Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Quale iPad comprare

di

Con il passare degli anni, la lineup di iPad è diventata sempre più vasta, sempre più complicata, e per noi utenti non è semplice destreggiarci fra i suoi meandri. Pensa, attualmente ci sono ben tre “famiglie” di iPad in commercio e ognuna di esse comprende almeno due modelli differenti di tablet, senza contare il fatto che ogni versione di iPad viene distribuita in vari “tagli” di memoria, varie colorazioni e nelle varianti Wi-Fi e Wi-Fi+Cellular.

Insomma, come avrai ben capito bisogna documentarsi bene per scoprire quale iPad comprare, e io oggi sono qui proprio per questo! Se sei d’accordo, vorrei darti una mano a scoprire quali sono i principali modelli di tablet Apple attualmente in commercio e analizzare, insieme, tutte le loro principali caratteristiche tecniche e funzionali per capire quale fa maggiormente al caso tuo.

Ti assicuro che non bisogna essere esperti di tecnologia per capire le differenze tra un modello di iPad e l’altro: basta solo fare un po’ d’attenzione alle caratteristiche dei device, che stiamo per valutare insieme, e – cosa forse ancora più importante – bisogna avere ben chiare le proprie necessità. Chiediti perché vuoi comprare un iPad, per quali attività intendi utilizzarlo, e già sarai a metà dell’opera!

Indice

Come scegliere un iPad

Per scoprire quale iPad comprare, devi imparare a riconoscere i vari tipi di tablet che Apple ha immesso sul mercato e, cosa altrettanto importante, devi valutare con attenzione le caratteristiche tecniche e funzionali dei vari modelli di iPad disponibili. Continua a leggere e ti spiegherò bene come fare.

Modelli di iPad

Quale iPad comprare

Cominciamo con una rapida carrellata delle “famiglie” di iPad attualmente in commercio, cioè delle varie tipologie di iPad che Apple ha immesso in commercio e che a loro volta comprendono vari tipi di device (con vari tagli di memoria, varie colorazioni e diversi tipi di connettività di rete).

  • iPad – si tratta del modello di iPad entry-level, disponibile in variante da 10.2″ a partire dal 2019 (prima era da 9.7″). Supporta la Apple Pencil, la matita di Apple, che permette di scrivere e disegnare in maniera estremamente precisa sullo schermo del device, e la Smart Keyboard (quest’ultima solo a partire dal modello 2019). Il suo prezzo è abbastanza abbordabile, soprattutto per quelli che sono gli standard di Apple.
  • iPad Pro – si tratta della massima evoluzione del concetto di iPad. Si differenzia dalla linea Air e dagli iPad base per alcune caratteristiche del display (es. la tecnologia ProMotion) e per gli accessori, come la cover Magic Keyboard con tastiera e trackpad (da collegare tramite la porta Smart Connector che non è presente su altri modelli di iPad). Ne sono disponibili due varianti principali: una da 12.9″ (che si pone come vero e proprio sostituto dei MacBook) e una da 11″ con bordi ultra-sottili e schermo che ricopre quasi interamente la superficie frontale del device, senza tasto Home. In precedenza gli iPad Pro venivano proposti con tasto Home in due versioni: uno da 12,9″ con cornici classiche e uno da 10,5″ con bordi più sottili, che a sua volta è stato preceduto da un modello da 9,7″. Queste versioni sono desuete e non si trovano più in commercio.
  • iPad mini – come facilmente intuibile dal loro nome, gli iPad Mini sono i tablet più piccoli prodotti da Apple. Hanno una diagonale di 7,9″ e un display con risoluzione Retina. L’ultimo modello della famiglia è uscito a marzo 2019 e comprende il supporto ad Apple Pencil, oltre a un display compatibile con lo standard P3.
  • iPad Air – iPad Air è la linea di congiunzione tra l’iPad economico tradizionale e i modelli della linea Pro. L’ultimo modello si avvicina ai tablet Apple professionali nel design, supporta Apple Pencil e integra uno Smart Connector per la connessione con accessori esterni (come ad esempio la Smart Keyboard). Anche in questo caso troviamo alcune delle qualità tipiche dei modelli Pro, come display P3 e tecnologia TrueTone integrata, ma il prezzo è sensibilmente inferiore.

