Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Backup online

di

Ti ho parlato dell’importanza dei backup fino alla nausea. Se non si vuole correre il rischio di perdere documenti, foto o video importanti, bisogna sempre conservare delle copie di sicurezza dei propri file… ma al giorno d’oggi non bastano più nemmeno i classici backup fatti in locale su hard disk esterni o DVD: bisogna rivolgersi al cloud, ad Internet.

Eccomi quindi qui, pronto a segnalarti alcune delle migliori soluzioni che permettono di effettuare un backup online dei propri dati mantenendoli al sicuro anche da eventuali danneggiamenti dei supporti sui quali si sono salvate le copie di sicurezza dei file: utilizzale e avrai la possibilità di recuperare i tuoi file sempre e dovunque, anche sui dispositivi mobili e nelle situazioni che sembrano più disperate. Pensa: molti di essi supportano anche la possibilità di conservare più versioni di uno stesso file e quindi ripristinare un elemento riportandolo a uno stato precedente semplicemente facendo clic destro sulla sua icona e selezionando l’apposita voce dal menu che si apre.

Allora, si può sapere che altro stai aspettando? Prenditi cinque minuti di tempo libero, analizza le soluzioni che sto per consigliarti e prova quelle che ti sembrano più adatte alle tue esigenze. Ti assicuro che non faticherai a trovarne una, anzi scommetto che ne troverai più d’una adatta a te e alla fine avrai l’imbarazzo della scelta! Buona lettura e, soprattutto, buon backup!

Indice

Backup online di Windows (OneDrive)

Le versioni di Windows dalla 8.x in poi permettono di sincronizzare le impostazioni del PC (temi, password, preferenze della lingua ecc.) usando OneDrive, il servizio di cloud storage di casa Microsoft, che offre 5GB di spazio di archiviazione gratis e poi prevede piani a pagamento a partire da 2 euro/mese per 50GB di storage. Per usufruirne, basta accedere al computer usando un account Microsoft anziché un account locale.

Se tu non hai ancora provveduto ad associare il tuo sistema a un account Microsoft, clicca sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), vai su Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio) e seleziona la voce Account dalla finestra che si apre. Successivamente, pigia sulla voce Accedi con un account Microsoft che si trova sopra la foto del tuo profilo, effettua il login con il tuo account Microsoft (se non ne hai ancora uno, puoi crearlo seguendo le indicazioni che trovi nel mio post su come creare un account Microsoft) e immetti la password dell’account locale che hai utilizzato fino a questo momento sul computer. Per finire, vai avanti, scegli se impostare un PIN per accedere al computer (te lo consiglio, farai molto prima rispetto all’immissione della password dell’account Microsoft) e il gioco è fatto.

Backup online Windows

Dopo aver attivato l’account Microsoft, puoi impostare la sincronizzazione delle impostazioni del PC andando nel menu Impostazioni > Account, selezionando la voce Sincronizza le impostazioni dalla barra laterale di sinistra e spostando su ON le levette relative a tutte le opzioni di tuo interesse: Tema, Password, Preferenze lingua ecc.

Backup online Windows

Oltre che per le impostazioni del PC, OneDrive può essere usato anche per l’archiviazione online e la sincronizzazione di file e cartelle. Se vuoi approfittare di questa possibilità, clicca sul pulsante Start, cerca OneDrive nel menu che si apre e, nella finestra che viene visualizzata sullo schermo, scegli il percorso in cui conservare tutti i file e le cartelle da sincronizzare con il servizio pigiando sul pulsante Cambia. Fatto ciò, metti il segno di spunta accanto alle cartelle che vuoi sincronizzare con il servizio (puoi scegliere solo le cartelle contenute nel percorso di OneDrive) e premi su  OK per salvare le impostazioni.

Backup online Windows

Se utilizzi un PC equipaggiato con una versione di Windows precedente alla 8.x e/o non trovi l’applicazione di OneDrive su quest’ultimo, puoi scaricare il client ufficiale del servizio collegandoti a questa pagina Web e cliccando sul pulsante Scarica. A download completato, apri il pacchetto d’installazione di OneDrive (OneDriveSetup.exe), fai clic sul pulsante , attendi il termine del setup ed effettua l’accesso con il tuo account Microsoft.

