Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Live Protection: che cos’è e come funziona

di

Stai cercando una soluzione in grado di trasformare la tua abitazione in una smart home, tuttavia non hai voglia di "smanettare" con dispositivi troppo difficili da configurare o di spendere cifre folli per raggiungere questo scopo? Allora credo che potresti essere interessato alle soluzioni offerte da Live Protection.

Live Protection è una società del gruppo Linkem che propone diversi servizi e prodotti per la smart home, tra cui un kit composto da una videocamera di sorveglianza e vari sensori per mantenere la propria casa sempre sotto controllo, anche quando si è in viaggio (o, molto più semplicemente, in ufficio). Permette di controllare quello che succede nella propria abitazione con l’ausilio di una semplice app per smartphone, ricevere avvisi in caso di movimenti sospetti o aperture di porte/finestre e di comandare a distanza l’accensione o lo spegnimento dei propri dispositivi elettronici, il tutto in maniera semplicissima.

Le soluzioni Live Protection sono poi abbinate a un call center attivo 24/7, che permette di ricevere comunicazioni tempestive in caso di allarme, e comprendono l’installazione gratuita. Come dici? La cosa ti sembra interessante e quindi vorresti saperne di più? Bene, allora continua a leggere: qui sotto trovi spiegato cos’ è Live Protection e come funziona fin nei minimi dettagli.

Indice

Prodotti e prezzi di Live Protection

Prima di entrare nel vivo del tutorial e spiegarti come funziona Live Protection, mi sembra doveroso illustrarti i prodotti offerti dall’azienda, grazie ai quali potrai trasformare la tua abitazione in una smart home e prenderti cura di essa, così come dei tuoi cari, anche quando sei lontano da casa.

Smart Home

Live Protection Starter Kit

Lo Starter Kit Live Protection è il kit che permette di entrare nel mondo della smart home Live Protection. Include ben cinque dispositivi, che trovi elencati di seguito, più una serie di servizi che consentono di monitorare e gestire la propria abitazione con facilità.

  • Smart Hub – è il cuore del sistema Live Protection, cioè l’unità centrale che consente di collegare tutti i dispositivi di Live Protection e di gestirli attraverso un’app per smartphone. È dotato di connettività Ethernet, Wi-Fi, Z-Wave, Zigbee ed LTE cat1 (quindi tutti i maggiori standard diffusi a livello mondiale). Si alimenta tramite la presa della corrente ma include anche una batteria da 3.7V e 2.300mAh che subentra in caso di blackout, in modo da evitare lo spegnimento dell’hub. Per la connessione alla rete usa un cavo Ethernet, che va collegato al router di casa, ma supporta anche l’inserimento di una SIM dati 4G.
  • Videocamera motorizzata – una videocamera per interni in grado di catturare immagini in tempo reale a 720p, con sensore a infrarossi. Consente di visualizzare immagini fino a 8 metri di distanza in qualsiasi condizione di luminosità. Si può comandare da remoto via app e permette di cambiare inquadratura (si sposta di 355° in orizzontale e 90° in verticale) con un semplice tap. Inoltre, consente di registrare video e di ricevere allarmi in caso di movimenti sospetti rilevati nelle aree monitorate. Si alimenta tramite presa elettrica. È disponibile anche separatamente, al costo di 49 euro.
  • Sensore di movimento – un sensore per rilevare il movimento di persone, animali o altri oggetti. Si può acquistare anche singolarmente, al prezzo di 39 euro.
  • Sensore porta/finestra – un sensore di facile installazione che permette di rilevare da app l’apertura e la chiusura di porte e finestre. Si può acquistare anche singolarmente, al prezzo di 29 euro.
  • Presa intelligente – una presa Smart, caratterizzata da dimensioni compatte e peso ridotto, che permette di gestire a distanza l’accensione e lo spegnimento di apparecchiature elettriche. Si può acquistare anche singolarmente, al prezzo di 44 euro.

Da segnalare, poi, la possibilità di espandere lo Starter Kit di Live Protection con l’acquisto di altri dispositivi non inclusi nel pacchetto base (gestibili anch’essi tramite app).