Schermo

Quale iPad comprare

Gli iPad, come abbiamo appena visto insieme, possono montare dei display da 7,9″, 9,7″, 10,5″11″ o 12,9″. Quale scegliere dipende esclusivamente dalle tue necessità. Gli iPad Mini sono adatti a chi ha bisogno della massima portabilità, permettono di fruire agilmente di video, ebook e contenuti Web ma non sono particolarmente comodi per lavorare; gli iPad da 11″, 10,5″ e 9,7″ sono quelli che offrono il miglior rapporto tra dimensioni e maneggevolezza (tenendo presente che quello da 11″, grazie alle sue cornici ultra-sottili offre uno schermo più grande in dimensioni simili a un iPad da 9,7″), mentre gli iPad da 12,9″ perdono gran parte della loro portabilità in favore di un’area di lavoro più grande e di un maggior comfort nella fruizione dei video in casa.

Bisogna poi valutare lo spessore delle cornici e la presenza del tasto Home fisico: gli iPad Pro lanciati nel 2018 hanno un design in stile iPhone X (senza notch superiore però) che elimina il tasto Home fisico in favore del Face ID (quindi dello sblocco con il volto) e di cornici estremamente sottili. Ciò permette di avere device con schermi più grandi senza perdere in maneggevolezza, ma ovviamente i gusti son gusti e c’è chi potrebbe preferire i classici iPad con tasto Home fisico.

Altro parametro da prendere in considerazione quando si valuta la qualità dello schermo di un iPad è il supporto alla tecnologia True Tone. La tecnologia True Tone regola automaticamente la tonalità dello schermo di iPad in modo che questo si adatti alle tonalità dell’ambiente circostante. Sembra un dettaglio, ma nell’uso quotidiano del tablet può fare la differenza. Attualmente è disponibile solo sugli iPad Pro.

Gli iPad Pro possono contare anche su un’altra tecnologia molto interessante riguardante lo schermo, quella detta ProMotion che regola automaticamente il refresh rate del display (cioè la frequenza con cui vengono aggiornati i contenuti visualizzati sullo schermo) in base ai contenuti da mostrare. Questo permette di avere la massima fluidità nelle app più dinamiche (il refresh rate può arrivare fino a 120Hz) e di mantenere bassi i consumi energetici nella app che non prevedono molto “movimento”. Inoltre, gli iPad Pro di ultima generazione e il nuovo iPad Air del 2019 possono riprodurre una palette di colori più ampia grazie al supporto allo standard P3 , mentre solo gli iPad Pro assicurano un’ampia gamma dinamica grazie al supporto HDR.

Infine, rimanendo in tema di display, mi preme sottolineare che il modello base di iPad, cioè l’iPad da 9,7″ lanciato da Apple nel primo trimestre del 2017 (e poi rinnovato nel 2018), dispone di uno schermo non laminato. Nei dispositivi equipaggiati con display non laminati c’è un piccolo gap d’aria tra il vetro e lo schermo che rende un po’ meno piacevole l’esperienza touch e aumenta la visualizzazione dei riflessi. Tieni conto anche di questo particolare.

Memoria

Quale iPad comprare

Come sicuramente ben saprai, gli iPad non offrono la possibilità di espandere la loro memoria interna con delle microSD (come invece accade su alcuni tablet Android e Windows). Ci sono solo delle chiavette USB/Lightning che permettono di trasferire file sugli iPad, sugli iPad Pro del 2018 è disponibile una porta USB-C che, all’occorrenza, consente il collegamento di chiavette, microSD ecc. ma non si può parlare di una vera e propria espansione della memoria.

Alla luce di quanto appena detto, ti consiglio di scegliere un iPad di “taglia” non inferiore ai 32GB, anche perché tra app, aggiornamenti di sistema, foto e video è facilissimo consumare lo storage (senza contare il fatto che dal valore nominale della memoria bisogna sottrarre lo spazio già occupato dal sistema operativo).

Supporto 3G/4G

Quale iPad comprare

Gli iPad possono essere solo Wi-Fi o Wi-Fi + Cellular, cioè dotati del supporto alle reti 3G e 4G. I modelli Wi-Fi + Cellular costano di più rispetto a quelli solo Wi-Fi, ma sono indispensabili se si vuole navigare su Internet in mobilità anche nelle zone in cui non sono disponibili le reti Wi-Fi. Devi valutare questa caratterista esclusivamente in base alle tue esigenze.

