Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come togliere blocco schermo Samsung

di

Sei stanco di dover digitare il PIN ogni volta che devi usare il tuo smartphone Samsung e, pertanto, hai deciso di togliere il blocco schermo? Permettimi di dirti che non è consigliabile fare una cosa del genere: rimuovendo questo tipo di protezione dal telefono, infatti, lo lasceresti alla mercé di chiunque, che potrebbe prenderlo in un momento di tua distrazione e accedere a tutti i dati custoditi in esso, nonché formattarlo e impossessarsene senza quasi alcun problema.

Come dici? Ne sei ben consapevole ma vuoi procedere lo stesso e vorresti una mano a raggiungere il tuo scopo? Beh, se la metti così, posso spiegarti io come togliere il blocco schermo su Samsung, ma ripeto che si tratta di una pessima idea e che, personalmente, non mi assumo responsabilità circa le conseguenze di tale operazione.

Più avanti nella guida ti dirò anche come comportarsi in caso di emergenza, cioè qualora non si riuscisse a togliere il blocco schermo da un cellulare Samsung in nessun modo: può succedere a tutti, infatti, di non ricordare più il codice da usare per sbloccare lo schermo e di conseguenza avere un telefono inutilizzabile. Quest’ultima fase necessità di un pizzico d’attenzione in più da parte tua, ma se segui tutte le fasi del procedimento in maniera corretta, non perderai l’uso del device (ma, in qualche caso, potresti comunque perdere i dati archiviati su di esso). Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come togliere il blocco schermo Samsung: procedure standard

Iniziamo analizzando quelli che sono i metodi per sbloccare lo schermo senza alcuna conseguenza sui dati archiviati nel dispositivo: agire dall’interno di Android, per disabilitare del tutto il sistema di blocco (conoscendo la password, il PIN, la sequenza o avendo a disposizione il sistema biometrico attualmente in uso); oppure usare Trova Dispositivo Personale, un servizio di Samsung che consente di eliminare tutti i dati di blocco dello schermo attraverso Internet.

Da Android

Come togliere il blocco schermo Samsung: procedure standard

Per togliere completamente il blocco schermo su smartphone e tablet Samsung, andando a disattivare la verifica di sicurezza, procedi in questo modo: innanzitutto, apri le Impostazioni del sistema operativo, facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio residente nella schermata Home oppure nel drawer del device; dopodiché fai tap sulla voce Schermata di blocco e poi sull’opzione Tipo di blocco schermo, collocata nel pannello successivo.

Ora, inserisci il PIN, la password oppure il segno di sblocco attualmente in uso e tocca sulla voce Trascinamento, per far sì che lo schermo possa essere sbloccato con un semplice swipe dal basso verso l’alto, oppure Nessuno, per disattivare completamente la lock screen (il dispositivo si sbloccherà immediatamente, a seguito della pressione del tasto laterale).

Tieni ben presente che, a seguito di questa operazione, lo smartphone oppure il tablet potrà essere acceso e usato da chiunque ne sia in possesso; oltretutto, i dati biometrici (volto o impronta) eventualmente salvati verranno rimossi e dovranno essere nuovamente registrati per gli usi futuri.

Inoltre, l’eliminazione dei dati biometrici coinvolge anche tutte le altre app che sono configurate per l’uso degli stessi come sistema di sicurezza: per esempio, se utilizzi un’app di home banking e hai configurato la tua impronta per autorizzare le transazioni, non potrai più agire in tal senso e dovrai affidarti necessariamente a un sistema di autenticazione alternativo (codice monouso generato tramite app o ricevuto via SMS, token o altro).

Se, nonostante tutte le conseguenze del caso, sei sicuro di voler procedere comunque, tocca il pulsante OK/Rimuovi i dati per cancellare i dati biometrici e impostare un metodo di sblocco non sicuro.