  • Sensore anti allagamento – rileva le perdite d’acqua, gli allagamenti e la presenza di acqua sul pavimento, inviando notifiche in caso di allarme. Funziona senza fili ed è molto facile da connettere. Costa 49 euro. Maggiori info qui.
  • Sirena allarme – una sirena che permette di segnalare intrusioni o il rilevamento di un’anomalia (es. la presenza di fumo o allagamento) tramite allarmi luminosi e sonori. È molto facile da installare e costa 61 euro. Maggiori info qui.

Lo Starter Kit di Live Protection si può acquistare al prezzo di 249 euro (in promo fino al 31 maggio 2019 rispetto al prezzo standard di 299 euro), a cui vanno sommati i 9,90 euro/mese (in promo fino al 31 maggio 2019 rispetto al prezzo standard di 14,90 euro/mese) da versare come canone per i servizi Live Protection.

L’abbonamento ai servizi Live Protection include: un call center attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 che ti contatterà in caso di allarme (se non sei reperibile, puoi comunicare fino a 3 ulteriori numeri telefonici su cui essere chiamato in caso di emergenza); l’installazione e la configurazione del kit senza costi aggiuntivi e l’accesso all’app Live Protection per Android e iOS (compatibile con Android 4 e successivi e iOS 9 e successivi), mediante la quale comandare i dispositivi della tua smart home e monitorare quello che succede in casa. Maggiori info qui.

Se intendi usufruire dell’opzione Sempre Online per avere la connettività 4G inclusa ed essere sicuro del funzionamento del kit anche in caso di malfunzionamento della tua linea Internet di casa, il canone mensile sale a 14,90 euro/mese (in promo fino al 31 maggio 2019 rispetto al prezzo standard di 19,90 euro/mese). Maggiori info qui.

Smart Sensor

Smart Sensor Live Protection

Live Protection propone anche delle soluzioni prepagate, che funzionano senza connessione Internet e senza corrente elettrica: si tratta degli Smart Sensor, che includono al loro interno una SIM M2M per la trasmissione dei dati senza connessione Wi-Fi e una batteria ricaricabile ad alta durata, che permette il funzionamento dei sensori senza l’ausilio di una presa elettrica.

Gli Smart Sensor permettono di monitorare vari elementi e inviano notifiche tramite app, email o SMS (quest’ultima funzione è supportata solo da alcuni di essi però). Il loro prezzo è di 99 euro, con incluso 1 anno di connettività 2G per il monitoraggio del sensore, il supporto del Customer Care Live Protection e l’utilizzo dell’app Live Protection (tramite cui gestire i dispositivi). Al termine dei 12 mesi, è possibile ricaricare il proprio Smart Sensor comodamente dall’area Clienti Live Protection o presso i rivenditori autorizzati.

Di seguito, puoi trovare l’elenco degli Smart Sensor presenti attualmente nel catalogo di Live Protection.

  • Smart Water – per prevenire danni o guasti da allagamento. Maggiori info qui.
  • Smart Smoke – per rilevare eventuale presenza di fumo in casa e guadagnare tempo prezioso in caso di incendio. Maggiori info qui.
  • Smart Access – per ricevere allarmi in caso di apertura o chiusura di porte o finestre. Maggiori info qui.
  • Smart Move – per rilevare movimenti sospetti in casa e ricevere avvisi a tal riguardo. Maggiori info qui.
  • Smart Mem – per rilevare i consumi di energia elettrica o dei pannelli fotovoltaici e ricevere avvisi in caso di anomalie. Maggiori info qui.

Se vuoi saperne di più circa gli Smart Sensor di Live Protection, consulta il sito ufficiale dell’azienda.

Come acquistare Live Protection

Acquisto Starter Kit Live Protection

Per acquistare lo Starter Kit di Live Protection, collegati al sito Internet di Live Protection e scegli un prodotto tra Starter Kit e Starter Kit Sempre Online, dopodiché clicca sui pulsanti Aggiungi al carrello e Vai alla cassa e digita il CAP della tua residenza nel box che compare al centro dello schermo.

A questo punto, premi sul bottone Verifica CAP, per verificare la disponibilità dei servizi Live Protection nella tua zona e, in caso di esito positivo, clicca sul pulsante Prosegui, per andare avanti.

Adesso, se non hai ancora un account Live Protection, clicca sul pulsante Registrati presente nella pagina che si è aperta e compila il modulo che ti viene proposto con tutti i tuoi dati personali: nome, telefono, indirizzo ecc.

