Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiornare Windows Vista

di

Complice un po’ di tempo libero, hai rispolverato un PC che non usavi ormai da tempo e, all’avvio, hai notato che sul suo disco rigido è installato il sistema operativo Windows Vista: dopo esserti reso conto che, a causa della sua obsolescenza, tale edizione di Windows non ti consente di fare quasi nulla, hai deciso di aggiornare il computer a una versione più recente del sistema operativo Microsoft. Tuttavia, non hai mai portato a termine questa operazione prima d’ora e saresti ben felice di ricevere qualche indicazione più precisa sul da farsi.

Se ti trovi in questa situazione, sappi che questo è proprio il posto giusto da cui iniziare! Nel corso di questo tutorial, infatti, avrò cura di spiegarti per filo e per segno come aggiornare Windows Vista sia a Windows 10, l’edizione più recente della famiglia Windows, che a Windows 7, sistema operativo non più supportato, il quale consente però di effettuare un aggiornamento “diretto”, senza alcuna perdita di dati e potrebbe “girare” meglio su hardware particolarmente datato.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi attentamente tutto quanto ho da dirti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di ottenere il risultato che ti eri prefissato, con il minimo sforzo. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Come aggiornare Windows Vista

Prima di entrare nel vivo di questa guida e di spiegarti, nel concreto, come aggiornare Windows Vista, lascia che ti dia qualche informazione in più in merito alle modalità con cui ciò può accadere.

Se è tua intenzione aggiornare il PC a Windows 10, devo dirti fin da subito che, purtroppo, non è disponibile una vera procedura di update, in quanto i due sistemi operativi sono del tutto incompatibili tra loro: per poter riuscire nell’intento, è necessario formattare il disco su cui è presente Windows Vista, eliminando tutti i dati presenti sullo stesso, per poi procedere con l’installazione di Windows 10.

In secondo luogo, è indispensabile che il computer deve rispondere a dei precisi requisiti minimi, che ti elenco di seguito.

  • Processore: 1 GHz o più potente, con supporto PAE se a 32 bit.
  • RAM: almeno 1 GB (meglio se 2 GB) per Windows 10 a 32 bit, 2 GB (meglio se 4 GB) per Windows 10 a 64 bit.
  • Spazio su disco: 16 GB per sistema operativo a 32 bit, 32 GB per sistema operativo a 64 bit.
  • Scheda video: dotata di supporto a DirectX 9 o versione successiva, con driver WDDM 1.0.
  • Schermo: risoluzione a 800 x 600 pixel o superiore, meglio se 1024 x 768 pixel. Quest’ultima risoluzione è ottimale per evitare comportamenti inaspettati all’interno delle applicazioni e/o l’errata visualizzazione di alcuni elementi.

Inoltre, è bene che tu sappia che, sebbene il download del sistema operativo sia gratuito, lo stesso deve essere attivato sul computer dal quale lo si esegue; quindi, se non disponi di una licenza per Windows 10, devi procurartene una prima ancora di effettuare l’installazione del sistema operativo.

Il costo ufficiale di Windows 10, nel momento in cui ti scrivo questa guida, è di 145€ per la versione Home, e di 259€ per la versione Pro. Tuttavia, è possibile risparmiare molto su queste cifre, rivolgendosi a siti Web come Mr Key Shop, i quali consentono di acquistare licenze di Windows e di Office originali al 100% e in modo del tutto legale: il suddetto portale, infatti, rivende licenze inutilizzate da parte di aziende e società per passaggio a cloud o servizi in abbonamento (in pieno rispetto delle normative europee), offre supporto in italiano e consegna le chiavi di attivazione direttamente via email. Per maggiori dettagli, puoi fare riferimento alla mia su come acquistare Windows 10.

Per quanto riguarda Windows 7 (anch’esso disponibile su siti come Mr Key Shop a prezzi convenienti), le cose stanno in maniera un po’ differente: è possibile infatti procedere con l’upgrade “diretto” del sistema operativo, senza perdere i dati e i programmi installati. Personalmente, ti sconsiglio di optare per questa soluzione, in quanto Windows 7 è un sistema operativo non più supportato né aggiornato da Microsoft e, di conseguenza, potenzialmente esposto a problemi di sicurezza e privacy.

