Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come configurare il telefonino

di

Hai da poco acquistato il tuo primo smartphone e, giacché non hai mai nutrito un forte interesse per la tecnologia, temi di non essere abbastanza preparato per usarlo al meglio. Per questo motivo, anziché chiedere aiuto ad amici o parenti, hai preferito aprire Google alla ricerca di una guida che possa insegnarti a muovere i primi passi nel mondo degli smartphone, finendo proprio qui, sul mio sito Web.

Lascia che te lo dica: non esistono problemi futili, ma soltanto domande che non hanno ancora risposta e io, in questa guida, ho tutta l’intenzione di risolvere tutti i tuoi interrogativi! Nelle righe a venire, infatti, intendo spiegarti per filo e per segno come configurare il telefonino in una serie di scenari comuni: la fase di prima accensione del dispositivo, l’impostazione dei parametri per navigare su Internet, l’aggiunta di un nuovo indirizzo di posta elettronica e il collegamento del dispositivo a computer e automobili.

Allora, cos’altro aspetti a iniziare? Ritaglia qualche minuto di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: ti garantisco che, una volta conclusa la lettura di questa guida, avrai acquisito le competenze necessarie per configurare al meglio il tuo nuovo smartphone. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Prima configurazione del telefonino

Prima configurazione del telefonino

Hai appena acquistato un nuovo smartphone e ti appresti a configurarlo per la prima volta? Benissimo, allora lascia che ti guidi in questa semplice (benché apparentemente ardua) impresa. Tanto per cominciare, estrai il telefono dalla sua confezione e inserisci la SIM al suo interno: nella maggior parte dei casi, sarà sufficiente estrarre l’apposito carrellino, utilizzando la graffetta in metallo in dotazione.

Ad ogni modo, se non sai come installare la scheda SIM nel telefono, puoi far riferimento al manuale d’uso dello stesso oppure effettuare una breve ricerca su Google, usando la chiave inserire SIM [marca e modello telefono]. In particolare, se disponi di un iPhone o di un telefono a marchio Huawei, potrebbero tornarti utili le mie guide su come inserire la SIM nell’iPhone e come inserire la SIM nei dispositivi Huawei.

Una volta completata l’installazione della SIM, puoi procedere con il passaggio successivo, che consiste nel configurare, per la prima volta, il sistema operativo a bordo del telefono.

Android

Prima configurazione del telefonino

Dopo aver inserito la SIM nell’apposito alloggiamento e aver acceso lo smartphone, puoi procedere con la configurazione iniziale di Android.

Per prima cosa, seleziona dunque la lingua da usare nel sistema operativo dall’apposito menu a tendina; dopodiché fai tap sul pulsante Inizia, per avviare la procedura guidata di impostazione del telefono.

Come primo passo, ti verrà chiesto di scegliere una rete Wi-Fi alla quale collegarsi per scaricare le app o copiare i dati: seleziona la rete di tuo interesse dalla lista proposta e, quando richiesto, immettine la chiave d’accesso. Se desideri continuare con la configurazione del telefono senza usare una rete Wi-Fi ma avvalendoti della connessione dati disponibile sulla tua SIM, tocca la voce Utilizza la rete mobile per la configurazione. Per continuare, invece, senza collegamento a Internet (questa opzione potrebbe però influire sugli step disponibili successivamente), fai tap sul pulsante Ignora, posto in basso a sinistra.

Una volta stabilita la connessione a Internet, attendi che eventuali aggiornamenti di sistema vengano scaricati e installati e, successivamente, scegli se copiare app e dati da un backup già esistente (pulsante Avanti) oppure se evitare questo passaggio e riconfigurare il telefono da zero (pulsante Non copiare).

Se hai scelto di procedere con l’importazione di un backup, specifica se recuperare i dati da un altro telefono Android, dal cloud oppure da un iPhone e segui le istruzioni fornite a schermo per procedere con il trasferimento dei dati (ti verrà chiesto di accedere al cloud, di selezionare il file di backup, oppure di inserire le credenziali dell’ID Apple configurato sull’iPhone "sorgente").

Se, invece, hai optato per la configurazione "da zero", provvedi a effettuare l’accesso con il tuo account Google inserendo le tue credenziali all’interno degli appositi moduli. Se non disponi di un profilo Gmail, puoi crearlo subito toccando il pulsante Crea oppure affidandoti alle istruzioni che ti ho fornito in questa guida.

