Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare Samsung bloccato

di

Da ormai diverso tempo utilizzi uno smartphone o un tablet Samsung che, inevitabilmente, inizia a sentire il peso degli anni. Ogni tanto capita che cominci a rallentare in maniera piuttosto evidente e, addirittura, a volte si blocca totalmente.

Ti senti un po’ deluso e amareggiato, perché speravi di aver fatto un ottimo acquisto e che ti sarebbe durato più a lungo. Inoltre, adesso sembra che il tuo device si sia completamente bloccato e non hai idea di come poter risolvere il problema. Non ti scoraggiare: si tratta di un problema abbastanza comune con i dispositivi elettronici, sopratutto dopo un lungo periodo di tempo. Tranquillo però, non è nulla che non possa essere risolto.

Nel corso dei prossimi paragrafi, infatti, ti mostrerò come resettare Samsung bloccato, in modo tale da provare a dargli una “seconda vita” o, se hai intenzione di cambiarlo, per rimuovere facilmente tutti i dati presenti al suo interno. Prenditi, dunque, cinque minuti di tempo libero, mettiti comodo e prosegui con la lettura delle prossime righe: spero possano tornarti utili.

Indice

Come resettare Samsung bloccato

Il tuo dispositivo Samsung si blocca sempre più spesso e non sai come sbloccarlo quando ciò accade? Oppure forse si blocca all’avvio e non sai come ripristinarne il funzionamento? Tranquillo: qualunque sia la tua situazione, di seguito trovi spiegato come resettare Samsung bloccato.

Come resettare Samsung bloccato acceso

Come resettare Samsung bloccato acceso

Per l’ennesima volta è successo: il tuo dispositivo Samsung si è completamente bloccato con il display acceso, diventando quasi rovente e non hai idea di come provare a sbloccarlo o ripristinarlo. Non aver paura; non è nulla di complicato e di seguito ti mostrerò come resettare Samsung bloccato acceso.

Se hai un vecchio dispositivo Samsung con scocca rimovibile puoi semplicemente provare a staccare la scocca e successivamente rimuovere la batteria. Una volta rimossa vedrai che lo smartphone si spegnerà in automatico. Nel caso il dispositivo si fosse surriscaldato, ti consiglio di lasciarlo senza batteria per qualche minuto e attendere che si raffreddi. Successivamente, riponi la batteria al suo interno e inserisci nuovamente la scocca al suo posto. Ora puoi provare ad accenderlo nuovamente premendo per qualche secondo sul tasto di accensione.

Se invece possiedi un dispositivo Samsung più recente, che non permette di rimuovere la scocca e la batteria e non ha neanche tasto Home fisico, puoi resettare Samsung bloccato senza tasto Home in questo modo: tieni premuto per una decina di secondi il tasto di accensione fino a quando lo smartphone non si spegne in maniera improvvisa. Anche in questo caso, se si è surriscaldato troppo, dopo averlo spento ti consiglio di non riaccenderlo per qualche minuto. Non appena si raffredderà potrai riaccenderlo tenendo premuto qualche secondo sempre il tasto di accensione.

Ora che sei riuscito a sbloccare il tuo dispositivo Samsung, se i problemi — e i freeze — continuano a verificarsi, puoi pensare di eseguire un ripristino allo stato di fabbrica a livello software, in modo tale da provare a dargli una “seconda vita” (o confermare la presenza di eventuali problemi hardware, che a quel punto dovrebbero condurti verso l’assistenza ufficiale).

Prima di procedere, però, ti consiglio di effettuare un backup di tutti i dati, dato che questa procedura andrà a cancellare tutti i dati contenuti nel dispositivo. Se hai difficoltà, puoi dare un’occhiata al mio tutorial su come fare il backup di un Samsung.

Ora che hai effettuato anche il backup dei dati, puoi procedere con il ripristino del dispositivo. Per il tutorial io utilizzerò un Samsung Galaxy S21+, ma la procedura è pressoché la stessa per tutti i dispositivi dell’azienda coreana.