Una volta installato e/o configurato il client di OneDrive, puoi cominciare a sincronizzare tutti i file e le cartelle che desideri copiandoli all’interno di queste ultime. Come si accede alle cartelle di OneDrive? Nulla di più facile. Apri l’Esplora File (l’icona della cartella gialla che si trova in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni), seleziona l’icona di OneDrive dalla barra laterale di sinistra e lì troverai tutti i file e le cartelle impostati per la sincronizzazione con il cloud di Microsoft.

Backup online Windows

Se ti servono maggiori informazioni su come funziona OneDrive, consulta il mio tutorial dedicato a quest’ultimo e/o la mia guida su come archiviare file online: lì troverai indicazioni precise su come utilizzare il client del servizio cloud di Microsoft sia su Windows che su macOS (anche tramite versione Web accessibile da browser).

Per quanto riguarda l’ambiente mobile, ti segnalo che OneDrive è disponibile anche sotto forma di app per dispositivi AndroidiOS e Windows 10 Mobile.

Backup online di macOS (iCloud Drive)

Hai un Mac? In questo caso puoi archiviare tutti i tuoi dati online su iCloud, il servizio di cloud storage targato Apple, che propone 5GB di storage gratuito e piani a pagamento da 50GB (99 cent/mese), 200GB (2,99 euro/mese) e 2TB (9,99 euro/mese). Per usufruirne, non devi far altro che associare il tuo computer a un ID Apple: operazione che avresti dovuto compiere in sede di configurazione iniziale di macOS ma che puoi sempre effettuare aprendo Preferenze di sistema (l’icona dell’ingranaggio che si trova sulla barra Dock) e andando su iCloud. Se non hai ancora un account iCloud, puoi crearne uno cliccando sull’apposita opzione e seguendo le indicazioni che trovi nel mio tutorial su come creare un ID Apple.

Una volta configurato un account Apple sul Mac, torna in Preferenze di sistema > iCloud e assicurati che ci sia il segno di spunta accanto a tutte le opzioni disponibili: iCloud Drive (per i dati delle applicazioni e i file e le cartelle di tua preferenza), Foto, Mail, Contatti e via discorrendo.

Backup online Mac

Cliccando sul pulsante Opzioni collocato accanto alle voci relative a iCloud Drive e Foto puoi scegliere, rispettivamente, le applicazioni delle quali salvare i dati su iCloud e il tipo di backup che vuoi sfruttare per le foto. Ci sono due possibili soluzioni per il backup delle foto: Streaming foto che ospita sul cloud le foto degli ultimi 30 giorni senza erodere lo spazio di archiviazione di iCloud Drive e Libreria foto di iCloud che invece conserva foto e video senza alcun limite erodendo, però, lo spazio di archiviazione disponibile su iCloud: questo significa che, per utilizzarlo, avrai bisogno di sottoscrivere un piano a pagamento di iCloud Drive.

Per sottoscrivere un piano a pagamento di iCloud Drive, vai in Preferenze di sistema > iCloud, pigia sul pulsante Gestisci che si trova in basso a destra e scegli l’opzione Modifica piano di archiviazione dalla finestra che si apre. Per salvare le foto e i video su iCloud, invece, apri l’app Foto e copiali nella libreria di quest’ultima. Per avere più informazioni su come archiviare foto su iCloud, consulta pure la guida che ho scritto sull’argomento.

Backup online Mac

Oltre che per effettuare un backup automatico di foto, video, rubrica ecc., iCloud Drive può essere usato anche come spazio di archiviazione per file e cartelle di propria scelta. Per creare un backup online dei file e delle cartelle a cui tieni di più, apri il Finder (l’icona del volto sorridente che si trova in basso a sinistra sulla barra Dock), seleziona la voce iCloud Drive dalla barra laterale di sinistra e copia i file di tuo interesse nella cartella che si apre.

Nella cartella di iCloud Drive troverai anche le cartelle e i file delle applicazioni che sfruttano iCloud per salvare i propri dati e sincronizzarli su più dispositivi (compresi iPhone e iPad, di cui ti parlerò tra un po’).

