Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sbloccare tablet Samsung

di

Hai acquistato recentemente un nuovo tablet Samsung, lo hai configurato a dovere e, adesso, vorresti qualche informazione in più sulle operazioni da poter eseguire in caso di emergenza: cosa fare se dovessi dimenticare la password? O, ancora, come muoverti qualora il dispositivo dovesse bloccarsi a seguito di un’app malfunzionante? Non preoccuparti: a dispetto di quanto potresti pensare, le soluzioni sono molto più semplici di quanto immagini, e ho tutta l’intenzione di darti una mano a sciogliere i tuoi dubbi al riguardo!

Nel corso di questa guida, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come sbloccare tablet Samsung qualora la password di sblocco dovesse essere dimenticata. Subito dopo, ti illustrerò un metodo rapidissimo per poter riavviare il dispositivo, qualora un’app ne impedisse il corretto funzionamento.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, avrai capito perfettamente come agire, nel caso dovesse presentarsi una delle situazioni “estreme” che ti ho elencato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buona fortuna!

Indice

Come sbloccare tablet Samsung: password dimenticata

Se hai dimenticato la password di blocco del tablet, puoi rimuoverla percorrendo almeno due strade differenti: la prima consiste nell’impiegare Trova dispositivo personale, un servizio di Samsung disponibile online, e la seconda prevede l’impiego della Recovery presente “di serie” sul tablet.

Trova dispositivo personale

Come sbloccare tablet Samsung: password dimenticata

Come ti ho accennato poco fa, Trova dispositivo personale di Samsung Cloud è un servizio online del produttore coreano, il quale consente di eseguire alcune operazioni di emergenza sui tablet (ma anche sugli smartphone, sugli indossabili e su tutti gli altri device prodotti dall’azienda), tra cui la localizzazione, il ripristino e l’eliminazione dei dati di blocco. Affinché il tutto vada a buon fine, è indispensabile che il tablet risponda ad alcuni precisi requisiti, che ti elenco di seguito.

  • Deve essere stato preventivamente configurato un account Samsung Cloud, del quale bisogna ricordare la password.
  • Il tablet deve essere acceso e collegato a Internet, anche se bloccato.
  • La funzionalità di sblocco remoto deve essere stata preventivamente abilitata nel menu Impostazioni > Dati biometrici e sicurezza > Trova dispositivo personale > Sblocco remoto di Android; di solito, la stessa viene abilitata in automatico durante la prima configurazione del dispositivo.

Se il tablet risponde a questi requisiti, puoi procedere con lo sblocco di emergenza tramite Web, che non comporta alcuna conseguenza sui dati archiviati: per prima cosa, accertati dunque che il dispositivo sia acceso e correttamente avviato, collegati a questa pagina Web da qualsiasi browser tu preferisca, premi sul pulsante Accedi e inserisci le credenziali del tuo account Samsung nelle apposite caselle.

Fatto ciò, premi nuovamente sul pulsante Accedi, accetta i termini d’uso del servizio, pigiando i bottoni Continua e Accetta, e aspetta qualche secondo affinché la barra degli strumenti di emergenza venga completamente caricata.

Per eliminare tutte le informazioni di blocco dal tablet e, di conseguenza, sbloccare subito lo schermo, fai clic sul pulsante Sblocca per due volte consecutive e, quando richiesto, inserisci nuovamente la password dell’account Samsung associato al dispositivo: nel giro di qualche istante, il tablet dovrebbe dimenticare tutti i dati relativi al blocco di sicurezza (volto/impronte digitali, password, PIN e segni) e sbloccare immediatamente lo schermo, rendendolo accessibile.

Per motivi di sicurezza, dopo aver portato a termine questa operazione, ti consiglio di impostare un nuovo metodo di sblocco sicuro: trovi tutto spiegato nel capitolo dedicato di questa guida.

Recovery

Come sbloccare tablet Samsung: password dimenticata

Se il sistema precedente non ha sortito l’effetto desiderato (perché magari non puoi avvalertene), puoi prendere in considerazione di ripristinare completamente il tablet servendoti della Recovery: per tua informazione, la Recovery è un sistema operativo indipendente da Android, in grado di effettuare alcune operazioni di emergenza, tra cui il ripristino del dispositivo. La maggior parte dei tablet Samsung integra una Recovery di base, pertanto non è necessario installarla manualmente.