Online

Come togliere blocco schermo Samsung

Se, invece, stai cercando di togliere il blocco schermo perché non ricordi più la password, il codice, oppure il segno che avevi impostato in precedenza, puoi avvalerti di Trova dispositivo personale di Samsung.

Qualora non lo sapessi, si tratta di un servizio online ufficiale di Samsung che permette di effettuare alcune operazioni di emergenza, tra cui il ripristino, la localizzazione e, soprattutto, la cancellazione dei soli dati di blocco (senza l’obbligo di reimpostazione completa), sui device dell’azienda coreana, agendo da remoto.

Affinché il tutto vada per il meglio, è indispensabile che il dispositivo sul quale bisogna agire risponda ad alcuni requisiti specifici, che mi appresto a illustrarti di seguito.

  • Lo smartphone/tablet deve essere acceso e connesso a Internet, anche se sottoposto al blocco dello schermo.
  • Deve essere stato configurato in precedenza un account Samsung, del quale è indispensabile ricordare la password.
  • La funzione di sblocco remoto deve risultare già attiva, cosa che avviene, in genere, durante la fase di prima accensione del dispositivo, immediatamente dopo la configurazione dell’account Samsung. Ad ogni modo, se stai leggendo questa guida a scopo preventivo e vuoi accertarti della cosa, recati nel menu Impostazioni > [tuo nome] > Trova dispositivo personale di Android e accertati che le levette corrispondenti alle diciture Attiva e Sblocco remoto siano impostate su ON, altrimenti fallo tu.

Se il dispositivo risponde a tali requisiti, eliminare le informazioni di blocco schermo (PIN, password, segno, codice e dati biometrici) è poco più di un gioco da ragazzi: avvalendoti del browser che più preferisci, collegati alla pagina iniziale del servizio, premi sul pulsante Accedi e inserisci le credenziali dell’account Samsung configurato sullo smartphone oppure sul tablet, negli appositi campi.

Come togliere blocco schermo Samsung

Ora, premi sul pulsante Accedi, poi su Continua e Accetta (se necessario) e attendi qualche istante, affinché sullo schermo diventi visibile la barra degli strumenti di emergenza. Se hai più dispositivi associati allo stesso account, assicurati di intervenire su quello corretto, selezionando l’apposita miniatura visibile in alto.

Ci siamo quasi: per cancellare tutte le informazioni di blocco schermo dal dispositivo, premi sul pulsante Sblocca per due volte consecutive, immetti nuovamente la password dell’account Samsung nell’apposito campo e attendi qualche istante, affinché il dispositivo “dimentichi” tutti i dati di blocco archiviati in precedenza. A seguito di questa operazione, lo schermo verrà immediatamente sbloccato e il device potrà essere usato senza altri intoppi.

Reimpostare il blocco schermo

Come togliere il blocco schermo Samsung: procedure standard

Come ti ho accennato nelle battute iniziali di questo tutorial, lasciare lo smartphone (oppure il tablet) senza alcun sistema di protezione dello schermo potrebbe mettere in serio pericolo i dati in esso presenti, esponendoli ad accessi non autorizzati o, peggio ancora, ad appropriazione indebita.

Per questo motivo, ti consiglio di impostare immediatamente un nuovo sistema di sicurezza sul device, scegliendolo tra quelli attualmente supportati dai device a marchio Samsung: password alfanumerica, PIN numerico, segno di sblocco (sconsigliato, in quanto facilmente indovinabile) oppure sistema biometrico (es. volto o impronta digitale).

Per configurare un sistema di blocco sicuro, apri le Impostazioni di Android, facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio situato nella schermata Home oppure nel drawer delle app, fai tap sulle voci Schermata di blocco e Tipo di blocco schermo e, successivamente, seleziona la modalità di protezione da applicare, tra quelle disponibili.

