Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ripristinare Android

di

Nonostante tu abbia cancellato diverse app e controllato il sistema con un software antimalware, il tuo smartphone Android continua a essere inspiegabilmente lento? Le applicazioni vanno continuamente in crash? In situazioni come questa, è brutto dirlo, ma la soluzione più efficace è ripristinare Android cancellando tutti i file presenti sulla memoria del dispositivo.

È un’operazione drastica, lo so, ma in questo modo si eliminano in un sol colpo tutti gli eventuali conflitti software e i malware che possono aver portato al malfunzionamento di Android. Allora, che ne dici? Ti va di provare? Bene, allora prenditi un po’ di tempo libero e segui le indicazioni che sto per darti che ti mostreranno passo passo come ripristinare Android, anche da Recovery nel caso il tuo dispositivo sia in una situazione davvero critica.

La guida ti sarà utile non solo se vuoi resettare il tuo smartphone, ma anche se vuoi venderlo a un’altra persona e vuoi cancellare tutti i tuoi dati dalla memoria del dispositivo. È stata realizzata usando uno smartphone ma è valida anche per i tablet (la procedura da seguire è sempre la stessa). Buona lettura.

Indice

Come ripristinare Android senza perdere dati

Come ripristinare Android senza perdere dati

Ormai ti sei davvero rassegnato, il tuo smartphone è diventato troppo lento, per cui vuoi tentare un ripristino completo per cercare di salvarlo. C’è però un problema: il device contiene tutti i tuoi dati e vorresti evitare di perderli, dunque vorresti capire come ripristinare Android senza perdere dati.

Tranquillo, sono qui per questo. Ora ti mostrerò proprio come effettuare il ripristino del tuo dispositivo Android senza perdere alcun dato, utilizzando il sistema di backup sul cloud di Google. Devi sapere che grazie al sistema di backup di Google, potrai salvare quasi tutto: i dati delle app, le password del Wi-Fi, i contatti e persino foto e video grazie al servizio Google Foto senza alcuna fatica e a costo zero (entro certi limiti). Ma andiamo con ordine.

Prima di tutto devi effettuare il backup del tuo dispositivo sul cloud di Google. Per avviare il backup, apri l’app Impostazioni sul tuo smartphone e fai tap sulle voci Sistema e Backup. Nella schermata successiva, il sistema ti chiederà di effettuare il backup del telefono con Google One, che altro non è che il sistema di cloud di Google che contiene ora tutti i servizi dell’azienda, tra cui Google Drive e Google Foto.

Prima di procedere, però, ti avverto che avrai a disposizione gratuitamente 15 GB di spazio di archiviazione, che comprendono anche eventuali file o foto che hai già salvato su Google Drive o Google Foto. Se necessiti di spazio aggiuntivo dovrai necessariamente attivare un abbonamento mensile o annuale, con prezzi che variano a seconda dello spazio di archiviazione cloud di cui necessiti (a partire da 1,99 euro/mese o 19,99 euro/anno per 100GB di storage).

Per avviare il backup, fai tap sul pulsante Attiva posto in basso a destra e, nella schermata successiva, fai tap sul pulsante Effettua ora il backup per poi inserire il PIN o la sequenza di sblocco per confermare l’operazione.

Come dici? Il tuo smartphone non è in possesso dei servizi Google o semplicemente vorresti procedere in maniera alternativa? In questo caso ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial su come fare il backup di Android, nel quale è spiegato tutto nel dettaglio, comprese diverse procedure alternative che potresti utilizzare.

Dopo aver fatto il backup di tutti i dati, non ti resta che procedere al ripristino del dispositivo. Per farlo, apri l’app Impostazioni, solitamente riconoscibile dall’icona di un ingranaggio, e fai tap sulle voci Sistema e Opzioni di ripristino.

Nella schermata visualizzata, avrai a disposizione alcune opzioni di ripristino, ma in questo caso devi fare tap sulla voce Cancella tutti i dati. Successivamente, fai tap nuovamente sul pulsante Cancella tutti i dati posto in basso e conferma l’operazione inserendo il PIN o la sequenza di sblocco.

Lo smartphone verrà riavviato in automatico e inizierà la procedura di formattazione automatica. Dopo qualche minuto lo smartphone si riavvierà nuovamente e si presenterà la schermata di configurazione iniziale. Ora non ti resta che configurare di nuovo lo smartphone: inserendo lo stesso account Google utilizzato per effettuare il backup in precedenza, potrai ripristinare tutti i dati in pochi e semplici tap.

