Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come zippare una cartella Linux

di

Incuriosito da una delle mie guide su come installare Linux, alla fine hai deciso anche tu di provare questo sistema operativo open source alternativo a Windows. Per il tuo “esperimento” hai scelto la popolarissima distro Ubuntu, e le cose stanno andando abbastanza bene.

Trovi Linux molto più semplice da usare di quello che temevi, ma ci sono alcune piccole operazioni che ancora non ti riescono. Una di queste è la creazione di archivi compressi per l’invio di file e cartelle tramite email. Allora che ne dici se “rubo” cinque minuti del tuo tempo e ti mostro come zippare una cartella Linux nella maniera più semplice e chiara possibile?

Se vuoi imparare come zippare una cartella Linux ed utilizzi la distro Ubuntu, puoi affidarti agli strumenti per la gestione degli archivi compressi presenti “di serie” all’interno del sistema operativo. Per capire meglio a cosa mi riferisco, prova a fare click destro sulla cartella che vuoi zippare e seleziona la voce Comprimi dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, seleziona la voce Zip dal menu a tendina collocato sulla destra, digita il nome che vuoi assegnare all’archivio nel campo Nome file e clicca sul pulsante Crea per completare l’operazione. Se vuoi, puoi aggiungere una password di protezione alla cartella zippata, cliccando su Altre opzioni e digitando la parola chiave da utilizzare per cifrare l’archivio nel campo Password.

È possibile anche zippare più cartelle all’interno dello stesso archivio (selezionandole con il mouse contemporaneamente) e creare archivi compressi in formato 7z, Tar, Cbz, ecc. Basta selezionare l’opzione desiderata dal menu a tendina presente nella finestra per la creazione di un nuovo archivio. Più semplice a farsi che a dirsi, visto?

lz1

Per zippare una cartella Linux puoi anche rivolgerti ad applicazioni di terze parti, come Ark. Per installarla su Ubuntu, avvia l’Ubuntu Software Center cliccando sull’apposita icona che si trova nella barra laterale del desktop e cerca Ark all’interno di quest’ultimo (usando l’apposita barra collocata in alto a destra).

Successivamente, clicca sul nome di Ark presente nei risultati della ricerca e procedi all’installazione dell’applicazione facendo click sul pulsante Installa e digitando la password del tuo account utente su Ubuntu.

Ad installazione completata, potrai creare un archivio compresso con Ark semplicemente avviando il programma e cliccando sul pulsante Nuovo. Nella finestra che si apre, dovrai scegliere il formato in cui creare l’archivio (es. Zip, 7z o RAR) dal menu a tendina Filtro e scegliere la cartella in cui salvare l’oggetto. Dovrai poi cliccare sul pulsante Salva e selezionare le cartelle da zippare usando il pulsante Aggiungi cartella.