Backup online Mac

Se vuoi, puoi usare iCloud anche su Windows scaricando l’apposito client disponibile per il sistema operativo di casa Microsoft. Ti ho parlato più approfonditamente del client di iCloud e di come utilizzarlo nei miei tutorial su come funziona iCloud Drive e come archiviare file online.

Backup online di Android (Google Drive)

Se possiedi uno smartphone o un tablet Android, puoi contare sulle ottime soluzioni per il backup online fornite da Google. Questo significa che puoi avere foto, video, email, contatti, impegni del calendario, file delle applicazioni e tanti altri dati archiviati sul cloud e sincronizzati su tutti i tuoi device.

Per usufruire delle funzioni di backup online offerte da Google, devi innanzitutto collegare il tuo device a un account del colosso di Mountain View. Se non hai già provveduto a farlo, recati quindi nel menu delle impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio che trovi in home screen o nella schermata con le icone di tutte le app installate sul device), seleziona la voce Account dalla schermata che si apre e pigia prima sulla voce Aggiungi account e poi sul logo di Google.

A questo punto devi scegliere se effettuare il login con il tuo account Google o se crearne uno nuovo. Nel secondo caso, fai tap sulla voce Oppure crea un nuovo account e compila i moduli che ti vengono proposti: si tratta davvero di un gioco da ragazzi, in ogni caso nel mio tutorial su come creare account Google trovi tutte le indicazioni di cui potresti aver bisogno.

Backup online Android

Una volta configurato il tuo account Google, torna nel menu Impostazioni > Account di Android, seleziona la voce Google da quest’ultimo e fai tap sul tuo indirizzo Gmail. Verifica quindi che le opzioni di sincronizzazione siano tutte attive (Calendario, Chrome, Contatti, Dati app ecc.) e, se ce n’è qualcuna disabilitata, attivala tu spostando su ON la relativa levetta.

Backup online Android

Adesso tutti i dati ospitati sul tuo dispositivo Android sono sincronizzati online con i servizi di Google e quindi possono essere sincronizzati su tutti i device connessi al medesimo account Google.

Per quanto riguarda foto e video, ti consiglio di usare Google Foto: il servizio di cloud storage che Google ha dedicato a foto e video, il quale è completamente gratuito e non presenta limiti di spazio (a patto di accettare una riduzione automatica della risoluzione a 16MP per le foto e 1080p per i video, altrimenti per conservare i contenuti in formato originale bisogna sottoscrivere uno tra i piani a pagamento di Google One che presentano prezzi a partire da 1,99 euro/mese per 100GB di storage, fino a un massimo di 299,99 euro/mese per 30 TB).

Backup online Android

Se ti servono maggiori informazioni su come funziona Google Foto, non esitare a leggere il tutorial che ho dedicato al servizio. Se invece vuoi scoprire come ripristinare Android e sfruttare i backup effettuati su Google, leggi la mia guida su come ripristinare Android.

Backup online di iOS (iCloud)

Hai un iPhone o un iPad? Allora sappi che puoi creare un backup online di tutti i tuoi dati tramite iCloud, la piattaforma cloud di Apple che offre 5GB di storage gratuito. Per usufruire di questa possibilità, accedi alle impostazioni del device (l’icona dell’ingranaggio che si trova nella sua schermata principale) e, se necessario, fai tap sulla voce Esegui il login su iPhone (o Esegui il login su iPad) per effettuare l’accesso al tuo ID Apple. Se non hai ancora un ID Apple, puoi crearne uno pigiando sull’apposita opzione che si trova in basso e seguendo le indicazioni che trovi nella mia guida su come creare un ID Apple.

Ad accesso effettuato, torna nel menu Impostazioni di iOS, fai tap sul tuo nome e vai su iCloud per accertarti che tutte le funzioni di backup online siano attivate. Se alcuni elementi tra Foto, Posta, Contatti, Calendari ecc. non sono attivati, attivali tu portando su ON le relative levette.

Assicurati, inoltre, che ci siano le levette attivate anche per tutte le app che hai installato sul tuo device: in questo le applicazioni saranno in grado di salvare i loro dati sul cloud e quindi di sincronizzarli su tutti i dispositivi sui quali verranno installate (e sui quali effettuerai l’accesso usando il tuo ID Apple).

