Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come passare da Windows 8 a Windows 10

di

Dopo avere riflettuto a lungo sulla cosa, ti senti finalmente pronto ad aggiornare a Windows 10 il tuo computer con Windows 8. Sebbene sia la prima volta che ti accingi a un’operazione simile, hai tutta l’intenzione di procedere in completa autonomia — senza importunare il tuo amico ferrato in informatica — e quindi ti piacerebbe avere qualche “dritta” su come portare a termine il tutto in modo ottimale, senza provocare alcun tipo di danno ai dati o al computer.

Come dici? Ho descritto alla perfezione la tua necessità del momento? In questo caso, ti farà piacere sapere che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questo tutorial, infatti, avrò cura di spiegarti come passare da Windows 8 a Windows 10 in modo semplicissimo, anche lasciando intatti i dati personali già presenti sul computer.

Dunque, senza esitare un solo secondo in più, mettiti bello comodo e prenditi tutto il tempo necessario a completare la lettura di questa guida: sono sicuro che, al termine della stessa, avrai acquisito le competenze necessarie per riuscire nell’intento che ti eri prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Requisiti e costi di Windows 10

Requisiti e costi di Windows 10

Prima di metterti all’opera e di procedere con l’aggiornamento da Windows 8 (oppure 8.1) a Windows 10, credo sia opportuno fornirti qualche informazione in più riguardo i requisiti specifici del più recente sistema operativo di casa Microsoft, e dei costi dello stesso.

Partiamo dai requisiti minimi che il PC deve rispettare affinché Windows 10 possa funzionare correttamente, che non differiscono poi molto da quelli necessari per Windows 8 e 8.1 (pertanto, in linea di massima, non dovresti avere problemi).

  • Processore: 1 GHz o più potente.
  • Memoria RAM: 1 GB (meglio se 2 GB) per la versione del sistema operativo a 32 bit, 2 GB (meglio se 4 GB) per la versione del sistema operativo a 64 bit.
  • Spazio su disco: 16 GB per la versione del sistema operativo a 32 bit, 32 GB per la versione del sistema operativo a 64 bit.
  • Scheda video: qualsiasi GPU dotata di supporto a DirectX 9 o versione successiva, con driver WDDM 1.0.
  • Schermo: qualsiasi display da 800 x 600 pixel o superiore, meglio se 1024 x 768 pixel. Le risoluzioni inferiori a quest’ultima, infatti, potrebbero provocare la visualizzazione errata di alcuni elementi o malfunzionamenti di varia natura all’interno di programmi e applicazioni.

Per quanto riguarda i costi, è d’obbligo fare una precisazione: sebbene Microsoft abbia concesso, a più riprese, di aggiornare gratuitamente Windows 8/Windows 8.1 a Windows 10 (la prima volta in occasione del rilascio di Windows 10), l’iniziativa è ufficialmente conclusa.

A dire il vero, nel momento in cui scrivo (dicembre 2020) molti utenti testimoniano di essere riusciti a effettuare l’upgrade a costo zero; data, però, la scarsità di indicazioni ufficiali di Microsoft in merito all’argomento, non posso sbilanciarmi e ti dico che potrebbe rivelarsi necessario acquistare una licenza valida per il sistema operativo.

A proposito di licenze, quella di Windows 10 Home costa ufficialmente 145€, mentre la licenza di Windows 10 Pro costa 259€. È possibile, tuttavia, risparmiare un bel po’ di denaro acquistano la licenza su siti come Mr Key Shop, che vende licenze originali al 100% per Windows e Microsoft Office inutilizzate da aziende e società (per passaggio a cloud o servizi in abbonamento), oppure Amazon (in quest’ultimo caso, bisogna sempre stare attenti a evitare venditori potenzialmente disonesti).

Per maggiori informazioni in merito all’acquisto di Windows 10, ti invito a prendere visione della guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Come aggiornare da Windows 8 a Windows 10

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, è arrivato il momento di passare all’azione e di spiegarti, nel concreto, come aggiornare da Windows 8 a Windows 10 in vari modi: con aggiornamento gratuito, aggiornamento senza perdita di dati e installazione da zero.

Come misura preventiva, sebbene il passaggio da un sistema operativo all’altro non comporti la perdita dei dati (a meno che non sia tu a sceglierlo esplicitamente), è comunque buona norma realizzare una copia di sicurezza dei dati, da ripristinare qualora le cose non dovessero andare per il verso giusto. A tal riguardo, ti faranno sicuramente comode le mie guide su come eseguire un backup del PC e come trasferire i file su hard disk esterno. Nel caso in cui avessi bisogno di un disco esterno da usare per questo scopo, puoi consultare la mia guida all’acquisto dedicata a tali device.

