possibile testarne le funzionalità per 40 giorni. Al termine della trial, il software può essere utilizzato ancora, ma vengono visualizzati con una certa insistenza banner che invitano ad acquistare la licenza e viene impedita la creazione di archivi RAR cifrati.

Per scaricare WinRAR sul tuo PC, recati su questa pagina e fai clic sul pulsante Preleva, situato nella sezione Ultima versione – x.x, avendo cura di cliccare su quello che si trova in corrispondenza della versione di Windows installata sul tuo computer (es. a 64 bit oppure a 32 bit).

A download completato, apri il file .exe che hai ottenuto e, nella finestra che si apre, clicca sui pulsanti e Installa. Nella finestra successiva, seleziona i tipi di file che desideri aprire in maniera automatica con WinRAR e, quando sei pronto per farlo, clicca sui pulsanti  OK e Chiudi, per concludere il setup.

A questo punto, individua le foto che vuoi zippare, selezionale, fai clic destro su una di esse e seleziona la voce Aggiungi a un archivio dal menu contestuale. Nella finestra che si apre, seleziona poi l’opzione ZIP, in corrispondenza della sezione Formato archivio, e scegli il metodo di compressione che preferisci dall’apposito menu a tendina.

Se vuoi, puoi anche proteggere l’archivio impostando una password: clicca, quindi, sul pulsante Imposta parola chiave e, dopo aver indicato la password negli appositi campi di testo, fai clic sul pulsante OK per due volte consecutive.

Come zippare foto con WinZip

WinZIP

WinZip è un altro software al quale puoi rivolgerti per zippare foto. Anche in questo caso ci troviamo al cospetto di una soluzione a pagamento: costa 36,54 euro, ma è possibile testarne le funzionalità per un periodo di prova di 22 giorni. Ci tengo a ricordarti che il programma è disponibile anche per Mac.

Per scaricare WinZip sul tuo PC, recati su questa pagina e clicca sul pulsante PROVALO GRATIS. A scaricamento completato, apri il file .exe che hai ottenuto e clicca sui pulsanti  e Avanti (per due volte di seguito). Aspetta, dunque, che venga portata a termine l’installazione dei pacchetti necessari per far funzionare WinZip e completa il setup, cliccando sul pulsante Fine.

Nella finestra che si apre, clicca poi sul pulsante Usa Versione di Valutazione, per continuare a usare la demo del programma, clicca sul pulsante Chiudi, in modo da chiudere la finestra di benvenuto comparsa al centro dello schermo.

A questo punto, per creare un archivio ZIP, seleziona i file che vuoi includere in quest’ultimo, fai clic destro su uno qualsiasi di essi e seleziona le voci WinZip > Aggiungi a [nome archivio.zip] dal menu che si apre. In alternativa, dalla finestra principale di WinZip, serviti della barra laterale posta sulla sinistra per selezionare i file che hai intenzione di "zippare" e clicca sul pulsante Aggiungi a zip (l’icona del foglio con la freccia posta in basso a sinistra). Più semplice di così?

Programmi per comprimere foto

XnConvert

Se non vuoi creare degli archivi ZIP con le immagini, bensì ridurre il "peso" di queste ultime, puoi usare XnConvert: un software gratuito, estremamente versatile, che può essere utilizzato per comprimere immagini e applicare modifiche "in serie" a queste ultime. È disponibile non solo per Windows, ma anche per macOS e Linux.

Per servirtene, recati sulla sua pagina di download, scorrila verso il basso e clicca sul pulsante Zip Win 32bit o Zip Win 64bit, a seconda della versione di Windows installata sul tuo computer. 

A download completato, apri l’archivio ZIP ottenuto ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi. Avvia, dunque, il file xnconvert.exe, trascina nella sua finestra le foto che desideri comprimere e fai clic sulla scheda Destinazione.

Clicca, quindi, sul pulsante Impostazioni (nel box Formato), seleziona la scheda relativa al formato di output in cui desideri salvare le immagini e regola le impostazioni relative alla qualità, in modo da impostare il livello di compressione desiderato. Ad operazione completata, chiudi la finestra che si era aperta, seleziona dal menu a tendina del campo Formato il formato di output che desideri utilizzare per le tue immagini e premi su Converti, in basso a destra, per avviarne il salvataggio.

I file di output saranno salvati nella stessa cartella in cui si trovavano precedentemente (potrai riconoscerli dalla presenza della dicitura "risultato" nel loro nome).

Oltre a comprimere, desideri anche ridimensionare le foto? Allora vai nella scheda Azioni di XnConvert, clicca sul pulsante Aggiungi azione, seleziona le voci Immagine > Ridimensiona dal menu che si apre, imposta tutti i parametri che desideri utilizzare per rimpicciolire le foto, servendoti del menu apposito e, quando sei pronto per farlo, clicca sul pulsante Converti.

Come comprimere le foto su Mac

Possiedi un Mac e vorresti sapere come comprimere le foto su quest’ultimo? Nessun problema: puoi avvalerti sia di alcune funzioni predefinite di macOS che adoperare alcuni software adatti allo scopo. Trovi tutto spiegato qui sotto.