Audio

Quale iPad comprare

Se vuoi ottenere il massimo sotto il punto di vista dell’audio, orientati sugli iPad Pro che a differenza degli altri montano quattro speaker (anziché due) e quindi riescono a riprodurre un audio più cristallino a un volume più alto.

Supporto ad Apple Pencil

Quale iPad comprare

Apple Pencil è una penna attiva, o meglio, una matita che permette di scrivere e disegnare sugli iPad Pro. Nell’utilizzo standard dell’iPad non ricopre un ruolo fondamentale, ma se si lavora nell’ambito della grafica o si ha la necessità di aggiungere firme o annotazioni sui documenti, può rivelarsi un accessorio must-have.

Ne sono disponibili due versioni: una di seconda generazione, destinata agli iPad Pro del 2018, e una di prima generazione, compatibile solo con i modelli base di iPad rilasciati dal 2018 in poi, con gli iPad della gamma Pro rilasciati nel 2017/2016 e con iPad Air e Mini del 2019. Per iPad, iPad Mini e iPad Air precedenti al 2019 sono disponibili altre penne prodotte da terze parti, ma non si avvicinano nemmeno minimamente alla qualità e alla precisione di Apple Pencil che ha una latenza di appena 20 ms.

Tra i lati negativi di questo accessorio, bisogna sottolineare il fatto che Apple Pencil ha un prezzo poco abbordabile (135 euro per il modello di seconda generazione e 109 euro per quello di prima generazione) e ha bisogno di essere ricaricata.

Apple Pencil (Prima Generazione)
Vedi offerta su Amazon
Apple Pencil (seconda generazione)
Vedi offerta su Amazon

Supporto alla cover con tastiera di Apple

Quale iPad comprare

Un accessorio che è possibile usare con gli iPad Pro, gli iPad Air (2019) e gli iPad base (2019) è la Smart Keyboard di Apple: una cover con tastiera che si collega allo Smart Connector magnetico presente negli ultimi tablet della mela morsicata. È abbastanza comoda, ma non rappresenta un potenziale must-have come la Apple Pencil.

Esistono, infatti, tantissime tastiere alternative – con o senza cover – che funzionano tramite Bluetooth e quindi sono compatibili con tutti i modelli di iPad (oltre che con qualsiasi altro device dotato di supporto Bluetooth).

Come facilmente intuibile, la Smart Keyboard di Apple è disponibile in diverse “taglie”, per iPad Pro da 12.9″, 11″, 10,5″, 10.2″ e 9,7″. Il prezzo della cover è compreso tra i 179 e i 189 euro. Per i modelli di iPad Pro da 11″ e 12,9″ prodotti nel 2018 sono disponibili delle cover con tastiera dedicate, le Smart Keyboard Folio, con prezzi a partire a 199 euro. iPad Air (2019) può utilizzare la stessa Smart Keyboard compatibile con iPad Pro da 10,5″. Per iPad base da 10.2″ occorre una Smart Keyboard Folio dedicata.

Apple Smart Keyboard (per iPad - settima generazione e iPad Air - terz...
Vedi offerta su Amazon
Apple Smart Keyboard (per iPad Pro 11" - 2ª generazione) - Italiano
Vedi offerta su Amazon
Apple Smart Keyboard (per iPad Pro 12,9" - 4ª generazione) - Italiano
Vedi offerta su Amazon

Con iPad Pro (2020) è stata lanciata sul mercato la Magic Keyboard per iPad Pro (funziona dai modelli del 2018 e successivi), che fa uso del supporto al trackpad introdotto a partire da iPadOS 13.4. La nuova Magic Keyboard presenta, oltre alla tastiera con tasti retroilluminati da 1mm di escursione, anche un trackpad che può essere utilizzato su tutte le applicazioni. La tastiera utilizza una porta USB Type-C per la ricarica pass-through, in modo tale che il tablet possa essere caricato anche quando serve collegare la tastiera.

Apple Magic Keyboard (per iPad Pro 11" - 2ª generazione) - Italiano
Vedi offerta su Amazon
Apple Magic Keyboard (per iPad Pro 12,9" - 4ª generazione) - Italiano
Vedi offerta su Amazon

Porte

Da valutare anche la dotazione di porte dei tablet Apple. I modelli di iPad Pro più recenti (quelli lanciati nel 2018) presentano una porta USB-C che permette di collegare il dispositivo a monitor esterni, fotocamere, lettori di card SD e altri accessori molto utili. Hanno rinunciato, però, al jack per le cuffie: bisogna infatti usare un adattatore da USB-C a jack per adoperare le cuffie con cavo.

