Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Windows 10 gratis

di

Dopo averne sentito parlare davvero bene da tutti i tuoi amici e dopo averci riflettuto su per lungo tempo, finalmente hai deciso: installerai sul tuo fido PC Windows 10. Tuttavia, se ora sei qui e stai leggendo queste righe, molto probabilmente è perché non hai ancora le idee molto chiare al riguardo e soprattutto perché ti piacerebbe ottenere una copia del sistema operativo senza spendere neanche un centesimo, almeno per provarla. Mi sbaglio? No, appunto. Allora mettiti bello comodo e concentrati sulla lettura di questo mio articolo su come scaricare Windows 10 gratis. Sono sicuro che, alla fine, riuscirai a spazzar via tutte le tue incertezze.

Prima che tu possa fraintendermi e pensare a chissà che cosa ci tengo però a specificare sin da subito che sì, scaricare Windows 10 gratis è possibile e che le operazioni che sto per suggerirti di mettere in pratica sono al 100% legali ma, è bene che tu lo tenga a mente, dopo un certo periodo sarà necessario attivare comunque il sistema operativo, affinché esso continui a funzionare consentendoti l’accesso a tutte le sue funzioni.

Chiarito ciò, direi di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere al bando le ciance e di cominciare immediatamente a darci da fare: ti garantisco che, al termine della lettura di questa guida, avrai ben chiari quelli che sono gli step da compiere per ottenere una copia di Windows 10 a costo zero. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e… buon download!

Indice

Requisiti di Windows 10

Come scaricare Windows 10 gratis

Se è tua intenzione scaricare Windows 10 gratis per poter aggiornare un computer dotato di un’edizione precedente del sistema operativo di Microsoft, è bene che tu sia a conoscenza dei requisiti minimi a cui esso deve rispondere, onde evitare di incappare in malfunzionamenti o blocchi di varia natura a seguito dell’installazione del nuovo sistema operativo.

  • Processore: 1 GHz o più potente, a 64 oppure a 32 bit; in quest’ultimo caso, deve essere presente il supporto PAE.
  • RAM: 2 GB (meglio se 4 GB) per Windows 10 a 64 bit, 1 GB (meglio se 2 GB) per Windows 10 a 32 bit.
  • Spazio su disco: almeno 32 GB per Windows 10 a 64 bit, almeno 16 GB per Windows 10 a 32 bit.
  • Schermo: risoluzione pari o superiore a 800 x 600 pixel; la risoluzione consigliata è di 1024 x 768 pixel, ideale per visualizzare correttamente tutti gli elementi del sistema operativo ed evitare comportamenti inaspettati all’interno delle applicazioni.
  • Scheda video: qualsiasi scheda video integrata o discreta dotata di supporto a DirectX 9 o versione successiva, con driver WDDM 1.0.

Se non sai come vedere le specifiche tecniche del computer sul quale intendi installare Windows 10, ti rimando alla lettura della mia guida su come vedere i componenti del PC, nella quale ti ho spiegato tutto nel dettaglio.

Prezzi di Windows 10

Come scaricare Windows 10 gratis

Come ti ho già accennato nelle battute iniziali di questa guida, è possibile scaricare Windows 10 gratis e originale, direttamente dal sito Web di Microsoft.

Tuttavia, per poterlo utilizzare nel pieno delle sue funzionalità e senza limitazione alcuna, è sempre necessario attivarlo sul computer dal quale lo si esegue (anche a seguito della sua installazione). Pertanto, dopo aver scaricato l’ultima edizione del sistema operativo di Microsoft ed esserti accertato che la stessa faccia al tuo caso, devi procurarti una regolare licenza d’uso, con relativo Product Key. Se non lo farai, ti verrà precluso l’accesso ad alcune funzioni del sistema operativo, come ad esempio quelle inerenti la personalizzazione del desktop.

Nel momento in cui ti scrivo questa guida, il costo ufficiale di Windows 10 è di 145€ per la versione Home, e di 259€ per la versione Pro; le due versioni differiscono tra loro per alcuni dettagli, come la gestione delle politiche di gruppo, la gestione degli aggiornamenti, una serie di funzionalità di sicurezza e alcuni aspetti dedicate ad aziende e amministratori IT. Per conoscere le differenze tra Windows 10 Home e Windows 10 Pro, ti rimando alla lettura della pagina informativa, disponibile sul sito di Microsoft.