  • Password: si tratta di un metodo di sblocco per lo più sicuro, a patto che la parola d’ordine sia generata con criterio. Da evitare l’uso di elementi che possano essere facilmente “indovinati” (ad es. il tuo nome/data di nascita, quelli di un tuo affetto, un anniversario conosciuto e così via) e da prediligere, invece, l’uso di sequenze lunghe e non prevedibili, che includano caratteri di natura differente (maiuscole, minuscole, numeri, simboli e via). Ti ho dato qualche dritta in più su come creare una password sicura all’interno della mia guida dedicata. Una volta scelta la parola chiave, digitala nell’apposito campo, inseriscila per una seconda volta (onde evitare errori) e tocca il pulsante OK, per applicarla.
  • PIN: se preferisci usare un codice di sblocco di tipo numerico, puoi ripiegare sul PIN. Sui device Samsung esso deve contenere almeno 4 cifre che, idealmente, non dovrebbero corrispondere a combinazioni facilmente intuibili come i famigerati “0000”, “1234” o la data di nascita: sarebbe come non averle. Una volta scelto il codice di blocco, inseriscilo nell’apposito campo, indica se confermarlo senza premere OK o meno (dunque dopo l’inserimento dell’ultima cifra), tocca il pulsante Continua e inseriscilo per una seconda volta. Per applicarlo, premi sul pulsante Fatto.
  • Segno: si tratta del sistema di sblocco che consiste nel “disegnare” una particolare sequenza, su una griglia a nove punti. È meno sicuro rispetto alle soluzioni precedenti, in quanto potrebbe essere facilmente memorizzato da chi assiste allo sblocco del device. Se intendi applicarlo comunque, una volta selezionata la voce dedicata, traccia la sequenza sullo schema a nove punti, tocca sul pulsante Continua e riproducila per una seconda volta. Per applicarla, tocca il pulsante OK.
  • Sistema biometrico: quasi tutti gli smartphone e i tablet marchiati Samsung consentono di sbloccare lo schermo usando i propri dati biometrici, come il volto oppure l’impronta digitale. Per usare questo sistema di sblocco, sposta su ON una delle levette presenti sotto la voce Biometrico (Riconoscimento del viso oppure Impronte digitali), tocca sul pulsante Continua e, se non lo hai ancora fatto, configura un metodo di sblocco alternativo da usare in caso di indisponibilità dei dati biometrici (password, PIN o segno). Successivamente, procedi con la configurazione del sistema di sicurezza da te selezionato.
    • Volto: se hai scelto di configurare il tuo volto, rivolgi la fotocamera anteriore verso l’alto, tocca sul pulsante Continua e registra il tuo viso, inquadrandolo. Infine, indica se restare sulla schermata di blocco una volta concluso il riconoscimento e concludi la procedura premendo sul pulsante Fatto. Al momento, non è possibile registrare più di un viso.
    • Impronta digitale: in questo caso, devi posizionare il dito sul sensore quando ti viene richiesto e completare l’acquisizione dell’impronta sollevandolo e appoggiandolo, anche per più volte. Quando hai finito, tocca sul pulsante Continua, concludi l’acquisizione delle parti più esterne dell’impronta e premi sul pulsante Fatto, per registrarla. Se lo desideri, puoi configurare impronte digitali aggiuntive per lo sblocco del dispositivo dispositivo, ritornando alla schermata precedente e selezionando la voce Aggiungi impronta digitale.

Ti faccio presente che, accedendo al menu Impostazioni > Schermata di blocco > Impostazioni blocco sicuro di Android, puoi configurare una serie di impostazioni aggiuntive, mirate alla sicurezza del device: attivare o disattivare il blocco automatico con schermo spento, il blocco istantaneo con tasto laterale, il ripristino automatico delle impostazioni di fabbrica dopo 15 tentativi errati di sblocco, la disattivazione del Wi-Fi a schermo bloccato (utile per preservare il funzionamento di Trova dispositivo personale) e la visualizzazione delle opzioni di blocco configurate sulla lock screen.