Backup online iOS

La voce Foto non ha una levetta in quanto prevede due distinte opzioni per il backup tra cui scegliere: una si chiama Streaming foto, non erode lo spazio di archiviazione su iCloud Drive e conserva temporaneamente solo le foto scattate negli ultimi 30 giorni; un’altra invece si chiama Libreria foto di iCloud, erode lo spazio di archiviazione di iCloud (quindi necessita di un piano a pagamento) e conserva sia foto che video senza limiti di tempo. Te ne ho parlato più dettagliatamente nel mio tutorial su come archiviare foto su iCloud.

Oltre che per i singoli dati (es. foto, video, posta, contatti ecc.), iCloud offre anche una funzione di backup per i dispositivi: questo significa che è possibile “immortalare” lo stato in cui si trova un iPhone o un iPad, salvarlo sul cloud e avere la possibilità di ripristinarlo in caso di reset del device. Per attivare la funzione di backup online di iPhone o di iPad, vai nel menu Impostazioni > [Tuo nome] > iCloud > Backup iCloud e attiva la levetta relativa al Backup iCloud.

Il backup verrà effettuato automaticamente ogni volta che il dispositivo verrà connesso a una fonte di alimentazione e a una rete Wi-Fi. In alternativa puoi avviare un backup manuale pigiando sulla voce Esegui backup adesso.

Backup online iOS

Se ti servono maggiori informazioni su come fare backup iCloud e/o su come ripristinare iPhone per sfruttare i backup effettuati in precedenza, consulta i tutorial che ho dedicato a tali argomenti.

Altri sistemi di backup online

Il servizio di backup online integrato nel tuo dispositivo non ti soddisfa appieno? Non ti preoccupare, ci sono molte soluzioni alternative alle quali puoi rivolgerti: eccone alcune tra le più interessanti.

Google Drive

Google Drive

Google Drive, il sistema di backup sul cloud di casa Google integrato in Android, è utilizzabile anche su computer, tramite un client gratuito disponibile per Windows e macOS. Lo spazio di archiviazione fornito gratuitamente è di 15GB, espandibile a pagamento, attraverso la sottoscrizione di un abbonamento a Google One.

I piani di quest’ultimo permettono di espandere lo storage a 100GB (1,99 euro/mese), 200GB (2,99 euro/mese), 2TB (9,99 euro/mese), 10TB (199,99 euro/mese) o 30 TB (299,99 euro/mese), con in più la possibilità di salvare foto e video senza limiti su Google Foto.

Per scaricare il client ufficiale di Google Drive sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del servizio e fai clic prima sul pulsante Scarica e poi su Accetta e scarica. A download completato, apri quindi il pacchetto d’installazione del client e, se utilizzi un PC Windows, completa il setup cliccando su e attendendo il download di tutti i componenti necessari al funzionamento del programma. Se utilizzi un Mac, invece, copia l’icona  Backup e Sincronizzazione di Google nella cartella Applicazioni di macOS.

Ad installazione completata, avvia il client di Google Drive, pigia sul pulsante Inizia, effettua l’accesso al tuo account Google (o creane uno) e seleziona le cartelle da sincronizzare con il servizio. Per attivare il backup gratuito di foto e video su Google Foto, attiva le opzioni Alta qualità e Carica foto e video in Google Foto.

Per finire, clicca su Avanti e OK, scegli se sincronizzare tutti i file o sincronizzare solo determinate cartelle (scegliendole poi dall’apposito riquadro) e il gioco è fatto. Successivamente potrai salvare i tuoi file sul cloud di Google e trovarli sincronizzati su tutti i tuoi device (compresi quelli Android e iOS) semplicemente salvandoli nelle cartelle che hai deciso di sincronizzare con il servizio.

Dropbox

Dropbox

Anche se incalzato sempre più insistentemente dalla concorrenza, Dropbox rimane una delle migliori soluzioni per il backup online, la condivisione di file e cartelle e il versioning (cioè la possibilità di conservare più versioni degli stessi file). È compatibile con Windows, macOS e Linux in ambito desktop e con  AndroidiOS e Windows 10 Mobile in ambito mobile. Inoltre è accessibile anche da browser tramite la sua versione Web. Lo spazio che offre non è tantissimo: solo 2GB in ambito free (espandibili fino a 16GB invitando gli amici a iscriversi al servizio) e poi propone piani a pagamento pari a 2TB per 12 euro/mese e spazio illimitato per 18 euro/mese.