Per completezza d’informazione, ti elenco comunque i requisiti hardware minimi che il computer deve avere per poter eseguire Windows 7.

  • Processore: almeno 1 GHz.
  • RAM: almeno 1 GB per Windows 7 a 32 bit, oppure 2 GB per Windows 7 a 64 bit.
  • Spazio su disco: 16 GB per Windows 7 a 32 bit, 20 GB per Windows 7 a 64 bit.
  • Scheda video: compatibile con DirectX 9 e driver WDDM10.

Dopo esserti accertato della compatibilità tra il PC in tua dotazione e la nuova edizione di Windows da installare, accertati di avere a disposizione i driver più adatti a quest’ultima: potresti aver bisogno di installarli dopo aver completato l’aggiornamento a Windows 7, se qualche periferica dovesse smettere di funzionare, e ne avrai certamente bisogno a seguito dell’aggiornamento a Windows 10, in quanto quest’ultimo rappresenta una vera e propria formattazione del disco di Windows.

Per ottenere i driver delle periferiche connesse al tuo computer, ti è sufficiente collegarti al sito Internet dell’azienda produttrice delle stesse (o del computer, se disponi di un notebook o di un PC preassemblato) e scaricare tutti i file che potrebbero servirti. Se non sai come fare, attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nella mia guida al download dei driver.

A prescindere dalla modalità di aggiornamento da te scelta, è sempre opportuno creare un backup preliminare dei dati per te importanti, da ripristinare a seguito della nuova installazione di Windows 10, oppure se qualcosa dovesse andare storto durante l’aggiornamento a Windows 7: se hai bisogno di qualche indicazione su quest’ultima procedura, da’ pure uno sguardo alla mia guida su come eseguire il backup del computer, che ti tornerà sicuramente utile.

Come aggiornare Windows Vista a Windows 10

Come aggiornare Windows Vista a Windows 10

Ora che disponi di tutte le informazioni necessarie, è arrivato il momento di passare all’azione e capire insieme come aggiornare Windows Vista a Windows 10. Come ti ho già spiegato poco fa, non è possibile effettuare l’upgrade del sistema operativo in maniera “diretta”, in quanto Windows Vista e Windows 10 non sono compatibili tra loro: pertanto, a seguito della procedura di aggiornamento, verranno eliminati tutti i dati presenti sulla partizione di Windows Vista, insieme ai programmi e ai driver installati nel sistema operativo.

Per procedere, dovrai innanzitutto realizzare un supporto d’installazione per il sistema operativo, sia esso un DVD o una chiavetta USB: allo stato attuale delle cose, non è possibile eseguire gli strumenti ufficiali di Microsoft su Windows Vista, per questioni di incompatibilità.

Pertanto, servendoti di un secondo PC (sul quale sia installato Windows 7 o un’edizione successiva del sistema operativo di Microsoft), scarica lo strumento per la creazione di supporti da questo sito Web e utilizzalo per creare un DVD o una chiavetta USB avviabile contenente i file d’installazione di Windows 10: se ti servono indicazioni più precise sul da farsi, ti rimando alla lettura della mia guida su come scaricare l’ISO di Windows 10, nella quale ti ho spiegato tutto nei minimi dettagli.

Una volta creato il supporto d’installazione per te più congeniale, inseriscilo nel computer da aggiornare, accendi quest’ultimo, attendi la comparsa del messaggio che ti chiede di premere un tasto per avviare da DVD/USB, quindi esegui questa operazione e attendi qualche istante, affinché i file di Windows 10 vengano caricati.

Se ciò non dovesse succedere e il PC dovesse avviarsi nuovamente in Windows Vista, devi entrare nelle impostazioni del BIOS e modificare l’ordine dei dispositivi di avvio del PC, mettendo al primo posto l’unità DVD o la chiavetta USB: se non sai come procedere, attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nel mio tutorial su come entrare nel BIOS.