Prima configurazione del telefonino

A login effettuato, scegli, agendo sulle apposite levette, se effettuare o meno il backup automatico su Google Drive, se attivare la geolocalizzazione, se consentire la scansione delle reti Wi-Fi e dei dispositivi nelle vicinanze anche quando Bluetooth e Wi-Fi non sono attivi e, infine, se inviare a Google dati diagnostici e sull’utilizzo.

A questo punto, fai tap sul pulsante Accetto (si trova in fondo alla schermata), per confermare le impostazioni applicate e passare allo step successivo, che consiste nella configurazione dell’impronta digitale o del riconoscimento del volto.

In questa fase, fai tap sul pulsante Avanti, scegli se configurare, insieme all’impronta/volto, una sequenza di blocco, un PIN o una password e, dopo aver effettuato la tua selezione, indica se attivare o meno l’avvio sicuro (cioè la necessità di immettere la sequenza grafica, il PIN o la password prima ancora dell’avvio del sistema operativo, per sbloccarlo) e segui le istruzioni visualizzate a schermo per configurare le protezioni di sicurezza che hai scelto in precedenza.

Superato anche questo step, scegli se attivare o meno Voice Match (cioè la possibilità di richiamare l’assistente di Google soltanto con la tua voce) e, se necessario, procedi con gli ultimi ritocchi, selezionando se installare nuove app (aggiungi altre app), configurare un account email aggiuntivo (aggiungi altro account email) oppure modificare le dimensioni dei caratteri dello schermo.

Quando hai finito, tocca il pulsante Non ora/Finito per ora, per terminare la configurazione di Android. Complimenti: a partire da ora, puoi iniziare a usare subito il tuo nuovo telefono!

iPhone

Prima configurazione del telefonino

Hai acceso l’iPhone per la prima volta e proprio non sai come muoverti in questo nuovo universo? Non temere, effettuare la prima configurazione dei dispositivi a marchio Apple è davvero un gioco da ragazzi.

Per prima cosa, quando vedi comparire il messaggio di benvenuto dell’iPhone (la parola "Ciao" in tutte le lingue), premi il tasto Home (se presente), oppure tocca lo schermo, per accedere alla schermata di selezione della lingua.

Effettuata la tua scelta (presumibilmente l’italiano), scegli il tuo Paese o la zona di residenza e attendi che l’impostazione sia applicata nel sistema. Ora, se provieni da un iPhone dotato di iOS 11 o versioni successive e desideri trasferire automaticamente i dati e le impostazioni dal vecchio al nuovo telefono, prendi il primo e, dopo averlo acceso e aver attivato il Bluetooth, avvicinalo al nuovo iPhone e segui le istruzioni fornite a schermo per concludere la procedura di trasferimento dati.

Per configurare il telefono da zero, invece, fai tap sulla voce Configura manualmente e, quando richiesto, provvedi a collegarti alla tua rete Wi-Fi, selezionandola dall’elenco. Se non disponi di una rete Wi-Fi, tocca la voce Usa connessione cellulare, per attivare l’iPhone tramite la rete dati.

Una volta stabilito il collegamento alla Rete, fai tap sul pulsante Avanti collocato in alto a destra, attendi che il "melafonino" venga attivato e tocca il pulsante Continua, per accettare i termini di Apple in materia di condivisione dei dati e privacy.

Lo step successivo consiste nel configurare il Face ID o il Touch ID, ossia lo sblocco tramite riconoscimento facciale o impronta digitale (in base al modello di "melafonino" usato): tocca quindi la voce Continua e segui le istruzioni che ti vengono proposte per concludere la fase di riconoscimento del volto o dell’impronta.

Fatto ciò, immetti un codice di 6 cifre da usare per proteggere il telefono, inseriscilo nuovamente, quando richiesto, dunque scegli l’opzione di ripristino più adatta al tuo caso: tramite backup su iCloud, backup salvato su PC o Mac, da un altro iPhone, da Android oppure non trasferire app e dati e configurare il telefono da zero. Se hai scelto di effettuare il ripristino da un backup esistente o da un telefono Android, segui le istruzioni che ti vengono mostrate per recuperare i dati necessari.