Successivamente, nella sezione Crea il tuo account Live Protection del modulo, inserisci il tuo indirizzo email e la password che vuoi usare per accedere al tuo account Live Protection e clicca sul pulsante Continua (in basso a destra), per proseguire.

Fatto ciò, devi inserire l’indirizzo d’installazione del kit: se è lo stesso che hai indicato come indirizzo di fatturazione, spunta la casella Copia i dati dalle informazioni di Fatturazione per compilare automaticamente i campi, dopodiché clicca sul bottone Continua (in basso a destra), per andare avanti.

Analizza, ora, le modalità di spedizione disponibili (dovrebbe esserti proposta automaticamente la consegna tramite corriere espresso), premi su Continua, inserisci i dati della modalità di pagamento che desideri utilizzare (quindi i dati della tua carta di credito/debito) e premi ancora una volta su Continua.

Per concludere, verifica che il riepilogo dell’ordine sia corretto e dai conferma, premendo sull’apposito pulsante, per effettuare la transazione e completare l’acquisto dello Starter Kit Live Protection (che ti arriverà a casa entro pochi giorni).

In alternativa, sappi che puoi acquistare i kit Live Protection chiamando il servizio clienti Live Protection allo 06.95555 oppure presso i rivenditori autorizzati, che puoi trovare su questa pagina.

Come funziona Live Protection

Dopo aver analizzato i dispositivi e i prezzi di Live Protection, direi che sei pronto a scoprire come configurare e utilizzare il kit per trasformare la tua abitazione in una smart home: trovi tutte le indicazioni di cui hai bisogno proprio qui sotto.

Installazione del kit

Installazione kit Live Protection

Una volta acquistato lo Starter Kit di Live Protection, devi estrarlo dalla confezione di vendita e installare i vari dispositivi contenuti in esso.

Se ti sembra complicato non temere, l’installazione dello Starter Kit è inclusa nel prezzo, sarai contattato da un tecnico specializzato che, fissato un appuntamento, ti aiuterà a posizionare e configurare i dispositivi nel miglior modo possibile.

Il primo passo che devi compiere, dunque, è collegare lo Smart Hub all’alimentazione elettrica e al router di casa, usando i cavi forniti in dotazione (quindi, rispettivamente, il cavo di alimentazione e il cavo Ethernet). Fatto ciò, accedi l’hub usando l’apposito tasto presente sul retro del dispositivo e attendi che i 3 LED frontali si colorino di bianco (ci vorranno circa 30 secondi) puoi passare all’installazione degli altri dispositivi.

Per quanto concerne la videocamera motorizzata, prima di posizionare quest’ultima nella stanza che vuoi monitorare e nella posizione che ritieni più congeniale alle tue necessità (sapendo che puoi modificarne l’inquadratura da remoto di 355° in orizzontale e di 90° in verticale), devi connetterla al router che usi per collegarti a Internet (tramite cavo Ethernet) e, ovviamente, all’alimentazione elettrica. Dopo aver effettuato la sua configurazione nell’app di Live Protection, potrai collegarla via Wi-Fi e dunque posizionarla lontana dal router.

Il sensore porta/finestra e il sensore di movimento, invece, vanno prima attivati, aprendoli e rimuovendo la linguetta di sicurezza presente sui contatti delle batterie (le batterie sono fornite in dotazione, il corretto funzionamento dei dispositivi viene segnalato dall’accensione di una spia LED rossa), e poi posizionati dove si ritiene più opportuno.

Infine, c’è la presa intelligente, che va semplicemente connessa a una presa a muro (o a una "ciabatta") e alla quale va collegato l’apparecchio che si desidera azionare/spegnere a distanza, tramite app.

Configurazione iniziale dell’app Live Protection

Configurazione app Live Protection

Dopo aver installato i dispositivi del kit Live Protection, per poterli gestire dal tuo smartphone (o dal tuo tablet), devi installare e configurare l’app Live Protection, che è disponibile gratuitamente per Android e iOS.

