Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Windows 10

di

Vorresti aggiornare il tuo computer a Windows 10, ma non sai come effettuare il download di questo sistema operativo? Devi formattare un PC con su installato Windows 10, ma non trovi il dischetto d’installazione di quest’ultimo? Non ti preoccupare, posso darti una mano io con questa guida su come scaricare Windows 10.

Che tu ci creda o meno, si tratta di un’operazione incredibilmente semplice da eseguire e per compiere la quale non è assolutamente necessario essere dei geni dell’informatica. Inoltre, è possibile riuscirci in vari modi: puoi anche scegliere che tipo di supporto d’installazione creare tra DVD e chiavetta USB. Ti informo anche che, nel caso ne avessi la necessità, puoi decidere di scaricare e installare Windows 10 sui Mac basati su processori Intel, utilizzando delle soluzioni dedicate.

Ora, però, mettiamo da parte i preamboli e passiamo al sodo. Posizionati, dunque, bello comodo, prenditi un po’ di tempo libero soltanto per te e comincia subito a concentrarti su quanto riportato qui di seguito. Sono pronto a scommettere che, alla fine, sarai perfettamente d’accordo con me sul fatto che effettuare il download di Windows 10 era un vero e proprio gioco da ragazzi. Nel mentre, ti auguro buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Requisiti minimi

Logo Windows 10

Prima di entrare nel vivo della guida, andandoti a spiegare come scaricare Windows 10, ci sono alcune informazioni preliminari che è mio dovere fornirti per permetterti di avere le idee perfettamente chiare al riguardo.

Partiamo da un presupposto fondamentale: il download di Windows 10 può essere eseguito da qualsiasi computer e sistema operativo, per cui è anche possibile scaricare Windows 10 su Windows 7, ma le soluzioni disponibili per compiere la suddetta operazione variano proprio al variare di tali fattori.

Per quanto concerne l’installazione, invece, occorre tenere conto dei requisiti minimi richiesti per installare e usare il sistema operativo, ovvero quelli che indicati di seguito.

  • Processore: 1 GHz o più potente, a 64 oppure a 32 bit; in quest’ultimo caso, deve essere presente il supporto PAE.
  • RAM: 2 GB (meglio se 4 GB) per Windows 10 a 64 bit, 1 GB (meglio se 2 GB) per Windows 10 a 32 bit.
  • Spazio su disco: almeno 32 GB per Windows 10 a 64 bit, almeno 16 GB per Windows 10 a 32 bit.
  • Schermo: risoluzione pari o superiore a 800 x 600 pixel; la risoluzione consigliata è di 1024 x 768 pixel, ideale per visualizzare correttamente tutti gli elementi del sistema operativo ed evitare comportamenti inaspettati all’interno delle applicazioni.
  • Scheda video: qualsiasi scheda video integrata o discreta dotata di supporto a DirectX 9 o versione successiva, con driver WDDM 1.0.

Se non sai come vedere le specifiche tecniche del computer su cui desideri installare Windows 10, puoi scoprire in che modo riuscirci consultando la mia guida su come vedere i componenti del PC.

Tieni poi presente che l’installazione “pulita” di Windows 10 comporta la formattazione del disco, motivo per cui se intendi usare il sistema operativo su un PC su cui è già installata una copia di Windows o comunque un altro OS, ti suggerisco di effettuare il backup dei tuoi dati, come ti ho spiegato nella mia guida su come eseguire un backup del PC, così da potervi accedere anche successivamente. L’aggiornamento dell’OS in uso, invece, non implica la cancellazione dei dati.

Prezzo Windows 10

Come scaricare Windows 10

Per scaricare Windows 10 basta utilizzare l’apposito strumento messo a disposizione da Microsoft, ma bisogna comunque attivare il sistema operativo acquistando una licenza valida.

Inizialmente, Microsoft ha deciso di offrire Windows 10 gratis a tutti coloro che avevano sul PC una copia genuina di Windows 7 SP1 o Windows 8.1. La promozione è durata ufficialmente un anno (fino al 29 luglio 2016) ma in realtà alcuni utenti sono riusciti a ottenere una licenza gratis anche dopo; in ogni caso si tratta di casi particolari e, a oggi, il sistema va acquistato.

Chi non ha approfittato della promozione deve dunque acquistare Windows 10. Il sistema operativo è disponibile ufficialmente sul sito Internet di Microsoft con prezzi di listino pari a 145 euro per Windows 10 Home, 259 euro per Windows 10 Pro e 439 euro per Windows 10 Pro for Workstations. Tuttavia, c’è un modo per risparmiare e anche molto.

Esistono infatti dei siti, come Mr Key Shop, che permettono di acquistare licenze originali al 100% per Windows a prezzi molto più bassi di quelli ufficiali. Com’è possibile questo? Te lo spiego immediatamente.

Mr Key Shop è gestito da una società con sedi in Italia e Inghilterra, la quale acquista e rivende licenze inutilizzate da parte di aziende e società che sono passate al cloud o a servizi in abbonamento (in pieno rispetto delle normative europee in materia).

