Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per hotspot

di

Hai bisogno di portare momentaneamente il segnale del Wi-Fi in una stanza della tua abitazione che il router non riesce a coprire, ma vorresti evitare l’acquisto di ripetitori? Non hai una connessione dati attiva sullo smartphone e vorresti sapere se in zona ci sono delle connessioni Wi-Fi liberamente accessibili alle quali poterti appoggiare? Allora direi proprio che sei capitato sulla guida giusta al momento giusto. Nelle righe successive, infatti, trovi indicati diversi programmi per hotspot che potrebbero fare al caso tuo.

Qualora te lo stessi chiedendo, con il termine hotspot si fa solitamente riferimento alla capacità di un dispositivo di poter essere sfruttato a mo’ di modem per condividere la propria connessione con altri device nelle vicinanze e a tutte quelle connessioni senza fili liberamente accessibili in giro per il mondo, offerte da locali, Comuni e strutture varie, quasi sempre gratis (magari in cambio di una registrazione).

Allora? Che ne diresti di mettere finalmente le chiacchiere da parte e di iniziare a provare le varie soluzioni che trovi segnalate di seguito. Sì? Benissimo! Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai pronto a fornire utili suggerimenti ai tuoi amici interessati allo stesso argomento. Scommettiamo?

Indice

Programmi per hotspot PC

Iniziamo da quelli che sono i migliori programmi per hotspot per PC, vale a dire le soluzioni di cui puoi avvalerti dal tuo computer per trasformare quest’ultimo in un punto d’accesso wireless e permettere ad altri dispositivi nelle vicinanze di usufruire, a mezzo Wi-Fi, dalla medesima connessione a Internet del tuo PC.

Condivisione rete di Windows 10

Condivisione rete Windows 10

Se quello che stai usando è un computer equipaggiato con Windows 10, sono lieto di comunicarti che non devi necessariamente ricorrere all’uso di programmi per hotspot di terze parti, in quanto tutto ciò di cui hai bisogno è già presente sul tuo PC. La più recente versione del sistema operativo di casa Microsoft, infatti, integra una funzione che consente di sfruttare la condivisione della connessione, a patto che la scheda di rete in uso supporti la suddetta feature.

Per sincerarti della cosa, apri il Prompt dei comandi, facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) posto sulla barra delle applicazioni, digitando cmd nel campo di ricerca e selezionando il risultato pertinente dall’elenco, e, una volta visualizzata la relativa finestra sul desktop, digita il comando NETSH WLAN show drivers seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera. Se la tua scheda di rete supporta la condivisione della connessione, in corrispondenza della dicitura Rete ospitata supportata che viene restituita come output troverai la voce .

Successivamente, impartisci i seguenti comandi per abilitare la condivisione della connessione sul computer: NETSH WLAN set hostednetwork mode=allow ssid=nome_SSID key=chiave_accesso (al posto di nome_SSID e chiave_accesso devi digitare il nome che vuoi assegnare alla rete wireless da creare con il computer e la password necessaria ad accedervi) e NETSH WLAN start hostednetwork, entrambi seguiti sempre dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, chiudi il Prompt dei comandi e apri il Pannello di controllo, selezionando il relativo collegamento presente nel menu Start. Recati, dunque, nella sezione dello stesso in cui trovi elencate tutte le connessioni di rete, seleziona la voce Rete e Internet e/o Centro connessioni di rete e condivisione (a seconda del tipo di visualizzazione impostata), dopodiché fai clic sulla dicitura Modifica impostazioni scheda posta a sinistra.

Nella nuova finestra visualizzata sullo schermo, fai clic destro sull’icona della connessione che è tua intenzione condividere (es. Connessione alla rete locale (LAN)) e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nell’ulteriore finestra visualizzata, seleziona la scheda Condivisione, spunta le caselle accanto alle voci Consenti ad altri utenti in rete di collegarsi tramite la connessione Internet di questo computer e Consenti ad altri utenti in rete di controllare o disabilitare la connessione Internet condivisa, indica il nome dell’adattatore di rete da condividere (es. Wi-Fi) dal menu a tendina Connessione rete domestica e clicca sul bottone OK, per salvare le modifiche.

A partire da questo momento, potrai usare la connessione del computer per collegare anche altri dispositivi. Ricorda, comunque, di disattivare l’hotspot quando non ne avrai più bisogno, richiamando il Prompt dei comandi, immettendo il comando NETSH WLAN stop hostednetwork e schiacciando il tasto Invio sulla tastiera. In seguito, per attivarlo nuovamente, ti basterà immettere il comando NETSH WLAN start hostednetwork, sempre seguito dalla pressione del pulsante Invio.

