Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come accettare termini WhatsApp

di

A gennaio 2021 WhatsApp, l’app di messaggistica più famosa al mondo, ha annunciato l’aggiornamento dei propri termini e l’informativa sulla privacy. Questo cambiamento è poi diventato effettivo dal 15 maggio 2021. Se sei capitato qui significa che anche sul tuo smartphone è comparso un avviso, ma lo hai ignorato e ora ti chiedi come accettare termini WhatsApp. Niente paura, sei nel posto giusto.

In seguito all’annuncio di questa modifica dei termini, molti utenti si sono fatti prendere dal panico e, complice un po’ di allarmismo diffuso in Rete, hanno pensato anche di abbandonare WhatsApp in favore di altre piattaforme, rinunciando però così alla possibilità di rimanere in contatto con amici e parenti che usano solo WhatsApp.

Come dici? Anche tu vorresti saperne di più sulle novità introdotte da WhatsApp prima di decidere se accettare o meno i nuovi termini? Niente paura, sono qui per questo. Oggi ti illustrerò tutte le novità introdotte da questi ultimi, spiegandoti cosa cambia rispetto a prima e, se non lo hai ancora fatto, come accettarli.

Indice

Informazioni preliminari

termini e informazioni sulla privacy di WhatsApp

Per prima cosa, direi di analizzare il perché i nuovi termini di WhatsApp abbiano destato grande interesse da parte dei media.

L’aggiornamento dei termini e delle informazioni sulla privacy da parte di WhatsApp ha sùbito destato la preoccupazione di tanti utenti, soprattutto negli USA, in quanto tra le modifiche più importanti introdotte da questi ultimi c’è quella relativa al modo in cui WhatsApp gestisce i dati degli utenti e le modalità di fruizione da parte di Facebook.

Cosa c’entra Facebook? Qualora non lo sapessi, WhatsApp è diventata un’app di proprietà di Facebook dal 19 febbraio 2014. L’intenzione di Facebook è quella di utilizzare i dati degli utenti WhatsApp per aiutare gli inserzionisti a mostrare annunci pertinenti su Facebook.

Devi preoccuparti di queste modifiche? Non eccessivamente. Queste novità, infatti, non riguardano gli utenti che risiedono in Europa, di conseguenza, quelli che risiedono in Italia. In virtù del GDPR, un regolamento valido per tutti i Paesi facenti parte dell’Unione Europea, i nuovi termini non apportano cambiamenti sostanziali che dovrebbero destare la nostra preoccupazione. È bene, dunque, tenere sempre gli occhi aperti e preoccuparsi, ma non bisogna cedere a panico ingiustificato.

Per quanto riguarda la UE, WhatsApp continuerà a non poter usare i dati per aiutare gli inserzionisti a mostrare annunci su Facebook: per questo motivo, le tue paure, per quanto legittime, sono infondate e posso dirti che puoi accettare i nuovi termini senza troppi timori.

A questo punto potrebbe sorgerti un altro dubbio: per continuare a utilizzare pienamente WhatsApp è necessario accettare i nuovi termini? La tua domanda è più che legittima. La risposta è semplice: no, non è necessario che tu accetti i nuovi termini, poiché WhatsApp ha deciso di non limitare l’uso dell’applicazione in caso di mancata accettazione della nuova informativa sulla privacy, come scritto chiaramente sul sito ufficiale.

Dato che, però, le nuove politiche non interessano i Paesi Europei, potresti accettarle, anche per evitare la continua comparsa del banner, anche piuttosto fastidioso, che ti invita a farlo. Inoltre, non è escluso che in futuro WhatsApp possa decidere di limitare le funzionalità a cui possono accedere gli account che non hanno accettato le nuove disposizioni.

Per quanto riguarda, invece, le regioni diverse dall’Europa, la situazione è decisamente più delicata: lì l’uso dei dati di WhatsApp da parte di Facebook sarà consentito, soprattutto per quel che riguarda la versione business di WhatsApp (per approfondimenti, puoi dare un’occhiata qui e qui).

Come accettare termini privacy WhatsApp

Come accettare termini privacy WhatsApp

Fatte le dovute precisazioni del caso, ti mostro come accettare termini privacy WhatsApp sul tuo smartphone. Il procedimento è identico sia se hai uno smartphone dotato di sistema operativo Android, sia se hai un iPhone.

Se non hai ancora accettato i nuovi termini, avviando l’app ti comparirà una schermata che ti avviserà che WhatsApp sta aggiornando i propri termini e l’informativa sulla privacy. Per prima cosa, ti consiglio di leggere attentamente le nuove norme: una volta terminata la lettura della prima pagina tocca il pulsante Continua posto in basso e procedi alla lettura della seconda pagina. Una volta letto tutto, puoi accettare i nuovi termini toccando sul pulsante Accetta, posto in basso, e il gioco è fatto.

Se sei curioso di scoprire tutte le novità introdotte dai nuovi termini di WhatsApp puoi anche leggere l’intera informativa. Non sai come fare? Te lo spiego io. Se hai uno smartphone Android, apri WhatsApp, premi sul pulsante ⋮ e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre. Se, invece, hai un iPhone, premi sulla scheda Impostazioni collocata in basso a destra.

Una volta dentro le impostazioni di WhatsApp, recati nella sezione Aiuto e, successivamente, tocca l’opzione Termini e privacy. Si aprirà una pagina Web del sito ufficiale di WhatsApp, nella quale potrai trovare tutto quello che cerchi. In alternativa, puoi andare direttamente qui dal tuo browser.

Come accettare termini WhatsApp se ho rifiutato

Come accettare termini WhatsApp se ho rifiutato

Come dici? Hai chiuso il banner mostrato apertura dell’app e ora non sai come rimediare? Nessun problema: se per sbaglio o per tua volontà hai bypassato la schermata per l’accettazione dei nuovi termini, questa si ripresenterà in automatico dopo qualche ora o qualche giorno.

Quando la vedrai nuovamente, non dovrai far altro che toccare sul pulsante Continua e nella schermata successiva sul pulsante Accetta, in basso, e il gioco sarà fatto. In questo modo potrai anche accettare termini WhatsApp dopo il 15 maggio e, nel caso WhatsApp decidesse realmente di limitare gli account degli utenti che non hanno accettato i nuovi termini, potrai continuare a utilizzare tutte le funzionalità del celebre servizio di messaggistica istantanea.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.