Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Disdetta Wind

di

Avevi sottoscritto un abbonamento Wind per il tuo cellulare ma non essendo soddisfatto del servizio offerto adesso vorresti disdire tutto? Hai attivato un piano ADSL/fibra con Infostrada ma poi ci hai ripensato ed ora ti piacerebbe capire come cambiare operatore telefonico o come disattivare la tua linea senza andare incontro a salate penali? No problem, in entrambi i casi puoi contare sul mio aiuto: prenditi qualche minuto di tempo libero e leggi questa guida su come fare la disdetta Wind. Vedrai, in men che non si dica non avrai più dubbi a riguardo.

Prima di fornirti tutte le spiegazioni del caso mi sembra però doveroso fare una precisazione. Purtroppo, nella maggiori dei casi non è possibile fare la disdetta Wind senza spendere nulla, mi spiace. Ad ogni modo non devi preoccuparti, se rispetti le tempistiche e le modalità di recesso previste dal tuo contratto dovresti riuscire a cavartela sborsando soltanto poche decine di euro.

Allora? Sei pronto? Si? Molto bene, mettiamo dunque al bando le ciance e procediamo. Nelle seguenti righe ti spiegherò prima come effettuare la diretta Wind nel caso della telefonia mobile e poi come fare altrettanto con la linea fissa. Se tutto andrà per il verso giusto, riuscirai a completare l’intera procedura senza fastidiose perdere di tempo.

Come fare la disdetta Wind per la linea mobile

Disdetta Wind

Se vuoi effettuare la disdetta Wind per l’abbonamento relativo a una linea mobile, non devi far altro che richiedere la portabilità del numero e passare ad un altro operatore. Generalmente non sono previsti costi di disattivazione, ma in caso di recesso anticipato da un contratto che prevedeva dei vincoli temporali (es. 12-24 mesi) è necessario rimborsare tutti i bonus e le promozioni di cui ci si è avvalsi (es. il mancato pagamento di costi di attivazione dell’offerta).

Inoltre, se nell’abbonamento da disdire era compreso anche l’acquisto di uno smartphone, di un tablet, di un router portatile oppure di una chiavetta a rate, bisogna pagare le rate rimanenti per il riscatto del dispositivo più la maxi-rata finale. Per maggiori informazioni a riguardo, puoi consultare l’apposita sezione del sito Internet di Wind dedicata alla trasparenza tariffaria e le condizioni generali relative alle offerte con telefono incluso.

In alternativa, puoi metterti in contatto con l’operatore tramite uno dei tanti canali di customer care disponibili: chiamando il “classico” servizio clienti 155, inviando un messaggio privato all’operatore mediante la sua fanpage ufficiale su Facebook, inviando un messaggio diretto all’account ufficiale su Twitter oppure mediante l’app Wind Talk disponibile per Android e per iOS. Per maggiori dettagli, leggi il mio tutorial su come parlare con un operatore Wind.

Se invece non ti interessa fare la disdetta Wind ma preferisci cedere il contratto ad un’altra persona, scarica questo modulo per la proposta di cessione del contratto sul tuo computer. Per eseguire il download del modulo, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk e seleziona la voce Salva oggetto con nome/Salva link con nome dal menu che compare per avviarne subito il download.

A download effettuato, stampa il modulo, compilalo e spediscilo a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo WIND TELECOMUNICAZIONI S.p.A. – Casella Postale 14155, Ufficio Postale Milano 65, Cap 20152 Milano (MI).

Infine, ti segnalo che se hai una SIM Wind scaduta e vuoi riversare il suo credito residuo su una nuova scheda ricaricabile, puoi scaricare il modulo per la richiesta del credito residuo disponibile sul sito di Wind. Una volta scaricato il documento, stampalo, compilalo e spediscilo tramite raccomandata A/R seguendo le indicazioni viste per le altre documentazioni ed allegando ad esso la copia di un documento d’identità valido.

Come fare la disdetta Wind per la linea fissa

Passaggio ad altro gestore

Disdetta Wind

Hai deciso di passare ad un altro operatore telefonico per la tua linea fissa e vorresti capire come fare la disdetta Wind (Infostrada)? In tal caso, il primo passo che devi compiere è quello di chiamare il servizio clienti del nuovo operatore con cui è tua intenzione abbonarti e comunicare a quest’ultimo il tuo codice di migrazione Infostrada.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, il codice di migrazione altro non è che un codice alfanumerico composto da 7-18 caratteri che permette di identificare in maniera univoca le linee telefoniche e, quindi, di autorizzare facilmente il cambio di operatore con la portabilità del numero (cioè mantenendo il proprio numero). Il codice è scritto nella bolletta di Infostrada oppure può essere richiesto telefonicamente, contattando il 155, pigiando poi il tasto relativo alla linea fissa e selezionando sul tastierino numerico del tuo telefono l’apposita opzione.

Una volta comunicato il codice di migrazione al nuovo gestore (la telefonata viene registrata in modo tale da evitare eventuali quisquilie legali) tu non dovrai fare più nulla. Saranno infatti i due provider a comunicare tra loro e ad occuparsi della faccenda in maniera autonoma e, salvo complicazioni, nel giro di una decina di giorni lavorativi completeranno la procedura di migrazione.