Tutti gli altri modelli di iPad che si trovano in commercio sono invece dotati di entrata per le cuffie e presentano la classica porta Lightning, che è meno versatile della USB-C ma ormai può contare su tantissimi accessori compatibili con essa.

Sistema operativo

Quale iPad comprare

I tablet di Apple sono equipaggiati con iOS, che nel 2019 è stato ribattezzato in iPadOS (per l’introduzione di alcune feature specifiche, che mancano su iPhone): si tratta di un sistema operativo molto sicuro e facile da usare, anche se abbastanza “bloccato” rispetto a Windows o Android, che mette a disposizione dell’utente una vastissima gamma di applicazioni e giochi perfettamente ottimizzati per il formato tablet.

Non avendo problemi di frammentazione o distribuzione (come quelli che invece affliggono i device Android), tutti gli iPad vengono aggiornati puntualmente alla versione più recente di iOS/iPadOS fino a quando Apple non ne dismette ufficialmente il supporto, cosa che comunque accade diversi anni dopo la loro commercializzazione iniziale.

Non è tutto rose e fiori però: installare le ultime versioni di iOS/iPadOS sui device più datati spesso riduce la velocità di questi ultimi e/o la loro autonomia. Inoltre va detto che alcune feature delle versioni più nuove del sistema operativo Apple potrebbero non essere disponibili sugli iPad più vecchi.

Quale iPad scegliere

A questo punto, direi, mettiamo da parte le chiacchiere e cerchiamo di scoprire qual è il modello di iPad più adatto alle tue necessità.

iPad da 10.2″ (modello base, 2020)


L’iPad da 10.2″ è l’iPad entry-level che Apple ha lanciato nel 2019, aggiornandolo poi con hardware rivisitato a fine 2020. Ha un design classico, con cornici abbastanza evidenti e tasto Home fisico (con Touch ID), ma prende in prestito dagli iPad Pro il supporto alla Apple Pencil di 1ª generazione e quello alla Smart Keyboard (che mancava sul modello precedente).

È equipaggiato con un display IPS LCD da 10.2″ e 1620 x 2160 pixel di risoluzione. Lo schermo è ottimo, ma ha diverse mancanze rispetto a quello degli iPad Pro: non dispone di laminazione completa, è più soggetto ai riflessi e non dispone del supporto alle tecnologie TrueTone, ProMotion e P3 tipiche dei display di iPad Pro. Questo significa che ha una resa dei colori inferiore, non si adatta alla tonalità della luce circostante e i contenuti (comprese le operazioni di scrittura e disegno con Apple Pencil) risultano meno fluide perché eseguite a un framerate inferiore.

Sotto la scocca custodisce un chipset Apple A12 Bionic Esa-Core da 2.49 GHz per i due core principali Vortex che sono accompagnati da quattro core Tempest più efficienti sul piano energetico. Il processore è accompagnato da 3GB di RAM e 32/128GB di storage (non espandibile), mentre la batteria è da 32.4 Wh con 10 ore di autonomia dichiarate. Il suo comparto fotografico è composto da una fotocamera posteriore da 8MP con apertura f/2.4, 31mm capace di registrare video a 1080p/30fps o 720p/120fps con HDR e audio stereo. La fotocamera frontale è da 1.2MP con apertura f/2.4, 31mm (standard) ed è capace di registrare video a 720p/30fps.

Il dispositivo misura 250.6 x 174.1 x 7.5 mm per 490 g di peso (495 g nella versione Cellular) ed è animato dal sistema operativo iPadOS.

  • Perché comprare questo iPad: ha un ottimo rapporto qualità-prezzo; offre prestazioni di primissimo livello; supporta Apple Pencil e Smart Keyboard.
  • Perché non comprare questo iPad: il display non è laminato e presenta maggiori riflessi rispetto a quello di iPad Pro, inoltre non include il supporto alle tecnologie TrueTone, ProMotion e HDR e supporta una gamma inferiore di colori (non è P3); il comparto fotografico lascia a desiderare rispetto a quello di iPad Pro; ha solo due speaker audio.

