Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come formattare Windows 10

di

Sono ormai diversi giorni che il tuo computer con Windows 10 ha cominciato a darti qualche problema. Conoscendo la situazione, un amico ti ha suggerito di provare a risolvere con la formattazione del disco ma, se ora sei qui e stai leggendo queste righe, mi pare ben evidente il fatto che tu non abbia la più pallida idea di come procedere.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti allora sapere se posso darti una mano io? Certo che sì, non temere! Se mi dedichi un po’ del tuo prezioso tempo libero, posso illustrarti, in maniera semplice ma comunque molto dettagliata, come formattare Windows 10. Ti anticipo già che la cosa è fattibile in varie modalità: sfruttando il dischetto d’installazione, un supporto USB o, ancora, agendo dal BIOS.

Prima, però, ti suggerisco di eseguire un bel backup dei tuoi dati, così da potervi accedere anche successivamente. Ora, però, basta chiacchierare e passiamo all’azione vera e propria. Posizionati, dunque, bello comodo e inizia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui sotto. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Operazioni preliminari

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a illustrare che cosa bisogna fare per formattare Windows 10, ci sono alcune operazioni preliminari che, a mio avviso, faresti bene a compiere, per evitare eventuali intoppi e inutili perdite di tempo. Per saperne di più, continua pure a leggere.

Backup dei dati

Foto di un hard disk esterno

Considerando il fatto che la formattazione comporta la cancellazione del contenuto di tutti i file presenti sul disco su cui risulta installato il sistema operativo, se vuoi continuare ad accedere a questi ultimi anche successivamente, ti invito a effettuare un backup dei dati presenti sullo stesso.

Per eseguire il backup, puoi usare un hard disk esterno e trasferire tutti i tuoi file personali su di esso: proprio come ti ho spiegato in dettaglio nelle mie guide su come trasferire file su hard disk esterno e come eseguire un backup dei dati. Se non possiedi ancora un disco esterno e ti piacerebbe ottenere qualche consiglio in merito a quale prodotto di questo tipo acquistare, ti consiglio di leggere la mia guida all’acquisto.

Ripristinare Windows 10

Funzione Reimposta il PC di Windows 10

Prima di procedere con la formattazione del computer, potresti prendere in considerazione la possibilità di effettuare un ripristino del sistema operativo, sfruttando gli strumenti appositi messi a disposizione da Windows 10.

Usufruendo della funzione Reimposta il PC, ad esempio, puoi effettuare un reset completo del sistema, riportando il computer allo stato di fabbrica, ripristinando gli stessi programmi, servizi ecc. che avevi trovato sullo PC al momento dell’acquisto o al momento della prima installazione dell’OS, e rimuovendo tutti i tuoi dati personali.

In alternativa, puoi provare una soluzione più “soft”, sempre integrata in Windows 10, che consente di rimuovere applicazioni, preferenze ecc. senza riportare tutto allo stato di fabbrica. Per maggiori dettagli, puoi fare riferimento alla mia guida specifica su come ripristinare Windows 10.

Puoi altresì valutare di affidarti ai punti di ripristino, i quali vengono creati in automatico ogni volta che si verificando eventi rilevanti per il sistema (ma possono anche essere generati “manualmente”) e mediante cui è possibile riportare il computer a una condizione precedente a quella corrente. Da notare che la funzione agisce sul sistema operativo in generale, senza però comportare la perdita dei dati. Per saperne di più, leggi i miei post incentrati su come creare un punto di ripristino su Windows 10 e come riportare il PC a una data precedente.

Come formattare il PC con Windows 10

Veniamo ora al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire, in dettaglio, quali sono i passaggi che vanno compiuti per formattare Windows 10 in maniera completa. Puoi riuscire nell’impresa in vari modi: trovi spiegato tutto qui di seguito.

Come formattare Windows 10 con DVD

Installazione di Windows 10

Per mettere a nuovo il tuo computer, puoi in primo luogo valutare di affidarti all’uso del dischetto d’installazione del sistema operativo. Per cui, se vuoi formattare Windows 10 con DVD e hai già quest’ultimo a tua disposizione, provvedi a inserire il supporto ottico in questione nel lettore CD/DVD collegato al computer.

