Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare una cartella cancellata dal PC

di

Ti sei appena accorto di aver eliminato involontariamente una cartella estremamente importante dal tuo computer e, disperato, hai iniziato a cercarne una copia di backup su tutte le chiavette USB che avevi a disposizione. La tua ricerca, però, non ha avuto esito positivo, ed è proprio per questo motivo che ti sei fiondato su Internet alla ricerca di un metodo semplice e rapido per recuperare una cartella cancellata dal PC, finendo proprio su questa mia guida.

Ebbene, sono felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: nelle righe a venire, infatti, avrò cura di spiegarti per filo e per segno come tentare di ripristinare le cartelle cancellate dal computer, sia esso un PC Windows o un Mac, servendoti di una serie di software efficienti e con alto margine di successo. 

Prima ancora di iniziare, però, devo fare una precisazione: i file cancellati, in genere, possono essere recuperati finché lo spazio precedentemente occupato da essi sul disco non viene impiegato per il salvataggio di nuovi file. Per questo motivo, non posso garantirti una percentuale di successo pari al 100%, ma posso darti una preziosa informazione: meno avrai usato il disco del PC dopo l’eliminazione della cartella, più alte saranno le possibilità di ritrovare intatti i file che hai involontariamente cancellato. Detto ciò, rimboccati le maniche e segui le indicazioni che sto per darti. Io incrocio le dita per te!

Indice

Copie Shadow (Windows)

Copie Shadow (Windows)

Devi sapere che, sui sistemi operativi Windows, è possibile recuperare file e cartelle cancellati per errore (oppure ripristinare copie precedenti di queste ultime) usando le cosiddette copie Shadow, cioè delle copie di backup di file e cartelle (ma anche interi volumi), create a intervalli regolari dal sistema operativo.

Per poter usufruire delle copie Shadow di Windows, però, è assolutamente necessario che l’annessa funzionalità risulti abilitata nel sistema: per sincerartene, clicca sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), digita le parole "cronologia file" nel campo di ricerca (o nella barra di Cortana, se usi Windows 10), clicca sulla voce Ripristina file con Cronologia File e verifica che la funzionalità risulti attiva.

Dopo aver effettuato questo controllo e aver avuto esito positivo, puoi usufruire delle copie Shadow di Windows nel seguente modo: apri una finestra di Esplora File (cliccando sull’icona a forma di cartella gialla situata nella barra delle applicazioni di Windows) e, tramite essa, raggiungi la cartella "madre" di quella che vuoi recuperare (cioè la cartella che conteneva quella di tuo interesse). Successivamente, fai clic destro sulla stessa, seleziona la voce Proprietà dal menu che compare e spostati sulla scheda Versioni precedenti.

A questo punto, individua la versione della cartella che vuoi ripristinare, aiutandoti con la data di modifica, selezionala con un clic, quindi pigia sul bottone Anteprima collocato in basso per accertarti che la versione ripristinata della cartella "madre" contenga quella che ti interessa recuperare. Per concludere, clicca sui pulsanti RipristinaOK per confermare l’operazione di recupero. Il gioco è fatto!

Recuva (Windows)

Come recuperare una cartella cancellata dal PC - Recuva

Qualora la soluzione precedente non sia riuscita a soddisfare i tuoi bisogni, ti consiglio di dare un’opportunità a Recuva, un programma completamente gratuito che consente di recuperare file e cartelle cancellati per errore dai PC dotati di sistema operativo Windows.

Per servirtene, collegati al sito Internet del programma, clicca sul link CCleaner.com e attendi che il pacchetto d’installazione (ad es. rcsetup153.exe) venga completamente scaricato. In seguito, avvia il file ottenuto, clicca sul pulsante , seleziona l’Italiano dal menu a tendina sito in alto a destra e fai clic sul pulsante Install che trovi al centro della finestra.

A questo punto, clicca sul pulsante Run Recuva, per eseguire immediatamente il programma, dopodiché premi il pulsante Avanti, imposta il segno di spunta accanto alla voce Tutti i file e clicca ancora su Avanti. Fatto ciò, apponi il segno di spunta accanto alla voce In una posizione specifica, premi il tasto Sfoglia… e raggiungi la cartella "madre" di quella che hai eliminato: selezionala, quindi, con un clic e premi il pulsante OK.

Per concludere la configurazione e avviare la ricerca dei file cancellati con Recuva, clicca sui pulsanti AvantiAvvia. Attendi, dunque, che la procedura di ricerca venga ultimata e clicca sulla voce Percorso per ordinare i file recuperati in base alla cartella che li conteneva. Individua poi la directory che avevi eliminato in precedenza, apponi il segno di spunta accanto a tutti i file contenuti in essa, clicca sul bottone Recupera… e seleziona la cartella in cui vuoi salvarli.

Ricorda, in ogni caso, di dare un’occhiata alle icone situate accanto ai nomi dei file da recuperare, poiché solo quelli contraddistinti dall’icona verde possono essere completamente recuperati, mentre quelli identificati dal "pallino" arancione potrebbero essere danneggiati. I file accompagnati dall’icona rossa, invece, sono da ritenersi irrecuperabili.