Ci siamo quasi: provvedi ora ad accedere con il tuo ID Apple (se non ce l’hai, puoi crearne uno "al volo" compilando l’apposito modulo oppure seguendo le istruzioni che ti ho fornito in questa guida), fai tap sul pulsante Accetta, per accettare i termini d’uso di iCloud, e attendi che il nuovo account venga configurato nel telefono.

Successivamente, scegli se abilitare o meno i servizi di localizzazione, configura Siri, Apple Pay e il portachiavi di iCloud (che consente di conservare e sincronizzare le password di Safari con gli altri dispositivi abbinati al medesimo ID Apple), indica se condividere o meno le statistiche d’uso del dispositivo con Apple e gli sviluppatori delle app e il gioco è fatto: dopo alcuni istanti, dovresti essere finalmente pronto a usare il tuo nuovo iPhone!

Se hai scelto di ripristinare un backup esistente, dovrai attendere ancora qualche minuto affinché i dati necessari vengano copiati sull’iPhone, il quale dovrebbe riavviarsi automaticamente al termine del trasferimento.

Come configurare il cellulare per Internet

Come configurare il cellulare per Internet

Se disponi di un cellulare abbastanza moderno, è molto probabile che, all’atto dell’inserimento della scheda SIM, esso sia in grado di acquisire automaticamente le impostazioni di connessione per il gestore in uso. In altri casi, invece, è l’operatore a inviare un SMS di auto-configurazione: una volta aperto il messaggio, la corretta impostazioni dei parametri di connessione a Internet viene portata a termine in modo automatico.

Se, per qualche motivo, avessi bisogno di configurare il cellulare per Internet manualmente, devi innanzitutto annotare i dati relativi all’APN (cioè il "sistema" che consente la connessione alla Rete) in uso dal tuo operatore: di seguito ti indico quelli relativi ai gestori di telefonia mobile più noti.

TIM

  • Nome: TIM
  • APN: unico.tim.it
  • MMSC: http://mms.tim.it/servlets/mms
  • MCC: 222
  • MNC: 01
  • Tipo APN: default,supl
  • Proxy MMS: 213.230.130.89:80
  • Dimensione massima MMS: 614400

VODAFONE

  • Nome: Vodafone Mobile
  • APN: mobile.vodafone.it oppure iphone.vodafone.it (solo per iPhone/iPad) oppure web.omnitel.it
  • MCC: 222
  • MNC: 10
  • Tipo APN: default,supl,dun

WIND

  • Nome: Wind
  • APN/Hotspot personale: Internet.wind
  • MCC: 222
  • MNC: 88
  • Tipo APN: default,supl
  • MMS APN: mms.wind
  • MMSC: http://mms.wind.it
  • Proxy MMS: 212.245.244.100:8080
  • Dimensione massima MMS: 307200

TRE

  • Nome: Tre
  • APN/Hotspot personale: tre.it
  • MMSC: http://10.216.59.240:10021/mmsc
  • MCC: 222
  • MNC: 99
  • Tipo APN: default,supl,mms
  • Proxy MMS: 62.13.171.3
  • Porta MMS: 8799

FASTWEB

  • Nome: Fastweb
  • APN/Hotspot personale: apn.fastweb.it
  • MCC: 222
  • MNC: 08
  • Tipo APN: default,supl

ILIAD

  • Nome: iliad
  • APN/Hotspot personale: iliad
  • MMSC: http://mms.iliad.it
  • MCC: 222
  • MNC: 50
  • Tipo APN: default,mms
  • Tipo MVNO: GID
  • Valore MVNO: F003
  • Dimensione massima MMS: 200000

COOPVOCE

  • Nome – Coop
  • APN – web.coopvoce.it
  • MMCC – 222
  • MNC – 01
  • Tipo APN – default,supl
  • Protocollo APN – IPv4
  • Protocollo roaming APN – IPv4

POSTEMOBILE

  • Nome – PosteMobile
  • APN – wap.postemobile.it
  • MMCC – 222
  • MNC – 33
  • Tipo APN – default
  • Protocollo APN – IPv4
  • Protocollo roaming APN – IPv4

Una volta identificati i parametri da usare per il proprio gestore, è necessario inserirli nel telefono, seguendo una delle procedure che mi appresto a illustrarti nelle sezioni successive.