Per installare Dropbox sul tuo PC, collegati al sito ufficiale del servizio e attendi il download del pacchetto d’installazione del client. Dopodiché, se utilizzi un PC Windows, avvia il file exe che hai appena scaricato, clicca sul pulsante  e attendi che vengano scaricati tutti i file necessari al funzionamento del programma. Se utilizzi un Mac, invece, apri il pacchetto dmg che contiene il client, copia l’cona di Dropbox nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultimo per avviare il download di tutti i file necessari al funzionamento del client.

Al termine dell’installazione, clicca sulla voce Registrati collocata in basso a sinistra, compila il modulo che ti viene proposto e verifica il tuo account cliccando sull’apposito link che ti verrà recapitato via email. Superato anche questo step, segui la guida introduttiva di Dropbox e comincia ad archiviare i tuoi file in quest’ultimo copiandoli nella cartella Dropbox, che è accessibile dalla barra laterale dell’Esplora File (Windows) o del Finder (macOS).

Per maggiori dettagli su Dropbox e il suo funzionamento, consulta i miei tutorial su come funziona Dropbox e come archiviare file online.

Carbonite

Carbonite

Ti piacerebbe creare un backup online completo del tuo computer? Allora rivolgiti a Carbonite: un software disponibile per Windows e macOS che permette di creare un backup online di tutti i dati presenti sul PC (eccetto le applicazioni) senza limiti di spazio. Si può provare gratis per 15 giorni, dopodiché costa 59,99$/anno per effettuare il backup di un solo PC o 269$/anno per effettuare il backup di più PC.

Per testare il servizio, collegati al suo sito Internet ufficiale, seleziona l’opzione I have a single computer (se hai un solo PC) oppure l’opzione I have multiple computers (se hai più PC) e clicca sul pulsante Try it free presente in fondo alla tabella collocata al centro della pagina. Compila quindi il modulo che ti viene proposto per creare il tuo account gratuito e clicca sul pulsante Submit: il download del client di Carbonite partirà in maniera istantanea.

A scaricamento completato, apri il pacchetto d’installazione di Carbonite (la procedura da seguire è praticamente identica sia su Windows che su macOS) e clicca prima sul pulsante e poi su I Agree. Attendi quindi il termine del setup e configura il programma in modo da avviare un backup completo del tuo PC (dovrai semplicemente assegnare un nome al computer e cliccare su Start hacking up per avviare la copia dei dati sul cloud).

Come facilmente intuibile, il caricamento di tutti i dati del computer sul cloud richiede tempo e una connessione con una buona velocità di upload: tieni bene a mente questi due fattori prima di sottoscrivere un piano a pagamento per il servizio.

Altre soluzioni interessanti

Backup online

Per concludere, ecco altre soluzioni interessanti alle quali puoi rivolgerti per il backup online dei dati.

  • Amazon Drive – se sei un cliente di Amazon Prime (il programma che per 36 euro/anno o 4,99 euro/mese permette di avere consegne gratuite in un giorno su tantissimi prodotti e altri servizi extra), puoi usufruire di 5GB di storage gratuito e di spazio illimitato per le foto su Amazon Drive, servizio di cloud storage accessibile da computer, smartphone e tablet. Te ne ho parlato più in dettaglio nel mio tutorial su come funziona Amazon Prime.
  • Box – ottimo servizio di cloud storage accessibile da computer, smartphone e tablet che offre 10GB di storage gratuito (con un limite di upload di 250MB) o 100GB di storage per 8 euro/mese (con un limite di upload di 5GB). Maggiori info qui.
  • MEGA – altro servizio di cloud storage e condivisione file molto popolare. È accessibile da computer, smartphone e tablet e prevede un piano gratuito da 50GB. I piani a pagamento, invece, sono pari a 4,99 euro/mese per 200GB, 9,99 euro/mese per 1TB, 19,99 euro/mese per 4TB e 29,99 euro/mese per 8TB. Per saperne di più, leggi il mio tutorial su come funziona MEGA.