Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come eseguire un backup dei dati

di

Il tuo computer è già vecchio di qualche anno e, già da qualche tempo, ha incominciato a dare i primi segni di cedimento. Mi dispiace darti questa notizia, ma credo che dovrai presto mettere in conto l’acquisto di un nuovo computer. Su dai, non fare così, in realtà non tutti i mali vengono per nuocere! In questo caso hai l’occasione di imparare una procedura tecnologica di fondamentale importanza: sto parlando di come eseguire un backup.

Il backup dei dati non è infatti una questione da sottovalutare e non va fatto all’ultimo minuto. Se il tuo computer ti dovesse abbandonare improvvisamente o se dovessi perdere il tuo cellulare, come potresti recuperare tutto ciò che vi conteneva, senza una copia dei dati salvata in cloud? Eseguire un backup significa quindi pensare per il futuro, realizzando una copia di sicurezza di tutti i documenti più importanti.

Come dici? Ora che hai ne capito l’importanza vorresti rimediare? Vorresti sapere come eseguire un backup dei dati? D’accordo, stai tranquillo, posso aiutarti. Prenditi qualche minuto di tempo libero, mettiti seduto comodo e prestami attenzione. Ti spiegherò come effettuare questa procedura passo dopo passo. Ti auguro una buona lettura.

Indice:

Come eseguire un backup dei dati con Todo Backup (Windows/macOS)

Il primo consiglio che voglio darti, parlando di come eseguire un backup, riguarda l’utilizzo di un software in grado di facilitare la procedura e di velocizzarla.

A questo proposito, ti indico Todo Backup, un software distribuito sia per dispositivi Windows, che per dispositivi con sistema operativo macOS. Questo programma ti permette di creare una copia di backup di tutti i file del tuo computer all’interno di un supporto fisico, come per esempio un hard disk esterno.

La prima cosa che devi fare per creare una copia di backup dei dati contenuti all’interno del tuo computer è quella di scaricare e installare il programma gratuito Todo Backup.

Se desideri ottenere il software per Windows, puoi collegarti a questa pagina Web, così da scaricare la versione gratuita. Se invece vuoi prelevare il software per macOS, dovrai collegarti a questo indirizzo e acquistarne la versione a pagamento. In questa guida, ti mostrerò come utilizzare Todo Backup sui dispositivi con sistema operativo Windows.

Una volta aperto il link che ti ho fornito, fai clic sul pulsante blu Scarica, in prossimità della versione Free/Gratuita. Inserisci quindi il tuo indirizzo email e fai clic sul pulsante Invia e poi di nuovo sulla dicitura Scarica.

Una volta scaricato il file eseguibile chiamato tb_free.exe, fai doppio clic su di esso e fai clic sul pulsante , nella schermata di controllo dell’utente.

Adesso, seleziona quindi la lingua Italiana e fai clic sul pulsante Ok. Nella schermata che ti si aprirà, fai clic su Avanti e poi su Accetto. Concludi poi l’installazione, facendo clic per tre volte su Avanti e, infine, sul pulsante Fine.

Completata l’installazione, avvia il programma tramite la sua icona sul Desktop. Fai poi clic sul pulsante Più tardi, nella finestra che ti apparirà.

La schermata principale di Todo Backup è molto semplice e intuitiva. Sulla barra in alto troverai le funzionalità principali che ti permetteranno di eseguire un backup.

Potrai iniziare effettuando un backup dell’intero disco rigido oppure di una partizione del tuo computer (Backup disco/partizione). In alternativa, puoi effettuare il backup di specifici file presenti nella memoria del tuo computer (Backup file).

Se ne hai la necessità, puoi anche decidere di eseguire il backup del sistema operativo installato sul tuo computer: in questo caso usa la funzione Backup sistema.

Qualunque sia la tua scelta, per proseguire dovrai impostare alcuni dati a schermo e confermare l’avvio della procedura di backup tramite il pulsante Procedi. In generale, tieni presente che i backup possono essere anche programmati, oppure puoi crittografarli con una password.

Per ripristinare un backup, puoi fare clic sulla voce Selezionare file per il ripristino, che trovi nella schermata principale del software. Per visualizzare invece il contenuto di un backup, puoi fare clic sul pulsante Strumenti e seleziona la voce Monta/smonta. Dovrai quindi selezionare il file di backup da visionare ed eseguire la procedura a schermo.

Come eseguire un backup dei dati con Time Machine (macOS)

Per computer Mac una delle migliori soluzioni dedicate al backup è Time Machine: si tratta di uno strumento di macOS che permette di eseguire il backup di tutto ciò che è presente sul tuo computer: dati, programmi installati e anche delle impostazioni.

Ogni backup può essere ripristinato nella sua totalità oppure puoi decidere di recuperare i singoli file che hai perduto. Tieni presente che, per utilizzare Time Machine, dovrai avere uno spazio di archiviazione capiente e che questo dovrà essere collegato al tuo computer macOS.

Di conseguenza, una volta che avrai collegato lo spazio di archiviazione esterno al computer, se questo sarà idoneo per ospitare dei backup, ti apparirà un messaggio per la sua configurazione. Ciò sta a significare che l’unità sarà in contenere tutti i backup creati con Time Machine. Per proseguire, fai clic sulla voce Utilizza come disco di backup.