Android

Come configurare il cellulare per Internet

Per specificare un nuovo punto d’accesso su Android, prendi il telefono e fai tap sull’icona delle Impostazioni, collocata nel drawer del dispositivo. Ora, sfiora le voci Rete e InternetRete mobile, seleziona la scheda relativa alla SIM che intendi usare per Internet (se hai un telefono dual-SIM) e, in seguito, fai tap sulle voci AvanzateNomi punti di accesso.

A questo punto, puoi inserire un nuovo punto d’accesso sfiorando il pulsante (+), situato in alto a destra, e compilando il modulo successivo con i parametri annotati in precedenza. Quando hai finito, fai tap sul pulsante (⋮), seleziona la voce Salva e, infine, apponi il segno di spunta accanto all’APN appena creato, per utilizzarlo subito.

iPhone

Come configurare il cellulare per Internet

I passaggi necessari per configurare un nuovo punto d’accesso su iPhone sono molto simili a quelli visti in precedenza per Android: fai tap sull’icona delle Impostazioni di iOS, poi sulla voce Cellulare e, in seguito, sull’opzione Rete dati cellulare.

Infine inserisci, avvalendoti del modulo proposto, i dati d’accesso annotati in precedenza e torna alla schermata precedente per abilitare le modifiche appena apportate.

In caso di dubbi, problemi o necessità di ulteriori chiarimenti riguardo i passaggi richiesti per la configurazione di Internet sul telefono, ti rimando alla lettura dei miei tutorial tematici: come configurare Internet TIM, come configurare Internet Vodafone, come configurare Internet Wind, come configurare Fastweb Mobile, come attivare Internet Iliad, come configurare PosteMobile e come configurare CoopVoce.

Come configurare email sul telefonino

Di norma, gli smartphone effettuano la configurazione automatica dell’indirizzo email associato al sistema in fase di configurazione (Gmail su Android e iCloud su iPhone). Dunque, per accedervi, è sufficiente aprire l’app dedicata alla gestione della posta elettronica, come Gmail per Android oppure Mail per iPhone

Se ti interessa configurare un nuovo indirizzo di posta elettronica, diverso da quello già usato per effettuare la configurazione del telefono, devi invece attenerti ai passaggi che mi accingo a illustrarti nelle sezioni successive.

Android

Come configurare email sul telefonino

Se stai usando uno smartphone dotato di sistema operativo Android, fai tap sull’icona delle Impostazioni, poi sulla voce Account e, in seguito, sull’opzione Aggiungi account. Successivamente, scegli il servizio di posta elettronica di tuo interesse, se presente nell’elenco, e segui la procedura che ti viene proposta per effettuare l’accesso e aggiungere l’account al dispositivo.

Se il servizio di posta elettronica non è elencato tra le opzioni disponibili, tocca invece la voce Personale (IMAP) e, quando richiesto, inserisci il nome utente e la password della tua casella di posta elettronica: con un pizzico di fortuna, Android dovrebbe configurare automaticamente i parametri per la posta in entrata e quella in uscita.

Quando hai finito, specifica le opzioni di sincronizzazione dell’account appena aggiunto (ad es. Contatti, Calendario e così via) e il gioco è fatto: terminata la procedura di configurazione, puoi accedere alla posta elettronica avvalendoti dell’app di Gmail (o del gestore di posta predefinito installato sul tuo dispositivo).

Per ulteriori informazioni riguardo alla configurazione delle email su Android, puoi dare un’occhiata al tutorial specifico che ho dedicato all’argomento.

iPhone

Come configurare email sul telefonino

Se t’interessa aggiungere un nuovo indirizzo di posta elettronica all’app Mail di iPhone, tocca innanzitutto l’icona delle Impostazioni di iOS e, nella schermata che ti viene proposta, fai tap prima sulla voce Password e account e poi su quella Aggiungi account.

Successivamente, seleziona il servizio di posta elettronica che vuoi configurare e, quando richiesto, immetti l’indirizzo email e la password d’accesso alla casella di posta. Se richiesto, specifica inoltre una descrizione dell’account.

Qualora il servizio di tuo interesse non fosse presente nella lista degli account disponibili, fai tap sull’opzione Altro, digita le credenziali d’accesso della tua casella di posta elettronica, quando richiesto, e specifica i parametri IMAP da usare per scaricare e inviare le email: ti ho indicato alcuni degli IMAP più usati nella mia guida su come attivare IMAP.