Come ripristinare Android da spento

Come ripristinare Android da spento

Sei praticamente disperato perché il tuo smartphone Android sembra non dare più segni di vita: provi ad accenderlo ma si blocca nella schermata di animazione iniziale, senza riuscire a entrare nel sistema operativo e ad effettuare la normale procedura di ripristino che ti ho illustrato nel capitolo precedente.

Probabilmente ora ti stai chiedendo se esiste qualche metodo alternativo per uscire dall’impasse, vero? Allora sappi che in questo capitolo ti mostrerò proprio come ripristinare Android da spento utilizzando la partizione di Recovery presente nello smartphone, la quale permette proprio di svolgere varie operazioni — compresa la formattazione del dispositivo — senza dover entrare in Android. Purtroppo, però, devo avvisarti che anche tramite questa procedura perderai tutti i dati presenti sul device.

Se vuoi evitare che ciò accada, potresti pensare di eseguire un backup tramite PC o Nandroid, come spiegato in questo mio tutorial.

Se sei pronto a continuare, anche se perderai tutti i dati, ora ti illustrerò come ripristinare Android con i tasti. A smartphone spento, per entrare nella Recovery, tieni premuti i tasti Volume Su e Power e, quando compare il logo dello smartphone, lascia il tasto Power e continua a tenere premuto solo il tasto Volume Su. Dopo qualche secondo comparirà il menu della Recovery, con diverse voci a tua disposizione.

Solitamente la maggior parte delle Recovery non hanno il supporto al touch-screen, per cui per muoverti tra le voci dovrai utilizzare il tasti del volume, mentre per selezionare una voce dovrai utilizzare il tasto Power. Per effettuare il ripristino completo del dispositivo, raggiungi la voce Wipe data/Factory reset con i tasti del volume o il touch-screen (se abilitato) e, successivamente, selezionala premendo una volta sul tasto Power (o sempre con il touch-screen). Dai quindi conferma selezionando l’opzione yes.

In pochi secondi verrà effettuato il ripristino completo del dispositivo e verrà caricato nuovamente il menu iniziale della Recovery. Da qui seleziona la voce Restart/Restart system now per riavviare il dispositivo utilizzando il tasto Power. Lo smartphone si riavvierà e dopo qualche minuto si presenterà la schermata di configurazione iniziale. Ora non ti resta che configurare nuovamente da zero lo smartphone, come se lo avessi appena acquistato.

Come dici? Non riesci a entrare nella Recovery? Purtroppo può capitare che la combinazione di tasti possa leggermente cambiare a seconda del dispositivo, In questo caso ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial su come resettare HUAWEI o come resettare un Samsung bloccato. Se nemmeno in questo modo riesci a entrare in Recovery, ti consiglio di cercare tra i video su YouTube dedicati all’argomento, che sicuramente potranno aiutarti.

Come ripristinare Android bloccato

Come ripristinare Android bloccato

Il tuo smartphone è completamente bloccato ed è praticamente ormai inutilizzabile. Per questo motivo stai cercando in tutti i modi come ripristinare Android bloccato, non è vero?

In questo caso il mio consiglio è quello di provare a entrare in Recovery ed effettuare un ripristino completo. Per poter entrare nella Recovery il tuo smartphone deve essere spento. Se per caso il tuo smartphone è in boot loop, quindi continua a spegnersi e accendersi, prova a spegnerlo tenendo premuto per una decina di secondi il tasto Power. In questo modo lo smartphone dovrebbe spegnersi all’improvviso, come se avessi rimosso la batteria. In alternativa, se si tratta di un modello con batteria rimovibile, rimuovi la batteria per poi reinserirla dopo qualche secondo.

Dopo averlo spento non devi far altro che entrare nella Recovery e provare a effettuare un ripristino completo, esattamente come ti ho illustrato nel capitolo precedente.

Come ripristinare Android da PC

Come ripristinare Android da PC

Vuoi ripristinare il tuo smartphone, ma allo stesso tempo vorresti provare a effettuare tutto la procedura tramite PC, poiché lo trovi molto più comodo rispetto al dover fare tutto dallo smartphone. Purtroppo, però, ancora non hai capito come ripristinare Android da PC. Tranquillo, sono qui per questo.

Devi sapere che alcuni produttori di smartphone (non tutti), mettono a disposizione degli utenti dei pratici tool da PC che permettono di effettuare diverse operazioni sullo smartphone, tra cui anche il ripristino completo.

Se possiedi uno smartphone Samsung, ad esempio, puoi utilizzare il tool Smart Switch che permette di effettuare diverse operazioni sui device del produttore coreano da computer, tra cui anche il backup e il ripristino degli stessi. Si tratta di un software molto comodo, ma è compatibile solo con i dispositivi Samsung Galaxy. Se vuoi scoprirne di più dai un’occhiata al mio tutorial al riguardo.