A tal proposito, ti ricordo che la maggior parte dei PC di più recente produzione non dispone di un lettore CD/DVD integrato. Per ovviare, comunque, basta ricorrere all’uso di un lettore esterno. Se questo è il tuo caso e non hai ancora provveduto ad acquistare un supporto da collegare esternamente, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata a questi prodotti.

Se non possiedi ancora il DVD di Windows 10, puoi crearlo tu stesso, reperendo il file ISO del sistema operativo ed effettuandone la masterizzazione su disco. Per scaricare il file ISO, puoi usare Microsoft Media Creation Tool: un software reso disponibile dalla stessa azienda di Redmond che consente di scaricare l’immagine ISO di Windows 10 e creare supporti d’installazione del sistema operativo utilizzando qualsiasi versione di Windows. È facilissimo da adoperare, è completamente gratuito e non richiede installazione.

Per effettuarne il download, recati sulla pagina Web dedicata al tool e fai clic sul pulsante Scarica ora lo strumento. Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sui pulsanti e Accetta.

In seguito, seleziona l’opzione Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e clicca nuovamente sul bottone Avanti (per due volte consecutive). Se poi vuoi usare il dischetto su un PC con caratteristiche diverse da quello che stai impiegando, rimuovi preventivamente la spunta dalla casella Usa le opzioni consigliate per questo PC, dopodiché serviti degli appositi menu a tendina per definire le impostazioni relative a lingua, edizione e architettura della versione di Windows.

Successivamente, seleziona l’opzione File ISO, premi ancora sul bottone Avanti, indica la posizione sul tuo computer in cui vuoi salvare il file ISO di Windows 10 e fai clic sul bottone Salva.

A salvataggio avvenuto, procurati un dischetto vuoto, inseriscilo nel masterizzatore collegato al PC e segui le indicazioni contenute nella mia guida su come masterizzare file ISO, per poter masterizzare la ISO di Windows 10 su DVD.

Ora, se non intendi formattare completamente il disco del tuo computer, cancellando tutto il suo contenuto, ma vuoi installare una nuova copia di Windows 10 su una partizione separata, crea la partizione in oggetto seguendo le indicazioni presenti nel mio tutorial dedicato all’argomento.

In seguito, se il computer su cui devi andare ad agire è quello in suo, lascia pure il dischetto nel masterizzatore e riavvia il PC, altrimenti estrailo prima e inseriscilo nel lettore CD/DVD del computer di tuo interesse.

Adesso, a prescindere dal fatto che il DVD per l’installazione di Windows 10 fosse già in tuo possesso oppure che tu abbia dovuto crearlo, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, premi sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) nel menu che si apre e, nella finestra che compare sul desktop, seleziona la voce Aggiornamento e sicurezza e poi quella Ripristino, nel menu a sinistra.

Premi, dunque, sul bottone Riavvia ora che trovi nella sezione Avvio avanzato, a destra, e fai clic sulla dicitura Utilizza un dispositivo nella schermata Scegli un’opzione che ti viene mostrata, dopodiché seleziona il dischetto d’installazione di Windows 10 dall’elenco.

Attendi quindi che risulti visibile la schermata per avviare l’installazione del sistema operativo e seleziona lingua, formato ora e valuta e layout della tastiera, usando gli appositi menu a tendina, e clicca sui pulsanti Avanti e Installa.

Se ti viene chiesto di immettere il product key di Windows, scegli se farlo in quel momento oppure dopo. Se richiesto, specifica anche l’edizione dell’OS che vuoi installare, fai clic sul pulsante Avanti, spunta la casella per accettare le condizioni d’uso e premi nuovamente sul bottone Avanti.

Successivamente, scegli l’opzione per effettuare un’installazione personalizzata, andando a formattare l’intero hard disk del PC o installando il sistema operativo su una partizione dedicata. Nel primo caso, seleziona il disco fisso del PC dall’elenco proposto, fai clic sul pulsante Formatta e poi su quello OK.

Nel secondo caso, seleziona semplicemente la partizione di riferimento. Se non era stata creata ancora alcuna partizione, seleziona prima l’unità sulla quale installare il sistema operativo, dopodiché premi sulla dicitura Nuovo, indica la quantità di megabyte da allocare tramite il campo apposito in basso e clicca sui pulsanti Applica e poi su OK.

A questo punto, premi sul pulsante Avanti, per iniziare il processo d’installazione di Windows 10. Dopo diversi riavvii, sentirai la voce di Cortana, l’assistente virtuale di Microsoft, che ti spiegherà alcune informazioni.