Compra iPad da 10.2″ (modello base, 2020)

iPad Air (2020)


Disponibile a partire da ottobre 2020, il nuovo iPad Air del 2020 si rinnova in tutto e per tutto rispetto ai modelli precedenti partendo dall’estetica sino ad arrivare alla componentistica hardware. Fra le novità abbiamo un design più lineare che ricorda i modelli della serie Pro, con un rapporto schermo-cornici sensibilmente migliorato rispetto ad iPad Air 2019. In un volume simile a quello della versione precedente, che aveva un display da 10,5″, il nuovo Apple iPad Air 2020 riesce a integrare un display da 10,9″ di altissima qualità. La risoluzione supportata è di 2360×1640 pixel (264ppi di densità), con supporto al True Tone, alla gamma cromatica ampia su base P3. Il display è realizzato con laminazione completa, quindi con un basso indice di riflettanza e una luminosità che può raggiungere i 500 nit.

iPad Air 2020 è inoltre compatibile con Apple Pencil di seconda generazione e dispone di una porta USB Type-C per la ricarica (il cavo in dotazione è quindi con connettore Type-C reversibile, l’alimentatore è da 20W). Visto che le dimensioni delle cornici sono state ridotte ai minimi termini il sensore di impronte Touch ID è stato spostato dal frame inferiore del tablet al lato superiore, dove c’è il telaio metallico, all’interno del tasto di accensione e spegnimento. Un’altra grande novità del nuovo modello è il processore integrato, Apple A14 Bionic con Neural Engine, che promette un po’ di prestazioni in più rispetto alla precedente generazione, insieme a una buona efficienza energetica.

Il nuovo iPad Air 2020 ha infatti una batteria più piccola rispetto al predecessore (28,6Wh), ma la stessa autonomia dichiarata: 10 ore in navigazione Wi-Fi o riproduzione video. Le dimensioni sono di 247,6 x 178,5 x 6,1 mm, mentre il peso è di 458 grammi per la versione Wi-Fi e 460g per la versione Wi-Fi + Cellular. Con il nuovo modello aumentano anche i colori disponibili per la scocca: non mancano i tradizionali Argenti e Grigio Siderale, e abbiamo anche i più sbarazzini Oro rosa, Verde e Celeste. Per quanto riguarda le memorie sono due i tagli disponibili: 64 e 256GB in entrambi i casi senza possibilità di espansione attraverso schede di memoria esterne.

Vengono rinnovate anche le fotocamere: quella al posteriore è da 12MP con diaframma f/1.8 e possibilità di registrare video alla risoluzione 4K e 60 fotogrammi al secondo, o in Full HD anche in slow-motion fino a 240fps. La fotocamera FaceTime HD frontale è invece da 7MP, e può registrare in Full HD fino a 60fps. Il nuovo modello supporta Wi-Fi 6 dual-band e Bluetooth 5.0, mentre la versione Cellular è compatibile con le reti 4G LTE attraverso NanoSIM o eSIM.

  • Perché comprare questo iPad: il rapporto schermo-cornici è molto elevato, superiore a qualsiasi modello di iPad non Pro, e il supporto a Apple Pencil e allo Smart Connector lo rendono più vicino a un iPad Pro, che non a un iPad tradizionale. Si tratta di un iPad decisamente interessante sia per l’intrattenimento che per un pubblico professionale, grazie alla presenza di un display di grande qualità capace di coprire in maniera ottimale il gamut P3, e di quattro speaker stereo. Prestazioni ed efficienza energetica sono al top.
  • Perché non comprare questo iPad: Questo modello è più costoso rispetto a iPad, quindi se non ti servono le prestazioni aggiuntive e la qualità del display potrebbe essere una spesa inutile. Rispetto ai modelli Pro, invece, manca dei 120Hz sul display, quindi la fluidità con l’uso di Apple Pencil potrebbe essere in alcuni casi inferiore.

Compra iPad Air (2020)

iPad Air (2019)


Annunciato a marzo 2019, il precedente modello di iPad Air include un buon comparto tecnologico in un corpo compatto e un prezzo a metà strada fra i dispositivi più economici della famiglia e i modelli Pro. Viene venduto nei tagli da 64 e 256 GB come spazio di archiviazione, e ciascun modello può essere sia solo Wi-Fi, sia Cellular, quindi con supporto alla connessione dati via reti cellulari. Tre sono i colori a disposizione: il classico Argento, il Grigio siderale e l’oro. Per quanto riguarda lo spessore, tutti i modelli hanno un profilo di 6,1 mm, mentre lunghezza e larghezza sono di 250,6 mm e 174,1 mm. Le varianti Cellular sono marginalmente più pesanti: 464 grammi rispetto ai 456 grammi dei modelli Wi-Fi.