Avvia, dunque, lo store predefinito del tuo dispositivo (Play Store se usi un terminale Android o App Store se usi un iPhone o un iPad), cerca "live protection" all’interno di quest’ultimo e procedi con l’installazione dell’app, facendo tap prima sua icona presente nei risultati della ricerca e poi sul pulsante Ottieni/Installa, nella schermata che si apre. Se usi un dispositivo iOS, potresti dover autorizzare il download usando il Face ID, il Touch ID o immettendo la password del tuo ID Apple.

A download completato, avvia l’app Live Protection facendo tap sulla sua icona presente in home screen e, se necessario, acconsenti alla ricezione di notifiche da parte di quest’ultima. Premi poi sul pulsante Primo accesso e digita, nei campi Codice cliente e Password temporanea, il codice cliente e la password temporanea che hai ricevuto via SMS da Live Protection.

A questo punto, fai tap sul pulsante Avanti, inserisci l’Activation Code (che puoi trovare sull’etichetta posta sul lato posteriore dell’hub o del manuale utente) e il Codice contratto (presente sempre nell’SMS che hai ricevuto da Live Protection) negli appositi campi di testo e premi nuovamente su Avanti.

Adesso, assegna un nome al tuo sistema di smart home, vai ancora avanti, configura una password da usare per accedere al tuo account Live Protection (digitandola nei due relativi campi di testo) e premi sul pulsante Salva e termina, in modo da avviare la procedura di attivazione del tuo account: l’operazione potrebbe durare qualche secondo, quindi cerca di avere pazienza e, nel frattempo, non chiudere l’app.

Una volta ottenuta la conferma relativa all’attivazione dell’account, premi sul pulsante Accedi ora, consenti l’accesso a notifiche e foto da parte dell’app di Live Protection (se necessario) ed esegui l’accesso con i dati dell’account che hai appena convalidato.

Fatto ciò, se sono disponibili aggiornamenti firmware per l’hub, la cosa ti verrà notificata: per accettare lo scaricamento e l’installazione di questi ultimi (operazione altamente consigliata), clicca sul pulsante Aggiornamento firmware e attendi pazientemente che tutto venga portato a termine. Dopodiché premi sul pulsante Termina aggiornamento, per cominciare a gestire i dispositivi della tua smart home.

Associazione dei dispositivi

Aggiunta dispositivi in Live Protection

Per poter gestire i tuoi dispositivi tramite app, devi prima associarli a quest’ultima. Avvia, dunque, l’app di Live Protection sul tuo smartphone e premi sul pulsante Aggiungi dispositivo presente in home page (la schermata principale dell’applicazione, accessibile premendo sull’icona della casetta).

A questo punto, se intendi associare all’app di Live Protection un sensore o una presa intelligente, cerca il tasto di pairing sul dispositivo di tuo interesse (sui sensori si trova generalmente accanto al vano delle batterie, mentre sulla presa intelligente si trova di lato) e premi quest’ultimo 3 o 4 volte di seguito.

Attendi, quindi, che l’app riconosca il dispositivo, digita il nome che vuoi assegnare a quest’ultimo nell’apposito campo di testo e premi sul bottone Completa associazione, per completare la procedura. Se ti viene chiesto di aggiungere il dispositivo alla regola LiveProtection, accetta.

Per quanto riguarda la videocamera, invece, i passaggi da compiere sono diversi. Per prima cosa, recati nell’home page dell’app di Live Protection e premi i pulsanti Aggiungi webcam (in fondo a sinistra) e Procedi (per confermare il fatto che la videocamera è accesa e connessa al router tramite cavo Ethernet).

A questo punto, attendi che la videocamera venga rilevata dall’app, selezionala, premi sul pulsante Prosegui e scegli se continuare a usarla tramite collegamento via cavo Ethernet o se configurarla per l’uso in Wi-Fi: nel primo caso, devi semplicemente assegnare un nome al dispositivo (digitandolo nell’apposito campo di testo) e premere sui pulsanti Salva e (in modo da confermare anche l’aggiunta della videocamera alla regola LiveProtection). Nel secondo caso, invece, devi selezionare la rete Wi-Fi a cui connettere il dispositivo, immettere la relativa chiave d’accesso e digitare il nome che vuoi assegnare alla videocamera. In caso di configurazione in Wi-Fi, Live Protection suggerisce di utilizzare la rete Wi-Fi dell’Hub per una maggiore sicurezza.