Come togliere il blocco schermo Samsung: procedura di emergenza

Come togliere il blocco schermo Samsung: procedura di emergenza

Hai la necessità di eliminare il blocco dello schermo perché non ti ricordi più la password o il PIN necessari ad accedere al dispositivo Samsung ma, ahimè, non ti è possibile usare nessuna delle procedure segnalate in precedenza? Posso darti una mano anche in questo caso, ma purtroppo ti anticipo che quasi sicuramente perderai i dati presenti sul telefono.

Ahimè, l’unico modo per riavere pieno possesso di uno smartphone Samsung “bloccato” e di cui non si ricorda la chiave d’accesso è effettuare un reset del sistema: operazione che, come noto, porta alla cancellazione di tutti i dati presenti sul device.

L’unica speranza è che tu sia preventivamente riuscito a fare un backup dei dati da relativamente poco tempo: in questo caso, potrai vivere il reset a cuor leggero e ripristinare i tuoi dati grazie al salvataggio effettuato in precedenza. In caso contrario, potrai imparare dalla lezione e iniziare a eseguire il salvataggio dei dati a intervalli di tempo regolari: a tal proposito, ti suggerisco la lettura della mia guida su come fare il backup su Android.

Per riportare il dispositivo alle sue impostazioni di fabbrica, utilizzeremo la Recovery integrata in esso, cioè un sistema operativo indipendente da Android, in grado di effettuare alcune operazioni particolarmente delicate sullo smartphone oppure sul tablet, ripristino incluso.

Bisogna sottolineare che, a reset completato, bisognerà effettuare un’ulteriore procedura di sblocco inserendo, al primo avvio successivo, le credenziali dell’account Samsung e/o quelle dell’account Gmail configurati in precedenza, in modo da sbloccare, rispettivamente, il sistema di sicurezza Knox e/o quello predefinito di Android. Nel caso non dovessi ricordare nemmeno le credenziali di accesso al tuo indirizzo Gmail, può aiutarti la lettura del mio tutorial su come recuperare account Google.

In assenza di queste informazioni, lo smartphone (oppure il tablet) resterà bloccato come misura di sicurezza e resterà inutilizzabile finché non si specificano le credenziali corrette. Lo so, questo sistema antifurto può rappresentare un ostacolo aggiuntivo, ma è l’unico in grado di azzerare quasi del tutto le possibilità di appropriazione e uso indebito di un device smarrito o rubato.

Adesso che conosci le conseguenze dello sblocco del tuo dispositivo Samsung, posso spiegarti come procedere. La prima cosa che devi fare è spegnere completamente lo smartphone oppure il tablet: per esserne sicuro, premi e tieni premuto il tasto laterale di accensione per 10 secondi o più, finché lo schermo non si oscura completamente e il dispositivo non dà più segni di vita.

Ora, da dispositivo spento, schiaccia il tasto fisico Volume Su e, senza rilasciarlo, premi anche il tasto di accensione del dispositivo; quando lo schermo si illumina, rilascia quest’ultimo tasto continuando a tenere premuto Volume Su, finché non vedi comparire la scritta Android Recovery sul display del device.

Ora, usando i tasti fisici Volume Su e Volume Giù, spostati sulla voce Wipe data/factory reset, premi il tasto laterale per dare OK e, allo stesso modo, seleziona la voce Factory data reset, in modo da avviare il ripristino del dispositivo e la conseguente cancellazione di tutti i dati dalla memoria, inclusi quelli relativi allo sblocco dello schermo.

Quando la procedura sarà completata, lo smartphone/tablet si avvierà in automatico e ti chiederà nuovamente di inserire l’account Samsung o Google Google scelto per usare il telefono; inserite queste ultime informazioni, dovrai effettuare nuovamente la procedura di prima configurazione del dispositivo, seguendo le indicazioni che ti vengono mostrate. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.