Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare cartella cancellata

di

Ti sei appena accorto di aver cancellato erroneamente un’importante cartella dal tuo computer e vorresti sapere se esiste un sistema, rapido e “indolore”, per far fronte alla cosa? Hai eliminato una cartella dalla memoria del tuo cellulare e ti piacerebbe capire se è possibile rimediare? Per tua fortuna, sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto. Se mi concedi qualche istante del tuo prezioso tempo, infatti, posso illustrarti io come fronteggiare la situazione.

Partendo dal presupposto che si, è possibile recuperare una cartella cancellata, nelle righe successive andrò quindi ad illustrarti, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come compiere tale operazione sfruttando alcune apposite funzioni messe a disposizione dai vari sistemi operativi e delle applicazioni ad hoc.

Prima di procedere, però, sappi che la riuscita dell’operazione dipende da vari fattori: in primis dall’attivazione o meno dei backup (in locale o sul cloud) sul dispositivo in e poi dallo stato della memoria. Devi sapere, infatti, che se i settori di memoria cui erano contenute le cartelle di tuo interesse vengono sovrascritto da nuovi dati, non potrai fare molto. Chiaro? Bene, allora ti auguro buona lettura e ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come recuperare cartella cancellata da PC

Utilizzi un computer con su installato Windows e ti piacerebbe capire come recuperare una cartella cancellata da quest’ultimo? Allora attieniti alle indicazioni sul da farsi che trovi qui di seguito. Ti anticipo già che puoi riuscirci, a seconda delle circostanze, intervenendo sul Cestino, sfruttando una funzione di backup integrata nei più recenti sistemi operativi di casa Microsoft e tramite appositi programmi per il recupero dati.

Come recuperare cartella cancellata dal Cestino

Recupero cartella Cestino Windows

Se hai eliminato una cartella di recente e non hai ancora svuotato il Cestino di Windows, ho una bella notizia da darti: questa si trova ancora al suo interno e puoi recuperarla direttamente da lì.

Per riuscirci, fai doppio clic sull’icona del Cestino presente sul desktop e individua la cartella cancellata dalla finestra di Esplora File comparsa sullo schermo. Se vuoi, puoi aiutarti nella ricerca tramite la barra apposita posta in alto a destra, digitandovi all’interno il nome della cartella di riferimento.

Una volta trovata la cartella che vuoi recuperare, facci clic sopra e, continuando a tenere cliccato, trascinala fuori dalla finestra del Cestino, rilasciandola nella posizione che preferisci. In alternativa, dopo aver selezionato la cartella, premi sul pulsante Strumenti Cestino posto nella parte in alto della schermata del Cestino, seleziona la voce Ripristina elementi selezionati dal menu che compare e la cartella verrà automaticamente spostata nella sua posizione originaria.

Cronologia file

Cronologia File Windows 10

Se utilizzi un computer equipaggiato con Windows 10 o Windows 8.x e hai attivato la funzione Cronologia file, puoi ripristinare una o più cartelle che hai cancellato erroneamente recandoti nella posizione in cui si trovavano in origine e selezionando la voce Cronologia dalla scheda Home dell’Esplora File.

In alternativa a come ti ho appena indicato, puoi procedere nel seguente modo: clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows collocato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), cerca “ripristina file” nel menu che si apre e avvia la procedura per ripristinare file con Cronologia file selezionando l’apposita icona presente nei risultati della ricerca.

PhotoRec

PhotoRec

Se le soluzioni per recuperare una cartella cancellata che ti ho già suggerito di prendere in considerazione si sono rivelate inefficaci, puoi provare a rivolgerti a PhotoRec. Si tratta di un software open source che consente di recuperare svariate tipologie di file in pochi clic. È gratis e per funzionare non necessita d’installazione. Da notare che viene fornito in accoppiata a TestDisk, un altro programma gratuito che consente di recuperare le partizioni perse e di rendere avviabili i dischi che non lo sono più: è molto efficace, ma al momento non dovrebbe servirti.

Ciò detto, per scaricare PhotoRec sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca sulla voce Windows. Al termine del download, estrai l’archivio ZIP ricavato in una posizione a piacere e avvia l’eseguibile qphotorec_win.exe presente al suo interno.

