Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come masterizzare ISO su USB

di

Devi reinstallare Windows su un computer sprovvisto di lettore DVD e non sai quali programmi usare per fare ciò? Vorresti copiare macOS su una chiavetta USB e installarlo su uno o più Mac senza dover riscaricare il sistema operativo più volte ma non sai come riuscirci? Ti stai perdendo in un bicchier d’acqua, credimi. Il tuo problema si può risolvere in maniera semplicissima.

Quello che devi fare, infatti, è munirti di una normalissima pendrive sufficientemente capiente, del file ISO del sistema operativo di tuo interesse e impiegare alcuni tool adibiti allo scopo in grado di fare tutto il “lavoro sporco” per te, quindi di copiare l’OS sulla pendrive e rendere quest’ultima avviabile (cioè in grado di essere letta dal computer in fase di boot). Insomma, nulla di eccessivamente complicato o che comunque sia fuori dalla portata dei più!

Allora, che ne diresti di approfondire l’argomento? Sì? Grandioso! Prenditi, dunque, cinque minuti liberi e leggi le indicazioni che sto per darti: così facendo, imparerai come masterizzare ISO su USB su qualsiasi sistema operativo. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo.

Indice

Come masterizzare ISO su USB con Windows

Ti interessa capire come masterizzare ISO su USB con Windows? Allora attieniti alle istruzioni riportate qui di seguito. Come anticipato a inizio tutorial, non si tratta di un’operazione complessa, hai la mia parola.

Masterizzare ISO su USB con Media Creation Tool

Media Creation Tool

Se è tua intenzione masterizzare ISO su USB Windows 10, puoi rivolgerti all’uso di Media Creation Tool. Si tratta di una pratica utility gratuita distribuita da Microsoft che permette di scaricare il più recente sistema operativo distribuito dall’azienda da Internet e di copiarlo su una pendrive. Per usare Windows 10, naturalmente, avrai però bisogno di un product key valido. Per maggiori informazioni in merito, consulta il mio tutorial su come installare Windows 10 da USB.

Per effettuare il download di Media Creation Tool, recati sul sito Internet di Microsoft, fai clic sul pulsante Scarica ora lo strumento e aspetta che il download del programma venga completato.

A scaricamento ultimato, inserisci nel computer una chiavetta USB con almeno 8 GB di spazio libero (i file contenuti nell’unità verranno cancellati, assicurati di salvarli in un posto sicuro), dopodiché apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sul pulsante e attendi che le operazioni preliminari per masterizzare ISO su USB con Media Creation Tool vengano avviate e completate.

Successivamente, fai clic sul pulsante Accetta che si trova in basso a destra, aspetta ancora qualche istante, seleziona l’opzione Crea supporti d’installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e premi sul bottone Avanti.

Assicurati ora che lingua, edizione e architettura di Windows 10 siano conformi con ciò che intendi scaricare. In caso contrario, deseleziona l’opzione Usa le opzioni consigliate per questo PC e serviti dei menu a tendina in alto per determinare le opzioni per te più congeniali.

In seguito, premi ancora sul pulsante Avanti, scegli l’opzione Unità flash USB, clicca nuovamente sul bottone Avanti e seleziona il nome (oppure la lettera di unità) della chiavetta USB. In conclusione, clicca ancora una volta sul pulsante Avanti e attendi pazientemente che Windows 10 venga prima scaricato da Internet e poi copiato sulla chiavetta.

Masterizzare ISO su USB con Rufus

Rufus

Un altro strumento a cui puoi rivolgerti per masterizzare ISO su USB agendo da Windows è Rufus. Si tratta di un programma gratuito e disponibile anche in versione no-install che consente di creare delle pendrive avviabili con qualsiasi versione di Windows, oltre che con numerose distribuzioni di Linux. Da notare che permette di scaricare direttamente solo le immagini ISO di Windows 10 e 8. Qualora ti interessasse Windows 7 o fosse tua intenzione masterizzare ISO su USB Windows XP oppure volessi masterizzare ISO su USB Ubuntu, dovrai necessariamente effettuare il download “manuale” di Windows 7, Windows XP e Ubuntu, procedendo come ti ho spiegato nelle mie guide sull’argomento.