Prendi, dunque, il tuo smartphone (o tablet) e apri le Impostazioni, solitamente riconoscibili dall’icona di un ingranaggio. Tra le tante voci presenti nel menu visualizzato a questo punto, fai tap sulla voce Gestione generale e successivamente su Ripristina. In questo menu troverai diverse modalità di ripristino, ma in questo caso ti consiglio di effettuarne una completa facendo tap sulla voce Ripristina dati di fabbrica e successivamente sul pulsante Ripristina.

Per confermare l’operazione inserisci la password del tuo account Samsung, se richiesta, o utilizza l’autenticazione biometrica. Lo smartphone si riavvierà e comincerà il processo di reset completo. Al nuovo avvio, dovrai configurare Android da capo e potrai verificare se, a questo punto, il device funziona come si deve. Se i freeze dovessero ripetersi, prendi in considerazione l’idea di avere a che fare con dei problemi hardware, dunque agisci di conseguenza e portalo in assistenza.

Come resettare Samsung bloccato tramite Recovery

Come resettare Samsung bloccato tramite Recovery

La situazione è più grave del previsto: anche provando a forzare uno spegnimento e successivo riavvio lo smartphone sembra essere totalmente bloccato, per cui non hai proprio idea di come poterlo resettare. Niente paura, in questo caso puoi agire tramite la Recovery, un software che viene eseguito al di fuori di Android e che ti permetterà — tra le altre cose — di resettare il dispositivo senza dover entrare nel sistema operativo.

Come dici? Non sei molto pratico e non sai come resettare Samsung bloccato tramite Recovery? Tranquillo, sono qui per questo, la procedura è davvero molto semplice. Prima di tutto è necessario che lo smartphone sia spento: se il tuo smartphone è bloccato puoi procedere esattamente nello stesso modo che ti ho illustrato nel capitolo precedente.

Una volta spento, collega lo smartphone al tuo PC utilizzando il cavo USB in dotazione. Attendi che lo smartphone vada in carica e che lo schermo diventi nuovamente nero. Ora puoi mandare lo smartphone in Recovery tenendo premuto contemporaneamente il tasto di accensione e il tasto Volume Su e rilasciare il tasto di accensione quando vedi comparire il logo di Samsung. Su alcuni modelli bisogna premere il tasto Volume Giù al posto di quello Volume su. Su quelli con tasto Home, poi, bisogna tener premuto anche quello.

Ora, per effettuare il reset del dispositivo devi selezionare la voce Wipe data/fattori reset dal menu che visualizzi: per raggiungerla, utilizza i tasti del volume e per selezionala premi sul tasto di accensione. Successivamente, seleziona la voce Ripristino dati di fabbrica premendo nuovamente una volta con il tasto di accensione e attendi che il reset venga completato. Per effettuare il riavvio del dispositivo seleziona poi la voce Reboot system now. Tutti i dati verranno cancellati e dovrai eseguire una nuova configurazione di Android.

Come resettare Samsung bloccato da PC

Il tuo dispositivo Samsung è completamente bloccato e ora sei disperato, perché vorresti tornare a utilizzare il dispositivo. Tranquillo, di seguito ti mostrerò come resettare Samsung bloccato da PC in modo da riportarlo alle condizioni di fabbrica, cancellando ovviamente tutti i dati presenti al suo interno. Non è bello, ma in casi “disperati” è l’unico modo di procedere. Ecco tutti i dettagli.

Come resettare Samsung bloccato con Trova il mio dispositivo

Come resettare Samsung bloccato con Trova il mio dispositivo

Il primo servizio che potresti prendere in considerazione si chiama Trova il mio dispositivo ed è realizzato da Google: esso consente di localizzare e bloccare uno smartphone da remoto, con anche la possibilità di effettuare un reset completo del device (operazione che cancellerà tutti i dati presenti nella memoria interna).

Come dici? Non hai proprio idea di come resettare Samsung bloccato con Trova il mio dispositivo? Niente paura, ti guiderò io in tutta la procedura. Prima di iniziare è doverosa una precisazione: affinché il sistema funzioni è necessario che sul tuo dispositivo sia presente un account Google, che sia attiva la localizzazione e che sia connesso a una rete Internet (Wi-Fi o rete mobile). Inoltre, ti ricordo che tale procedura cancellerà tutti i dati presenti al suo interno.