Nella finestra che si apre, espandi il menu a tendina collocato in alto e seleziona l’unità da cui desideri recuperare il contenuto della cartella. Clicca quindi sulla voce corrispondente alla partizione principale del drive e premi sul pulsante Formati dei file, per selezionare le tipologie di file che erano presenti nella cartella cancellata di tuo interesse.

In seguito, metti il segno di spunta accanto all’opzione FAT/NTFS/HFS+/ReiserFS, fai clic sul pulsante Naviga e seleziona la posizione in cui PhotoRec deve salvare i file che riesce a individuare. Per concludere, fai clic sul pulsante Cerca e aspetta che venga completato il recupero dei dati. Più comodo di così?

Recuva

Recuva

Un altro software al quale puoi affidarti per recuperare una cartella cancellata dal PC è Recuva. Si tratta, infatti, di uno strumento che consente di recuperare foto, video, archivi compressi, documenti di Office e altre tipologie di file da vari supporti di archiviazione e dispositivi: hard disk, chiavette USB, schede SD, media player portatili ecc. È totalmente gratuito ed è facilissimo da usare

Per scaricare Recuva sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e clicca sui pulsanti Download Free Version, Free DownloadDownload. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante , nella finestra che compare sul desktop. Successivamente, seleziona l’Italiano dal menu a tendina per la scelta della lingua, in alto a destra, deseleziona le voci relative all’installazione di eventuali programmi aggiuntivi e premi sul bottone Install. Ad installazione ultimata, clicca sul bottone Run recuva.

Ora che visualizzi la finestra principale del programma sullo schermo, clicca sul bottone Avanti, seleziona il tipo di file che erano presenti nella cartella che intendi recuperare e clicca nuovamente sul pulsante Avanti. A questo punto, seleziona la posizione in cui effettuare la ricerca dei dati (lascia selezionata l’opzione Non sono sicuro, per cercare in tutti i drive) e clicca sui bottoni Avanti e Avvia, per avviare la scansione

Al termine del controllo, apponi il segno di spunta accanto al nome della cartella da ripristinare e clicca sul pulsante Recupera, per selezionare la posizione in cui salvare il tutto. Ti faccio notare che i dati sono contrassegnati con dei semaforini colorati: quelli in verde sono recuperabili al 100%, quelli in arancione si possono ripristinare ma probabilmente sono danneggiati, mentre i file contrassegnati in rosso sono quasi del tutto illeggibili.

Nel caso in cui Recuva non riuscisse a trovare gli elementi di tuo interesse, prova a riavviare il programma e a selezionare l’opzione Attiva scansione approfondita nell’ultima schermata iniziale. Così facendo, Recuva effettuerà un’analisi più approfondita e aumenteranno quindi la possibilità di trovare ciò che nella scansione standard non compariva.

Come recuperare cartella cancellata Mac

Possiedi un Mac e ti piacerebbe capire come recuperare una cartella cancellata da quest’ultimo? Allora segui le istruzioni sul da farsi che ho provveduto a fornirti nei passi successivi. Ti anticipo già che puoi riuscire nel tuo intento intervenendo sul Cestino, tramite Time Machine o usando dei programmi appositi. Buona fortuna!

Come recuperare cartella cancellata dal Cestino

Recupero cartella cancellata dal Cestino su macOS

Se hai eliminato di recente una cartella e non hai ancora svuotato il Cestino del tuo Mac, questa si trova ancora lì e può essere recuperata semplicemente riportandola nella posizione in cui si trovava in precedenza (o spostandola in un punto diverso del disco fisso). Come si fa? Te lo spiego subito.

In primo luogo, clicca sull’icona del Cestino presente sulla barra Dock e cerca la cartella da recuperare nella finestra che si apre. Per aiutarti, puoi effettuare una ricerca per parola chiave, digitando il nome della cartella nella barra in alto a destra e selezionando la voce Cestino dal menu Cerca in situato poco più in basso. Puoi anche ordinare i file per tipologia, facendo clic sul pulsante con l’ingranaggio che trovi sulla barra degli strumenti, selezionando la voce Ordina per dal menu che compare e scegliendo l’opzione che preferisci.

Una volta trovata la cartella che intendi recuperare, facci clic sopra e, continuando a tenere cliccato, trascinala fuori dalla finestra del Cestino e rilasciala nella posizione in cui intendi salvarla.

