Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come disinstallare Peel Remote

di

Hai sentito dire che Peel Remote, la famosa applicazione che consente di usare lo smartphone come un telecomando, non è più sicura? Il tuo dispositivo è continuamente invaso da fastidiosa pubblicità e vorresti eliminarla una volta per tutte? Hai notato che sul tuo smartphone Samsung è preinstallata quest’applicazione ma non riesci a disattivarla? Direi che sei arrivato nel posto giusto, al momento giusto!

Nel tutorial di oggi, infatti, ti spiegherò come disinstallare Peel Remote. Nel caso te lo stessi chiedendo, ti illustrerò come fare questo sia nel caso in cui tu abbia installato l’applicazione dal Play Store che nel caso in cui tu disponga di uno smartphone Samsung con l’app Peel Remote preinstallata. In questo modo, ti sbarazzerai di tutte le problematiche causate dall’applicazione.

Coraggio: che aspetti lì impalato davanti allo schermo? Vuoi rimuovere quella fastidiosa pubblicità e non avere più nulla a che fare con Peel Remote? Direi proprio di sì, visto che sei giunto fin qui e stai leggendo con interesse questo tutorial. Procedi allora nel leggere e mettere in pratica le rapide istruzioni che trovi qui sotto. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Peel Remote

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come disinstallare Peel Remote, ritengo possa interessarti saperne di più su quanto accaduto all’applicazione.

Ebbene, Peel Remote, chiamata anche Peel Smart Remote, è un’applicazione che consente di sfruttare i sensori dello smartphone (es. la porta infrarossi) per consentire a quest’ultimo di controllare il televisore, proprio come se fosse un telecomando. Stiamo quindi parlando di un’applicazione utile che per diversi anni ha sempre funzionato a dovere. Non a caso, è stata scaricata da milioni di utenti Android tramite il Play Store.

Tuttavia, nel 2019, diversi esperti hanno espresso alcuni dubbi sulla sicurezza di Peel Smart Remote. Infatti, dopo aver analizzato il codice dell’applicazione, l’azienda di sicurezza informatica Pradeo ha accusato Peel Smart Remote di raccogliere dati sensibili degli utenti (es. le immagini) e di inviarli a dei server remoti che non hanno nulla a che vedere con gli sviluppatori. Inoltre, numerosi utenti hanno segnalato che l’applicazione va a inserire dei banner pubblicitari in alcune schermate sensibili dello smartphone.

Per questo motivo, a giugno 2019 l’applicazione è stata rimossa dal Play Store e non risulta quindi più scaricabile dal negozio digitale di Google. Prima di essere eliminata, Peel Smart Remote contava oltre 100 milioni di download ed era anche stata preinstallata per lungo tempo su determinati modelli di smartphone prodotti da Samsung.

Come disinstallare Peel Remote

Come disinstallare Peel Remote

Dopo averti spiegato cos’è successo a Peel Smart Remote, direi che sei pronto per procedere alla disinstallazione dell’applicazione.

Se hai installato Peel Smart Remote dal Play Store, tutto ciò che devi fare è tenere premuto sull’icona dell’app, trascinarla sulla scritta Disinstalla presente in alto a destra (o sull’icona del Cestino) e selezionare la voce OK nel riquadro che ti viene proposto. Ovviamente, questa procedura può essere leggermente diversa in base al modello di smartphone in tuo possesso e al launcher che utilizzi.

Puoi chiaramente eliminare Peel Remote anche dalle Impostazioni di Android: per agire in tal senso, premi sull’icona dell’ingranaggio presente nella schermata Home dello smartphone o nel drawer delle app e seleziona la voce App/Gestione Applicazioni. Adesso, seleziona l’icona di Peel Smart Remote e premi sul pulsante DISINSTALLA. Perfetto, ora non ti resta che premere sulla voce OK e finalmente ti sarai liberato dell’applicazione.

Nel caso in cui tu disponga, invece, di uno smartphone Samsung in cui l’applicazione è preinstallata, l’unico metodo per disinstallare completamente Peel Smart Remote è quello di passare per il root, ovvero l’ottenimento dei permessi di amministratore: si tratta di una procedura complessa che potrebbe anche portare a invalidare la garanzia oppure a danneggiare il software dello smartphone. Per questo motivo, il mio consiglio è quello di lasciar perdere questo metodo, visto che comunque Peel Smart Remote è una semplice applicazione disattivabile dalle impostazioni del sistema, come vedremo nel prossimo capitolo.

In ogni caso, se sei comunque convinto di effettuare quest’operazione e ti ritieni sufficientemente competente per metterla in atto, ti consiglio di consultare il mio tutorial su come disinstallare app che non si disinstallano, dove troverai alcune indicazioni utili per procedere in tal senso.

Come disattivare Peel Remote

Come disattivare Peel Remote

Come dici? Vorresti liberarti di Peel Smart Remote dal tuo smartphone Samsung ma non hai intenzione di effettuare il root? Non preoccuparti, esiste un metodo anche per fare questo: te lo spiego sùbito.

Per procedere, apri le Impostazioni dello smartphone (facendo tap sull’icona dell’ingranaggio) e seleziona la voce App/Gestione Applicazioni. A questo punto, seleziona l’icona di Peel Smart Remote e pigia prima sul bottone DISATTIVA e poi sulla voce DISATTIVA APP.

Ottimo, adesso hai correttamente disabilitato Peel Smart Remote e non dovresti quindi più vedere i banner pubblicitari. Ti ricordo però che in questo modo non potrai usare l’applicazione fino a quando non la riattiverai, ma almeno starai al sicuro da eventuali problemi di sicurezza.

Anche in questo caso, la procedura per disattivare Peel Smart Remote può variare a seconda del dispositivo in proprio possesso. Per maggiori dettagli, ti invito a consultare le linee guida ufficiali di Samsung (in lingua inglese).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.