Il modello di iPad Air del 2019 utilizza inoltre un connettore Lightning (e non la USB Type-C dei modelli Pro più recenti), ha un sensore di impronte Touch ID integrato nel tasto Home e cornici tradizionali. Non manca il jack audio da 3,5mm per cuffie e microfono, ed è presente anche lo Smart Connector, come sui modelli Pro, per collegare accessori compatibili. Un esempio? La Smart Keyboard, che trasforma il tablet in un mini-portatile senza che sia bisogno di effettuare il pairing (come ad esempio avviene sulle tastiere Bluetooth) o senza che sia necessario caricarla.

Passiamo adesso alle caratteristiche tecniche: iPad Air 2019 fa uso di un display multi-touch retroilluminato LED da 10,5″ con risoluzione massima supportata di 2224×1668 pixel. Questo significa che la densità dei pixel è di 264ppi, mentre per quanto riguarda la qualità delle immagini abbiamo la compatibilità con lo standard P3, quindi ampia gamma cromatica ed elevata saturazione dei colori. Il tablet supporta inoltre la tecnologia True Tone, quindi il display può bilanciare i colori in maniera automatica in base al colore della luce ambientale. È provvisto di rivestimento oleorepellente e può raggiungere una luminosità di 500 nit.

Fra le novità principali di questo modello, rispetto ai predecessori, abbiamo il supporto della Apple Pencil, oltre alla presenza del potente processore Apple A12 Bionic con architettura a 64-bit e Neural Engine integrato, in modo da effettuare i calcoli di intelligenza artificiale direttamente in locale. Le fotocamere sono due: quella posteriore è da 8 Megapixel con obiettivo f/2.4 e supporto alla registrazione di video in Full HD a 120 fps (in slow-motion), mentre quella frontale è una FaceTime HD da 7 Megapixel con apertura f/2.2.

Questo modello dispone di due altoparlanti stereo, di due microfoni, supporto per il Wi-Fi ac e il Bluetooth 5.0, e offre un’autonomia di 10 ore in navigazione Wi-Fi grazie alla batteria da 30,2 Wh (nei modelli Cellular la navigazione su rete dati cellulare è possibile per un massimo di 9 ore con una singola carica). Oggi è disponibile iPad Air 2020, che si è rinnovato con un design più in linea con i modelli Pro e hardware rinnovato.

  • Perché comprare questo iPad: grazie al supporto di Apple Pencil e la presenza dello Smart Connector può essere definito un iPad Pro in miniatura, pensato da una parte per l’intrattenimento e dall’altra per il lavoro e la produttività. Il rapporto qualità-prezzo è buono, il display offre una grande qualità delle immagini grazie al P3, e le prestazioni sono molto elevate.
  • Perché non comprare questo iPad: non è più l’ultimo modello della serie Air, su questa variante ci sono solo due speaker audio rispetto ai quattro dei modelli Pro e le cornici non sono così ridotte. Manca anche Face ID e il processore non è performante come quello integrato sui modelli più potenti sul mercato. Rispetto a questi ultimi, inoltre, il display è solo a 60 Hz e la fotocamera posteriore è molto meno luminosa.

Compra iPad Air (2019)

Apple iPad Air (10.5", Wi-Fi, 64GB) - Argento (Modello Precedente)
Vedi offerta su Amazon

iPad Pro da 11″ (2020)


A marzo 2020 Apple ha annunciato il nuovo iPad Pro, al solito nelle declinazioni da 11″ e 12,9″. Iniziamo con quella più piccola, che vuole offrire in un fattore di forma abbastanza compatto un livello di potenza mai vista all’interno della line-up di tablet di Apple. iPad Pro da 11″, nella sua edizione del 2020, presenta il nuovo processore Apple A12Z Bionic, il quale monta una GPU Octa-core pensata per supportare l’utente (o il professionista) all’interno di attività che richiedono ampia potenza di calcolo, come l’editing di flussi video alla risoluzione 4K.