Se invece possiedi uno smartphone HUAWEI, potrebbe tornarti utile il tool HiSuite, disponibile sia su Windows che su macOS. Questo software è in grado di effettuare il backup completo del tuo dispositivo, di ripristinarlo e anche di effettuare un aggiornamento software allo smartphone. Inoltre, se hai già effettuato un backup dello smartphone, potrebbe tornarti molto utile se ti stai chiedendo come ripristinare Android a una data precedente. Il funzionamento di questo tool è davvero molto semplice, ma se ne vuoi sapere di più dai un’occhiata al mio tutorial su come resettare un HUAWEI, nel quale ti spiego tutto nel dettaglio.

Purtroppo, come ti ho anticipato prima, non tutte le aziende produttrici di smartphone mettono a disposizione tali software. In questo caso il mio consiglio è operare direttamente dallo smartphone seguendo la procedura che ti ho illustrato nel precedente capitolo: vedrai che sarà un gioco da ragazzi.

Come ripristinare Android Auto

Come ripristinare Android Auto

La tua auto è molto smart grazie a un sistema di infotainment all’avanguardia, che supporta anche Android Auto. Purtroppo, però, già da qualche tempo non lo utilizzi più, perché ogni volta che colleghi il tuo smartphone all’auto cominciano i problemi. Non sei un tipo molto tecnologico, per cui vuoi evitare di dover mettere le mani sull’infotainment della tua auto e magari fare ancora più danni.

Ti farà piacere sapere che non dovrai fare nulla di tutto questo: di seguito ti mostrerò come ripristinare Android Auto in maniera semplice e veloce. Per poter ripristinare Android Auto, infatti, basterà semplicemente agire sul tuo smartphone.

Prendi il tuo smartphone e apri l’app di Android Auto o semplicemente apri l’app Impostazioni, riconoscibile dall’icona di un ingranaggio e digitale “android auto” nel box di ricerca posto in alto: ora fai tap sulla prima voce che ti viene suggerita.

Bene, ora sei finalmente dentro le impostazioni di Android Auto, da dove riuscirai a risolvere tutti i tuoi problemi. Dalla schermata principale, fai quindi tap sulla voce Auto connesse in precedenza. Nella sezione successiva, troverai elencate tutte le auto a cui ti sei connesso con il tuo account di Android Auto, tra cui sicuramente troverai la tua vettura attuale.

Per resettare Android Auto, non devi far altro che fare tap sul menu con i tre puntini posto in alto a destra, selezionare la voce Rimuovi tutte le auto memorizzate e, successivamente, premere sul pulsante OK dal pop-up che compare. In pochi secondi vedrai sparire dall’elenco tutte le auto sincronizzate (poteva essere questo il problema).

Ora non devi far altro che tornare nella tua auto e collegare il tuo smartphone al sistema di infotainment. Contrariamente a quello che avveniva in precedenza, ora dovrai rifare tutta la procedura di collegamento da zero. In questo modo è molto probabile che non riscontrerai più alcun problema e potrai tornare a utilizzare Android Auto.

Come ripristinare Android TV

Come ripristinare Android TV

Qualche tempo fa ti sei finalmente deciso ad acquistare una nuova Smart TV dotata di sistema operativo Android TV. Purtroppo, però, qualcosa deve essere andato storto e stai riscontrando diversi problemi. Vorresti cercare di risolverli in quale modo, per cui ti stai chiedendo come resettare Android TV.

Tranquillo, la procedura è davvero molto semplice. Prima di tutto, accendi la tua smart TV e attendi il caricamento della schermata iniziale di Android TV. Ora, con il telecomando, fai tap sul pulsante dell’ingranaggio posto in alto a destra, tramite il quale si aprirà il menu delle Impostazioni di Android TV.

Con il pad direzionale posto sul telecomando, scorri tra le diverse voci fino a individuare la voce Memoria e ripristino: selezionala premendo il pulsante OK posto sul telecomando. Dalla schermata successiva, seleziona la voce Ripristino ai dati di fabbrica e conferma l’operazione selezionando la voce Cancella tutto.

In pochi secondi inizierà il ripristino completo della tua Android TV. Dopo qualche minuto di attesa la tua smart TV eseguirà un riavvio e comparirà la schermata della configurazione iniziale. Esattamente come quando l’hai acquistata per la prima volta, completa la configurazione e goditi la tua Android TV.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.