In ogni caso, tali "coordinate" possono essere recuperate dal sito Internet del proprio fornitore di posta elettronica, oppure tramite una breve ricerca su Google (utilizzando, ad esempio, la chiave parametri IMAP [nome fornitore posta]).

Una volta inserite le informazioni richieste, fai tap sul pulsante Avanti, indica gli elementi da sincronizzare con il servizio email in questione (ad es. posta, contatti, calendari e così via) e, quando hai finito, tocca il pulsante Salva, in modo da aggiungere il nuovo account all’app Mail.

Per approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere la mia guida su come impostare Mail su iPhone, nella quale ti ho spiegato tutto con dovizia di particolari.

Come configurare il cellulare per il computer

Come configurare il cellulare per il computer

I sistemi operativi Android e iOS sono naturalmente predisposti per il collegamento a PC dotati di sistema operativo Windows e ai Mac: in genere, tutto ciò che bisogna fare è collegare tra loro i dispositivi tramite cavo USB e attendere che il computer riconosca in automatico lo smartphone collegato.

Tuttavia, le procedure di utilizzo possono essere differenti, in base al telefono in proprio possesso, al sistema operativo in uso e all’operazione che si intende portare a termine. Di seguito ti mostro alcuni esempi.

  • Accesso ai dati in memoria – è possibile accedere alla memoria di Android utilizzando l’Esplora File di Windows, oppure il programma Android File Transfer, per macOS. Per accedere alla memoria dell’iPhone, è necessario disporre del software iTunes per Windows oppure usare il Finder del Mac (da macOS 10.15 Catalina in poi).
  • Backup e altre operazioni – esistono dei software appositi che possono essere installati sul computer e consentono di effettuare un gran numero di operazioni sui telefoni Android e sugli iPhone. Questi ultimi, in particolare, possono essere inoltre comodamente gestiti dal Finder del Mac (da macOS 10.15 Catalina in poi).

Se desideri istruzioni ancor più dettagliate riguardo il collegamento tra smartphone e PC, ti rimando alla lettura dei miei tutorial su come collegare Android al PC e come collegare iPhone al PC.

Come configurare il cellulare per la macchina

Come configurare il cellulare per la macchina

T’interessa configurare il cellulare per la macchina, in modo da poter ascoltare la musica attraverso gli altoparlanti residenti "a bordo", oppure per gestire le telefonate in entrata?

Allora ti farà piacere sapere che tutti gli smartphone moderni prevedono questa possibilità, a patto che il computer di bordo/lo stereo dell’auto siano predisposti per il collegamento che s’intende utilizzare. Di seguito ti elenco le modalità di connessione al momento più diffuse.

  • Sistemi Smart – numerose automobili moderne sono dotate di computer di bordo compatibili con Android Auto o Apple CarPlay. Questi due sistemi software consentono di gestire, rispettivamente, gli smartphone Android e gli iPhone tramite lo schermo LCD dell’auto e i comandi al volante. Per ulteriori delucidazioni su Android Auto e CarPlay, ti invito a leggere i tutorial che vi ho dedicato.
  • Bluetooth – se il computer di bordo dell’auto o lo stereo sono compatibili con il Bluetooth, è sufficiente utilizzare la classica procedura di abbinamento prevista da Android e iOS, per abbinare tra loro i dispositivi. A collegamento effettuato, è possibile ascoltare, dallo stereo, la musica in riproduzione sullo smartphone e, in alcuni casi, comandare quest’ultimo tramite i tasti fisici del computer e/o i comandi al volante.
  • Cavo AUX – se disponi di un telefono dotato di ingresso jack da 3.5 mm (quello solitamente usato per le cuffie) e di uno stereo equipaggiato con entrata AUX-IN, puoi collegare tra loro i due dispositivi, avvalendoti di un cavo AUX maschio-maschio. Questo sistema, però, consente la sola riproduzione della musica (e delle telefonate), senza possibilità di controlli aggiuntivi.

A tal proposito, ho realizzato un tutorial interamente dedicato al collegamento del telefono alla macchina, nel quale ti ho spiegato in maniera piuttosto dettagliata come avvalerti delle tecniche elencate qui sopra.