Grande novità del nuovo iPad Pro del 2020 è la presenza dello scanner LiDAR, che offre funzioni avanzate per quanto riguarda il rilevamento della profondità degli oggetti nell’ambiente tridimensionale. Si tratta di un sistema che serve ad ottimizzare le prestazioni con la realtà aumentata, capace di rispondere alle esigenze sia di professionisti (ad esempio offrendo la possibilità di aggiungere elementi nell’ambiente riprodotto dal dispositivo in maniera precisissima), sia dei giocatori alimentando la possibilità di gameplay innovativi e inediti. Il sistema LiDAR calcola le distanze misurando il tempo che la luce impiega per coprire lo spazio ed essere riflessa: funziona fino a distanze di 5 metri basandosi su quello che Apple definisce “tempo di volo diretto” (D-TOF).

I nuovi tablet vengono offerti nel form factor solito: per quanto riguarda la versione da 11″ abbiamo un LCD IPS Liquid Retina dalla risoluzione di 2388×1668 pixel con densità di 264 ppi e supporto alla tecnologia ProMotion che consente una frequenza d’aggiornamento delle immagini pari a 120Hz, più la possibilità di regolare dinamicamente il valore in base alle reali esigenze dell’app in uso. Non manca la possibilità di bilanciare i colori del display in maniera automatica, in base alla luce d’ambiente, grazie a True Tone, e la copertura del gamut P3 per quanto riguarda la saturazione dei colori.

I nuovi iPad Pro del 2020 sono i primi a vantare un doppio modulo fotografico al posteriore, con un sensore principale da 12MP capace di registrare video alla risoluzione 4K, e un modulo secondario da 10MP con obiettivo ultra grandangolare che consente di ampliare il campo di visione. Sulla parte frontale abbiamo invece una fotocamera TrueDepth compatibile con FaceID, che è l’unico sistema di autenticazione disponibile sul tablet. I nuovi modelli di iPad Pro sono compatibili con la nuova Magic Keyboard, con Apple Pencil e sono disponibili in diverse varianti.

Per quanto riguarda i tagli di memoria abbiamo una versione base da 128GB, per poi salire a 256GB, 512GB e 1TB, tutti con 6GB di RAM (il modello precedente ne aveva 4GB, ad eccezione della variante da 1TB che aveva 6GB di RAM), e per ogni taglio è disponibile sia una versione solo Wi-Fi, sia una versione con anche le reti 4G LTE. I prezzi sono da 899€ fino a 1619€.

  • Perché comprare questo iPad: 6GB di RAM per tutte le versioni; design all-screen; Face ID; display con supporto alle tecnologie True Tone, HDR, ProMotion e P3; porta USB-C; le migliori prestazioni su tablet; ottimo rapporto dimensioni/peso; possibilità di abbinare Magic Keyboard; quattro speaker audio; sensore LiDAR; fotocamera posteriore con modulo ultra grandangolare.
  • Perché non comprare questo iPad: rapporto qualità-prezzo sfavorevole rispetto al modello da 12,9″; gli accessori ufficiali costano parecchio; molti utenti potrebbero accontentarsi dell’edizione del 2018, che ancora oggi è un’alternativa validissima.

Compra iPad Pro da 11″ (2020)

Apple iPad Pro (11", Wi-Fi, 128GB) - Argento
Vedi offerta su Amazon

iPad Pro da 12,9″ (2020)


iPad Pro da 12,9″ è sostanzialmente identico al modello da 11″, solo in chiave più grande. Rappresenta il miglior iPad oggi in circolazione per chiunque voglia farne un uso professionale: offre il miglior supporto negli ambiti produttività e multimedialità, grazie anche ai quattro speaker integrati, abbinato alla potenza più elevata che puoi trovare oggi su un tablet. Apple sostiene che questo modello sia più potente di molti dei computer portatili attualmente in circolazione. Passiamo in rassegna brevemente le caratteristiche tecniche, che sono identiche a quelle di iPad Pro da 11″.

Processore Apple A12Z Bionic con GPU Octa-core, scanner LiDAR, doppia fotocamera posteriore con sensori da 12MP e 8MP, rispettivamente con obiettivi grandangolare e ultra grandangolare, compatibilità con la nuova Magic Keyboard, riconoscimento del volto tramite FaceID e autonomia estesa. Tutti i modelli a listino, inoltre, dispongono di 6GB di RAM.

