Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori microfoni per streaming: guida all’acquisto

di

Per avere successo come streamer è di vitale importanza disporre dell’attrezzatura giusta, in modo tale da fornire contenuti di elevata qualità tecnica (e ovviamente contenutistica) al pubblico e poter, quindi, raggiungere un più alto numero di visualizzazioni. A tal proposito, sono sicuro che le tue doti da streamer siano tra le migliori, ma per aumentare la tua popolarità potrebbe esserti utile effettuare un miglioramento di alcuni degli strumenti che utilizzi per realizzare i tuoi contenuti, ad esempio il microfono.

In un ambiente in cui è importante catturare l’attenzione di eventuali visitatori nel più breve tempo possibile, la qualità del tuo streaming deve essere sempre al massimo, non solo dal punto di vista visivo, ma anche audio, evitando rumori di sottofondo, eco e altri fastidi. Risulta quindi di vitale importanza utilizzare apparecchiature di una certa importanza, ed è proprio per questo che sono qui, in questa guida per aiutarti a riconoscere i migliori microfoni per streaming sul mercato.

Nei prossimi paragrafi troverai tutte le informazioni che ti serviranno per decidere quale prodotto acquistare in base all tue esigenze e al tuo budget, insieme a una lista di microfoni tra i più interessanti disponibili attualmente su piazza. Buona lettura e buon shopping!

Indice

Come scegliere un microfono per streaming

Se hai intenzione di migliorare il tuo setup da streamer, un buon microfono è sicuramente uno dei primi passi per cominciare. Su Internet puoi trovare un’immensità di articoli tra cui scegliere, ma destreggiarsi tra tutte le possibilità può essere incredibilmente difficile: lascia che ti aiuti, quindi, a decidere.

Nei prossimi paragrafi ti parlerò nel dettaglio di quali sono le specifiche principali a cui prestare attenzione durante la fase di acquisto di un microfono da streaming, come il tipo di tecnologia utilizzato, la sensibilità e in generale la qualità, così da poter soddisfare tutte le tue necessità, tenendo, però, sotto controllo il budget. Cominciamo!

Interfaccia

interfaccia usb xlr

La prima cosa da valutare è l’ambiente in cui vorrai streammare: a seconda di quest’ultimo, cambierà il tipo di setup di cui avrai bisogno e, per esempio, il tipo di interfaccia con cui collegare il microfono al computer (o altri dispositivi).

L’interfaccia più pratica è senza ombra di dubbio quella USB, accessibile da computer, ma anche da alcuni tablet e telefoni (spesso utilizzando appositi adattatori). Ti consiglio questo tipo di microfono se non hai particolari necessità e ti interessa solamente avere un prodotto pronto all’uso in qualsiasi momento.

Un altro tipo di interfaccia è quella XLR (External Line Return), utilizzata principalmente in ambito professionale, poiché richiede una maggiore manualità, ma al contempo permette di ottenere una migliore personalizzazione del suono e di eventuali componenti aggiuntivi. Per quale motivo? Semplicissimo, per poter funzionare, un microfono con connettore XLR ha bisogno di un’interfaccia esterna, pertanto, è possibile collegare più microfoni contemporaneamente in modo diretto.

Tipo di microfono

microfono cardioide

Sul mercato ci sono diversi tipi di microfoni, ognuno dei quali con caratteristiche e finalità differenti. Senza scendere troppo nei dettagli — poiché questa guida è focalizzata sui microfoni per lo streaming e non su quelli, per esempio, adatti alla registrazione di musica o ad altri scopi — possiamo dire che la principale distinzione è quella tra microfoni a condensatore e microfoni dinamici.

La prima tipologia di microfono prevede l’utilizzo di un condensatore che, grazie a una fonte di alimentazione esterna, permette la vibrazione di una membrana metallica che viene stimolata dalle onde sonore provenienti dalla voce. Questo tipo di microfono — che possiamo semplificare definendo microfono da studio — possiede generalmente una risposta in frequenza e una sensibilità molto elevati, quindi garantisce ottima qualità nell’ambito dello streaming. È quello che ti consiglio per la tua attività da streamer.

I microfoni a condensatore possono suddividersi a loro volta per altre caratteristiche che li distinguono. Ad esempio, ci sono i microfoni a diaframma largo e quelli a diaframma piccolo. I primi sono quelli più consigliati per lo streaming, in quanto hanno una maggiore sensibilità, quindi catturano più “segnale” sonoro, e garantiscono una risposta più naturale rispetto a quelli a diaframma piccolo che, invece, sono generalmente più adatti alla registrazione ravvicinata di alcuni strumenti musicali.

