Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ritornare a Windows 8

di

Hai recentemente aggiornato il tuo computer con sistema operativo Windows alla versione più recente: Windows 10. Da quando però hai eseguito l’aggiornamento, ti rendi conto di avere qualche difficoltà nel riuscire a utilizzarlo, in quanto ti eri ormai abituato all’interfaccia utente di Windows 8. Come puoi, quindi, tornare alla precedente versione del sistema operativo Microsoft? Niente di più facile! Ci sono qui io a spiegartelo.

Nella guida di oggi, ti illustrerò come ritornare a Windows 8 utilizzando la funzionalità integrata presente all’interno di Windows 10. Infatti, se non sono trascorsi troppi giorni dall’aggiornamento, puoi tranquillamente tornare alla versione precedente in un batter d’occhio senza perdere i tuoi dati. Inoltre, ti indicherò altri metodi da usare per ripristinare Windows 8 sul computer, che potrebbero comportare però la perdita dei dati.

Detto ciò, cosa ne pensi di iniziare ad affrontare la lettura di questa mia guida? Prenditi alcuni minuti di tempo da dedicarmi e siediti bello comodo davanti al computer: sono sicuro che alla fine riuscirai nel tuo intento, ripristinando Windows 8 sul PC. Sei pronto? Allora che aspetti?! Iniziamo subito! Ti auguro una buona lettura!

Indice

Operazioni preliminari

Se vuoi ritornare a Windows 8, è necessario prima eseguire delle operazioni preliminari che possono aiutarti durante le procedure indicate nei paragrafi successivi.

Un requisito fondamentale è quello di eseguire il backup dei dati presenti sul PC. Anche se alcune procedure indicate in questo mio tutorial non sono rischiose, è meglio comunque essere prudenti, nel caso in cui si dovessero verificare degli imprevisti. A tal proposito, ti consiglio di leggere la mia guida su come eseguire il backup dei dati.

Inoltre, durante la procedura di ripristino del sistema operativo, potrebbe esserti richiesto il product key di Windows 8. Questo è un codice che serve per attivare il sistema operativo e poterne sfruttare tutte le sue funzionalità. Puoi leggerlo sulla confezione di Windows, nel caso in cui lo avessi acquistato in negozio, o sull’adesivo che trovi incollato sul case del computer. Se non riesci a trovarlo, puoi leggere la mia guida su come recuperarlo.

Oltre alle indicazioni che ti ho indicato nelle righe precedenti, è utile verificare l’attivazione di Windows 10. Perché? Se non hai attivato Windows 10 quando hai effettuato il passaggio da Windows 8, potresti non riuscirci più, nel caso in cui decidessi nuovamente di voler tornare alla nuova versione del sistema operativo Microsoft.

In questo caso, il product key potrebbe non essere riconosciuto e quindi sarai costretto ad acquistare una nuova licenza di Windows 10. Ciò che ti consiglio è quindi di eseguire l’attivazione del sistema operativo, di cui ti ho parlato nel dettaglio della procedura da seguire nella mia guida su come attivare Windows 10.

Ritornare a Windows 8 tramite funzionalità di Windows 10

Se non sono trascorsi ancora 30 giorni dall’upgrade di Windows 8 a Windows 10, puoi effettuare la procedura di downgrade senza perdere alcun dato. Ciò che ti consiglio però, in ogni caso, è di effettuare un backup così come ti ho indicato nel paragrafo precedente, per evitare che tu possa perdere i dati personali, nel caso in cui avvenisse qualche imprevisto.

Per eseguire quest’operazione, accedi alle Impostazioni di Windows, utilizzando la combinazione di tasti Windows+[i] oppure premendo il tasto Start e facendo clic sull’icona con il simbolo di un ingranaggio.

Nella schermata che ti viene mostrata, premi sull’icona Aggiornamento e sicurezza e seleziona poi la voce Ripristino, situata nella barra laterale sulla sinistra. A questo punto, sotto la dicitura Torna a Windows 8.1 (o Torna alla versione precedente di Windows 10), premi il pulsante Per iniziare.

Tramite quest’opzione, tutti i tuoi dati personali verranno mantenuti, eseguendo la rimozione solo delle app e di tutti i driver che sono stati installati dopo l’aggiornamento. Se ti viene richiesta la motivazione per cui vuoi effettuare il downgrade, specificala tra le opzioni che visualizzi a schermo. A questo punto, premi il pulsante Avanti per tre volte consecutive e dai conferma, tramite il pulsante Torna a Windows 8.1, in modo da iniziare il processo di ripristino.

Il tuo computer si riavvierà eseguendo le operazioni necessarie per reinstallare Windows 8. Prima di accedere al desktop, potrebbero esserti richiesti il product key e le credenziali di accesso dell’account utente.