Intanto tu riceverai dei documenti da parte del nuovo operatore tramite email o tramite posta “tradizionale”. Tali documenti andranno stampati (nel caso della mail), compilati, firmati e inviati via fax o raccomandata A/R seguendo le indicazioni ricevute. Alla documentazione in oggetto ti verrà chiesto di allegare anche la copia di un documento d’identità in corso di validità.

Per quanto concerne riguarda invece i costi di disattivazione previsti per il passaggio da Wind (Infostrada) a un altro operatore, la cifra da pare ammonta a 35,00 euro. Le apparecchiature concesse in comodato d’uso, come ad esempio il modem, vanno invece restituire entro 30 giorni dalla disattivazione della linea presso qualsiasi centro Wind oppure vanno acquistate pagando 40,00 euro per dispositivo se non sono ancora trascorsi 24 mesi dalla sottoscrizione del contratto telefonico o 1,00 euro se l’abbonamento è durato più di 2 anni.

Per maggiori info circa la procedura da seguire per cambiare gestore, puoi leggere il mio tutorial su come cambiare operatore telefonico che ho pubblicato qualche tempo fa qui sul mio blog. Lì trovi illustrati in dettaglio tutti i passaggi da compiere a prescindere dal provider di partenza o destinazione.

Disdetta entro 14 giorni dall’attivazione

Disdetta Wind

Se il tuo abbonamento Wind (Infostrada) è in vigore da meno di 14 giorni puoi annullarlo senza dover sostenere alcun costo usufruendo del diritto di recesso previsto dalla legge. Per usufruire di questa possibilità, tienilo però ben a mente, è necessario che il tuo contratto con il provider sia stato stipulato a distanza o comunque al di fuori dei locali commerciali dell’azienda.

Se rispetti i requisiti di cui sopra, tutto quello che devi fare è scaricare questo modulo sul tuo computer. Per eseguire il download del modulo, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk e seleziona la voce Salva oggetto con nome/Salva link con nome dal menu che compare per avviarne subito il download. Nel caso in cui il modulo non dovesse risultare disponibile, puoi collegarti al sito Internet di Infostrada e scaricarlo facendo clic sul collegamento Modulo per la richiesta di recesso.

A download effettuato, stampa il modulo, compilalo e spediscilo a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo WIND Telecomunicazioni S.p.A. – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano MI. Anche in tal caso, ricordarti di allegare una copia di uno tuo documento di identità valido.

Come già accennato, non dovrai sostenere alcun costo per la cessazione dell’abbonamento. Nel caso in cui avessi ricevuto eventuali apparecchi in comodato d’uso dall’operatore, dovrai però provvedere a restituirli entro 30 giorni dalla disattivazione della linea recandoti presso un qualsiasi centro Wind presente nella tua zona.

Cessazione totale della linea

Disdetta Wind

Se invece vuoi effettuare la disdetta Wind (Infostrada) perché è tua intenzione cessare definitivamente la linea, la prima cosa che devi fare è quella di collegarti a questa pagina del sito Internet dell’operatore e cliccare sul collegamento Modulo per la richiesta di disdetta del tuo contratto per scaricare il modulo PDF necessario ad annullare il contratto telefonico. Per eseguire il download del modulo, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per avviarne subito il download e seleziona la voce Salva oggetto con nome/Salva link con nome dal menu che compare.

A questo punto, non ti resta altro da fare se non stampare il modulo appena scaricato dal sito di Wind, compilarlo e spedirlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo WIND Telecomunicazioni S.p.A. – Casella Postale 14155, Ufficio Postale Milano 65, Cap 20152 Milano (MI). Ricordati di allegare anche la copia di un documento d’identità valido, altrimenti il modulo non verrà preso in considerazione dal gestore.

Una volta effettuati tutti i passaggi di cui sopra, la disdetta diverrà effettiva entro 30 giorni dalla ricezione del modulo compilato. In altri termini, una volta spedita la raccomandata dovrai continuare a pagare il servizio per un mese.

Per quanto concerne i costi di disattivazione, dovrai pagare 65,00 euro per la cessazione completa della linea oppure 50,00 euro per cessazione del solo servizio voce. In concomitanza con la disdetta della linea, puoi scegliere se acquistare il modem e gli altri apparati Infostrada forniti in comodato d’uso pagando una cifra pari a 40,00 euro per dispositivo se non sono ancora passati 24 mesi dalla sottoscrizione del contratto telefonico oppure 1,00 euro se la soglia contrattuale di 24 mesi è stata superata.

Tieni presente che i costi di disattivazione della linea possono essere soggetti a variazioni. Per restare sempre aggiornato a riguardo, puoi consultare questa pagina del sito Internet di Wind. Inoltre, ti suggerisco di dare uno sguardo alle condizioni generali di contratto che puoi trovare su quest’altra pagina cliccando sul collegamento Condizioni generali di contratto che si trova sopra la voce Condizioni Generali di Contratto per i Clienti Residenziali.

Se dopo aver inviato la raccomandata cambi idea, puoi tornare sui tuoi passi e annullare la disdetta del contratto Infostrada utilizzando l’apposito modulo di revoca disponibile sul sito del gestore. Anche in tal caso, il documento va stampato, compilato e spedito tramite raccomandata A/R all’indirizzo che ti ho indicato poc’anzi con in allegato la copia di un documento di identità valido.