Come zippare foto con macOS

Zippare foto con macOS

Vediamo, innanzitutto, come zippare foto con macOS sfruttando la funzione di compressione integrata nel celebre sistema operativo del colosso di Cupertino.

Per procedere, la prima cosa che devi fare è selezionare tutte le immagini da includere nell’archivio ZIP, tenendo premuto il tasto cmd sulla tastiera e cliccando sull’anteprima di ciascuna di esse. Successivamente, fai clic destro su uno qualsiasi dei file selezionati e, dal menu che si apre, seleziona la voce Comprimi [N] elementi.

Così facendo, verrà avviata la procedura di compressione delle foto, al termine della quale otterrai un archivio ZIP contenente tutti i file di tuo interesse. Più semplice di così?

Programmi per comprimere foto

Anteprima

Desideri comprimere foto, nel senso di ridurre il "peso" si queste ultime? Allora ti suggerisco di rivolgerti ad Anteprima, il lettore di immagini e file PDF incluso "di serie" in macOS.

Per avvalertene, apri innanzitutto la foto di tuo interesse, facendo doppio clic su di essa. Se hai modificato alcune impostazioni di macOS e Anteprima non è più il lettore predefinito per le immagini, fai clic destro sul file di tuo interesse e seleziona le voci Apri con > Anteprima dal menu contestuale.

Per regolare la qualità del file di output, seleziona quindi la voce Esporta dal menu File (in alto a sinistra) e serviti della barra di regolazione posta in corrispondenza della dicitura Qualità, per regolare il livello di qualità visiva che desideri impostare (spostando il cursore verso l’estremità sinistra puoi impostare la qualità minima) e, infine, clicca sul pulsante Salva, per salvare le modifiche fatte.

Se hai bisogno di comprimere più foto in serie, puoi rivolgerti a soluzioni di terze parti, come XnConvert, di cui ti ho già parlato in uno dei capitoli precedenti del tutorial.

Come zippare foto online

CloudConvert

Come ti dicevo nell’introduzione dell’articolo, è possibile zippare foto sfruttando anche alcuni servizi online adatti allo scopo. Uno dei migliori sulla piazza è CloudConvert: un convertitore online che, tra le altre cose, permette di creare archivi compressi in maniera estremamente facile.

Prima di illustrarti il suo funzionamento, ci tengo a dirti che il servizio è gratuito, ma presenta alcune limitazioni: può essere utilizzato per un tempo massimo di 10 minuti di conversioni al giorno. Tuttavia, è possibile espandere questo limite a 25 minuti di conversioni al giorno creando un account gratuito oppure è possibile espanderlo a 500 minuti di conversioni al giorno (o anche più) sottoscrivendo uno dei piani d’abbonamento, a partire da 8 euro/mese (maggiori info qui).

Per servirtene, recati sulla sua pagina principale, clicca sul pulsante Select files e seleziona le foto da zippare. Dopodiché accertati che sia selezionata l’opzione zip nell’apposito menu a tendina (altrimenti provvedi a farlo tu) e fai clic sul pulsante rosso Start Conversion, posto in basso a destra. Adesso devi semplicemente attendere che venga creato l’archivio compresso e, quando la procedura è ultimata, clicca sul pulsante verde Download, al centro della pagina, per scaricarlo in locale.

Come comprimere le foto per mandarle via mail

Come capire se un'email è un virus

Hai bisogno di comprimere le foto per mandarle via mail? Alcuni client di posta elettronica (ad esempio servizi online) zippano in modo automatico le foto o, comunque, permettono di impostare la loro dimensione massima.

In alternativa, puoi comprimere le foto servendoti delle soluzioni elencate nei capitoli precedenti e poi allegare alle email i file compressi che vuoi inviare al tuo destinatario. Insomma, nulla di così complicato!

Come comprimere le foto su Android e iPhone

Zippare foto da mobile

Concludiamo questa guida con alcune app per comprimere le foto su Android e iOS: se dovessi avere la necessità di comprimere foto "al volo" dal tuo dispositivo mobile, potrai rivolgerti alle seguenti soluzioni.

  • WinZip (Android/iOS) — è la trasposizione mobile del software per la gestione di archivi ZIP di cui ti ho parlato in uno dei capitoli precedenti del tutorial. La versione gratuita offre la possibilità di comprimere file salvati in locale e aprire file ZIP e RAR, compresi quelli cifrati. La versione a pagamento, che costa 5,49 euro, offre invece l’accesso a funzioni avanzate, tra cui la creazione di archivi criptati.
  • Comandi (iOS) — si tratta di un’app targata Apple che permette di creare degli script per automatizzare le operazioni più disparate (compresa la conversione e il ridimensionamento delle immagini). Puoi immaginarla come una sorta di Automator per iOS.
  • Documents by Readdle (iOS) — è un celebre file manager per iOS che, tra le altre cose, permette di aprire e creare archivi ZIP in maniera molto semplice.