Come passare da Windows 8 a Windows 10 gratuitamente

Come passare da Windows 8 a Windows 10 gratuitamente

Come ti ho già spiegato nelle battute iniziali di questa guida, non sono chiari i termini secondo i quali Microsoft concede la possibilità di passare da Windows 8 a Windows 10 gratuitamente.

Tuttavia, se hai attivato gli aggiornamenti automatici di Windows 8/8.1 e noti la presenza di una bandierina di colore bianco (il logo di Windows, per intenderci) all’interno dell’area di notifica di sistema, nei pressi dell’orologio, allora ho un’ottima notizia per te: con ogni probabilità, puoi richiedere e ottenere la tua copia gratuita di Windows 10!

Clicca, dunque, sull’icona in questione e premi il pulsante Prenota il tuo aggiornamento gratuito, per procedere: se ne hai diritto, il sistema operativo verrà scaricato e installato automaticamente tramite Windows Update.

Qualora l’icona in questione non fosse per te visibile, puoi provare a usare lo strumento di aggiornamento messo a disposizione dal big di Redmond, per provare a ottenere una copia gratuita di Windows: mi appresto a parlartene nella sezione immediatamente successiva di questa guida.

Fai attenzione, però: qualora la tua copia di Windows 8/8.1 non fosse compatibile con l’aggiornamento gratuito a Windows 10, a seguito dell’upgrade, dovrai necessariamente acquistare una licenza d’uso per Windows 10 (con relativo Product Key), oppure ritornare a Windows 8/8.1 entro i 30 giorni successivi dall’installazione del nuovo sistema operativo.

Come passare da Windows 8 a Windows 10 senza perdere dati

Come passare da Windows 8 a Windows 10 senza perdere dati

Se vuoi aggiornare a Windows 8 a Windows 10 senza perdere dati e in tutta sicurezza, puoi rivolgerti all’utility Media Creation Tool, ossia lo strumento ufficiale messo a disposizione da Microsoft per il download e l’upgrade del sistema operativo.

Dunque, per iniziare, collegati al sito Internet dell’azienda di Redmond, clicca sul pulsante Scarica ora lo strumento e attendi che il file necessario venga scaricato sul computer; a download ultimato, avvia l’eseguibile ottenuto (ad es. MediaCreationToolXY.exe) e premi i pulsanti e Accetta, per avviare l’analisi del computer.

In questa fase, potrebbe esserti richiesto di chiudere alcuni programmi oppure di scaricare e installare eventuali aggiornamenti importanti disponibili: esegui le eventuali operazioni richieste e, se necessario, riavvia l’assistente di Microsoft al termine delle stesse.

Una volta concluse le prime verifiche, Accetta le condizioni d’uso del sistema operativo e attendi che vengano portati a termine ulteriori controlli. In caso di esito positivo, potrai scegliere se procedere con l’aggiornamento del sistema operativo o se creare un drive d’installazione: apponi, dunque, il segno di spunta accanto alla voce Aggiorna il PC ora, in modo da indicare la tua volontà di aggiornare subito il computer; dopodiché clicca sul pulsante Avanti e attendi che i file necessari vengano scaricati da Internet. A seconda della velocità della tua connessione, questa operazione potrebbe richiedere diverso tempo.

Successivamente, clicca nuovamente sul pulsante Accetta e, se necessario, attendi che il programma scarichi e installi eventuali aggiornamenti per Windows 8. Successivamente, per completare l’aggiornamento del sistema operativo lasciando intatti tutti i file personali e le impostazioni (ove possibile), clicca sul pulsante Installa.

In alternativa, clicca sul link Cambia elementi da mantenere e indica la tipologia di file da tenere (dati personali e applicazioni oppure solo dati personali).

Come passare da Windows 8 a Windows 10 senza perdere dati

Superato anche questo step, l’aggiornamento di sistema dovrebbe avviarsi in modo del tutto automatico, provocando alcuni riavvii del computer; quando necessario, premi i pulsanti Avanti e per ultimare la fase d’installazione e dare luogo all’ultimo riavvio del computer.

Al login successivo, ti ritroverai al cospetto della schermata di prima configurazione di Windows 10, nella quale ti sarà chiesto di specificare le impostazioni da applicare per Cortana, Windows Ink, i servizi di diagnostica di Windows, il tema grafico, l’account utente e altri aspetti strettamente legati al sistema operativo.

Per procedere velocemente, puoi scegliere di usare le impostazioni rapide. Se, invece, preferisci impostare manualmente tutti i dettagli, segui la procedura guidata che ti viene proposta su schermo (della quale ti ho parlato, nel dettaglio, in questo tutorial).

