Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Windows 10 da USB

di

Hai deciso di installare (o reinstallare) Windows 10 sul tuo computer ma non disponi di un lettore CD/DVD in cui inserire il dischetto d’installazione del sistema operativo o, ancor peggio, non possiedi il relativo supporto e non sai come procurartelo? Beh, date le circostanze, direi che la miglior cosa da fare è creare una chiavetta USB con Windows 10 e sfruttare quest’ultima per installare il sistema operativo. In che modo? Te lo spiegherò a breve.

Nelle righe successive, infatti, trovi indicato, in modo semplice ma comunque estremamente dettagliato, come installare Windows 10 da USB. Ti anticipo subito che non è assolutamente necessario essere dei grandi esperti in informatica per riuscire nell’impresa: basta solo avere un minimo d’attenzione e seguire passaggio dopo passaggio le varie istruzioni. Controindicazioni? Praticamente nessuna. Anzi, l’installazione di Windows 10 da pendrive è anche più veloce di quella fatta dall’unità ottica, te lo assicuro.

Allora? Che ne diresti di mettere finalmente le chiacchiere da parte e di cominciare a darci da fare? Sì? Grandioso. Posizionati allora bello comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Vedrai che, alla fine, raggiungerai brillantemente il tuo scopo. Scommettiamo?

Indice

Operazioni preliminari

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare come installare Windows 10 da USB, ci sono alcune operazioni preliminari che ti invito a compiere, per fare in modo che non si verifichino intoppi. Per maggiori dettagli, prosegui pure nella lettura.

Eseguire il backup dei dati

Foto di un hard disk esterno

Prima di andare a installare Windows 10 da USB, ti invito innanzitutto ad eseguire il backup dei dati attualmente presenti sul disco fisso del computer su cui è tua intenzione agire.

In questo modo, potrai assicurarti l’accesso ai tuoi file anche una volta terminata la procedura d’installazione di Windows 10, i quali, altrimenti, risulterebbero irrecuperabili (a meno di non scegliere di aggiornare il sistema operativo corrente anziché effettuare un’installazione pulita oppure di suddividere il disco fisso del PC in partizioni diverse).

Per eseguire il backup, ti basta usare un hard disk esterno e trasferire tutti i tuoi file personali su di esso, così come ti ho spiegato in dettaglio nelle mie guide dedicate proprio a come trasferire file su hard disk esterno e come eseguire un backup dei dati. Se non possiedi ancora un disco fisso esterno e vorresti ricevere qualche consiglio riguardo quale prodotto di questo tipo acquistare, ti suggerisco di consultare la mia guida all’acquisto.

Partizionare il disco

Windows 7 partizioni

Se desideri installare Windows 10 senza perdere i dati che attualmente sono salvati sul computer e non vuoi (o non puoi) usare un hard disk esterno, puoi valutare di partizionare il disco del PC andando quindi a creare una partizione destinata in maniera specifica alla nuova copia dell’OS.

Per fare degli esempi pratici, puoi creare una partizione destinata solo al sistema operativo e ai software e sfruttare il restante spazio su disco per archiviare i dati o, ancora, puoi valutare l’ipotesi di suddividere il disco per avere una partizione con la vecchia versione di Windows e i dati presenti attualmente sul computer e una nuova partizione per ospitare la nuova copia del sistema operativo, i programmi e altri dati.

Per riuscirci, puoi usare Gestione disco, l’utility inclusa “di serie” in tutte le versioni di Windows, che permette proprio di gestire le unità d’archiviazione interne ed esterne: per saperne di più, segui le istruzioni presenti nella mia guida su come partizionare un hard disk. In alternativa, puoi valutare di sfruttare dei software di terze parti adibiti allo scopo, come quelli che ti ho segnalato nella mia rassegna sui programmi per partizionare.

Configurare il BIOS

BIOS

Un’altra operazione che ti invito a compiere prima di installare Windows 10 da USB è quella di configurare il BIOS in maniera corretta, andando a cambiare l’ordine di boot del computer, per far sì che venga avviata prima la pendrive e poi l’OS, quindi prima la porta USB in cui viene inserita la chiavetta e poi l’hard disk del PC. Trovi tutti i dettagli su come procedere nella mia guida specifica su come entrare nel BIOS.