Per scaricare Rufus sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul collegamento Rufus x.xx Portatile che trovi in corrispondenza della sezione Download.

A download completato, avvia il file .exe del programma e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante , dopodiché premi nuovamente sul bottone per verificare la presenza di aggiornamenti. In seguito, inserisci nel computer la chiavetta USB che vuoi usare (i file presenti sulla pendrive saranno cancellati, per cui assicurati di salvarli altrove preventivamente) e, nella schermata principale di Rufus che intanto è comparsa sul desktop, selezionala dal menu a tendina Dispositivo/unità.

A questo punto, seleziona la voce Immagine disco o ISO dal menu a tendina collocato accanto alla voce Selezione boot, fai clic sulla freccia accanto al menu a a destra, seleziona da quest’ultimo l’opzione Download, premi sul relativo pulsante e, tramite l’ulteriore finestra che compare, decidi la versione di Windows che vuoi scaricare, la relase, l’edizione, la lingua e l’architettura, selezionando le opzioni di tuo interesse dagli appositi menu e cliccando di volta in volta sul pulsante Continua. In conclusione, premi sul bottone Download.

Invece, se vuoi usare un file immagine già in tuo possesso, fai direttamente clic sul pulsante Seleziona presente nella schermata principale di Rufus e seleziona l’ISO del sistema operativo di tuo interesse presente sul tuo computer.

Successivamente, i parametri di Rufus dovrebbero cambiare automaticamente per adattarsi all’OS scelto. Per evitare problemi, però, verifica comunque che siano selezionate le voci MBR nella sezione Schema partizione e NTFS nella sezione File system (altrimenti provvedi tu). Infine, premi sul pulsante Avvia e aspetta che la procedura per masterizzare ISO su USB con Rufus venga completata.

Masterizare ISO su USB con Unetbootin

Unetbootin

Se vuoi masterizzare ISO su USB avviabile puoi altresì valutare di rivolgerti a UNetbootin. È gratis, open source, facile da usare e permette di masterizzare file immagine a piacere, oltre che di scaricare automaticamente quelle di varie distro Linux, motivo per cui rappresenta un’ottima soluzione per masterizzare ISO su USB Linux.

Per effettuare il download di UNetbootin sul tuo computer, collegati al relativo sito Internet e clicca sul pulsante di Download.

A download completato, collega al computer la pendrive che vuoi usare (i file su di essa presenti saranno rimossi, di conseguenza assicurati di salvarli altrove in via preventiva), apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante nella finestra che compare sul desktop.

Ora che visualizzi la schermata principale del software, seleziona l’opzione Immagine disco/Diskimage che si trova in basso, assicurati che nel menu a tendina accanto risulti impostata l’opzione ISO (altrimenti provvedi tu), clicca sul pulsante (…) adiacente e seleziona il file immagine che è tua intenzione inserire sulla chiavetta USB.

Se, invece, vuoi creare una chiavetta USB con una distro Linux e non possiedi ancora il relativo file ISO, scegli l’opzione Distribuzione/Distribution posta in alto e seleziona la distribuzione e la versione dell’OS di tuo interesse dai menu a tendina adiacenti.

Infine, provvedi a selezionare dal menu a tendina Tipo/Type l’opzione USB Drive e dal menu Unità/Drive posto accanto l’unità della chiavetta USB, dopodiché clicca sul pulsante OK e aspetta che la procedura per masterizzare ISO su USB con UNetbootin venga portata a termine.

Come masterizzare ISO su USB con Mac

Passiamo adesso al versante macOS e andiamo a scoprire, dunque, come masterizzare ISO su USB con Mac. Anche in tal caso, non temere, non è difficile, hai la mia parola.