Virtual Router (Windows)

Virtual Router

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per hotspot è praticamente d’obbligo parlare di Virtual Router, in special modo se stai usando un computer con Windows 8.x o una versione precedente del sistema operativo: si tratta, infatti, di un software gratuito che consente di trasformare qualsiasi computer in un punto di accesso Wi-Fi in grado di amplificare il segnale proveniente da un router. È facilissimo da usare e non richiede alcuna configurazione avanzata. La rete che crea può inoltre essere protetta da una password scelta dall’utente.

Per scaricare il programma sul tuo computer, recati sulla pagina per il download presente sul sito Internet di MajorGeeks e clicca sul collegamento Download Locations che si trova a destra.

A scaricamento ultimato, apri il file .msi ottenuto. Nella finestra che compare sul desktop, clicca sul bottone Next per tre volte consecutive e, successivamente, premi prima sul pulsante su e poi su quello Close, per portare a termine il setup.

Se durante la procedura d’installazione vedi comparire un messaggio facente riferimento alla mancanza del .Net Framework 3.5 sul PC, fai clic sul bottone Yes in risposta all’avviso visualizzato, in modo tale da poter procedere con il download e l’installazione di quest’ultimo.

Una volta completata la procedura d’installazione di Virtual Router, avvia il programma, selezionando il relativo collegamento che è stato aggiunto sul desktop, e crea la tua rete senza fili sfruttando la connessione a Internet del PC in uso, digitando nel campo Network Name (SSID) il nome che vuoi assegnarle e nel campo Password la password che vuoi usare per evitare accessi indesiderati a quest’ultima.

Provvedi poi a selezionare dal menu Shared connection la connessione che è tua intenzione condividere (es. Ethernet o Connessione rete wireless) e fai clic sul bottone Start Virtual Router, in modo tale da generare l’hotspot.

Quando non ne avrai più bisogno, ricordati di disabilitare l’hotspot, facendo clic sul pulsante Stop Virtual Router che trovi nella finestra del programma.

Condivisione Internet di macOS

Condivisione Internet di macOS

Se possiedi un Mac, sono felice di comunicarti che, similmente a quanto è possibile fare con Windows 10, anche macOS dispone di una funzione "di serie" che consente di sfruttare il computer come hotspot. Usando la funzione per la condivisione Internet, dunque, puoi condividere una rete cablata in modalità wireless oppure effettuare l’operazione inversa, ovvero trasformare una rete wireless in cablata per poter collegare i dispositivi che non supportano la connessione senza fili.

Per abilitare la suddetta funzionalità, clicca sull’icona di Preferenze di Sistema (quella con l’ingranaggio) che trovi sulla barra Dock e, nella finestra che compare sul desktop, seleziona l’icona di Condivisione. In seguito, seleziona prima la dicitura Condivisione Internet presente nella barra laterale di sinistra e poi il tipo di connessione che intendi condividere (es. Wi-Fi o Ethernet) dal menu a tendina Condividi la tua connessione da posto a sinistra.

Provvedi poi a selezionare il tipo di tecnologia da usare per propagare il segnale dell’hotspot (es. Wi-Fi, per creare un punto d’accesso wireless partendo da una rete Ethernet o Ethernet, per effettuare l’operazione inversa), spunta la casella collocata accanto alla voce Condivisione Internet nella barra laterale di sinistra e clicca sul pulsante Avvia nell’ulteriore finestra che si apre, in modo tale da confermare la creazione dell’hotspot.

Tieni presente che, per impostazione predefinita, l’hotspot generato dal Mac non è protetto da password. Per impostarne una, fai clic sul bottone Opzioni Wi-Fi che si trova in basso a destra e scegli l’opzione WPA2 Personal dal menu a tendina Sicurezza presente nella finestra che si apre.

Quando non ne avrai più bisogno, potrai disattivare la funzione che consente di condividere la rete recandoti nuovamente nelle Preferenze di Sistema di macOS, facendo clic sull’icona di Condivisione e rimuovendo il segno di spunta dalla casella situata accanto alla dicitura Condivisione Internet.

Programmi per hotspot free

Se, invece, sei alla ricerca di qualche strumento che ti consenta di individuare gli hotspot gratuiti in zona, puoi affidarti alle risorse che trovi qui sotto. Non si tratta di programmi nel senso stretto del termine, bensì di servizi online fruibili da qualsiasi browser e sistema operativo. Provali subito: sono sicuro che potranno farti molto comodo.