Ad ogni modo, giunto alla schermata d’installazione di Windows 10, indica la lingua, il formato orario e la tastiera da usare, clicca sui pulsanti Avanti e Installa e attendi qualche istante, affinché venga inizializzato tutto il necessario.

Successivamente, inserisci il codice Product Key di Windows 10 nell’apposito campo e clicca sul pulsante Avanti; se non ne disponi ancora o se preferisci attivare Windows 10 in un secondo momento, clicca invece sulla voce Non ho un codice Product Key residente in basso a destra.

Come aggiornare Windows Vista a Windows 10

Ora, se necessario, scegli l’edizione di Windows 10 da installare (in linea con il Product Key in tuo possesso), clicca ancora sul pulsante Avanti e accetta le condizioni di licenza del sistema operativo, selezionando l’apposita casella.

A questo punto, fai nuovamente clic sul pulsante Avanti, poi sulla voce Personalizzata: installa solo Windows (opzione avanzata), clicca sul disco/partizione che ospita Windows Vista e poi sulla voce Formatta, collocata in basso.

Consapevole che questa operazione comporterà la perdita totale dei dati su disco, clicca sui pulsanti OK e Avanti, per cancellare tutti i dati e procedere con l’installazione di Windows 10, che verrà conclusa in modo completamente automatico. Durante il processo, che potrebbe durare alcune decine di minuti (a seconda delle prestazioni del computer), il PC verrà riavviato più volte.

Come ultimo step, dovrai effettuare la configurazione iniziale di Windows 10, specificando la lingua, il layout di tastiera e il fuso orario da usare, le opzioni d’accesso, le impostazioni collegate all’assistente vocale Cortana e le regolazioni sulla privacy. Quando avrai finito, potrai finalmente accedere al tuo nuovo sistema operativo!

Come aggiornare Windows Vista a Windows 7

Come aggiornare Windows Vista a Windows 7

Per poter aggiornare Windows Vista a Windows 7, avrai bisogno di un Product Key valido, per attivare la tua copia di Windows, e del disco d’installazione del sistema operativo. Tieni comunque presente che per poter aggiornare il sistema operativo in maniera “diretta”, senza formattare il disco, è necessario che le edizioni del vecchio e del nuovo sistema operativo combacino.

Per esempio, se sul computer hai installato Windows Vista Home Basic/Premium, puoi passare soltanto a Windows 7 Home Premium e Windows 7 Ultimate; se, invece, utilizzi Windows Vista Business, puoi passare a Windows 7 Professional/Ultimate; infine, se possiedi Windows Vista Ultimate, puoi passare soltanto a Windows 7 Ultimate. Naturalmente, lo stesso discorso vale per l’architettura del sistema operativo: si può aggiornare soltanto da 32 bit a 32 bit e da 64 bit a 64 bit.

Qualora fossi sprovvisto di quest’ultimo, oppure se vuoi installare Windows 7 su un computer non dotato di lettore DVD, devi effettuare il download dell’immagine di Windows 7 da Internet e riversarla su un disco vuoto, oppure su una chiavetta USB.

Per scaricare l’immagine di Windows 7, devi collegarti al sito Internet di Microsoft, immettere il codice product key in tuo possesso nell’apposito campo, cliccare sul pulsante Verifica e attendere che il download del file abbia inizio.

Questo servizio, però, funziona soltanto per le versioni retail del sistema operativo, ossia per le copie acquistate separatamente dal computer; qualora disponessi, invece, di un product key di Windows 7 ricevuto insieme a un PC di tua proprietà (quindi una licenza OEM), dovrai invece usare un programma non ufficiale denominato Windows and Office ISO Download Tool.

Questa utility consente di prelevare le immagini di Windows dai server di Microsoft, senza dover immettere il codice product key; tieni però presente che le ISO scaricate in questo modo vanno comunque attivate, in un secondo momento, con un codice seriale compatibile. Per maggiori informazioni riguardo il suo funzionamento, ti rimando alla lettura della mia guida su come scaricare Windows 7 gratis.