Masterizzare ISO su USB da Terminale

Creazione USB avviabile di Big Sur da Terminale

La prima soluzione che ti suggerisco di prendere in considerazione su Mac è quella di masterizzare ISO su USB da Terminale, quindi agendo da riga di comando. Si fa tutto in maniera completamente gratuita e senza scaricare applicazioni aggiuntive sul computer. Puoi usare questo sistema per creare una chiavetta USB avviabile con macOS, provvedendo preventivamente a effettuarne il download, come ti ho spiegato nella mia guida su come installare macOS Bis Sur. Sistemi operativi Apple a parte, puoi agire da Terminale anche per creare delle pendrive avviabili con qualsiasi altra immagine ISO, ad esempio di Windows.

Per cui, provvedi in primo luogo a collegare al Mac una pendrive sufficientemente capiente (i file contenuti nell’unità saranno eliminati, per cui accertati di salvarli preventivamente altrove), dopodiché apri il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad.

Una volta visualizzata la finestra del Terminale sullo schermo, immetti il comando diskutil list seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera, in modo da visualizzare l’elenco di tutte le unità collegate al computer. Prendi quindi nota dell’identificatore della tua chiavetta USB, quello che trovi riportato in corrispondenza della colonna Identifier.

Successivamente, se vuoi creare una pendrive con macOS, impartisci il comando sudo /Applications/Install\ macOS\ nomeOS.app/Contents/Resources/createinstallmedia --volume /Volumes/pendrive (sostituisci al termine pendrive l’identificatore della chiavetta USB in tuo possesso e a quello nomeOS il nome della versione del sistema operativo di tuo interesse).

Invece, se vuoi creare una chiavetta USB avviabile con Windows, impartisci il comando diskutil eraseDisk MS-DOS “SISTEMAOPERATIVO” MBR /dev/pendrive (avendo cura di sostituire al termine pendrive l’indicatore della tua chiavetta USB e a quello SISTEMAOPERATIVO il nome della versione di Windows), così da procedere con la formattazione della pendrive.

In seguito, immetti il comando hdiutil mount ~/Cartella/file.iso (avendo cura di sostituire al termine Cartella la posizione in cui si trova il file ISO di tuo interesse e al termine file.iso il nome del file ISO) per montare il file ISO e procedi con la copia di quest’ultimo sulla chiavetta, utilizzando il comando rsync -vha –exclude=sources/install.wim /Volumes/NOMEIMMAGINEISO/* /Volumes/SISTEMAOPERATIVO (sostituendo al termine NOMEIMMAGINEISO il nome dell’immagine ISO e a quello SISTEMAOPERATIVO il nome della versione di Windows).

Per concludere, serviti del comando wimlib-imagex split /Volumes/NOMEIMMAGINEISO/sources/install.wim /Volumes/SISTEMAOPERATIVO/sources/install.swm 3000 (sostituendo al termine NOMEIMMAGINEISO il nome dell’immagine ISO e a quello SISTEMAOPERATIVO il nome della versione di Windows) per dividere e copiare il file install.wim sulla chiavetta USB e usa il comando diskutil unmountDisk /dev/pendrive (avendo cura di sostituire al termine pendrive l’indicatore della tua chiavetta USB per smontare l’unità USB.

Masterizzare ISO su USB con Unetbootin

Unetbootin macOS

Unetbootin, il tool per masterizzare ISO su USB di cui ti ho parlato nel passo relativo a Windows, è disponibile anche per macOS e anche in tal caso, puoi utilizzare il programma per creare pendrive avviabili di macOS, Windows e Linux.

La procedura di download e quella per l’utilizzo del software non differiscono assolutamente dalla variante per Windows. L’unica cosa che cambia è l’installazione. Su Mac, infatti, dopo aver scaricato Unetbootin, per usarlo occorre aprire il pacchetto .dmg ottenuto, fare clic destro sull’icona dell’applicazione e selezionare la voce Apri per due volte consecutive, in modo da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni volute da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.