Le differenze sono nelle dimensioni: 280.6 x 214.9 x 5.9 mm, con il display da 12,9″ che gode di una risoluzione di 2732 × 2048 pixel. Abbiamo supporto al ProMotion fino a 120Hz, gamut P3 coperto interamente, True Tone, HDR e molto altro. La porta è anche qui una USB Type-C, mentre sul fronte dei prezzi si parte da 1119€ fino ad arrivare a 1839€. Anche qui troviamo varianti da 128GB fino a 1TB, con o senza modem 4G LTE.

  • Perché comprare questo iPad: 6GB di RAM per tutte le versioni; design all-screen; Face ID; display con supporto alle tecnologie True Tone, HDR, ProMotion e P3; porta USB-C; le migliori prestazioni su tablet; molto leggero, nonostante le dimensioni; possibilità di abbinare Magic Keyboard; quattro speaker audio; sensore LiDAR; fotocamera posteriore con modulo ultra grandangolare.
  • Perché non comprare questo iPad: gli accessori ufficiali, indispensabili per il confronto con un notebook tradizionale, costano parecchio; molti utenti potrebbero accontentarsi dell’edizione del 2018, che ancora oggi è un’alternativa validissima.

Compra iPad Pro da 11″ (2020)

Apple iPad Pro (12,9", Wi-Fi, 128GB) - Argento
Vedi offerta su Amazon

iPad mini (2019)


Esteticamente uguale al modello del 2015, il nuovo iPad mini si migliora in quasi tutte le sue caratteristiche ed è estremamente più potente. Le dimensioni rimangono invariate: 203,2 x 134,8 mm con uno spessore di 6,1 mm, mentre cresce un po’ il peso che passa da 298,8 grammi a 300,5 grammi per la variante solo Wi-Fi; da 304 grammi a 308,2 grammi per quella Cellular. Il nuovo tablet “mini” di Apple viene proposto nei tagli da 64 e 256 GB e dispone di un pannello grande quanto quello del predecessore, quindi 7,9″ e con risoluzione 2048×1536 pixel, quindi anche in questo caso identico al modello che sostituisce nella famiglia. Cambia drasticamente la qualità delle immagini: il nuovo modello è compatibile con lo standard P3, supporta il True Tone per il bilanciamento automatico del bianco in base alla luce d’ambiente.

iPad mini (2019) si migliora anche per quanto riguarda l’hardware integrato: per il nuovo modello Apple ha scelto il potente Apple A12 Bionic con Neural Engine integrato per i calcoli di Intelligenza Artificiale e con coprocessore M12. Nel tasto Home continua ad essere integrato il sensore di impronte Touch ID e, per la prima volta nella famiglia dei prodotti “mini”, viene implementato anche il supporto per Apple Pencil. Per quanto riguarda le fotocamere abbiamo un modulo da 8 Megapixel al posteriore con apertura di diaframma f/2.4, quindi non molto luminoso, e possibilità di registrazione in Full HD a un massimo di 120 fps (in modalità slow-motion). Sulla parte frontale è presente invece una fotocamera da 7 Megapixel con apertura f/2.2.

Questo tablet ha due altoparlanti stereo, supporto al Wi-Fi ac e al Bluetooth 5.0 e un’autonomia di un massimo di 10 ore sotto rete Wi-Fi e di 9 ore sotto rete dati cellulare per i modelli che la supportano.

  • Perché comprare questo iPad: è il tablet di dimensioni ridotte migliore fra quelli attualmente in vendita. Propone una potenza elevata abbinata ad un corpo compatto, ed è il migliore iPad fra quelli attualmente in commercio in termini di maneggevolezza e facilità di trasporto; supporto ad Apple Pencil.
  • Perché non comprare questo iPad: dimensioni ridotte significa anche display non grandissimo. Il formato è 4:3, quindi se da una parte è ottimo per la navigazione sul web e per la lettura in generale, dall’altra parte con i film (che usano formati di 16:9 o ancora più “schiacciati”) la superficie di visione non è grandissima. Manca poi il supporto alla tastiera di Apple. A 100 euro meno si può acquistare l’iPad base del 2018 che ha schermo più grande e un processore leggermente meno potente (che nella vita di tutti i giorni non fa differenza).

Compra iPad mini (2019)

Apple iPad mini (Wi-Fi, 64GB) - Grigio siderale (Ultimo Modello)
Vedi offerta su Amazon

Se vuoi maggiori informazioni sui vari modelli di iPad attualmente in commercio, collegati al sito Internet di Apple: lì potrai consultare le schede tecniche di ciascun device e confrontarle tra di esse.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.