Oltre al risparmio, Mr Key Shop offre anche il vantaggio di inviare le licenze in pochi minuti via e-mail (ottimo inoltre per evitare l’impatto ambientale che avrebbe la spedizione di materiale fisico), la garanzia soddisfatti o rimborsati e l’assistenza gratuita italiana.

Mr Key Shop

Puoi acquistare una licenza per Windows 10 Home, Windows 10 Pro o una licenza di aggiornamento a Windows 10 (tutte le edizioni sono disponibili sia a 32 che a 64 bit) su Mr Key Shop semplicemente collegandoti ai link che ti ho appena fornito e aggiungendo il prodotto di tuo interesse al carrello. Fatto ciò, puoi proseguire con gli acquisti (potrebbe interessarti dare un’occhiata alle licenze per il pacchetto Office, in particolare per Office 2019 che è il pacchetto Microsoft più aggiornato e per gli antivirus, vendute anch’esse a prezzi molto convenienti) o se andare alla cassa.

Per concludere, accedi al carrello e scegli se completare la transazione come ospite o registrando un account. Sono accettati tanti metodi di pagamento sicuri (es. PayPal, carta o Amazon Pay).

Come scaricare Windows 10 gratis

Come scaricare Windows 10 gratis in italiano

A questo punto, direi che ci siamo: possiamo finalmente andare a scoprire, in concreto, come scaricare Windows 10 gratis. Come ti avevo anticipato, anche se l’uso del sistema operativo è subordinato al possesso di una regolare licenza, è possibile effettuare il download del file immagine di Windows 10 a costo zero e senza dover necessariamente possedere preventivamente un product key.

Per riuscirci, basta usare Media Creation Tool, un piccolo software messo a disposizione dalla stessa Microsoft che consente di scaricare qualsiasi versione di Windows 10 sotto forma di file ISO e creare un supporto d’installazione con essa. Per ottenere Media Creation Tool, collegati al sito Web di Microsoft, premi sul pulsante Scarica ora lo strumento e aspetta che il download del programma venga completato.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sul pulsante , dopodiché premi sul bottone Accetta posto in basso a destra, aspetta qualche istante affinché vengano completate le operazioni preliminari, scegli l’opzione Crea supporti d’installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e fai clic sul pulsante Avanti.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, verifica che la lingua, l’edizione (es. puoi scaricare Windows 10 Home oppure puoi decidere di scaricare Windows 10 Pro) e l’architettura di Windows 10 siano conformi con ciò che desideri scaricare. In caso contrario, togli il segno di spunta dalla casella accanto alla dicitura Usa le opzioni consigliate per questo PC e serviti dei menu a tendina situati in alto per determinare le opzioni per te più congeniali.

Successivamente, fai ancora clic sul bottone Avanti e seleziona l’opzione File ISO, per indicare la tua intenzione di effettuare il download del file ISO di Windows 10 da masterizzare poi su DVD. A questo punto, clicca nuovamente sul bottone Avanti, specifica la posizione sul tuo PC in cui desideri salvare il file immagine e premi sul bottone Salva.

Attendi quindi che la procedura per scaricare l’immagine ISO di Windows 10 venga completata. Puoi seguire lo stato d’avanzamento mediante l’apposito indicatore nella finestra di Media Creation Tool. Ad ogni modo, cerca di portare pazienza, potrebbe volerci un po’ di tempo in quanto il programma eseguirà il download del file d’installazione di Windows da Internet.

Una volta completato il download dell’ISO di Windows 10, inserisci un DVD vuoto nel masterizzatore collegato al PC (se non ne possiedi già uno, puoi leggere questa mia guida all’acquisto per decidere verso quale prodotto orientarti) e procedi pure con la masterizzazione del file immagine, servendoti dello strumento predefinito di Windows oppure tramite dei programmi di terze parti appositamente preposti allo scopo, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida dedicata in maniera specifica a come masterizzare ISO.

Come scaricare Windows 10 su USB

Come scaricare Windows 10 gratis su USB

Se non hai un masterizzatore a tua disposizione o comunque in alternativa alla creazione di un dischetto d’installazione del sistema operativo, puoi scaricare Windows 10 su USB. Anche il tal caso, puoi avvalerti dello strumento Media Creation Tool fornito da Microsoft.

Prima di procedere, però, procurati una pendrive vuota e sufficientemente capiente, da almeno 8GB (se non ne possiedi già una, puoi consultare questa mia guida all’acquisto per decidere verso quale prodotto orientarti) e collega il dispositivo a una porta USB libera del PC.

Una volta reperito il “materiale” necessario, scarica e avvia Media Creation Tool come ti ho spiegato nel passo precedente, porta avanti la procedura per il download del file ISO di Windows 10 che ti ho già proposto e quando visualizzi la schermata Scegli il supporto da usare seleziona l’opzione Unità flash USB e clicca sul pulsante Avanti.

In seguito, seleziona il nome (oppure la lettera di unità) della pendrive, clicca ancora una volta sul pulsante Avanti e aspetta che il download del file d’installazione di Windows 10 venga completato. Successivamente, Media Creation Tool provvederà automaticamente a copiare i file del sistema operativo sulla pendrive da te indicata, in modo tale portare a conclusione tutta la procedura per scaricare Windows 10 su chiavetta.