E se è già trascorso il periodo utile per eseguire il downgrade? In questo caso, le alternative sono due: rinominare preventivamente la cartella di ripristino, in modo che non venga cancellata da Windows, oppure eseguire un’installazione pulita o il ripristino da un backup, di cui ti parlerò nei paragrafi successivi.

Se vuoi sapere come rinominare la cartella di ripristino di Windows 8, avvia Esplora File tramite la sua icona con il simbolo di una cartella, che trovi nella barra delle applicazioni in basso. Nella barra laterale di sinistra, seleziona poi la voce Questo PC e fai doppio clic sull’icona Disco Locale (C:).

Adesso, premi sulla scheda Visualizza e metti un segno di spunta sulla casella a fianco della dicitura Elementi nascosti, in modo tale da visualizzare tutti i file e le cartelle nascoste di Windows. Individua, quindi, la cartella denominata Windows.old, $Windows.~BT, o $Windows.~WS e rinominala come preferisci.

In questo modo, Windows non potrà cancellare la cartella di ripristino di Windows 8, potendo eseguire questa procedura in qualsiasi momento. Quando vorrai ripristinare la precedente versione di Windows, ti basterà eseguire la procedura che ti ho indicato nelle righe sopra e rinominare la cartella con il suo nome originario.

Ritornare a Windows 8 tramite backup

Se possiedi, invece, un’immagine di backup di Windows 8 (ti ho spiegato come crearla in questa mia guida), puoi eseguire il suo ripristino in modo semplice. Quando esegui la procedura di creazione di un’immagine di sistema, ti viene richiesto se masterizzarla su un DVD (scelta consigliata) o salvarla sull’hard disk. Quest’ultima opzione non è consigliabile nel caso in cui tu possieda una sola partizione di sistema.

Come prima cosa, accedi alle Impostazioni di Windows, tramite la combinazione di tasti Windows+[i], e premi poi sulla voce Aggiornamento e sicurezza, nella schermata che visualizzi sullo schermo. Nella barra laterale di sinistra, seleziona poi la dicitura Ripristino e premi sul pulsante Riavvia ora, che trovi sotto la voce Avvia avanzato, per riavviare il computer, il quale accederà alla modalità UEFI.

Nella schermata che ti viene visualizzata dopo il riavvio del PC, fai clic sulla voce Risoluzione dei problemi e scegli di visualizzare le Opzioni avanzate. Tra le scelte che vedi a schermo, pigia su quella denominata Ripristino immagine del sistema e attendi che venga eseguito lo strumento per il ripristino dell’immagine di sistema.

Fatto ciò, seleziona l’account di accesso Windows ed esegui la procedura guidata che visualizzi a schermo, che ti richiederà di selezionare l’immagine da un disco DVD o da un file presente sull’hard disk. Quando la procedura sarà iniziata, il computer effettuerà tutte le operazioni necessarie per ripristinare Windows 8.

Ritornare a Windows 8 con installazione pulita

Un ultimo metodo che puoi eseguire è quello che consiste nell’installazione pulita di Windows 8 che, nel caso in cui tu non abbia eseguito un backup (te ne ho parlato in un paragrafo precedente), comporta la cancellazione di tutti i dati.

Se decidi di percorrere questa strada, la prima cosa che devi fare è procurarti un disco d’installazione di Windows 8. Se non lo possiedi già, puoi crearne uno, scaricando l’immagine ISO direttamente dal sito Web di Microsoft. Accedi, quindi, al link che ti ho fornito e scorri la pagina fino a individuare la sezione Seleziona edizione.

Adesso, usa il menu a tendina per selezionare Windows 8.1 e premi sulla dicitura Conferma. Adesso, scegli la lingua Italiano e prosegui nuovamente tramite il pulsante Conferma. A questo punto, ti verranno mostrati i due pulsanti 32-bit download e 64-bit download, rispettivamente per eseguire il download dell’immagine ISO di Windows 8.1 a 32 bit o a 64 bit.

A download completato, masterizza l’immagine ISO su un DVD (se non sai come fare, ti consiglio uno degli strumenti che ti ho indicato in questa mia guida) e, ad operazione completata, inserisci il DVD nel lettore del computer e riavvia il PC. Il disco verrà avviato automaticamente per iniziare la procedura d’installazione di Windows 8.

Nel caso in cui il disco non dovesse avviarsi, devi provvedere a cambiare l’ordine di priorità del boot da BIOS. Se non sai come eseguire quest’operazione, ti consiglio di leggere la mia guida su come entrare nel BIOS e come configurarlo.

Se hai seguito alla lettera i passaggi che ti ho indicato, visualizzerai delle schermate per la configurazione dell’installazione di Windows 8. Se vuoi sapere nel dettaglio come eseguire l’installazione di questa versione di Windows, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata all’argomento.