Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come farsi rimborsare su PlayStation Store

di

La maggior parte dei possessori di PS4 e PS5 è solita acquistare giochi, contenuti e abbonamenti a consumo direttamente dal proprio divano, attraverso il PlayStation Store: le offerte di certo non mancano e resistere alla tentazione è proprio difficile! Immagino che, se ti trovi su questa guida, anche tu faccia parte di quella cerchia di utenti: il problema è che, ultimamente, hai acquistato impulsivamente un gioco che ti sembrava interessante ma, dopo averne letto le recensioni, ti sei reso conto che non fa esattamente al caso tuo e vorresti tentare di riavere indietro i tuoi soldi, anche perché non hai ancora provveduto a scaricarlo!

Se ti trovi in questa situazione, allora ho un’ottima notizia da comunicarti: è possibile richiedere a Sony (e ottenere) un rimborso per acquisti frettolosi, giochi difettosi, abbonamenti sottoscritti involontariamente e altre casistiche simile. A tal riguardo, è sufficiente rispettare alcuni semplici requisiti, per vedersi riaccreditato il denaro speso nel giro di pochissimo tempo.

Dunque, se sei effettivamente interessato a capire come farsi rimborsare su PlayStation Store nei vari casi in cui quest’operazione è prevista, faresti bene a procedere con la lettura di questa guida: sono sicuro che, al termine della stessa, avrai le idee più chiare sull’argomento… e magari avrai imparato che gli acquisti frettolosi non sono mai un bene!

Indice

Informazioni preliminari

Come farsi rimborsare su PlayStation Store

Prima di entrare nel vivo della questione e di capire, nel concreto, come farsi rimborsare su PlayStation Store, ritengo doveroso darti qualche precisazione in merito a questa possibilità.

Tanto per cominciare, devi sapere che le categorie di rimborso ottenibili su PS Store sono principalmente tre: abbonamenti (ad es. PlayStation Plus), giochi e contenuti aggiuntivi (ad es. DLC, espansioni e season pass) e preordini. Ciascuna di queste categorie, di cui ti parlerò nei capitoli successivi di questa guida, prevede delle condizioni ben precise da rispettare, al fine di ottenere un rimborso.

In linea generale, il riaccredito dei fondi, avviene tramite il metodo di pagamento usato per concludere la transazione, fatta eccezione per i seguenti sistemi non compatibili: Bancontact (MisterCash), Giropay, Ideal, Paysafecard, Postepay, Sofort, Yandex, pagamento tramite operatore mobile e codici promozionali.

Se l’acquisto per il quale si richiede il rimborso è stato realizzato con uno dei suddetti tipi di pagamento, il corrispettivo verrà accreditato sul portafoglio virtuale abbinato al proprio account PlayStation.

Sempre a tal proposito, bisogna precisare che non è permesso annullare le ricariche per il portafoglio PlayStation: dunque, prima di aggiungere fondi, assicurati di poterli usare, altrimenti essi resteranno lì vincolati e non potranno essere sbloccati in alcun modo (se non effettuando acquisti sul PS Store, appunto).

Prima di richiedere un rimborso, inoltre, devi avere a disposizione il codice identificativo della transazione, da specificare in fase di richiesta: per ottenerlo, collegati al portale di gestione dell’account Sony, effettua l’accesso al tuo profilo e seleziona la voce Cronologia transazioni, collocata nella barra laterale di sinistra.

Giunto alla pagina dedicata, individua la transazione di tuo interesse (quella per la quale richiedere il rimborso), premici su e annota il relativo ID transazione, che dovrebbe comparire nel riquadro dedicato alle informazioni aggiuntive. Se necessario, utilizza i box Avvia e Fine, per raffinare l’elenco dei movimenti, in base alla data.

Infine, è importante specificare che le istruzioni che mi appresto a illustrarti nelle battute successive di questa guida, unitamente a eventuali vincoli e richieste, sono valide soltanto per la versione europea del PS Store. Dunque, qualora tu avessi acquistato contenuti da altre versioni dello store (ad es. quella giapponese o quella statunitense), potrebbero essere in vigore condizioni e vincoli differenti.

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: abbonamenti

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: abbonamenti

Fatte le dovute precisazioni sull’argomento, passiamo alla pratica e cerchiamo di comprendere, insieme, come farsi rimborsare su PlayStation Store. Iniziamo dalla categoria degli abbonamenti (come quello a PS Plus oppure a PS Now): in questo caso, è possibile ottenere un rimborso soltanto entro 14 giorni dalla prima stipula dello stesso, giorni di prova inclusi.

Qualora questo termine fosse scaduto, non ti sarà concesso ottenere un rimborso, e la stessa cosa succede anche nel caso del rinnovo automatico dell’abbonamento: infatti, quando si sottoscrive un piano, si accetta che questo venga rinnovato senza alcun intervento da parte dell’utente, a meno di non annullarne la sottoscrizione prima della sua scadenza “naturale”.

Come dici? Non sono trascorsi ancora 14 giorni (prove incluse) dall’avvio dell’abbonamento che intendi annullare? In questo caso, procedi come segue: mediante il browser che preferisci, collegati alla pagina dedicata al supporto per PS Store e utilizza il menu a tendina Seleziona un argomento per scegliere l’opzione Rimborsi e annullamenti PlayStation Store.

Successivamente, inserisci il tuo Nome completo (cognome incluso), il tuo ID online PSN, un indirizzo email di contatto e l’indirizzo email associato al PSN.