Come installare Windows 10

Installazione di Windows 10

Quando hai finito di scaricare Windows 10, puoi installare il sistema operativo sul tuo PC (o qualsiasi altro computer compatibile) effettuando il boot del supporto d’installazione creato in precedenza e seguendo la procedura guidata che ti viene proposta.

Per cui, se vuoi installare Windows 10 sul computer in uso, lascia pure collegato il supporto d’installazione con Windows 10 e riavvia il computer. Invece, se vuoi andare ad agire su un PC diverso, scollega il supporto d’installazione dalla postazione corrente, connettilo al computer di tuo interesse e accendilo (oppure riavvialo, se era già in funzione).

A questo punto, potrebbe esserti chiesto di premere un tasto qualsiasi per effettuare il boot dal dischetto o dalla pendrive. Qualora così fosse, segui l’istruzione visualizzata sullo schermo e attendi qualche minuto affinché il programma d’installazione copi nella memoria tutti i file necessari. Se ciò non accade, devi intervenire in maniera preventiva sulle impostazioni del BIOS, impostando il supporto d’installazione come primo dispositivo di boot, procedendo come spiegato nella mia guida su come accedere al BIOS.

Quando vedi comparire la schermata per procedere con l’installazione di Windows 10, seleziona la lingua, il formato di ora e valuta e il layout della tastiera tramite gli appositi menu a tendina, clicca sui bottoni Avanti e Installa e, se richiesto, inserisci il product key di Windows (oppure fai clic sulla voce Non ora, per fornirlo successivamente).

Specifica, dunque, l’edizione di Windows 10 che ti interessa installare, clicca ancora sul pulsante Avanti e se vuoi aggiornare il sistema operativo senza cancellare i dati (se possibile) e la cosa ti interessa seleziona quest’opzione. Se invece è tua intenzione procedere con la pulizia completa del disco, premi sul pulsante Personalizza, in modo da accedere alla schermata di gestione di dischi e partizioni.

Mediante la finestra che adesso visualizzi, formatta la partizione in cui avevi installato il sistema operativo già presente sul computer, ripeti la procedura appena descritta con eventuali altre partizioni/dischi (se lo ritieni opportuno), seleziona la partizione in cui installare Windows 10 clicca sul bottone Installa. Se poi vuoi eliminare tutte le partizioni presenti sul disco, cancellale selezionando le apposite voci e creane una nuova su cui installare l’OS.

Al successivo riavvio del PC, ti verrà mostrata la schermata di benvenuto Windows 10 e ti verrà proposta la procedura di configurazione iniziale del sistema operativo per personalizzare tutte le varie impostazioni, dopodiché ti ritroverai finalmente al cospetto del desktop dell’OS e potrai cominciare a servirti del computer. Per ulteriori approfondimenti, leggi la mia guida su come installare Windows 10.

Come scaricare Windows 10 su Mac

iMac

È altresì possibile scaricare Windows 10 su Mac, a patto di avere un Mac dotato di processore Intel (sui Mac con chip Apple Silicon, come quello M1, l’operazione non è fattibile). Per procedere, recati dunque su questa pagina Web dal tuo Mac, seleziona l’opzione Windows 10 dal menu Seleziona l’edizione e premi sul bottone Conferma, dopodiché indica la lingua del sistema operativo dal menu Seleziona la lingua del prodotto e clicca ancora sul pulsante Conferma.

Successivamente, premi sul pulsante 64-bit Download o su quello 32-bit Download, in base alla versione di Windows 10 di tuo interesse e aspetta il download del file ISO venga completata. A scaricamento completato, puoi masterizzare il file immagine su un dischetto, come ti ho spiegato nel mio post su come masterizzare con Mac.

Puoi altresì decidere di scaricare e installare il sistema operativo di casa Microsoft su una partizione separata del disco del Mac (avendo quindi l’opportunità di decidere quale sistema operativo eseguire in fase di avvio del computer), impiegando l’utility Assistente Boot Camp. Si tratta di un’applicazione inclusa “di serie” in tutte le versioni più recenti di macOS, che guida l’utente nell’installazione di Windows su Mac, provvedendo a scaricare da Internet tutti i driver necessari al funzionamento del sistema operativo dell’azienda di Redmond sui computer a marchio Apple, effettuando la copia dell’immagine ISO di Windows su una chiavetta USB (se necessario) e andando a creare la partizione utile per finalizzare l’installazione sul disco. Per maggiori dettagli, consulta il mio post su come installare Windows su Mac gratis.

In alternativa, puoi virtualizzare Windows 10 eseguendolo in macOS (sui Mac con chip Apple Silicon si può solo eseguire la versione ARM di Windows 10), rivolgendoti a a dei programmi per creare ed eseguire macchine virtuali, come quelli che ti ho segnalato nella mia guida specifica sui programmi per usare Windows su Mac.

Articolo realizzato in collaborazione con Mr Key Shop.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.