Come installare Windows 10 da USB gratis

Dopo aver compiuto i vari passaggi preliminari, direi che sei finalmente pronto per passare all’azione vera e propria e andare a scoprire, dunque, come installare Windows 10 da USB. Trovi spiegato come procedere proprio qui di seguito.

Prima, però, assicurati di disporre di una pendrive con una capienza pari almeno a 8 GB. In caso contrario, puoi consultare la mia guida all’acquisto dedicata proprio a tale tipologia di prodotto, per ricevere indicazioni utili su marche, tipologie, capienza ecc. Considerando che la chiavetta verrà formattata, ti suggerisco inoltre di utilizzarne una vuota o comunque su cui sono salvati file che hai già provveduto ad archiviare altrove.

Installare Windows 10 da USB con Media Creation Tool

Microsoft Media Creation Tool

Per copiare Windows 10 su una chiavetta USB, devi innanzitutto puoi innanzitutto rivolgerti a Microsoft Media Creation Tool. Si tratta di un software reso disponibile dalla stessa azienda di Redmond che consente di scaricare l’immagine ISO di Windows 10 e creare supporti d’installazione del sistema operativo utilizzando qualsiasi versione di Windows. È molto semplice da adoperare, è gratis e non richiede installazione.

Per potertene servire, recati sulla pagina Web del sito di Microsoft dedicata al tool e fai clic sul pulsante Scarica ora lo strumento. A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra compare sul desktop, fai clic sui pulsanti e Accetta.

A questo punto, seleziona l’opzione Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e clicca nuovamente sul bottone Avanti (per due volte consecutive). Fatto ciò, se intendi usare la pendrive anche su un altro PC con caratteristiche diverse da quello che stai impiegando, rimuovi preventivamente la spunta dalla casella Usa le opzioni consigliate per questo PC, dopodiché utilizza gli appositi menu a tendina per definire le impostazioni relative a lingua, edizione e architettura della versione di Windows.

Successivamente, collega a una delle porte USB del computer la pendrive che vuoi usare, scegli l’opzione Unita flash USB nella schermata di Media Creation Tool, fai nuovamente clic sul pulsante Avanti, seleziona la pendrive dall’elenco visualizzato e premi ancora sul bottone Avanti.

Aspetta poi che venga eseguito il download di Windows 10 da Internet, che la chiavetta USB venga formattata e impostata come unità di boot, dopodiché fai clic sul pulsante Fine.

Dopo aver creato la pendrive con Windows 10, se è tua intenzione andare ad agire sul computer corrente, lascia pure collegata la chiavetta e riavvia il sistema, mentre se devi intervenire su una postazione diversa, scollega la pendrive dal computer in uso, inseriscila in una delle porte USB del PC di tuo interesse e accendi quest’ultimo (oppure riavvialo, se era già in esecuzione).

Adesso, esegui il boot della chiavetta USB con Windows 10, aspetta che risulti visibile la schermata per avviare l’installazione del sistema operativo e seleziona lingua, formato ora e valuta e layout della tastiera, utilizzando gli appositi menu a tendina, dopodiché fai clic sui pulsanti Avanti e Installa.

Scegli quindi se immettere subito il product key di Windows oppure in seguito, specifica l’edizione dell’OS che vuoi installare (se richiesto), fai clic sul pulsante Avanti, accetta le condizioni d’uso, selezionando la casella apposita, e premi ancora sul bottone Avanti.

A questo punto, devi indicare se vuoi eseguire un aggiornamento della copia del sistema operativo corrente, in modo tale da installare Windows 10 da USB senza perdere dati, oppure se desideri effettuare un’installazione personalizzata, formattando l’hard disk o installando l’OS su una partizione.

A tal proposito, se hai pensato di cambiare il tuo vecchio disco meccanico con un SSD, in questa fase puoi installare Windows 10 da USB su SSD nuovo, scegliendo quest’ultimo come drive di destinazione. Nel mio tutorial su come sostituire hard disk con SSD trovi tutte le indicazioni su questo specifico processo.