In seguito, scegli la categoria di abbonamento per la quale vuoi richiedere il rimborso (ad es. PlayStation Plus, PlayStation Now o Contenuti TV e video, per le sottoscrizioni avviate tramite PS Store ma non collegate ai videogiochi) e specifica, ove richiesto, il nome del contenuto coinvolto nella richiesta, il motivo della stessa, la data di sottoscrizione dell’abbonamento e il codice identificativo della transazione (ti ho spiegato come recuperarlo nel capitolo iniziale di questa guida).

Quando hai finito, se richiesto, supera il controllo CAPTCHA e clicca sul pulsante Invia per avanzare la richiesta: nel giro di qualche giorno, la tua richiesta dovrebbe essere esaminata e, se compatibile con le condizioni di cui ti ho parlato in precedenza, dovresti ricevere il rimborso richiesto. Tieni presente che l’importo sarà pari al corrispettivo dell’abbonamento a cui vengono sottratti i giorni fruiti.

Se preferisci, puoi inviare la tua richiesta anche per posta, fax o e-mail, attenendoti alle indicazioni disponibili in questa pagina.

Come ti ho accennato all’inizio di questa sezione, non puoi ottenere il rimborso di un abbonamento rinnovato automaticamente: per evitare addebiti sgraditi, devi aver cura di annullarne la sottoscrizione automatica, prima della sua scadenza.

Puoi effettuare questa operazione in diversi modi: per esempio, puoi visitare la pagina di gestione dell’account PSN, recarti nella sezione Abbonamento (se non già selezionata) e, dopo aver aperto quello di tuo interesse, selezionare l’opzione Disattiva rinnovo automatico e rispondere affermativamente all’avviso successivo. Maggiori info qui.

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: giochi e contenuti aggiuntivi

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: giochi e contenuti aggiuntivi

Hai acquistato un gioco o un DLC dal PlayStation Store e te ne sei pentito poco dopo? In questo caso, puoi tentare di ottenere un rimborso, ma soltanto rispettando alcuni requisiti: affinché Sony ti restituisca l’importo speso, infatti, è indispensabile non aver iniziato il download del gioco/contenuto o non averne avviato lo streaming. In maniera eccezionale, sono stati effettuati rimborsi per titoli che non hanno rispettato determinati standard qualitativi e, dunque, hanno suscitato molte critiche da parte degli acquirenti: un esempio è Cyberpunk 2077 uscito a dicembre 2020.

Tieni presente che la richiesta di rimborso deve essere inoltrata entro e non oltre 14 giorni dal momento dell’acquisto (farà fede la data dell’invio del modulo di richiesta di rimborso).

Se rispondi a questi requisiti, ci sono buone possibilità che Sony ti consenta di ottenere indietro il denaro speso. Come? È facilissimo. Tutto ciò che devi fare è recarti nella pagina di supporto per PS Store, scegliere l’opzione Rimborsi e annullamenti PlayStation Store dal menu a tendina Seleziona un argomento e agire in maniera analoga a quanto ti ho spiegato in precedenza, selezionando, però, l’opzione Contenuti di gioco dal riquadro Tipo di contenuti e la voce Ho cambiato idea/acquistato per errore dal menu a tendina Motivo.

L’unico caso in cui è possibile ottenere il rimborso di un gioco anche dopo averne avviato il download/lo streaming è quando il videogioco è difettoso: in buona parte dei casi, ciò avviene quando il titolo è vittima di errori o problemi noti, che si presentano per la maggior parte dei giocatori che ne usufruiscono.

In questo caso, le modalità di compilazione del modulo di richiesta rimborso cambiano leggermente: scegli l’opzione Problemi relativi ai giochi dal menu a tendina Seleziona argomento, compila il modulo proposto con le tue informazioni personali e, fatto ciò, specifica il tipo di problema da te riscontrato, il titolo e il tipo di gioco/contenuto aggiuntivo e riporta il codice errore che riscontri, se necessario.

Per concludere, allega un’immagine e/o una descrizione accurata del problema e, quando hai finito, supera il controllo CAPTCHA e premi il tasto Invia per avanzare la richiesta, che dovrebbe aver riscontro entro alcuni giorni.

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: pre-order

Come farsi rimborsare su PlayStation Store: pre-order

Come dici? Hai prenotato un gioco per PlayStation dallo store digitale di Sony ma, dopo aver letto in giro qualche recensione, hai accertato che questo non fa al caso tuo? Non preoccuparti: anche in questo caso ci sono buone probabilità che tu riesca ad ottenere un rimborso.

Devi sapere che se hai fatto un pre-order oltre 14 giorni prima dell’uscita del gioco, puoi richiederne il rimborso in qualsiasi momento, a patto che la pubblicazione del titolo in questione non sia già avvenuta. Se, invece, la prenotazione è stata eseguita nei 14 giorni precedenti la pubblicazione del titolo, puoi richiedere il riaccredito dell’importo speso entro i 14 giorni dal pagamento del pre-ordine. In tal caso, chiaramente, non devi aver scaricato né avviato il titolo in streaming (se questo, nel frattempo, è stato pubblicato), altrimenti non otterrai nulla.

Verificata la validità delle condizioni che ti ho illustrato, puoi procedere con la richiesta di rimborso, che va effettuata dalla pagina di supporto PlayStation Store con le stesse modalità illustrate nel capitolo dedicato agli abbonamenti; abbi cura, però, di selezionare la voce Pre-ordine tra le scelte elencate nel riquadro Tipologia.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.