Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare iPhone al PC

di

Hai appena provato a collegare il tuo iPhone al PC ma Windows non lo riconosce, o lo fa in modo errato? Niente panico. Probabilmente non possiedi ancora il software tramite il quale Windows può riconoscere e gestire correttamente lo smartphone di casa Apple. Per risolvere il problema, leggi il tutorial su come collegare iPhone al PC che sto per proporti e prova a metterlo in pratica.

In men che non si dica, scoprirai non solo come installare i driver per iPhone sul tuo PC, ma anche come sfruttare il collegamento tra l’iPhone e il computer per trasferire foto e altri e documenti sullo smartphone della mela morsicata. Ti assicuro che si tratta davvero di un gioco da ragazzi, quindi al bando le ciance e cerchiamo di metterci subito all’opera.

Come dici? Hai un Mac e non un PC Windows? Nessun problema. Anzi, dovrai fare ancora meno fatica. I computer di casa Apple – forse non lo sai – includono “di serie” i software per riconoscere i dispositivi iOS e copiare file di ogni tipo su di essi, pertanto procedere potrebbe essere ancora più semplice. Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come collegare iPhone al PC senza cavo

Se preferisci gestire il “melafonino” dal computer senza utilizzare ogni volta il cavo in dotazione, sappi che puoi ottenere questo risultato configurando in modo opportuno iTunes su Windows, oppure il Finder su macOS. Agendo in questo modo, dovrai utilizzare il cavo soltanto durante la prima connessione tra i dispositivi, in modo da configurare opportunamente i relativi software di gestione. Di seguito ti spiego tutto nel dettaglio.

Windows

Come collegare iPhone al PC senza cavo

iTunes è il programma ufficiale di Apple dedicato alla gestione della libreria multimediale e di dispositivi come iPhone, iPad e iPod da computer. Nonostante sia stato eliminato dalle più recenti versioni di macOS, esso resta tutt’oggi supportato e disponibile per Windows.

Per ottenerlo, visita la sua home page e, se utilizzi Windows 10, clicca sul pulsante Get it from Microsoft, per accedere alla pagina dedicata dello store di Windows. Fatto ciò, clicca sul pulsante Installa/Riproduci, poi su Apri Microsoft Store e, quando la finestra del market compare su schermo, finalizza il setup, premendo il bottone Ottieni/Installa. Potrebbe esserti chiesto di accedere al tuo account Microsoft.

Se, invece, utilizzi una versione precedente di Windows, devi cliccare sul pulsante Scarica ora iTunes per Windows (64 bit), in modo da avviare il download del file di setup del software. Quando l’hai ottenuto, lancialo e premi in sequenza i pulsanti AvantiInstalla per due volte consecutive e Fine, per concludere l’installazione del programma, riavviando poi il computer quando richiesto. Se hai bisogno di una mano in più per portare a termine questi passaggi, ti consiglio di leggere il mio tutorial su come installare iTunes gratis.

Ultimata l’installazione del software, avvialo, collega l’iPhone al computer mediante il cavo ricevuto in dotazione e, quando esso viene riconosciuto, clicca sull’icona del telefono che compare in alto a sinistra, nella schermata di iTunes. Se necessario, Autorizza il dispositivo premendo il pulsante che compare su schermo e, successivamente, ripetendo l’operazione sul display del telefono, che dovrebbe anche richiederti l’immissione del codice di sblocco.

Ci siamo quasi: clicca ora sulla voce Riepilogo, che risiede nella barra laterale di sinistra di iTunes, apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza con iPhone via Wi-Fi e premi il pulsante Fine, che sta in basso a sinistra. Fatto! A partire da questo momento, quando l’iPhone sarà connesso alla stessa rete Wi-Fi del computer, potrà essere gestito mediante iTunes senza l’ausilio del cavo fisico di collegamento. Soddisfatto?

Da questo momento in poi, puoi selezionare le voci presenti nella barra laterale di iTunes per copiare/sincronizzare dati tra lo smartphone e il computer: per maggiori dettagli, leggi la mia guida su come sincronizzare iPhone con iTunes.

Nota: non è possibile aggiornare né ripristinare l’iPhone tramite iTunes in modalità wireless.

macOS

Come collegare iPhone al PC senza cavo

Come ti ho già accennato nelle battute iniziali di questa guida, iTunes è stato eliminato dai programmi “di serie” di macOS a partire dalla versione 10.15 del sistema operativo (Catalina). Le sue funzionalità di gestione e sincronizzazione, tuttavia, sono state “incorporate” in un’apposita sezione del Finder, il gestore file di macOS.