Successivamente, devi attenerti alle indicazioni ti vengono fornite sullo schermo per poter eseguire la procedura scelta e aspettare che l’installazione del sistema operativo venga avviata e portata a termine.

Una volta compiuti tutti i passaggi di cui sopra, il PC verrà riavviato e, dopo aver seguito il semplice processo di configurazione iniziale che ti verrà proposto, durante il quale dovrai specificare se il PC è destinato a uso personale o aziendale, dovrai effettuare l’accesso con l’account Microsoft oppure crearne uno locale e regolare il resto delle preferenze, ti verrà mostrato il desktop e potrai finalmente cominciare a usare Windows 10. Per maggiori dettagli, puoi consultare la mia guida specifica su come installare Windows 10.

Installare Windows 10 da USB con Rufus

Rufus

In alternativa al tool offerto ufficialmente da Microsoft, puoi valutare di installare Windows 10 da USB con Rufus. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, ti informo che si tratta di un’applicazione grazie alla quale è possibile scaricare l’immagine ISO di Windows 10 (oltre che dei sistemi operativi Linux) e creare una pendrive avviabile da usare per effettuare l’installazione dell’OS. È gratis ed è disponibile anche in una variante no-install.

Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul relativo sito Web e clicca sul collegamento Rufus x.x Portatile che trovi in corrispondenza della sezione Download.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sul pulsante . Successivamente, acconsenti alla ricerca di eventuali aggiornamenti disponibili, facendo nuovamente clic sul pulsante , collega a una delle porte USB del computer la pendrive che intendi usare per l’installazione di Windows 10 e assicurati che questa risulti selezionata nel menu a tendina Dispositivo/unità posto nella parte in alto della schermata di Rufus (altrimenti provvedi tu).

In seguito, seleziona l’opzione Download dal menu a tendina accanto al segno di spunta e facci clic sopra. Nella nuova finestra che ti viene mostrata, assicurati che risulti selezionato Windows 10 dal menu a tendina (in caso contrario provvedi tu) e clicca sul bottone Continua.

A questo punto, serviti degli ulteriori menu a tendina che vedi comparire per selezionare la relase, la versione esatta del sistema operativo da scaricare e la lingua dello stesso, cliccando di volta in volta sul pulsante Continua. Dopodiché seleziona l’architettura e fai clic sul pulsante Download.

Una volta completata la procedura per il download del file ISO, scegli l’opzione Immagine disco o ISO (seleziona) dal menu a tendina sotto la voce Selezione boot e clicca sul bottone Seleziona adiacente, in modo tale da selezionare il file immagine di Windows 10 da copiare sulla chiavetta.

Per concludere, verifica che in corrispondenza della dicitura Opzioni immagine risulti impostata l’opzione Installazione Windows standard (altrimenti provvedi sempre tu), premi sui bottoni Avvia e OK e attendi che la pendrive avviabile con Windows 10 venga creata.

In seguito, procedi pure con l’installazione del sistema operativo sul computer in uso oppure su un PC diverso, seguendo le istruzioni che ti ho fornito nel passo precedente relativo a Media Creation Tool, non cambia assolutamente nulla.

Come installare Windows 10 da USB su Mac

Apple Boot Camp

Possiedi un computer a marchio Apple e ti piacerebbe capire se esiste qualche sistema per riuscire ad installare Windows 10 da USB su Mac? La risposta è affermativa. In tal caso, infatti, puoi installare Windows su Mac in dual-boot (andando quindi a scegliere a ogni avvio del computer quale sistema operativo usare), tramite Apple Boot Camp, un’utility “di serie” di macOS preposta allo scopo.

Più precisamente, Boot Camp scarica da Internet tutti i driver necessari al funzionamento di Windows, effettua la copia dell’immagine ISO del sistema operativo su una chiavetta USB e crea la partizione utile per effettuare l’installazione di quest’ultimo sul disco fisso del Mac. Per maggiori dettagli, puoi consultare il mio tutorial specifico su come installare Windows su Mac.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.