Bene allora, fatte queste precisazioni, direi di procedere. Prima di tutto collegati alla pagina Web di Trova il mio dispositivo ed effettua l’accesso al tuo account Google, che deve essere lo stesso presente anche sul tuo dispositivo. Nella pagina principale individua poi il tuo dispositivo, cliccando sulla sua icona presente nella barra posta in alto a sinistra.

Non appena cliccherai sullo smartphone che vuoi resettare si aprirà un menu, nella barra laterale di sinistra, con tre opzioni: fai clic sulla voce Resetta il dispositivo e nuovamente sul pulsante Resetta dispositivo per confermare l’operazione.

In pochi secondi inizierà il processo di reset sul tuo dispositivo, al termine del quale lo stesso verrà riavviato e potrai configurarlo nuovamente da zero, inserendo nuovamente il tuo account Google.

Come resettare Samsung bloccato con Trova dispositivo personale

Come resettare Samsung bloccato con Trova dispositivo personale

Un’alternativa al servizio Trova il mio dispositivo di Google è Trova dispositivo personale di Samsung, che potrebbe rilevarsi fondamentale se non hai inserito l’account Google all’interno del tuo dispositivo o se non ricordi la password di accesso. Chiaramente per poter utilizzare questo servizio è necessario che sia stato inserito un account Samsung all’interno del dispositivo.

Come dici? Ti trovi proprio in questa situazione e vorresti capire come resettare Samsung bloccato con Trova dispositivo personale? La procedura da seguire è abbastanza semplice, per cui direi di non perdere altro tempo.

Prima di tutto devi recarti su questa pagina Web e fare clic sul pulsante Accedi e inserire email e password del tuo account Samsung. Dopo aver effettuato l’accesso verrà caricata una mappa nella quale verranno localizzati i tuoi dispositivi Samsung (se ne hai più di uno), mentre nella barra laterale posta a sinistra troverai l’elenco dei dispositivi. Individua il dispositivo che vuoi resettare dall’elenco e fai clic su di esso.

Dopo aver cliccato sul dispositivo di tuo interesse, vedrai apparire un riquadro sulla destra contenente tutte le opzioni disponibili: in questo caso ti interessa resettarlo, dunque fai clic sulla voce Cancella dati. Si aprirà un pop-up che ti informerà che verrà effettuato un ripristino dei dati di fabbrica e verranno cancellate tutte le informazioni presenti sul device e sulla scheda SD (ti consiglio di rimuoverla prima): per confermare l’operazione, fai clic sul pulsante Cancella.

In pochi secondi inizierà il processo di reset del dispositivo e verranno cancellati tutti i dati al suo interno. Non appena il processo terminerà lo smartphone si riavvierà e potrai nuovamente configurarlo da zero, come se fosse appena uscito dalla confezione di vendita.

Come resettare Samsung bloccato con Odin

Come resettare Samsung bloccato con Odin

Se i consigli che ti ho dato in precedenza non hanno avuto successo, l’ultima alternativa rimasta — e anche la più difficile da attuare — è quella di procedere a un flash del firmware tramite Odin: un software che permette di “flashare” delle immagini del sistema operativo sui dispositivi Samsung, in modo da eseguirne un reset completo, che ovviamente comporta anche una perdita dei dati.

Se davvero non hai altre alternative e te la senti di procedere, di seguito ti mostrerò come resettare Samsung bloccato con Odin. Per procedere avrai però bisogno di un PC con sistema operativo Windows, poiché il programma non è disponibile su macOS o Linux. Inoltre dovrai scaricare il firmware più adatto al tuo dispositivo (questo è molto importante: installandone uno sbagliato renderai inservibile il tuo device!); ma procediamo con calma.

Prima di tutto devi scaricare Odin: per farlo, ti basta recarti su questa pagina Web, fare clic sul pulsante Odin [versione] e poi sul primo pulsante Download Now, che si riferisce alla versione più recente del programma. Una volta terminato il download, apri l’archivio zip ottenuto ed estrai tutto il contenuto in una cartella, che potrai posizionare dove preferisci.