Come passare da Windows 8 a Windows 10 formattando il disco

Come passare da Windows 8 a Windows 10 formattando il disco

Come dici? Preferiresti eseguire un’installazione pulita di Windows 10 e ricominciare tutto daccapo, andando dunque a eliminare l’intero contenuto del disco? Si può fare ma, in questo caso, non potrai tornare sui tuoi passi e annullare l’aggiornamento effettuato: a seguito di questa operazione, infatti, verrà cancellata anche l’attuale copia di Windows 8/8.1 installata sul computer.

Per agire in tal senso, dovrai creare una chiavetta USB (la pendrive deve avere capienza pari ad almeno 8 GB e deve essere vuota) o un DVD contenente il sistema operativo, avviare il PC dal supporto d’installazione realizzato e procedere, in questo modo, alla formattazione del disco e alla successiva copia dei file di Windows.

Tutto chiaro? Benissimo, andiamo. Per cominciare, scarica lo strumento Media Creation Tool così come ti ho indicato nella sezione precedente di questa guida, avvialo e, dopo aver accettato le condizioni di licenza di Microsoft, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC.

In seguito, clicca sul pulsante Avanti, verifica che la lingua, l’edizione e l’architettura di Windows 10 siano adatte al computer su cui vuoi installare il sistema operativo (in caso contrario, rimuovi il segno di spunta dalla casella corrispondente alla voce Usa le opzioni consigliate per questo PC e utilizza i menu a tendina proposti per definire le opzioni di download che preferisci) e clicca sul pulsante Avanti.

Ora, specifica se creare una unità flash USB da usare come supporto d’installazione oppure se scaricare il file ISO del sistema operativo da masterizzare in seguito su DVD. Nel primo caso, connetti la chiavetta USB al computer, clicca sul pulsante Avanti, seleziona il nome/la lettera di unità del dispositivo e avvia la creazione del supporto cliccando nuovamente su Avanti.

Qualora volessi, invece, procedere con il download del file ISO, spunta la voce apposita, clicca sul pulsante Avanti, indica la cartella in cui salvare il file e premi il pulsante Salva.

A prescindere dal tipo di supporto che hai scelto di realizzare, la fase di download dei dati potrebbe durare diverso tempo: tutto dipende dalla velocità della tua connessione a Internet. Ricorda che, se hai scelto di scaricare il file ISO del sistema operativo, devi masterizzarlo su un DVD vuoto, mediante il software di masterizzazione che preferisci.

Come passare da Windows 8 a Windows 10 formattando il disco

Ultimata la creazione del drive d’installazione di Windows 10, inserisci (se necessario) il supporto all’interno del PC, riavvia quest’ultimo e attendi la comparsa del messaggio Premere un tasto per avviare da DVD…: effettua quest’ultima operazione, per far sì che il computer si avvii dalla chiavetta/disco d’installazione di Windows 10.

Se, invece, dovessi vedere ancora la schermata di caricamento di Windows 8, entra nel BIOS e modifica l’ordine d’avvio delle periferiche del PC, per far sì che il boot venga eseguito prima da chiavetta USB o DVD, e poi dal disco fisso. Se non sai come portare a termine questa operazione, ti consiglio di prendere visione del mio tutorial su come accedere al BIOS, nel quale ti ho fornito tutte le delucidazioni del caso.

Ad ogni modo, quando viene avviata la schermata d’installazione di Windows 10, specifica la lingua, il formato orario/valuta e il layout di tastiera da usare, clicca sui pulsanti Avanti e Installa e, se necessario, inserisci il codice product key di Windows (oppure clicca sulla voce Non ora, per inserirlo in seguito).

Superato anche questo step, se necessario, specifica l’edizione di Windows 10 che desideri installare, accettane le condizioni d’uso e clicca sui pulsanti Avanti e seleziona la voce Personalizzata: installa solo Windows, per accedere alla schermata di gestione dischi e partizioni.

Come passare da Windows 8 a Windows 10 formattando il disco

Giunto in quest’ultima sezione, avvalendoti degli strumenti proposti e consapevole del fatto che le operazioni successive cancelleranno tutti i dati presenti sui dischi/partizioni sui quali andrai a operare, seleziona e formatta la partizione in cui avevi installato Windows 8 e, se lo ritieni opportuno, ripeti la medesima operazione anche per tutte le altre partizioni e/o dischi presenti. Se preferisci, puoi cancellare eventuali partizioni di cui non hai più bisogno.

Una volta effettuate le operazioni necessarie sul disco (o sui dischi), scegli la partizione in cui installare Windows 10 e clicca sul pulsante Avanti, per avviare il processo di setup del sistema operativo, che verrà concluso in maniera completamente automatica.

Al termine di questa fase, il computer dovrebbe riavviarsi e mostrarti la schermata di benvenuto di Windows 10, attraverso la quale dovrai effettuare la prima configurazione del sistema operativo: impostazioni di Cortana e Windows Ink, impostazioni per privacy e localizzazione, account utente, tema grafico e così via. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.