Se invece Time Machine non mostra alcun messaggio, avvia questo strumento tramite la sua icona che troverai nel Launchpad. Per trovare TimeMachine puoi anche utilizzare la barra di ricerca in alto.

A questo punto, dalla finestra che visualizzerai, fai clic sul pulsante Seleziona disco di backup per selezionare un’unità di archiviazione. In caso di non riconoscimento dell’unità, significa che dovrai resettarla. Puoi effettuare quest’ultima procedura tramite l’Utility disco di macOS impostando il formato Mac OS esteso (journaled).

Dopo che avrai configurato Time Machine, questo creerà copie di backup in modo periodico, se l’unità esterna è collegata al tuo computer. Puoi ripristinare il backup dell’intero sistema macOS tramite l’Utility macOS oppure effettuare il ripristino dei singoli file tramite Time Machine.

Per quest’ultima opzione dovrai entrare all’interno di Time Machine facendo clic sulla sua icona dalla barra dei menu di macOS e facendo clic sulla voce Entra in Time Machine. Potrai quindi scorrere tutti i backup in ordine temporale, ripristinando i file che hai smarrito.

Ti consiglio comunque di leggere questa mia guida per approfondire l’argomento sul funzionamento di Time Machine.

Come eseguire un backup dei dati su Android

I dispositivi mobili con sistema operativo Android possono eseguire automaticamente il backup dei dati e delle impostazioni del dispositivo stesso.

Questa procedura può essere già attiva, se l’hai abilitata durante la fase di configurazione iniziale. In ogni caso puoi verificare l’avvenuta attivazione, seguendo le procedure che ti indicherò nelle prossime righe.

Per prima cosa, devi controllare che vi sia un account Google associato al tuo dispositivo Android. Per effettuare questa verifica fai tap sull’icona delle Impostazioni di Android (simbolo di un ingranaggio) e fai tap sulla voce Account.

Se è la prima volta che aggiungi un account Google, fai tap su Aggiungi account ed esegui la procedura che vedi a schermo. Se invece ne hai già aggiunto uno in fase di configurazione iniziale, fai tap sulla voce Google e poi fai tap sul tuo account.

Verifica che tutte le voci che vedi a schermo siano state attivate. In questo modo verrà effettuato il backup automatico di tutte le impostazioni a schermo, e potrai ripristinarle nel caso di un reset del tuo dispositivo.

Passiamo invece adesso al backup dei dati multimediali: foto e video sono solitamente i file che occupano maggiore spazio sui dispositivi mobili. Ciò che puoi fare per essere sicuro di non perderli, è effettuare una copia di tutti i file multimediali, trasferendoli sul tuo computer.

Come alternativa ti consiglio l’utilizzo di Google Foto, un servizio offerto da Google, disponibile tramite la sua app omonima. Tramite quest’app puoi infatti effettuare il backup automatico di tutte le foto e video che realizzi tramite il tuo dispositivo.

Puoi quindi scaricare l’app gratuita di Google Foto sia su Android che su iOS. Tieni presente che, effettuando l’upload di questi file sul cloud di Google Foto, non incorrerai in nessun costo per l’uso dei servizi Google e, inoltre, non avrai alcun limite di spazio.

Per approfondire l’argomento, consulta questa mia guida in cui ti parlo più nel dettaglio di Google Foto.

Come eseguire un backup dei dati su iOS

Anche sui dispositivi con iOS puoi utilizzare il sistema di backup automatico, offerto tramite il servizio iCloud di Apple; per utilizzarlo dovrai possedere un ID Apple.

Lo spazio a disposizione nel cloud di Apple è soltanto di 5 GB ma puoi decidere in qualsiasi momento di effettuare l’upgrade del tuo piano e aggiungere più spazio di archiviazione.

Ti ricordo che, di default, la sincronizzazione dei dati del tuo dispositivo dovrebbe essere attiva. In ogni caso, puoi verificare cosa attualmente viene sincronizzato dal tuo dispositivo su iCloud, raggiungendo le Impostazioni.

Fai quindi clic sull’icona delle Impostazioni del tuo iOS (icona con simbolo di un ingranaggio) e fai tap sulla voce iCloud. Attendi il caricamento di tutte le informazioni e scorri l’elenco per visualizzare tutte quelle che vengono sincronizzate su iCloud. Tra le impostazioni dovrebbe essere attivo anche la sincronizzazione degli elementi multimediali, come foto e video.

Dato che però i dati che sincronizzi occupano lo spazio del tuo iCloud, potresti insorgere in problemi per il backup di foto e video presenti sul tuo dispositivo. Lo spazio, come ti ho spiegato è limitato. Scegli quindi se effettuare una sottoscrizione per l’ampliamento del tuo cloud, oppure installa applicazioni di terze parti per il backup di foto e video.

A questo scopo, l’applicazione che ti consiglio di scaricare su iOS è Google Foto, l’app di Google che offre in modo illimitato e gratuito il backup di tutti i contenuti multimediali.