I microfoni dinamici sono una soluzione alternativa e più economica ai microfoni a condensatore. Utilizzano una membrana che, vibrando con il suono, muove una bobina all’interno di un campo magnetico, generando in questo modo una variazione di tensione. Questi microfoni sono più robusti ed economici, possono quindi rappresentare una buona scelta se non hai grande pretese, ma hanno una risposta in frequenza generalmente più contenuta, quindi per una qualità ottimale, un microfono a condensatore è sicuramente la scelta migliore.

Proprietà direzionali

proprietà direzionali

I microfoni da streaming, in base alla loro realizzazione, possono permettere di registrare suoni di varie frequenze. Quale fa più al caso tuo? Beh, dipende.

Cerca di pensare, innanzitutto, a che tipo di streaming conduci: nel caso dei videogiochi, ad esempio, un microfono unidirezionale potrebbe fare al caso tuo. Esso si presenta in diversi modelli, il più famoso è sicuramente quello con cardioide, che consente di avere una migliore sensibilità nella parte frontale, ignorando per la maggior parte i suoni provenienti dai lati e dal retro, ideale se le tue live includono il costante suono della tastiera, così da non rilevarlo.

Se le tue dirette streaming, invece, prevedono interviste o chiacchierate con degli ospiti, o in generale vuoi essere sicuro che anche il suono dall’altra parte del microfono venga catturato, un tipo di microfono adatto a te potrebbe essere quello bidirezionale, che dispone della stessa sensibilità in entrata da entrambi i lati: fronte e retro.

Esistono ulteriori modelli di microfono adatti a diverse esigenze, non particolarmente consigliati per gli streaming di giochi, ma che potrebbero adattarsi alle tue necessità: sto parlando dei microfoni omnidirezionali, che permettono la cattura di suoni da ogni direzione; di quelli supercardioide, che “catturano” la stessa area dei microfoni con cardioide ma più ristretta e quelli “a otto”, che catturano il suono principalmente davanti e dietro “trascurando” i lati.

Dettagli tecnici

sensibilità microfono

Se vuoi procedere con l’acquisto di un microfono per streaming, potrebbe aiutarti sapere quali sono i parametri da tenere in considerazione durante la lettura di una scheda tecnica, o in generale, quali informazioni ricercare per sapere se un microfono sia davvero valido o meno.

Ebbene, un fattore fondamentale che influenza la qualità di un microfono è la sua impedenza, rappresentata generalmente con un valore compreso tra i 200 e i 1.000 Ohm (Ω), che regola il passaggio della corrente elettrica. Tieni conto che minore è l’impedenza e migliore sarà il segnale, esso permetterà infatti la riduzione di rumori esterni e di interferenze radio o elettromagnetiche che potresti altrimenti ottenere con un microfono ad alta impedenza, che sono presenti sul mercato, ma non rappresentano una buona scelta, il loro unico vantaggio è, infatti, quello di essere economici. Nel caso degli streaming, ad esempio, ti converrà cercare un modello che abbia un valore di impedenza abbastanza basso, sotto i 600 Ohm.

La sensibilità di un microfono è un’altra caratteristica che è fondamentale sapere se si vuole decidere di acquistare un prodotto per lo streaming. Essa indica la potenza in uscita del microfono (il voltaggio) misurato con un determinato valore di pressione sonora. Molti produttori la esprimono usando i dB (decibel), con 0 dB che generalmente equivale a 1 volt di uscita per Pascal (1V/Pa). Un buon microfono per lo streaming, se l’elemento principale della live è la tua voce, potrebbe ad esempio avere un valore di -30 dB (decibel), in modo tale da catturare la tua voce a una distanza di qualche decina di centimetri da esso.

Il valore della sensibilità varia a seconda del modello; tuttavia tieni presente che se la cifra utilizzata per esprimere la sensibilità è maggiore, il microfono avrà una minore capacità di registrare un certo suono; in sostanza, un microfono con -30 dB di sensibilità sarà più ricettivo rispetto a uno con -50 dB.

Esiste un ulteriore valore, rappresentato dalla risposta in frequenza, che sta a indicare il range di frequenze che il microfono è capace di catturare. Chiaramente, uno spettro di frequenza maggiore corrisponde a una campionatura più ampia. Questo spettro di frequenze varia a seconda del modello di microfono. Un range standard che viene utilizzato è simile a quello udibile dall’orecchio umano, cioè da 20 Hz ai 20.000 Hz: valore che può essere mitigato nel caso di alcuni modelli, che utilizzano filtri particolari per ridurre eventuali rumori esterni.

