Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come zippare un PDF

di

Devi archiviare un gran numero di PDF su una chiavetta USB e quindi hai bisogno di ottimizzare quanto più possibile lo spazio a tua disposizione? Devi inviare alcuni documenti PDF via e-mail ed hai paura di sforare il limite degli allegati presente sulla casella del destinatario? Fossi in te, smetterei di preoccuparmi e provvederei subito a ridurre il peso dei tuoi file ricorrendo all’uso di alcuni servizi online e programmi per computer. Se la cosa ti interessa, continua a leggere per saperne di più.

Nelle righe successive trovi infatti indicati ed esplicati tutti quelli che ritengo essere i migliori tools appartenenti alla categoria in oggetto. Grazie ad essi puoi infatti riuscire a zippare un PDF andando a comprimerne notevolmente le dimensioni, in modo tale da poter trasferire e/o condividere i tuoi documenti con maggiore facilità. Si tratta sia di strumenti fruibili via Web, da qualsiasi browser e sistema operativo, che di programmi, per così dire, tradizionali, funzionanti su Windows e su Mac. In ogni caso, l’operazione è estremamente semplice da compiere.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora li impalato? Posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido computer ed inizia immediatamente a concentrarti sulla lettura di tutto quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai pronto a fornire utili istruzioni al riguardo a tutti i tuoi amici. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Servizi online per zippare un PDF

Come anticipato in apertura, per zippare un PDF puoi innanzitutto ricorrere all’uso di alcuni sevizi online appositi per l’impiego dei quali non è necessario scaricare ed installare assolutamente nulla sul computer. Si può fare tutto direttamente e comodamente dalla finestra del navigatore. Trovi quelli che ritengo essere i migliori della categoria qui sotto.

Smallpdf

Come zippare un PDF

Il primo servizio online per zippare un PDF che voglio invitarti a provare è SmallPDF. Trattasi di un tool gratuito, funzionante da qualsiasi navigatore e sistema operativo e facilissimo da usare. Non presenta limiti di upload particolarmente stringenti e non richiede registrazioni per poter essere impiegato. L’unica cosa che bisogna tenere in considerazione è il fatto che permette di elaborare massimo due file l’ora, una limitazione questa che può eventualmente essere aggirata sottoscrivendo un abbonamento mensile (a pagamento).

Mi chiedi come fare per potertene servire? Te lo indico subito. In primo luogo, collegati alla pagina del servizio dedicata allo strumento per comprimere i PDF e trascina direttamente nella finestra del browser il PDF relativamente al quale ti interessa andare ad agire. In alternativa, fai clic sulla voce Scegli File e seleziona “manualmente” il documento di tuo interesse presente sul computer.

Se poi il PDF che intendi zippare si trova online, su Dropbox oppure su Google Drive, puoi effettuarne l’upload direttamente da li facendo clic sulle relative icone ed eseguendo il login al tuo account.

Ad upload completato, la procedura di trasformazione verrà automaticamente avviata e nel giro di breve tempo ti verrà mostrata la percentuale di compressione applicata e l’attuale peso del PDF. Per scaricare sul tuo computer la versione zippata del file, clicca sul pulsante Scarica il file. Se invece vuoi salvarlo su Dropbox oppure su Google Drive, pigia sui pulsanti con le relative icone.

Soda PDF

Come zippare un PDF

In alternativa allo strumento di cui sopra puoi affidarti a Soda PDF. Si tratta di un altro servizio Web a costo, funzionante da qualsiasi browser e sistema operativo, molto intuitivo ed anche in grado di preservare i dati degli utenti in quanto i file caricati vengono rimossi in automatico dai server dell’azienda nel giro di 24 ore.

Per usarlo, collegati alla pagina Web del servizio e trascina nella finestrate browser il documento PDF che vuoi zippare. Se preferisci selezionarlo manualmente dal computer, clicca invece sul pulsante Scegli file e scegli il file di riferimento dalla finestra che appare.

Se poi il tuo PDF si trova su Dropbox oppure su Google Drive, puoi anche effettuarne l’upload direttamente da li, cliccando sull’icona di riferimento ed eseguendo il login al tuo account.

Ad upload completato, seleziona il grado di compressione che vuoi applicare al PDF. A seconda di quelle che sono le tue necessità puoi scegliere tra: Qualità Bassa (le dimensioni e la qualità del file vengono ridotte il più possibile), Qualità Buona (il livello di compressione applicato e di medio livello e la qualità finale del documento è piuttosto buona) oppure Qualità Alta (la qualità del PDF è migliore ma il livello di compressione è minimo).

Successivamente clicca sul pulsante Comprimi file PDF ed attendi che il procedimento di compressione venga avviato e portato a termine. Clicca quindi sul bottone Visualizza e scarica nel browser per effettuare il download immediato del documento oppure digita il tuo indirizzo e-mail nel campo apposito che sta in alto e premi sul bottone Invia via email per ricevere il PDF zippato tramite posta elettronica.

Programmi per zippare un PDF

Se invece preferisci sfruttare dei software per computer concepiti giust’appunto per lo scopo in questione, puoi affidarti a quelli che ho provveduto a segnalarti qui di seguito. Come ti dicevo, ci sono soluzioni sia per Windows che per Mac.

iSkysoft PDF Editor

Come zippare un PDF

La prima risorsa software che voglio invitarti ad utilizzare sul tuo computer per zippare un PDF è iSkysoft PDF Editor. Si tratta di un editor per documenti in formato PDF funzionante sia su Windows che su Mac che tra le varie funzioni offerte ne integra anche una utile per la compressine. È a pagamento ma può essere provato gratuitamente per un periodo di tempo limitato (come ho fatto io per redigere questo passo).