Time Machine

Time Machine

Time Machine è uno strumento disponibile su tutti i Mac, grazie al quale è possibile eseguire in maniera automatica il backup dei dati presenti su disco e, qualora necessario, visualizzare e ripristinare vecchie versioni di file e cartelle.

Per usufruire delle funzionalità offerte da Time Machine, però, è indispensabile che il tool sia stato preventivamente configurato. Per sincerarti della cosa, fai clic sull’icona di Time Machine (quella con l’orologio con la freccia) che si trova nella parte in alto a destra della barra dei menu di macOS, clicca sulla voce Apri le preferenze di Time Machine dal menu che compare e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, assicurati che sia presente il segno di spunta in corrispondenza della dicitura Esegui backup automaticamente.

Se l’opzione risulta attiva, per recuperare la cartella che hai cancellato per errore, procedi nel seguente modo: apri il Finder (facendo clic sull’icona della faccina sorridente che trovi sulla barra Dock), recati nella posizione in cui si trovava la cartella prima della sua eliminazione, clicca sull’icona di Time Machine posta nella barra dei menu di macOS e scegli l’opzione Entra in Time Machine dal menu che ti viene mostrato.

Adesso, serviti della barra temporale oppure delle frecce direzionali collocate sul lato destro dello schermo per raggiungere la data in cui era ancora presente la cartella da ripristinare, fai clic destro sull’icona di quest’ultima e scegli la voce Ripristina dal menu contestuale che ti viene mostrato (per riportarla nella sua posizione originale) oppure scegli voce Ripristina [nome] su (per salvarla in una posizione diversa).

Ad operazione ultimata, per uscire da Time Machine, fai clic sul pulsante Annulla situato subito sotto la finestra del Finder, al centro dello schermo. Ecco fatto!

Disk Drill

DiskDrill

I sistemi per recuperare una cartella cancellata dal Mac che ti ho già indicato si sono rivelati inefficaci o comunque cerchi un’alternativa? Allora valuta l’impiego di Disk Drill. Si tratta, infatti, di uno dei migliori software di recupero dati in circolazione. Consente di intervenire sul disco fisso del computer, oltre che su hard disk esterni, unità SSD, chiavette USB, memory card e altre unità formattate in FAT, NTFS o HFS+. È a pagamento (costa 100,49 euro), ma è disponibile in una versione di prova che consente di scoprire quali file si possono recuperare.

Per effettuare il download di Disk Drill sul tuo Mac, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul bottone Scarica gratis. Completata la procedura di download, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del software presente al suo interno nella cartella Applicazioni di macOS, dopodiché facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale.

Nella schermata che a questo punto ti viene mostrata, clicca sul bottone Inizia, digita la password di amministrazione del Mac e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera, in modo tale da visualizzare la finestra principale di Disk Drill. Successivamente, seleziona il disco fisso del tuo Mac e premi sul pulsante Recupera che ci trovi accanto, per dare il via alla procedura di scansione.

Ad analisi ultimata, individua la cartella da recuperare nell’elenco che ti viene mostrato. Puoi anche aiutarti con la barra di ricerca collocata in alto e tramite i filtri selezionabili dai menu a tendina collocati sempre in cima. Una volta scovata la cartella, selezionala spuntando la casella che trovi in corrispondenza del suo nome e, se hai acquistato la versione completa di Disk Drill, premi sul pulsante Recupera, per esportarla in una posizione a piacere.

Come recuperare cartella cancellata Android

DiskDrigger

Vediamo, adesso, come recuperare una cartella cancellata intervenendo da smartphone e tablet, più precisamente da Android. In tal caso, per riuscire nel tuo intento puoi ricorrere all’uso di DiskDigger. Si tratta di un’applicazione che permette di recuperare qualsiasi tipo di file eliminato. Puoi sfruttarla per ripristinare il contenuto di qualsiasi cartella. Funziona sia con le memorie interne che con le schede SD e non richiede il root (se non sai di che cosa si tratta, puoi leggere la mia guida sull’argomento per schiarirti le idee), anche se sbloccare il dispositivo può essere utile per recuperare un maggiore quantitativo di dati. È disponibile in una versione gratuita che permette di recuperare solo i file JPG, PNG e MP4 (quindi solo foto, screenshot e video), e in una variante Pro, a pagamento (al costo di 3,37 euro), la quale consente di intervenire anche su altri formati di file.