Va detto che, di per sé, questo valore non permette di capire con precisione le reali prestazioni di un microfono; va infatti valutato in base alla risposta alla pressione (in dB) a cui è sottoposto il microfono rispetto a una misurazione di riferimento.

Strumenti aggiuntivi

Microfono

Vista l’elevata sensibilità dei microfoni da streamer, per ottenere risultati ottimali è consigliato l’utilizzo di apparecchiature aggiuntive. Un esempio sono i filtri antipop e antivento: probabilmente li hai già visti molte volte, sono quei “cerchi” che vedi davanti ai microfoni o quelle “palle di spugna” che trovi montate sulle teste dei microfoni. Essi permettono di filtrare una certa frequenza di suoni, così da evitare di sentire quel fastidioso suono simile a un “pop” quando si pronunciano alcune lettere, come la “b” o la “p”.

Oltre ai filtri per il suono, sono da tenere fortemente in considerazione anche i supporti, che permettono di posizionare il microfono nelle posizioni migliori. Sono disponibili in diverse forme, devi solamente trovare quella che si adatta di più al tuo stile e alla tua postazione da streaming. Quelli più utilizzati sono sicuramente i treppiedi, ma su Internet è possibile trovare molti altri modelli, come i supporti ad asta o i bracci pieghevoli ; questi ultimi, a parer mio, sono perfetti per dare un tocco ancora più professionale alla tua postazione, sono inoltre molto pratici, visto che è possibile ruotarli e piegarli a piacimento.

Quale microfono per streaming comprare

Direi che a questo punto possiamo finalmente procedere con qualche prodotto che, a mio parere, merita assolutamente una menzione in questa guida. Ci sono diversi microfoni sul mercato adatti allo streaming: per aiutarti a scegliere, ho deciso di dividerli in fasce di prezzo.

Migliori microfoni per streaming economici (meno di 80 euro)

Cominciamo subito con i microfoni per streaming economici che, nonostante il prezzo, rappresentano un’ottima scelta per entrare nel mondo dello streaming con una qualità apprezzabile e delle prestazioni adatte a ogni situazione. Lascia che te ne parli.

Blue Microphones Snowball iCE

blue yeti snowball

Questo ottimo microfono USB è ciò che ti consiglio nel caso tu abbia appena messo piede nel mondo dello streaming o se stai cercando una soluzione economica per dare vivacità alle tue dirette. Questo articolo, certificato da Skype e da Discord, garantisce una qualità audio cristallina grazie alla tecnologia con cardioide personalizzabile, che permette di adattare il suono a un podcast, per esempio, o a una diretta su Twitch o sulla tua piattaforma di streaming preferita.

Blue Snowball iCE Plug 'n Play Microfono USB per Registrazione, Podcas...
Vedi offerta su Amazon

Trust GXT 232 Mantis

trust gxt mantis

Un altro fantastico prodotto che mi sento di consigliarti in questa guida è il GXT 232 Mantis, microfono altamente performante che, grazie al collegamento USB e al pop filter incluso, renderà l’ascolto della tua voce estremamente godibile e piacevole per gli spettatori delle tue live. Il design professionale e il brand Trust altamente affidabile rendono questo articolo un must nei tuoi strumenti da streamer.

Trust Gaming GXT 232 Mantis Microfono USB per Streaming, Shock-Mount, ...
Vedi offerta su Amazon

TONOR TC-777

tonor 777 fascia bassa

Il microfono TC-777 a condensatore merita una menzione in questa guida, grazie alla qualità offerta da TONOR nel settore. L’articolo è venduto con modello polare a cardioide dotato di -38 dB di sensibilità, così da permettere ai tuoi ascoltatori di non perdersi una sola parola durante i tuoi streaming, che tu sia a casa o fuori sede, grazie all’interfaccia USB adatta pratica per ogni contesto.

TONOR PC Microfono USB Condensatore per Computer Gioco Mic Plug & Play...
Vedi offerta su Amazon

Neewer NW-800 Studio

newer fascia bassa

Da prendere in considerazione anche il microfono a condensatore NW-800 Studio di Neewer, dotato di interfaccia XLR con l’aggiunta di un tappo anti-vento. Se desideri acquistare questo ottimo prodotto, sappi che avrai anche bisogno di procurarti un’interfaccia audio esterna.