Ad ogni modo, è possibile risparmiare un bel po’ di denaro sulle cifre menzionato poc’anzi, acquistando una licenza legale di Windows da siti Web come Mr Key Shop: quest’ultimo, in particolare, mette a disposizione degli utenti licenze di Windows e Office inutilizzate da parte di aziende e società, a causa del passaggio a cloud e ai servizi in abbonamento.

Le licenze, fornite nel pieno rispetto delle normative europee e originali al 100%, vengono consegnate direttamente tramite email e accompagnate da un supporto sempre disponibile, in lingua italiana; per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia guida su come acquistare Windows 10.

Come scaricare Windows 10 gratis in italiano

Come scaricare Windows 10 gratis in italiano

Fatte le dovute precisazioni del caso, è arrivato il momento di spiegarti, nel concreto, come scaricare Windows 10 gratis in italiano avvalendoti di Media Creation Tool, lo strumento ufficiale fornito da Microsoft che consente sia di scaricare l’ISO del sistema operativo, sia di creare una chiavetta USB avviabile (sono richiesti almeno 8 GB di spazio libero sull’unità, che verrà formattata).

Per poterlo utilizzare, devi avere a disposizione un computer funzionante dotato di uno dei sistemi operativi compatibili con il programma: Windows 7, Windows 8, Windows 8.1 oppure Windows 10.

Per iniziare, visita dunque questa pagina del sito Web di Microsoft, premi sul pulsante Scarica ora lo strumento e attendi che Media Creation Tool venga copiato sul computer. A download ultimato, avvia il file ottenuto, clicca sul pulsante e attendi che vengano effettuate alcune operazioni preliminari per il download di Windows.

Completata questa fase, fai clic sul bottone Accetta situato in basso a destra, attendi ancora alcuni secondi e, successivamente, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Crea supporti d’installazione (unità flash USB, DVD o file ISO( per un altro PC, in modo da impostare Media Creation Tool per il download del sistema operativo, e non per la sua installazione.

Adesso, fai clic sul pulsante Avanti e controlla che la lingua, l’edizione e l’architettura del sistema operativo siano coerenti con ciò di cui hai bisogno; in caso contrario, rimuovi il segno di spunta dalla casella posta accanto alla voce Usa le opzioni consigliate per questo PC e utilizza i menu a tendina sovrastanti, che adesso risulteranno “sbloccati”, per scegliere le opzioni che fanno al tuo caso.

Ci siamo quasi: fai ora clic sul pulsante Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce File ISO, per ottenere un’immagine da masterizzare in seguito su DVD, clicca nuovamente sul pulsante Avanti e, dopo aver indicato la cartella del PC in cui salvare il file, pigia sul pulsante Salva e attendi che il file contenente Windows 10 venga scaricato completamente.

Se, invece, possiedi un Mac oppure un computer dotato di Linux, Chrome OS o altri sistemi operativi diversi da Windows, puoi effettuare il download dell’immagine ISO di Windows 10 nel seguente modo: recati su questo sito Web, imposta il menu a tendina Seleziona l’edizione su Windows 10, premi sul pulsante Conferma e, allo stesso modo, Seleziona la lingua del prodotto, servendoti del menu che compare in seguito. Per finire, clicca nuovamente su Conferma e poi sul pulsante più adatto alla versione di Windows 10 di cui hai bisogno (64 bit oppure 32 bit), per avviare il download dell’ISO del sistema operativo.

A download ultimato, non ti resta che masterizzare il file ISO ottenuto su un DVD vuoto, servendoti dello strumento di masterizzazione incluso in Windows oppure di un programma specifico per lo scopo: ti ho spiegato come fare nella mia guida su come masterizzare ISO.

Come scaricare Windows 10 gratis su USB

Come scaricare Windows 10 gratis su USB

Se, anziché realizzare un DVD, hai bisogno di creare una chiavetta USB avviabile mediante la quale installare Windows 10, procurati innanzitutto una pendrive vuota da almeno 8 GB, collegala a una delle porte USB libere del computer e, in seguito, scarica e avvia Media Creation Tool, così come ti ho spiegato poco fa.