Per scaricare l’applicazione sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e fai tap sul bottone Installa. Successivamente, avviala, sfiorando il pulsante Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta nel drawer.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, concedi a quest’ultima i permessi di root (se hai sbloccato il tuo device), scegli se passare o meno alla versione a pagamento (in base a quelle che sono le tue necessità) e seleziona la voce relativa alla memoria da sottoporre a scansione.

In seguito, spunta le caselle che trovi accanto ai formati di file che erano contenuti nella cartella che intendi ripristinare e fai tap sul pulsante OK, così da avviare la procedura d’analisi. Ad operazione completata, seleziona i file da recuperare di tuo interesse, premi sul pulsante Recovery collocato in alto e fai tap sul simbolo della cartella (per esportare il tutto in una determinata posizione) oppure sul simbolo della nuvola (per salvare i file sui servizi di cloud storage supportati).

Nel caso in cui l’uso di DiskDigger dovesse rivelarsi inefficace, puoi valutare di recuperare le cartelle cancellate dal tuo dispositivo Android tramite computer, usando i software che ti ho descritto nei passi a inizio guida per Windows e per macOS, in base al sistema operativo che utilizzi. L’unica accortezza che devi avere, in questo caso, è quella di collegare il tuo smartphone o tablet al PC mediante cavo e di selezionare quest’ultimo come posizione in cui cercare la cartella da ripristinare.

Come recuperare cartella cancellata iPhone

iPhone ID Apple

Anche su iPhone (e su iPad) è possibile recuperare una cartella cancellata, sebbene in tal caso vadano sfruttati dei software per computer specializzati nel ripristino dei dati eliminati da smartphone e tablet e, ancor più precisamente, da iOS (e iPadOS), come quelli di cui ho provveduto a parlarti in dettaglio nella mia guida sul recupero dati da cellulare e nel mio articolo su come recuperare i file cancellati dal cellulare. Chiaramente, per potertene servire devi prima provvedere a collegare il tuo iPhone al computer mediante cavo.

Oltre che così come ti ho appena indicato, se sul tuo iPhone hai attivato iCloud, puoi provare a recuperare la cartella rimossa dal dispositivo dando un’occhiata alla lista dei file eliminati su quest’ultimo. Per riuscirci, apri il browser che in genere usi per navigare in Rete dal tuo computer (es. Chrome), recati sulla home page di iCloud ed effettua l’accesso al tuo account.

Ad accesso avvenuto, seleziona la voce Ripristina file situata in basso a sinistra, in corrispondenza della sezione Avanzate, cerca la cartella che intendi recuperare dalla schermata che si apre e , se presente, seleziona la casella posta in sua corrispondenza e clicca sulla dicitura Ripristina per procedere. In seguito, troverai la cartella ripristinata nella posizione in cui era collocata in origine.

Come recuperare cartella cancellata da hard disk esterno

Foto di un hard disk esterno

Se hai cancellato erroneamente una o più cartelle da un hard disk esterno, sono lieto di comunicarti che, anche in questo caso, è possibile procedere con il recupero, agendo da computer.

Per riuscirci, tutto quello che devi fare è collegare il disco di riferimento al PC e servirti dei programmi che ti ho descritto nei passi a inizio guida, relativamente a WindowsmacOS, a seconda del sistema operativo che stai utilizzando. Non cambia assolutamente nulla, l’unica cosa di cui devi tenere conto è che la posizione in cui cercare la cartella da recuperare è, chiaramente, l’hard disk esterno. Per ulteriori approfondimenti, puoi leggere la mia guida sull’argomento.

Come recuperare cartella cancellata da USB

Chiavetta USB

Anche se hai eliminato una cartella da una chiavetta USB, puoi provare a recuperarla usando i software per Windows e per macOS che ti ho illustrato nei passi a inizio articolo.

Tutto quello che devi fare è collegare la pendrive relativamente alla quale ti interessa andare ad agire a una delle porte USB del PC e seguire poi le istruzioni relative al recupero dei dati che ti ho già fornito, avendo però cura, in questo caso specifico, di selezionare come posizione di riferimento l’unità esterna appena connessa. Per maggiori dettagli, puoi consultare il mio post dedicato alla questione.