Dunque, per procedere, collega l’iPhone al Mac mediante il cavo Lightning in dotazione, apri il Finder (l’icona del fumetto sorridente che sta sul Dock) e clicca sull’icona dell’iPhone, che sta sotto la voce Posizioni, nella barra laterale di sinistra. Se necessario, autorizza l’accesso alla memoria del dispositivo rispondendo affermativamente all’avviso che compare sullo schermo del “melafonino” e digitandone il codice di sblocco.

Fatto ciò, clicca sulla scheda Generali, apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra iPhone se è attiva la connessione al Wi-Fi e, per confermare la modifica, clicca sul pulsante Applica che sta in basso a destra. A partire da questo momento, le applicazioni di sistema compatibili con le funzioni dell’iPhone (il Finder e l’applicazione Musica, per esempio), saranno in grado di “vedere” e gestire il dispositivo quando esso si trova sulla stesa rete Wi-Fi del Mac.

Da questo momento in poi, puoi selezionare le voci presenti in alto e copiare/sincronizzare dati tra lo smartphone e il computer: per maggiori informazioni, leggi il mio tutorial su come sincronizzare iPhone con iTunes/Musica.

Tengo però a precisare che, in modalità wireless, non è possibile aggiornare né resettare l’iPhone tramite il Finder di macOS.

Come collegare iPhone al PC senza iTunes

Se, per qualche motivo, non puoi o non vuoi usare iTunes per gestire l’iPhone, sappi che puoi agevolmente rimediare al problema impiegando specifici software di terze parti.

Windows

Come collegare iPhone al PC senza iTunes

Uno dei programmi tramite i quali si può collegare iPhone al PC senza iTunes è iMazing, una soluzione multi-piattaforma (disponibile dunque anche per macOS) che consente di esplorare la memoria dell’iPhone nel dettaglio, senza l’ausilio del software ufficiale di Apple (se non come appoggio per i driver).

iMazing si può scaricare e usare gratis, ma con dei limiti sulle operazioni che si possono compiere: per esempio, è possibile trasferire al massimo 50 foto, 50 brani musicali e 10 messaggi. Per eliminare tali restrizioni, è necessario acquistare la versione completa del software, con prezzi a partire da 39,99€.

Ad ogni modo, per provare gratuitamente iMazing, collegati al suo sito Web ufficiale e clicca sul pulsante Download gratuito, per scaricare il pacchetto d’installazione del software: dopo averlo ottenuto, avvialo, premi i pulsanti Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e concludi l’installazione premendo in sequenza su Avanti per due volte consecutive e poi su InstallaFine.

A questo punto, collega l’iPhone al computer tramite il cavo Lightning ricevuto in dotazione, avvia iMazing e Autorizza il programma ad accedere alla memoria dell’iPhone, dando conferma al messaggio d’avviso che compare sul display del telefono. In seguito, scegli se effettuare subito un backup del dispositivo, oppure se posticipare questa operazione (cliccando sul pulsante Più tardi).

Come collegare iPhone al PC senza iTunes

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti ritrovarti faccia a faccia con la finestra principale di iMazing: da qui, puoi scegliere la categoria di contenuti su cui agire (file, foto, musica, video, messaggi e così via), cliccando sulla relativa icona. Se preferisci, puoi navigare nelle cartelle del telefono, esattamente come se fosse una chiavetta USB, utilizzando la voce File System.

Una volta individuato il contenuto di tuo interesse, puoi utilizzare i pulsanti in basso per effettuare l’operazione che ritieni più opportuna: esportarlo sul computer, eliminarlo, creare una nuova cartella, un nuovo collegamento e così via.

Per saperne di più su iMazing e sugli altri programmi per esplorare iPhone), consulta pure la guida d’approfondimento che ho realizzato sul tema.

macOS

Come collegare iPhone al PC senza iTunes

Possiedi la versione più recente di macOS, non trovi più l’icona di iTunes e temi di non poter più gestire il “melafonino” tramite il Mac? In tal caso, puoi stare tranquillo: le funzioni di gestione di iTunes sono state “incorporate” nel Finder di macOS e rese accessibili tramite lo stesso.