Effettuando un ripristino tramite Recovery, vengono eliminati i dati di sblocco del tablet (password, PIN, dati biometrici, segni e così via), ma anche tutti gli altri dati presenti in memoria: di fatto, questa operazione riporta il dispositivo allo stato di fabbrica, pronto per essere riconfigurato daccapo.

Come misura antifurto, a seguito del ripristino tramite Recovery, sarà necessario specificare le credenziali dell’account Samsung, per effettuare il riconoscimento di sicurezza sul sistema Knox, e/o quelle dell’account Gmail configurato precedentemente, per superare il controllo predefinito di Android. In assenza di queste informazioni, il tablet resterà bloccato e sarà inutilizzabile.

Chiarito questo aspetto, lascia che ti spieghi come procedere: innanzitutto, se è acceso, spegni completamente il tablet, premendo e tenendo premuto il tasto laterale dello stesso, finché non vedi comparire su schermo i pulsanti Riavvia e Spegni. Per procedere, fai tap su quest’ultimo per due volte consecutive. In alternativa, premi e tieni premuto il tasto laterale per circa 10 secondi, finché lo schermo non diventa nero.

Adesso, per avviare il tablet in Recovery, premi e tieni premuto il tasto Volume Su e, senza rilasciarlo, premi il tasto laterale, finché il device non si accende; quando ciò avviene, rilascia l’ultimo tasto (continuando a tenere premuto il tasto Volume Su), finché non compare la scritta Android Recovery.

Per finire, utilizza i tasti volume per evidenziare la voce Wipe data/factory reset, schiaccia il tasto laterale per dare conferma, effettua la medesima operazione sulla voce Factory data reset e premi nuovamente il tasto laterale, per dare la conferma definitiva e avviare il ripristino del tablet.

Adesso non ti resta che uscire dalla Recovery, selezionando l’apposita voce, avviare nuovamente il device e sbloccarne l’uso immettendo i dati dell’account associato, come spiegato poc’anzi.

Come sbloccare tablet Samsung: blocco di sistema

Come sbloccare tablet Samsung: blocco di sistema

Il sistema operativo del tablet Samsung è rimasto bloccato a causa di un’app che non riesci a chiudere e non hai la più pallida idea di come poterlo sbloccare? In questo caso, devi effettuare quello che si definisce un riavvio forzato.

Riuscirci è semplicissimo: per prima cosa, individua il tasto laterale di accensione del dispositivo, quindi premilo e tienilo premuto per almeno dieci secondi, finché il tablet non si spegne del tutto e si riaccende in automatico. A seguito di questa operazione, che chiude tutte le applicazioni presenti in memoria, il problema dovrebbe risolversi.

Qualora non riuscissi a riavviare forzatamente il tablet seguendo la procedura illustrata poc’anzi, prova a utilizzare le combinazioni tasto laterale + Volume giù oppure tasto di accensione + tasto Home (se il tablet ne è provvisto).

Come sbloccare tablet Samsung: metodi di sblocco più sicuri

Sei riuscito a liberarti del vecchio codice di blocco del tablet e, adesso, vorresti definire un nuovo sistema di sicurezza a protezione del dispositivo? A tal riguardo, ti sarà comodo sapere che hai un’ampia gamma di opzioni da poter impiegare: una password, un PIN, un segno oppure un sistema biometrico (volto o impronta digitale).

Come sbloccare tablet Samsung con password

Come sbloccare tablet Samsung

Uno dei metodi di sblocco più sicuri è sicuramente la password, a patto che la stessa sia generata con criterio: evita dunque di usare nomi, date o altri elementi che possano essere facilmente “indovinati” (come quello del tuo animale domestico, per esempio) e prediligi sequenze lunghe e difficilmente prevedibili, che includano almeno una lettera maiuscola, una minuscola, un numero e, perché no, un carattere speciale. Se hai bisogno di qualche dritta su come creare una password sicura, puoi dare uno sguardo alla guida tematica che ho dedicato all’argomento.

Una volta scelta la tua chiave d’accesso, puoi impostarla sul tablet come segue: per prima cosa, apri le Impostazioni di Android, facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio residente nella schermata Home, raggiungi le sezioni Schermata di blocco e Tipo di blocco schermo e, in seguito, tocca la voce Password.

Ora, immetti la parola di sblocco scelta nell’apposito campo, fai tap sul pulsante Continua e, dopo averla inserita per una seconda volta, premi il pulsante OK, per applicarla.