Per scaricare il programma sul tuo PC, collegati alla relativa pagina Web e clicca sul pulsane Prova Gratuita. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e pigia su Si, poi su Installa ed a setup ultimato premi su Inizia ora.

Se invece stai usando un Mac, collegati a quest’altra pagina e clicca sempre sul bottone Prova Gratuita. In seguito, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e pigia sul bottone Accetto nella finestra che appare sulla scrivania. Dopodiché trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra e scegli Apri per due volte di fila, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso gli sviluppatori non autorizzati.

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra di iSkysoft PDF Editor sullo schermo, clicca sul bottone Apri file che sta a sinistra e seleziona il PDF archiviato sul tuo computer relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

Clicca poi sulla voce File che sta sulla barra dei menu, seleziona Ottimizza dal menu che compare e scegli il tipo di compressione che intendi applicare al file tra: Per il Web (viene restituito un file di dimensioni molto ridotte), Per l’Ufficio (viene restituito un file di dimensioni medie), Per la Stampa (viene restituito un file di grandi dimensioni) oppure Personalizzata (puoi impostare dei parametri di compressione personalizzati). Il PDF zippato verrà salvato nella medesima posizione di quello originale. È stato facile, vero?

Free PDF Compressor

Come zippare un PDF

Stai utilizzando un PC con su installato Windows e cerchi un programma alternativo a quello di cui sopra che ti consenta di ridurre il peso dei tuoi file PDF? Allora Free PDF Compressor è proprio quello che fa al caso tuo. Si tratta di un software a costo zero appositamente adibito allo scopo in oggetto che consente di scegliere tra vari profili di compressione e che risulta essere facilissimo da usare. Insomma, provalo subito e vedrai che non te ne pentirai.

Per scaricare il programma sul tuo computer, collegati al suo sito Internet e clicca prima sul pulsante Download mirror e poi sulla voce Click here.

A download completato, apri il file .exe ottenuto e fai clic sui pulsanti Sì Next. Seleziona la voce I accept the agreement e porta a termine il setup cliccando su Next per quattro volte consecutive, su Install e su Finish.

Ora che visualizzi la finestra del software sul desktop, per zippare un PDF non devi far altro che cliccare sul pulsante Browse e selezionare il documento da trattare. Seleziona quindi una delle opzioni disponibili nel riquadro Settings. A seconda di quelle che sono le tue necessità puoi scegliere tra: Screen (per creare un file super-ottimizzato di qualità mediocre), eBook (per ottenere un PDF ben compresso ma di qualità un po’ più alta), Printer (per realizzare un file ben bilanciato tra qualità visiva e peso), Prepress oppure Default (per non comprimere eccessivamente il PDF mantenendo la loro qualità ai massimi livelli).

Per concludere, pigia sul bottone Compress ed attendi qualche istante affinché la procedura di compressione venga avviata e portata a termine. Per impostazione predefinita, il programma salva i PDF zippati nella stessa cartella di quelli originali. Se desideri cambiare percorso, fai clic sul bottone Save as ed indica la posizione che preferisci.

ShrinkIt

Stai usando un Mac. cerchi un programma per zippare un PDF alternativo a quello di cui ti ho parlato nelle righe precedenti? Allora ti consiglio di utilizzare ShrinkIt, uno strumento specifico per il sistema operativo della “mela morsicata”. Si tratta di un’applicazione gratuita e facilissima da usare che fa una sola cosa ma la fa alla grande: ridurre il peso dei PDF. È talmente intuitiva da impiegare che spiegare il funzionamento è quasi superfluo.

Ad ogni modo, per potertene servire devi in primo luogo collegati alla pagina di download dell’applicazione e fare clic sul bottone Download ShrinkIt, in modo tale da effettuarne subito il download. A scaricamento completato, trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni del tuo Mac e fai doppio clic sull’icona di ShrinkIt per cominciare subito a servirtene.

Ora che visualizzi la finestra di ShrinkIt sulla scrivania, trascinaci sopra il PDF su cui è tua intenzione intervenire ed aspetta qualche secondo affinché il programma elabori il documento. ShrinkIt provvederà dunque a rimpiazzare il file originale con la sua versione compressa e ne creerà una copia di sicurezza (in versione non ottimizzata) nella stessa cartella del file d’origine. È stato facile, vero?

Altre risorse utili

I servizi Web ed i programmi di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti hanno entusiasmato in maniera particolare e cerchi degli strumenti alternativi? Allora prova a dare uno sguardo a quelli che ti h consigliato nel mio articolo su come ridurre dimensioni PDF e nel mio post su come alleggerire PDF. Se poi hai bisogno di qualcosa di specifico per macOS, da’ subito uno sguardo al mio post su come comprimere un file PDF con Mac.

Se dopo aver compresso i tuoi documenti PDF vuoi racchiuderli in un unico archivio ZIP ma non sai come fare, ti consiglio di dare uno sguardo alla mia guida su come zippare un file e seguire le indicazioni presenti in essa.

Non ti piace il programma indicato nella guida di cui sopra? Nessun problema, nella mia rassegna sui programmi per zippare puoi trovare un’ampia gamma di software adibiti allo scopo che non aspettano altro che essere provati. Sono tutti semplicissimi da usare e molto efficaci in termine di compressione dei file (anche se non puoi aspettarti miracoli dopo aver già ridotto all’osso il peso dei tuoi PDF). Buon lavoro!