Adesso, segui la medesima procedura di inizializzazione del programma e, dopo aver selezionato l’edizione di Windows 10 e aver raggiunto la finestra Scegli il supporto da usare, apponi il segno di spunta accanto alla voce Unità flash USB e clicca sul pulsante Avanti.

In seguito, clicca sul nome oppure sulla lettera di unità della chiavetta sulla quale scaricare Windows 10 e premi il pulsante Avanti, in modo da avviare il download di Windows 10 e la successiva creazione del supporto d’installazione.

Se, invece, utilizzi un Mac e vuoi installare Windows 10 su un PC, puoi seguire le stesse indicazioni che ti ho fornito nella sezione precedente di questa guida, per scaricare il file ISO di Windows 10 sul computer, e copiarlo su chiavetta USB mediante il Terminale di macOS oppure il programma Unetbootin: qui ti ho spiegato come fare.

Qualora volessi invece installare Windows 10 in dual-boot con macOS, devi creare la chiavetta USB avviabile servendoti dell’utility Assistente Boot Camp, integrata “di serie” in macOS (solo sui Mac con processore Intel), della quale ti ho parlato nella mia guida ai programmi per usare Windows su Mac.

Come installare Windows 10

Come installare Windows 10

Dopo aver preparato il supporto d’installazione di Windows 10, non ti resta che usarlo per installare il sistema operativo: per iniziare, accendi il computer sul quale intendi agire e, se ti è possibile, crea un backup preventivo dei dati per te importanti. Fatto ciò, riavvia il computer, entra nel BIOS o in UEFI e imposta il dispositivo per l’avvio da DVD o chiavetta USB, in base al supporto d’installazione che hai scelto di creare.

Fatto ciò, attendi la comparsa della schermata d’installazione di Windows 10, indica la lingua, il formato orario e la tastiera da usare e clicca sui pulsanti Avanti e Installa, per inizializzare i file necessari; ora, inserisci il codice Product Key di Windows 10 nell’apposito campo e clicca sul pulsante Avanti o, se non ne disponi ancora, pigia sulla voce Non ho un codice Product Key, collocata in basso a destra. Se richiesto, specifica l’edizione di Windows 10 che preferisci installare, cliccando sul suo nome.

Ora, scegli se aggiornare e installare Windows mantenendo file, impostazioni e applicazioni oppure installare solo Windows e formattare l’hard disk, cliccando sull’apposita voce, e segui le indicazioni che ti vengono fornite, per avviare il setup.

Nel primo caso, dovrai accettare la licenza d’uso del sistema operativo e attendere che i file vengano copiati sul disco e, successivamente, installati. Nel secondo caso, invece, dovrai usare la schermata di gestione di dischi e partizioni per formattare il disco e procedere con la reinstallazione di Windows 10.

Ad ogni modo, al termine della fase di copia e installazione dei file, il computer si riavvierà e ti proporrà di effettuare la prima configurazione del sistema operativo: impostazioni di Cortana/Windows Ink, opzioni d’accesso, impostazioni per la privacy, motore di ricerca, e così via.

Per maggiori informazioni riguardo l’installazione di Windows 10 su Windows Vista, Windows 7 e Windows 8.1, ti rimando alla lettura delle guide specifiche che ho dedicato all’argomento.

Se, invece, stai cercando di installare Windows 10 su Mac, affiancandolo al sistema operativo “originale”, dovrai utilizzare ancora una volta l’assistente Boot Camp: ti ho spiegato come fare nella mia guida su come installare Windows su Mac. Occhio che la procedura è valida solo per i Mac con processore Intel e non per i Mac con chip Apple Silicon (es. M1), dove Windows non è supportato.

Qualora non avessi attivato Windows 10 in fase d’installazione, potrai comunque usare il sistema operativo, con numerose limitazioni, per un periodo di tempo limitato, trascorso il quale gli avvisi riguardanti la necessità di attivare il sistema operativo diverranno sempre più frequenti, fino a impedirti del tutto l’uso agevole dello stesso. Se hai intanto provveduto ad acquistare un Product Key e vuoi utilizzarlo per attivare Windows 10 in un momento successivo all’installazione, fai riferimento al tutorial che ti ho appena indicato, nel quale ti ho spiegato come procedere.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.