In alternativa a come ti ho appena illustrato, puoi aggiungere nuovi dispositivi all’app Live Protection recandoti nella sezione Dispositivi della stessa (l’icona della spina) e premendo sul pulsante + collocato in alto a destra. Scegli dunque se associare all’applicazione un dispositivo dotato di sensore Z-Wave (es. un sensore o una spina intelligente) o una videocamera e poi segui le indicazioni che ti ho dato prima (i passaggi da compiere sono sempre gli stessi).

Gestione dei dispositivi

Gestione dispositivi Live Protection

Una volta completata la procedura di associazione dei dispositivi, puoi visualizzare lo stato di questi ultimi e gestirli tramite l’app Live Protection.

Per essere più precisi, recandoti nella sezione Dispositivi dell’applicazione (quella contraddistinta dall’icona della spina), puoi trovare la lista completa dei tuoi dispositivi e visualizzare lo stato di ognuno di essi. Premendo sul nome di un dispositivo, infatti, si apre una schermata suddivisa in due schede: Principale, con le statistiche del dispositivo aggiornate in tempo reale (es. stato del rilevamento allarme, luminosità e livello batteria per il sensore di movimento o energia, consumo, corrente assorbita e tensione per la presa intelligente) ed Eventi, con la lista di tutti gli eventi registrati (es. i movimenti rilevati, per il sensore di movimento).

Per quanto riguarda la presa intelligente, nella scheda Principale, c’è anche una levetta che permette di accendere e spegnere il dispositivo a distanza. Inoltre, ti segnalo che facendo tap sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra, puoi gestire qualsiasi dispositivo selezionato rinominandolo o eliminandolo (quindi dissociandolo) dall’app: basta selezionare una delle voci che compaiono sullo schermo.

Per quanto concerne la videocamera, invece, nella scheda Principale ci sono le riprese in tempo reale effettuate dal dispositivo, i pulsanti per muovere l’inquadratura (le frecce direzionali) e quello per effettuare riprese video (Rec), mentre nella scheda Lista video c’è la lista dei video registrati. Premendo, poi, sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra è possibile modificare il nome della videocamera e attivare/disattivare la connessione Wi-Fi per quest’ultima.

Gestione videocamera

Ti segnalo che puoi accedere alle pagine di gestione dei tuoi dispositivi anche recandoti nell’home page dell’app Live Protection (quella contraddistinta dall’icona della casetta), selezionando il dispositivo di tuo interesse e poi la voce Visualizza dal menu che si apre.

Premendo sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra, invece, puoi verificare la disponibilità di aggiornamenti per il firmware per l’hub e modificare la password del Wi-Fi.

Regole

Regole Live Protection

Le regole permettono di programmare l’hub di Live Protection con degli automatismi basati sul criterio SE-ALLORA (IF-THEN). In poche parole, è possibile impostare i dispositivi che fanno parte del kit in modo che, al verificarsi di determinate condizioni, vengano eseguite specifiche operazioni. Ad esempio, è possibile fare in modo che, al rilevamento di un movimento da parte del sensore del movimento, venga azionata automaticamente la videocamera di sorveglianza e venga inviato automaticamente un avviso all’utente. Oppure potresti configurare una regola attiva solo la notte che al registrarsi di un movimento nel corridoio accende una luce di cortesia collegata alla presa intelligente.

Nell’app è presente anche una regola predefinita, Live Protection, che è possibile attivare o disattivare grazie alle apposite levette presenti nella home page e nella lista regole (la schermata contraddistinta dall’icona della cartellina), ma che non è possibile eliminare.

La regola Live Protection fa sì che tutti i dispositivi aggiunti ad essa, nel caso in cui si verifichi un evento scatenante (es. il rilevamento di un movimento da parte del sensore di movimento o l’apertura di una porta rilevata dal sensore porta/finestra), facciano partire le riprese della videocamera, delle notifiche via push o email e la chiamata al cliente da parte del Call Center di Live Protection. I video registrati dalla videocamera restano disponibili sul cloud per 14 giorni e sono accessibili selezionando l’icona Cloud dall’home page dell’app Live Protection.