Laddove la prima ricerca non dovesse recuperare i file contenuti nella cartella di tuo interesse, avvia nuovamente Recuva, effettua daccapo tutti i passaggi visti in precedenza e ricorda, questa volta, di apporre il segno di spunta accanto alla voce Attiva scansione approfondita situata nella finestra successiva a quella di selezione della tipologia di documenti.

Tale mossa, di fatto, permette di effettuare un’analisi più approfondita del disco, alla ricerca dei file eliminati: per questo motivo, un’analisi di questo tipo potrebbe essere portata a termine anche nell’arco di alcune ore.

Time Machine (macOS)

Come recuperare una cartella cancellata dal PC - Time Machine (macOS)

Time Machine è un’utility installata "di serie" su tutti i Mac che consente di effettuare automaticamente il backup del contenuto del disco e, all’occorrenza, di visualizzare e ripristinare le vecchie versioni di file e cartelle.

Per poter usare questa funzionalità, però, è indispensabile che essa risulti già configurata nel sistema: puoi accertartene cliccando sull’icona di Time Machine (l’orologio con la freccia) situata in alto a destra, nella barra dei menu di macOS, e selezionando in seguito la voce Apri le preferenze di Time Machine dal menu proposto (oppure selezionando la voce relativa a Time Machine in Preferenze di sistema).

Giunto nella schermata successiva, accertati che accanto alla voce Esegui backup automaticamente sia presente il segno di spunta.È così? Perfetto, allora il gioco è praticamente fatto!

Avvia il Finder (l’icona a forma di fumetto sorridente annessa alla barra Dock) e recati nella posizione in cui si trovava la cartella prima della sua eliminazione accidentale, dopodiché clicca sull’icona di Time Machine residente nella barra dei menu di macOS e scegli la voce Entra in Time Machine dal menu che ti viene mostrato.

A questo punto, utilizzando la barra temporale o le frecce direzionali collocate sul lato destro dello schermo, riporta la cartella corrente alla data in cui conteneva ancora quella da ripristinare, fai clic destro su quest’ultima e scegli la voce Ripristina dal menu contestuale visualizzato, in modo da riportarla nella sua posizione originale, oppure la voce Ripristina [nome] su, per salvarla in una posizione diversa.

Quando hai finito, puoi uscire da Time Machine cliccando sul pulsante Annulla situato subito sotto la finestra del Finder, al centro dello schermo.

DiskDrill (macOS)

Come recuperare una cartella cancellata dal PC - DiskDrill

Se Time Machine non è riuscito a sortire l’effetto da te desiderato, ti consiglio di dare un’occhiata a DiskDrill: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di uno dei migliori programmi mirati al recupero dei dati dai Mac, che permette di ripristinare file e cartelle da hard disk, SSD, chiavette USB, memory card e, in generale, tutte le memorie formattate in FAT, NTFS e nei file system di Apple.

DiskDrill non è gratuito, costa 79€, ma può essere provato gratuitamente per verificare che la cartella interessata sia o meno recuperabile (permettendo di vedere un’anteprima dei file in essa contenuta, ma non di ripristinarli).

Per ottenere la versione trial del software, collegati al suo sito Internet, clicca sul bottone Scarica gratis e, a download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto. Dopodiché, aiutandoti con la finestra che viene mostrata, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac.

A questo punto, avvia DiskDrill dalla summenzionata cartella, clicca sul pulsante Inizia e, dopo aver immesso la password di amministrazione del Mac e premuto il tasto Invio, individua il disco su cui era situata la cartella che intendi ripristinare, premi quindi il pulsante Recupera collocato accanto al nome dello stesso.

Una volta completata l’analisi del disco, espandi le cartelle elencate nella finestra dei risultati, fino a trovare quella di tuo interesse. Se necessario, espandi anche quella e clicca sull’occhio collocato in corrispondenza dei file in essa contenuti, per visualizzarne un’anteprima.

Per concludere, clicca nuovamente sul nome della cartella e poi sul pulsante Recupera, per esportare i file trovati (puoi effettuare quest’operazione soltanto se hai provveduto ad acquistare la versione completa del programma).

Altri metodi per recuperare una cartella cancellata dal PC

Altri metodi per recuperare una cartella cancellata dal PC

Come dici? Anche dopo aver seguito pedissequamente le istruzioni fornite in questa guida, non sei riuscito a recuperare la cartella che avevi accidentalmente cancellato dal computer?

Non gettare ancora la spugna! Devi sapere, infatti, che esistono molte altre soluzioni software, sia gratuite che a pagamento, adatte a recuperare file e cartelle eliminate dai dischi, e che potrebbero fare proprio al caso tuo: DMDE, Wise Data Recovery e Photorec sono soltanto alcuni dei nomi a cui puoi far riferimento, e di cui ti ho parlato nel dettaglio all’interno delle mie guide dedicate al recupero dei dati da hard disk e al recupero dei file su Mac. Leggile, non te ne pentirai!