Come sbloccare tablet Samsung con PIN

Come sbloccare tablet Samsung

Altro sistema impiegabile come sistema di sblocco è il PIN numerico: sui tablet Samsung, questo deve contenere almeno 4 cifre. Mi raccomando, anche in questo caso, di scegliere sequenze numeriche difficilmente intuibili. Bandite, di conseguenza, combinazioni come “1234” o la propria data di nascita: sarebbero praticamente inutili!

Una volta scelto il codice personale, raggiungi il menu Impostazioni > Schermata di blocco > Tipo di blocco schermo di Android, fai tap sulla voce PIN e inserisci il codice di sicurezza da usare, all’interno dell’apposito campo.

In seguito, specifica se confermarlo senza toccare OK (cioè subito dopo la pressione dell’ultima cifra), intervenendo sull’apposita casella di testo, tocca il pulsante Continua e inserisci nuovamente il PIN all’interno del pannello successivo. Per concludere e applicare il codice scelto, premi il pulsante Fatto.

Come sbloccare tablet Samsung con segno

Come sbloccare tablet Samsung

Un’altra opzione di sblocco prevista dai tablet Samsung (e, in generale, dalla maggior parte dei dispositivi Android) consiste nel disegnare un segno di sblocco personalizzato, su uno schema a nove punti.

Questo sistema, però, è di sicurezza sicuramente inferiore rispetto alle alternative che ti ho proposto finora, perché la sequenza potrebbe essere facilmente spiata, memorizzata e riprodotta da chi assiste allo sblocco del dispositivo.

Ad ogni modo, per proteggere il tablet con segno, apri il menu Impostazioni > Schermata di blocco > Tipo di blocco schermo del sistema operativo, sfiora la voce Segno e traccia la sequenza di sblocco da usare, sull’apposito grafico.

Ora, memorizza la sequenza disegnata, fai tap sul pulsante Continua e riproducila per una seconda volta; per applicarla, tocca il pulsante OK e il gioco è fatto.

Come sbloccare tablet Samsung con sistemi biometrici

Come sbloccare tablet Samsung

Altro metodo di sblocco efficace e sicuro, disponibile su numerosi tablet a marchio Samsung, consiste nell’utilizzare i dati personali biometrici, quali il proprio volto oppure l’impronta digitale. La disponibilità dell’una o dell’altra caratteristica varia in base al modello di tablet in proprio possesso, ma i passaggi da seguire per attivare la protezione sono abbastanza simili tra loro.

Per prima cosa, dunque, accedi alle Impostazioni di Android, sfiorando il simbolo dell’ingranaggio collocato nella schermata Home oppure nel drawer del dispositivo, fai tap sulla voce Dati biometrici e sicurezza e poi sul sistema di sblocco che intendi usare: Riconoscimento del viso o Impronte digitali.

Ora, fai tap sul pulsante Continua e indica il metodo di sblocco tradizionale alternativo da usare in caso di indisponibilità dei dati biometrici (password, PIN o segno); se non ne hai ancora definito uno, ti verrà proposta una procedura guidata per definirlo, simile a quelle che ti ho indicato nelle sezioni precedenti di questo capitolo.

Come sbloccare tablet Samsung

Ad ogni modo, una volta definito il metodo di sblocco alternativo, segui le indicazioni che ti vengono proposte, per procedere con la registrazione dei dati: se hai scelto di acquisire un volto, assicurati che la fotocamera anteriore sia rivolta verso l’alto, premi il pulsante Continua e inquadra il tuo viso, per registrarlo. Infine, scegli se restare sulla schermata di blocco a riconoscimento avvenuto, intervenendo sull’apposita levetta, e tocca il pulsante Fatto per registrare il volto.

Se, invece, vuoi registrare un’impronta, posiziona il dito sul sensore per avviare la procedura e, quando richiesto, solleva e appoggia il dito, anche per più volte. Ora, premi il pulsante Continua, procedi con la registrazione delle parti più esterne dell’impronta e tocca sul pulsante Fatto, per acquisirla.

Per registrare altre impronte, torna alla schermata precedente e seleziona la voce Aggiungi impronta digitale; questa operazione non è invece possibile per il riconoscimento del volto, poiché, allo stato attuale delle cose, è possibile memorizzare un solo viso per volta.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.