Segui, dunque, il processo di configurazione iniziale proposto, durante il quale dovrai specificare se il PC è destinato a uso personale o aziendale, dovrai eseguire l’accesso con l’account Microsoft oppure crearne uno locale e regolare tutte le altre preferenze. Infine, ti verrà mostrato il desktop e potrai cominciare a usare Windows 10. Per approfondimenti, puoi leggere il mio tutorial specifico su come installare Windows 10.

Come formattare Windows 10 da USB

Microsoft Media Creation Tool

Non hai a tua disposizione il dischetto d’installazione di Windows 10 e/o non possiedi un lettore CD/DVD (oppure quello che hai è rotto)? Nessun problema! Puoi formattare Windows 10 da USB.

Per riuscirci, assicurati in primo luogo di avere a tua disposizione di una pendrive con una capienza pari almeno a 8 GB. In caso contrario, puoi consultare la mia guida all’acquisto, per ricevere indicazioni utili su marche, tipologie, capienza ecc. Considerando che la chiavetta verrà formattata, ti suggerisco inoltre di utilizzarne una vuota o comunque su cui sono salvati file che hai già provveduto ad archiviare altrove.

Provvedi poi a creare la pendrive con il sistema operativo (quella con cui andrai a formattare Windows 10 senza CD), utilizzando, anche in questo caso, Microsoft Media Creation Tool, il tool distribuito direttamente da Microsoft per scaricare l’ISO di Windows 10 e generare supporti d’installazione di cui ti ho già parlato nel passo precedente, relativamente alla creazione del DVD di Windows.

Per cui, collega la pendrive a una delle porte USB del computer, scarica Media Creation Tool, avvia il relativo file .exe e, nella finestra che si apre sul desktop, fai clic sui pulsanti e Accetta. In seguito, seleziona l’opzione Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e clicca nuovamente sul bottone Avanti (per due volte di fila).

Se vuoi usare la pendrive anche su un altro PC con caratteristiche diverse da quello in uso, rimuovi preventivamente la spunta dalla casella Usa le opzioni consigliate per questo PC, dopodiché utilizza gli appositi menu a tendina per definire le impostazioni relative a lingua, edizione e architettura della versione di Windows.

A questo punto, scegli l’opzione Unita flash USB nella schermata Scegli il supporto da usare, fai nuovamente clic sul pulsante Avanti, seleziona la pendrive dall’elenco visualizzato e premi ancora sul bottone Avanti.

Attendi poi che venga eseguito il download di Windows 10 da Internet e che la chiavetta USB venga formattata e impostata come unità di boot, dopodiché fai clic sul pulsante Fine.

In seguito, se è tua intenzione andare ad agire sul computer corrente, lascia pure collegata la pendrive e riavvia il sistema, effettuando il boot da quest’ultima e procedendo con l’eventuale creazione di partizioni, la formattazione del PC e l’installazione di Windows 10, come ti ho già spiegato nelle righe precedenti.

Se, invece, devi intervenire su un PC diverso, provvedi prima a scollegare la pendrive dalla postazione in uso e a inseriscila in una delle porte USB del computer di tuo interesse.

Come formattare Windows 10 dal BIOS

BIOS

Oltre che come ti ho già indicato nelle righe precedenti, puoi valutare di formattare Windows 10 dal BIOS. Nel caso in cui non lo sapessi, il BIOS è un piccolo software che risiede in un chip situato sulla scheda madre del computer che rende funzionanti tutte le periferiche del PC mettendole a disposizione dell’OS. Sui computer commercializzati con Windows 10 (e Windows 8.x), però, è stato sostituito dal sistema UEFI, che ne eredita tutte le funzioni ma integra un piccolo sistema operativo completo.

Ciò detto, puoi compiere l’operazione in oggetto sia sfruttando gli strumenti salvati sulla partizione nascosta di cui il tuo computer poterebbe essere dotato (in special modo se si tratta di un notebook), che può essere attivata e usata in fase di avvio del PC, oppure usando il DVD d’installazione dell’OS o una pendrive con il sistema operativo, che se non possiedi già puoi creare tu stesso seguendo le istruzioni che ti ho fornito nelle righe precedenti.

Per scoprire più dettagliatamente in che modo procedere, consulta il mio tutorial dedicato a come formattare un PC dal BIOS.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.