Neewer NW-800 Studio - Set microfono a condensatore professionale NW-8...
Vedi offerta su Amazon

Migliori microfoni per streaming di fascia media (80 -160 euro)

Salendo di fascia, ho deciso di inserire alcuni dei microfoni che, se hai bisogno di rendere più professionale i tuoi streaming, potrebbero andare bene per la tua situazione, spendendo un po’ di più.

Blue Microphones Yeti Nano

yeti nano fascia media

Questo microfono USB rappresenta una delle migliori scelte se desideri ottenere dei risultati professionali con la sicurezza di un brand conosciuto a un costo non esagerato. Grazie ai formati polari regolabili e i regolatori analogici per il volume e il rilevamento del suono, potrai adattare questo strumento a diverse situazioni, in modo tale da rendere le tue live sempre al meglio.

Blue Microphones Yeti Professional Multi-Pattern USB Mic for Recording...
Vedi offerta su Amazon

Trust GXT 252 Emita

gxt emita fascia media

Il modello USB GXT Emita con cardioide è davvero un ottimo prodotto se vogliamo parlare di rapporto qualità/prezzo. Provvisto di cancellazione dei rumori e una qualità del suono chiara e vivace, questo microfono è senza ombra di dubbio uno dei migliori se hai intenzione di migliorare i tuoi streaming. Viene venduto in più modalità, potrai decidere se acquistarlo con treppiede o con braccio regolabile.

Trust Gaming GXT 252 Emita Microfono Professionale USB da Studio di Re...
Vedi offerta su Amazon

Trust GXT 256 Exxo

gxt exxo fascia media

Un altro microfono marchiato Trust che credo sia necessario menzionare in questa guida all’acquisto è il GHXT 256 serie Exxo, che per poco più di un centinaio di euro ti permetterà di ottenere la qualità dei migliori streamer di Twitch, grazie all’interfaccia USB e al formato a cardioide. Potrai inoltre regolare l’audio grazie alle manopole analogiche, così da poter avere sempre sotto controllo la situazione. Una caratteristica interessante di questo modello è l’illuminazione RGB, che darà un tocco più colorato alle tue dirette.

Trust Gaming Gxt 256 Exxo Microfono Streaming USB per PC, PS4 e PS5, N...
Vedi offerta su Amazon

Migliori microfoni per streaming di fascia alta (più di 160 euro)

Passiamo ora a quelli che sono il top dei microfoni per lo streaming, che uniscono qualità eccezionale insieme alla sicurezza di un prodotto affidabile e che non ti abbandonerà nel momento del bisogno. Qui ho inserito alcuni dei modelli che, a mio avviso, sono perfetti per le tue live se hai un budget più elevato.

Blue Microphones Yeti Professional

blue yeti fascia alta

Per poco più di duecento euro, potrai portare a casa uno dei microfoni USB top di gamma della serie Yeti, perfetto per qualsiasi tipo di streaming grazie alla possibilità di regolazione in modalità cardioide, bidirezionale o omnidirezionale. Grazie, inoltre, alla regolazione del volume e del gain (cioè il guadagno, per l’amplificazione del segnale in ingresso), sarà possibile personalizzare la tua esperienza per vari tipi di live, con la sicurezza di una registrazione cristallina e senza paragoni. Davvero un ottimo articolo.

Blue Microphones Yeti Professional Multi-Pattern USB Mic for Recording...
Vedi offerta su Amazon

Shure MV7

shure fascia alta

Questo ottimo microfono presenta le caratteristiche adatte sia ai professionisti che agli streamer amatoriali, grazie alla doppia uscita XLR/USB che ti permetterà di adattarlo alla situazione migliore per i tuoi gusti. Il design professionale e la struttura robusta in metallo accompagnano un fantastico software per la gestione del suono in entrata, che risulta naturale e realistico, regolabile comunque grazie ai tasti fisici per il gain e il volume.

Shure Microfono Podcast USB MV7 per Podcasting, registrazione, Live St...
Vedi offerta su Amazon

Shure SM7B

shure fascia alta

Per concludere, il microfono dinamico SM7B di Shure è uno dei prodotti migliori che posso consigliarti in questa guida. Grazie al pattern polare a cardioide e a una registrazione del suono calda e realistica, dovuta all’eliminazione meccanica di ogni ronzio e rumore. L’interfaccia XLR e il prezzo rendono questo prodotto adatto a un ambito professionale, se vuoi portare il tuo lavoro da streamer al limite, il SM7B è senza ombra di dubbio ciò che fa per te.

Shure SM7B - Microfono dinamico con pattern polare a cardioide che off...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.