Mi chiedi come fare? È facilissimo. Per prima cosa, collega il telefono al computer mediante il cavo Lightning ricevuto in dotazione, apri il Finder di macOS (l’icona del fumetto sorridente situata sul Dock) e, quando richiesto, autorizza la connessione tra i dispositivi rispondendo affermativamente al messaggio mostrato sullo schermo del telefono e immetti il codice di sblocco.

Ora, non ti resta che cliccare sul nome dell’iPhone situato nella barra laterale di sinistra del Finder, per accedere alle relative funzioni di gestione. Come puoi notare, il pannello è suddiviso in schede, ciascuna delle quali consente di applicare una serie di impostazioni diverse.

  • Generali – da qui è possibile definire le modalità di aggiornamento, backup e sincronizzazione dell’iPhone.
  • Musica, Film, Programmi TV, Podcast, Audiolibri, Libri e Foto – queste schede servono a definire le opzioni di sincronizzazione tra il telefono e il computer specifiche per ciascuna categoria.
  • File – da qui è possibile visualizzare e gestire i file salvati nella memoria dell’iPhone dalle app che ne hanno l’autorizzazione.
  • Info – qui risiedono le opzioni di sincronizzazione per contatti e calendari.

Ad ogni modo, una volta definite le opzioni necessarie, clicca sul pulsante Sincronizza per applicare le modifiche e sincronizzare, eventualmente, le librerie condivise.

Se non vuoi affidarti alle soluzioni ufficiali, anche su macOS puoi affidarti a iMazing o altri programmi per esplorare iPhone).

Come collegare iPhone al PC per scaricare foto

Collegare iPhone al PC per scaricare foto realizzate tramite la sua fotocamera è semplicissimo: basta utilizzare la procedura di importazione guidata di Windows o l’app foto di macOS. Tieni presente che, nel primo caso, è indispensabile che iTunes sia stato preventivamente installato sul computer e che abbia ottenuto l’autorizzazione per accedere all’iPhone (ti ho già spiegato come fare in precedenza).

Windows

Come collegare iPhone al PC

Per copiare foto e video dall’iPhone al computer, sblocca innanzitutto il telefono, quindi apri l’Esplora file di Windows (l’icona della cartella gialla che si trova sulla barra delle applicazioni) e, dopo aver individuato l’icona dell’iPhone sulla barra laterale di sinistra, fai clic destro sulla stessa e scegli la voce Importa immagini e video dal menu che ti viene proposto.

Nella finestra che si apre, apponi il segno di spunta accanto alla voce Rivedi, organizza e raggruppa gli elementi da importare, premi il pulsante Avanti e clicca sulla voce Altre opzioni (in basso a sinistra) per selezionare le cartelle del PC in cui desideri importare foto e video.

Quando hai finito, clicca sul pulsante OK e procedi con le regolazioni relative agli album: per impostazione predefinita, le foto e i filmati copiati vengono raggruppati in album relativi alla data in cui sono stati realizzati.

Se vuoi personalizzare questi gruppi, cambiare i loro nomi o impostare dei tag (cioè delle “etichette” utili a distinguere le immagini e i video importati sul PC), utilizza la barra di regolazione che si trova in basso a destra e le opzioni Immettere un nome e Aggiungi tag situate accanto a ciascun gruppo di foto.

Una volta ultimate tutte le impostazioni, clicca sul pulsante Importa e attendi che tutti i video e le foto presenti sul telefono vengano copiate sul computer.

Se non ti interessa organizzare le foto e i video prima di importarli sul PC, puoi anche andare nel percorso Questo PC (o Computer) > Internal Storage > DCIM > 100APPLE e copiare i file direttamente dalla memoria dello smartphone con un semplice copia-e-incolla.

Infine, se preferisci agire in modalità wireless, con l’ausilio di Internet, puoi anche attivare il servizio di cloud storage Libreria foto di iCloud e mantenere sincronizzata la libreria fotografica del tuo iPhone con quella del tuo PC. Te ne ho parlato in maniera dettagliata nel mio tutorial su come importare foto da iPhone a PC.

macOS

Come collegare iPhone al PC per scaricare foto

Se hai un Mac abbinato allo stesso ID Apple dell’iPhone e hai attivato su quest’ultimo la Libreria foto di iCloud, allora non devi effettuare alcuna operazione aggiuntiva: tutte le foto presenti nella galleria del telefono sono automaticamente visibili sul computer, all’interno dell’applicazione Foto.