Come aggiornare Windows Vista a Windows 7

Ad ogni modo, una volta ottenuta l’immagine ISO del sistema operativo, provvedi a masterizzarla su DVD oppure a copiarla su chiavetta USB, servendoti di programmi come ImgBurn (nel primo caso) o Rufus (nel secondo): ti ho spiegato come usare entrambi i software nel mio tutorial su come masterizzare ISO.

Dopo aver creato il supporto d’installazione per Windows 7, sei pronto ad aggiornare la tua copia di Windows Vista. Per procedere, inserisci il DVD o la chiavetta d’installazione del sistema operativo nel PC, attendi la comparsa della finestra di AutoPlay e clicca sull’opzione Esecuzione setup.exe, collocata al suo interno, per avviare il programma d’installazione di Windows 7.

Qualora non dovesse succedere nulla, fai così: apri il menu Start di Windows Vista (cliccando sul simbolo della bandierina colorata di Windows situato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), fai clic sulla voce Computer collocata nel menu che si apre e, giunto alla nuova schermata, fai doppio clic sull’icona dell’unità appena inserita, DVD oppure USB; se necessario, avvia poi il file setup.exe che risiede all’interno della cartella che va ad aprirsi (se necessario).

Una volta avviato il programma d’installazione di Windows 7, clicca sui pulsanti Continua e Installa, poi sulla voce Accedi a Internet per scaricare i più recenti aggiornamenti per l’installazione (scelta consigliata) e attendi che il sistema operativo rilevi (e installi) eventuali aggiornamenti disponibili.

Come aggiornare Windows Vista a Windows 7

Successivamente, accetta le condizioni di licenza di Windows 7, apponendo il segno di spunta accanto all’apposita casella; clicca sul pulsante Avanti e poi sulla voce Aggiornamento, per specificare la tua intenzione di aggiornare Windows Vista a Windows 7 mantenendo inalterati file, impostazioni e programmi.

Ora, attendi che Windows esegua i controlli di compatibilità, esamina gli eventuali aspetti del computer sui quali il sistema operativo andrà a influire (ad es. eventuali driver di periferica o software non compatibili) e, se intendi procedere comunque con l’aggiornamento, clicca sul pulsante Avanti e attendi che l’update di sistema venga portato a termine. La velocità dell’operazione varia in base alle prestazioni del computer: in alcuni casi, potrebbero volerci diverse ore. Durante l’aggiornamento, il computer verrà riavviato più volte.

Al termine dell’update, il sistema operativo si riavvierà per l’ultima volta e partirà la procedura guidata per la configurazione iniziale di Windows 7: per prima cosa, digita il product key della tua copia del sistema operativo, clicca sui pulsanti Avanti e Usa impostazioni consigliate, seleziona il fuso orario da usare per il computer, clicca sul pulsante Avanti e poi su Rete domestica, per configurare automaticamente la rete. Dopo qualche istante, dovresti avere accesso al desktop di Windows 7: tutto qui!

Se, invece, vuoi passare da Windows Vista a una edizione differente di Windows 7, devi necessariamente procedere con un’installazione pulita del sistema operativo: per riuscirci, collega il supporto d’installazione creato in precedenza al computer, riavvialo e attendi la comparsa della schermata d’installazione di Windows 7.

Come aggiornare Windows Vista a Windows 7

Quando ciò avviene, scegli la lingua da usare per l’installazione, clicca sul pulsante Avanti e seleziona la voce Personalizza (utenti esperti) dal menu d’installazione del sistema operativo; fatto ciò, clicca sulla partizione su cui è installato Windows Vista, poi sulla voce Opzioni unità (avanzate) situata in basso e, consapevole che l’operazione comporta la perdita completa dei dati presenti sul disco, clicca sui pulsanti Formatta e OK. Ultimato questo passaggio, porta a termine l’installazione di Windows, come spiegato in precedenza.

Qualora il computer non dovesse avviarsi automaticamente dal DVD o dalla chiavetta USB d’installazione di Windows 7, potresti dover entrare nelle impostazioni del BIOS e impostare l’unità DVD/USB come disco d’avvio primario: ti ho spiegato come fare nella mia guida su come entrare nel BIOS.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.