Ora devi scaricare i driver USB Samsung per Windows, necessari affinché il dispositivo venga rilevato dal PC in Download mode (modalità operativa necessaria per utilizzare Odin). Se non hai idea di come scaricare e installare i driver puoi dare un’occhiata al mio tutorial sui driver di Samsung, dove è spiegato tutto nel dettaglio.

Ora manca l’ultimo tassello: devi scaricare il firmware adatto al tuo dispositivo. Ci sono diversi siti che permettono di farlo, ad esempio Sammobile, che non è ufficiale e prevede anche alcuni contenuti a pagamento, ma è ritenuto abbastanza affidabile dalla community e consente comunque di scaricare i firmware più recenti in maniera gratuita. In alternativa ci sono anche software come SamFirm, open source, che consentono di scaricare i firmware direttamente dai server di Samsung. L’importante è verificare sempre attentamente l’attendibilità dei siti/tool utilizzati e assicurarsi di scaricare il firmware preciso per il proprio modello (utilizza il nome in codice che trovi sulla confezione, poiché spesso sono vendute varianti diverse dello stesso modello, es. SM-G991B ed SM-G991B/DS per il Samsung S21 5G).

Una volta terminato il download del firmware, non devi far altro che estrarre il file .tar.md5 presente nell’archivio zip e copiarlo nella stessa cartella in cui hai estratto Odin in precedenza. Perfetto, ora hai tutto quello che serve per procedere con il flash del firmware.

Prima di iniziare, però, è necessario entrare in Download mode con il tuo dispositivo. Per farlo spegni il tuo dispositivo (ti ho spiegato nel capitolo dedicato di questa guida come fare) e collegalo al tuo PC tramite il cavo USB in dotazione. Attendi che lo smartphone venga rilevato dal PC e vada in carica. Non appena lo schermo si spegne puoi proseguire mandando lo smartphone in Recovery, come ti ho illustrato nel capitolo precedente.

Una volta entrato in Recovery, usa i tasti del volume per spostarti sulla voce Reboot to bootloader e conferma premendo una volta sul tasto di accensione. In pochi secondi lo smartphone verrà riavviato in Download mode.

Odin

Ora apri il programma Odin sul PC facendo doppio clic sul file Odin3 vXXX.exe e clicca sul pulsante AP: dalla finestra che si apre seleziona il firmware che hai scaricato in precedenza nel formato .tar.md5 e fai clic sul pulsante Apri presente nella stessa finestra. In pochi secondi il file del firmware verrà caricato e sarà pronto al flash.

Prima, però, devi verificare che lo smartphone sia stato correttamente rilevato dal programma: per farlo puoi semplicemente controllare se il riquadro in alto a sinistra sia attivo con la voce 0[COMX]. Per iniziare il processo fai clic sul pulsante Start e attendi che il processo venga completato quando comparirà la frase All threads complete (succeed 1 / failed 0) nella sezione Message e il tuo smartphone si riavvierà in automatico.

Ora chiudi il programma Odin sul PC, scollega il cavo USB e attendi il riavvio dello smartphone. Dopo qualche minuto vedrai nuovamente la schermata iniziale di configurazione del dispositivo, esattamente come appena lo hai acquistato.

Se in precedenza installato una Recovery personalizzata e avevi ottenuto i permessi di root, il flash del firmware ha riportato tutto allo stato originale. Se vuoi nuovamente ottenere i permessi di root puoi dare un’occhiata al mio tutorial su come sbloccare un Samsung.

Se le indicazioni che ti ho appena dato non dovessero combaciare con il tuo modello di device Samsung, prova a cercare informazioni specifiche su XDA Forums, uno dei portali di riferimento per chi ha un device Android e vuole _smanettarci_ un po’ (è in lingua inglese).

Come resettare tablet Samsung bloccato

Come resettare tablet Samsung bloccato

Sei disperato, il tuo tablet Samsung è completamente bloccato e ti stai chiedendo come resettare tablet Samsung bloccato?

Ho una buona notizia per te: tutti i suggerimenti che ti ho indicato nei capitoli precedenti sono validi anche se hai un tablet Samsung, per cui puoi fare riferimento a essi per risolvere il tuo problema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.