In caso contrario, puoi copiare “manualmente” le foto dell’iPhone sul Mac nel seguente modo: avvia la summenzionata applicazione, cliccando sull’icona del fiore colorato situata sul Dock, collega l’iPhone al computer tramite cavo Lightning, sbloccalo e, se necessario, autorizza l’associazione tra i due dispositivi tramite codice di sblocco.

A questo punto, torna sul Mac, seleziona il nome dell’iPhone dalla barra laterale di Foto e, se desideri copiare tutti i nuovi scatti (quelli che non sono già stati importati in precedenza), fai clic sul pulsante Importa tutti i nuovi elementi che sta in alto a destra. Se desideri copiare soltanto alcune immagini, selezionale (aiutandoti con i pulsanti cmdshift) e, quando hai finito, clicca sul pulsante Importa X elementi, collocato anch’esso in alto. Gli elementi multimediali copiati in questo modo vengono conservati nel database dell’app Foto.

Come collegare iPhone al PC per scaricare foto

Se preferisci invece copiare le foto e i video in una cartella, per trasferirle altrove oppure inviarle, utilizza l’applicazione Acquisizione Immagine che si trova nel Launchpad: dopo averla avviata, fai clic sull’icona dell’iPhone che sta a sinistra, seleziona la cartella in cui salvare i file mediante il menu a tendina Importa In: e, per copiare tutti gli elementi, clicca sul pulsante Importa tutto che si trova in basso a destra.

Al bisogno, puoi trasferire anche soltanto alcuni elementi: selezionali uno per volta, utilizzando i tasti shift e cmd del Mac, e clicca sul pulsante Importa per copiarli nella cartella selezionata. Ti ho spiegato come usare Acquisizione immagine nel dettaglio (insieme alla Libreria Foto di iCloud per sincronizzare automaticamente la libreria fotografica dell’iPhone con quella del Mac) nel mio tutorial su come trasferire foto da iPhone a Mac.

Come collegare iPhone al PC come modem

Come collegare iPhone al PC come modem

A dispetto di quanto possa sembrare, collegare iPhone al PC come modem per condividere la connessione dati cellulare è semplicissimo: se hai intenzione di utilizzare la condivisione della connessione tramite USB, collega il telefono al computer tramite il cavo Lightning ricevuto in dotazione. Se stai usando Windows, è indispensabile che iTunes sia stato preventivamente installato (se non lo hai ancora fatto, segui le istruzioni che ti ho fornito prima).

Per abilitare la condivisione della connessione dell’iPhone, fai così: prendi il telefono e, dopo averlo sbloccato, recati in Impostazioni > Cellulare, assicurati che la levetta Dati cellulare sia impostata su ON (altrimenti fallo tu) e sfiora la voce Hotspot personale. In seguito, sposta su ON la levetta relativa alla voce Consenti agli altri di accedere e agisci nella maniera più opportuna, in base al tipo di collegamento che vuoi ottenere.

  • Hotspot Wi-Fi: clicca sull’icona della connessione del computer (quella con le tacchette, che sta nei pressi dell’orologio, in basso a destra su Windows, oppure in alto a sinistra su macOS), seleziona la rete Wi-Fi generata dal telefono (ad es. iPhone di Salvatore) e, quando richiesto, immetti la password che vedi sul display dello stesso. Se lo desideri, puoi modificarla sfiorando il campo di testo Password Wi-Fi.
  • Modem USB: fai tap sul pulsante Autorizza che compare su schermo, in modo da consentire al computer di usare la connessione dati del telefono. Dopo qualche istante, dovresti essere in grado di navigare.
  • Hotspot Bluetooth: abbina il telefono al computer tramite la procedura prevista dal tuo sistema operativo e digitare, quando richiesto, il codice di sicurezza che compare su schermo. Se necessario, segui le istruzioni che ti ho fornito in questa guida.

L’iPhone dovrebbe segnalarti la presenza di connessioni attive mediante un’apposita barra, che risiede nella parte alta del display. Se poi hai un iPhone aggiornato ad almeno iOS 8 e un Mac immesso in commercio dal 2012 in poi (con su installato macOS Yosemite o successivi), non devi preoccuparti di attivare la funzione hotspot in iOS, in quanto, se attivi il Bluetooth, iPhone e Mac si “vedranno” in automatico e l’hotspot del telefono comparirà “magicamente” nella lista delle reti Wi-Fi disponibili sul computer.

Per saperne di più, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida all’utilizzo dell’iPhone come modem.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.