Wiman

Wiman

Il primo servizio per trovare gli hotspot gratuiti al quale ti consiglio di rivolgerti è Wiman. Ha una bella interfaccia, è facile da usare, funziona senza registrazione e consente di individuare gli hotspot presenti sia in Italia che all’estero.

Per potertene servire, apri il browser che di solito utilizzi per navigare in Rete dal tuo PC (es. Chrome), recati sulla home page di Wiman e digita il nome della città nella qual ti trovi (oppure quella in cui intendi trovare degli hotspot gratuiti) nel campo di ricerca posto al centro, dopodiché seleziona il suggerimento pertinente dall’elenco che compare.

Nella nuova pagina che a questo punto ti viene mostrata, fai clic sul bottone Apri mappa posto in alto, per visualizzare direttamente su mappa tutti gli hotspot disponibili. Naviga all’interno di quest’ultima facendo clic sinistro del mouse in un punto della stessa e, continuando a tenere premuto, trascinando il puntatore. Se vuoi aumentare o diminuire il livello di zoom, usa i pulsanti (+) e (-) collocati in basso a destra.

Tutti i vari hotspot trovati ti verranno indicati tramite un apposito segnaposto. Facendoci clic sopra, puoi scoprire il nome della struttura o del sito che mette a disposizione il Wi-Fi gratis. Se lo preferisci, puoi visualizzare i vari hotspot disponibili anche sotto forma di elenco, scorrendo quello che trovi sulla sinistra.

Fon

Fon

Un altro portale che puoi prendere in considerazione per scovare gli hotspot gratuiti nei dintorni è Fon. Sì tratta di un sito su cui è presente una mappa interattiva tramite la quale si possono scovare tutti i punti d’accesso appartenenti alla rete FON nel mondo. Per sfruttarli, è tuttavia indispensabile fare parte del progetto oppure essere clienti di determinati provider Internet (come nel caso di Vodafone).

Ciò detto, per usufruire del servizio, avvia il browser, recati sulla home page di Fon, digita il nome della località di tuo interesse nel campo di ricerca che si trova in alto a sinistra e seleziona il suggerimento pertinente. In alternativa, abilita la localizzazione automatica, facendo clic sul pulsante con il mirino che si trova in basso a destra e acconsentendo alla richiesta di localizzazione che vedi comparire nella schermata del navigatore.

Osserva quindi la mappa che ti viene proposta e vai alla ricerca degli hotspot, rappresentati come puntini di colore arancione: per riuscirci, fai clic sinistro con il mouse in un punto della stessa e, continuando a tenere premuto, trascina il puntatore. Se lo ritieni necessario, puoi anche aumentare o diminuire il livello di zoom, sfruttando i bottoni (+) e (-) collocati a destra.

App per hotspot

Non hai il computer a portata di mano, motivo per cui non puoi servirti dei programmi per hotspot di cui ti ho parlato nelle precedenti righe e vorresti allora sapere se esiste qualche app per smartphone o tablet appositamente adibita allo scopo? Beh, certo che sì! Trovi indicate proprio qui sotto quelle che, a mio modesto avviso, costituiscono le più interessanti soluzioni parte della categoria, sia per Android che per iOS.

Funzione hotspot di Android e iOS

Hotspot iOS

Se stai cercando qualche app che ti permetta di utilizzare il tuo dispositivo Android o iOS come modem per altri device, sfruttando la connessione dati generata dalla SIM in uso, sono lieto di comunicarti che non hai bisogno di rivolgerti a soluzioni di terze parti: entrambe le piattaforme, infatti, integrano una funzione di hotspot appositamente adibita allo scopo.

Per riuscirci, se stai usando uno smartphone Android, provvedi in primo luogo ad attivare la connessione dati mobili, tirando giù il menu delle notifiche, con uno swipe dall’alto verso il basso, e facendo tap sull’icona con le due frecce. Successivamente, accedi al drawer, seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) e sfiora la dicitura Altro, solitamente annessa alla sezione Wireless e Reti.

A questo punto, fai tap sulla voce Tethering/hotspot portatile, sposta su ON la levetta relativa alla funzione Configura Hotspot Wi-Fi/Hotspot Wi-Fi portatile e premi sulla voce Configura hotspot Wi-Fi, per regolare le preferenze dell’hotspot, quali il nome della rete, il tipo di protezione da usare, la password e la banda. Per concludere, fai tap sul pulsante Salva e sposta su ON l’interruttore Hotspot Wi-Fi portatile.

Se vuoi condividere la connessione a Internet tramite Bluetooth o USB, nelle impostazioni di Android accedi alle voci Wireless e Reti > Tethering/Hotspot portatile e fai tap sulle corrispondenti diciture Condivisione Bluetooth o Condivisione USB.