Per creare una regola personalizzata, accedi alla lista regole dell’app Live Protection (l’icona della cartellina) e premi sul pulsante +, collocato in alto a destra. In alternativa, vai nell’home page dell’applicazione e premi sull’icona Aggiungi regola.

Nella schermata che ti viene proposta, digita quindi il nome che intendi assegnare alla tua regola, usando il campo di testo collocato in alto. Dopodiché premi sul pulsante Aggiungi dispositivo, nella sezione SE, e scegli un dispositivo tra quelli disponibili (es. il sensore movimento). Indica poi l’evento che deve far azionare la regola (es. rilevamento allarme), quindi un valore relativo a quest’ultimo (es. movimento o nessun movimento, nel caso del sensore di movimento) e premi sul pulsante Salva, per andare avanti.

A questo punto, se lo ritieni opportuno, premi sul pulsante Aggiungi dispositivo relativo alla sezione ALLORA e scegli quale dispositivo azionare al verificarsi della condizione impostata in precedenza. Ad esempio, potresti selezionare la videocamera, quindi un’azione correlata alla stessa (es. avvia registrazione) e fare in modo che al verificarsi della condizione specificata in precedenza (es. il rilevamento di un movimento da parte del sensore di movimento) venga avviata la registrazione di un video. Per impostazione predefinita, viene attivata anche l’azione Notifiche,che permette di ricevere un avviso al verificarsi della condizione specificata nella sezione SE.

Per concludere, premi sul pulsante (+) Aggiungi, scegli, se lo desideri, i giorni della settimana e gli orari in cui far valere la regola che stai creando e premi sui pulsanti Continua, Termina e Salva, per salvare il tutto. Per attivare la regola, dovrai spostare su ON la relativa levetta nella lista regole di Live Protection.

Scenari

Scenari Live Protection

Gli scenari permettono di raggruppare più regole o dispositivi e di comandarli tutti con un solo tocco, attivandoli o disattivandoli in base alle proprie esigenze. Per farti un esempio pratico, potresti creare uno scenario per accendere e spegnere più regole contemporaneamente o per accendere o spegnere più dispositivi nello stesso momento.

Per creare un nuovo scenario, accedi alla lista scenari dell’app Live Protection (l’icona della bacchetta magica) e premi sul pulsante +, collocato in alto a destra. In alternativa, vai nell’home page dell’applicazione e premi sull’icona Aggiungi scenario.

A questo punto, usa il campo collocato in alto per assegnare un nome allo scenario che stai per creare, dopodiché premi sul pulsante Aggiungi regola o dispositivo, seleziona il dispositivo o la regola che vuoi comprendere nello scenario e indica come questo dovrà essere quando lo scenario sarà attivo (attivo o disattivo). Fatto ciò, indica anche come dovrà essere il dispositivo o la regola quando lo scenario sarà disattivo (attivo o disattivo) e premi sul pulsante Salva, per salvare i cambiamenti.

Adesso ripeti la stessa procedura per tutti i dispositivi e/o le regole che vuoi includere nello scenario e, quando hai finito, premi sul pulsante Termina, per salvare il tutto. Se vuoi, premendo sulla bacchetta magica situata accanto al nome della regola, puoi anche assegnare un’icona personalizzata a quest’ultima.

Una volta creati, potrai gestire i tuoi scenari e scegliere quando attivarli o disattivarli recandoti nella lista scenari o nella home page dell’app Live Protection.

In caso di dubbi o problemi

Supporto Live Protection

Se hai ancora dei dubbi circa il funzionamento di Live Protection e/o stai riscontrando dei problemi nella configurazione del tuo kit, puoi provare a consultare la pagina di supporto ufficiale di Live Protection, dove sono presenti le risposte alle domande poste più di frequente dagli utenti.

Se poi, tra i tanti quesiti presenti sul sito, non riesci a trovare quello di tuo interesse, scorri la pagina fino e in fondo e usa il form di contatto (quello collocato sotto la voce Non hai trovato le info che cercavi?) per inviare un messaggio all’assistenza di Live Protection, che ti risponderà nel più breve tempo possibile. Prima di inviare la tua richiesta, ricordati di apporre il segno di spunta accanto alla voce Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy e trattamento dei dati personali. Oppure puoi chiamare il Customer care di Live Protection allo 0695555 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 20:00.

Articolo realizzato in collaborazione con Live Protection.