Quando non ti occorrerà più, potrai disabilitare l’hotspot portando su OFF l’interruttore Hotspot Wi-Fi portatile. Per ulteriori dettagli, ti consiglio di leggere la mia guida su come usare lo smartphone come modem

Se stai usando un iPhone oppure un iPad, invece, recati in home screen, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) e attiva la connessione dati premendo prima sulla voce Cellulare presente nella nuova schermata visualizzata e poi spostando su ON l’interruttore Dati cellulare.

In seguito, fai tap sulla dicitura Hotspot personale, sposta su ON la levetta sita accanto alla voce Consenti agli altri di accedere e imposta la password che vuoi usare premendo sul pulsante Password Wi-Fi. Scegli, dunque, se attivare l’hotspot tramite Wi-Fi e Bluetooth o solo mediante USB, selezionando l’opzione che preferisci dal menu che compare.

Quando non ne avrai più bisogno, potrai disabilitare l’hotspot portando su OFF la levetta Consenti agli altri di accedere. Per ulteriori informazioni, puoi leggere il mio tutorial dedicato specificamente a come attivare l’hotspot su iPhone (le cui indicazioni sono valide anche per iPad).

WiFi Map (Android/iOS)

WiFi Map

Se stai cercando un’app mediante la quale scovare gli hotspot presenti nelle circostanze, ti consiglio di valutare l’uso di WiFi Map: si tratta di una popolare applicazione che permette di individuare le reti senza fili disponibili sul territorio nazionale e internazionale, con relative password, segnalate dai feedback degli utenti. È gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 31,99 euro/anno) per sbloccare funzioni extra, come la possibilità di scaricare le mappe con gli hotspot, in modo tale da poterle consultare offline

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Per effettuarne il download su iOS, invece, visita la relativa sezione di App Store, premi prima sul bottone Ottieni, poi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app sfiorando la relativa icona in home screen.

Una volta avviata l’applicazione, segui il breve tutorial introduttivo che ti viene proposto e abilita i servizi di localizzazione e le notifiche (se vuoi), premendo sui pulsanti appositi, dopodiché declina pure la proposta di passare alla variante Pro.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, individua sulla mappa i vari hotspot disponibili e fai tap sul segnaposto corrispondente a quello di tuo interesse, per visualizzare maggiori dettagli. Se, anziché cercare gli hotspot su mappa preferisci visualizzarli sotto forma di lista, scorri l’elenco che trovi nella parte in basso della schermata.

Se poi hai necessità di visualizzare gli hotspot in una zona diversa da quella corrente, esplora la mappa, premendo in un punto della stessa e trascinando il dito, continuando a tenere premuto. In alternativa, digita il nome della località di tuo interesse che trovi sulla barra di ricerca che si trova in alto. Per aumentare e diminuire lo zoom, invece, serviti del pinch to zoom.

Facebook (Android/iOS)

Facebook Trova Wi-Fi

Ebbene sì, anche l’app di Facebook può tornare utile per scovare gli hotspot presenti nelle vicinanze. Infatti, forse non tutti lo sanno, ma l’applicazione del famoso social network integra una funzione apposita che consente di trovare i punti d’accesso wireless nelle vicinanze.

Per servirtene, provvedi in primo luogo a scaricare l’app sul tuo dispositivo (se non è già presente). Se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Se stai usando iOS, invece, visita la relativa sezione di App Store, premi prima sul bottone Ottieni, poi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, sfiorando la relativa icona in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di Facebook, effettua l’accesso al tuo account (se necessario) o, se non possiedi ancora un profilo, creane uno seguendo le istruzioni che ti ho fornito nella mia guida su come creare un account Facebook.

Successivamente, fai tap sul pulsante con le tre linee in orizzontale collocato in basso a destra, espandi il menu Altro che trovi nella schermata seguente e seleziona la dicitura Trova Wi-Fi.

Tramite la nuova schermata visualizzata, imposta su sempre l’accesso alla posizione da parte dell’app, premendo sul pulsante apposito e concedendo i relativi permessi, dopodiché potrai visualizzare tutti gli hotspot disponibili su mappa, indicati tramite un apposito segnaposto. In basso, invece, trovi i dettagli per quella determinata struttura o sito e i pulsanti per visitare la pagina su Facebook e ottenere le relative indicazioni stradali.

Chiaramente, puoi visualizzare anche una sezione della mappa diversa da quella corrente, spostandoti su di essa, premendo in un punto della stessa e, continuando a tenere premuto, trascinando il dito. Per cercare nuovi hotspot nella zona selezionata, poi, fai tap sul bottone Cerca in questa zona che si trova in alto.