Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Windows 8

di

Dopo averci pensato su per qualche giorno, finalmente ti sei deciso e alla fine hai scelto di installare sul tuo fido PC una copia di Windows 8. Prima di "dilettarti" nella cosa, però, vorresti qualche ragguaglio su come portare a termine l’operazione senza combinare "pasticci".

Beh, basta chiedere! Eccoti servita una guida facile facile su come installare Windows 8 in cui troverai tutte le informazioni che ti servono per portare a termine l’operazione in questione sul tuo computer. Credimi, ci vuole più tempo a spiegarlo che a farlo Nelle righe successive, dunque, andremo in primo luogo a scoprire quali sono i requisiti minimi richiesti per poter usare questa versione del sistema operativo Microsoft e le operazioni da compiere prima di installarla. Dopodiché andremo a vedere come effettuare la procedura d’installazione "classica", sia sfruttando il dischetto d’installazione che una chiavetta USB con l’immagine ISO di Windows. 

Per completezza d’informazione, poi, ti spiegherò come retrocedere a Windows 8 da Windows 10 e come installare l’OS su una macchina virtuale, su Mac e su un PC già equipaggiato con Ubuntu. Ti assicuro che è tutto molto più semplice di quello che immagini. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Requisiti minimi

PC

In primo luogo, come ti dicevo a inizio guida, desidero indicarti quali sono i requisiti minimi richiesti per installare Windows 8 sul PC: li trovi riportati qui di seguito.

  • Processore: 1 GHz o superiore con supporto per PAE, NX e SSE2.
  • RAM: 1 GB (32 bit) o 2 GB (64 bit).
  • Spazio su disco: 16 GB (32 bit) o 20 GB (64 bit).
  • Scheda grafica: dispositivo grafico Microsoft DirectX 9 con driver WDDM.

Per ulteriori dettagli, puoi fare riferimento alla pagina Web informativa apposita.

Operazioni preliminari

Prima di entrare nel vivo della guida, andando quindi a scoprire quali sono i passaggi che devi compiere per installare Windows 8 sul tuo PC, ci sono alcune operazioni preliminari che devi compiere.

Mi riferisco, per la precisione, al trovare (o creare) l’immagine ISO del sistema operativo e all’esecuzione di un backup dei dati presenti sul disco del computer su cui andrai a installare il nuovo sistema.

Scaricare Windows 8

Download di Windows

Per poter installare Windows 8 sul tuo computer hai bisogno, necessariamente, dell’immagine ISO del sistema. Se possiedi il dischetto d’installazione dell’OS oppure una chiavetta con l’immagine del sistema, non devi preoccuparti assolutamente di nulla, in quanto tutto ciò che ti occorre è già presente sul supporto.

In caso contrario, puoi scaricare l’immagine ISO di Windows 8 (o per meglio dire di Windows 8.1) dal sito Internet di Microsoft, agendo in maniera semplice, legale e gratuita. Non bisogna disporre del product key per autorizzare il download (ma per attivare il sistema sì, chiaramente) e non è obbligatorio che sul computer in uso ci sia installato lo stesso sistema operativo o un altro OS Microsoft per procedere con il download.

Tenendo conto di quanto appena affermato, per eseguire il il download collegati a questa pagina Web, seleziona l’edizione del sistema operativo che desideri ottenere (es. Windows 8.1 oppure Windows 8.1 N) dal menu a tendina Seleziona edizione e clicca sul pulsante Conferma. Indica poi la lingua del prodotto usando il menu a tendina Scegli una lingua che ti viene mostrato successivamente (es. Italiano) e clicca nuovamente sul bottone Conferma.

Successivamente, la pagina Web verrà ricaricata e tu potrai finalmente procedere con il download del sistema operativo facendo clic sul pulsante 32-bit Download (per ottenere la versione a 32 bit) oppure su quello 64-bit Download (per scaricare la versione a 64 bit). Tieni presente che il file ISO di Windows 8.1 pesa circa 4 GB, per cui il download potrebbe essere non esattamente fulmineo, in special modo se la tua connessione a Internet non è particolarmente veloce.

L’immagine ISO che ricaverai al termine del download potrà essere masterizzata su un DVD, come ti ho spiegato nella mia guida su come masterizzare file ISO, o copiata su una chiavetta USB, come ti ho indicato nella mia guida su come masterizzare ISO su USB, per installare il sistema operativo sul computer.

Backup dei dati

Foto di un hard disk esterno

Come anticipato, un’altra operazione da compiere in via preventiva, prima di installare Windows 8, è l’effettuazione di un backup dei dati presenti sull’hard disk del computer su cui installare il sistema operativo (in modo tale da potervi nuovamente accedere successivamente, anche in caso di eventuali problemi).

Per riuscirci, ti basta usare un hard disk esterno e trasferire tutti i tuoi file personali al suo interno, seguendo le indicazioni sul da farsi che ti ho fornito nei miei tutorial su come trasferire file su hard disk esterno e come eseguire un backup dei dati. Se non ne possiedi ancora un hard disk e non sai bene verso quale prodotto orientarti, ti consiglio la lettura della mia guida all’acquisto sugli hard disk esterni.

Se non hai un hard disk esterno (e non vuoi acquistarne uno) ma possiedi più partizioni secondarie nel disco, puoi eventualmente prendere in considerazione l’idea di spostare i tuoi file in queste, che, è bene precisarlo, non saranno coinvolte durante la procedura d’installazione di Windows 8 sull’unità principale.

Come installare Windows 8

Installazione di Windows 8

Compiuti i passaggi preliminari di cui sopra, possiamo finalmente giungere al nocciolo della questione e andare a scoprire, come effettuare l’installazione di Windows 8.

In primo luogo, devi inserire il dischetto o la chiavetta USB con i file d’installazione del sistema operativo nel PC e riavviare il computer. A questo punto, aspetta che sullo schermo compaia la scritta Premere un tasto per avviare da CD-ROM o DVD-ROM e premi un tasto qualsiasi sulla tastiera del PC per avviare il setup di Windows 8.

Se non riesci ad avviare il DVD o la chiavetta USB per l’installazione del sistema operativo, probabilmente devi impostare il BIOS in modo che veda come drive di riferimento per il boot l’unità DVD o quella USB. Se non sai in che modo riuscirci, leggi la mia guida su come impostare il BIOS per chiarirti subito le idee al riguardo.

Una volta partita la procedura d’installazione di Windows 8, seleziona la lingua del sistema operativo (Italiano) negli appositi menu a tendina e clicca prima sul pulsante Avanti che si trova in basso a destra e, in seguito, sul bottone Installa. Digita quindi il product key della tua copia di Windows nell’apposito campo di testo e clicca nuovamente sul bottone Avanti. Dopodiché accetta le condizioni di utilizzo del sistema operativo, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto le condizioni di licenza, e fai clic ancora una volta sul pulsante Avanti.

Adesso devi scegliere se installare Windows 8 aggiornando la copia del sistema operativo già presente sul computer (solo con Windows 7 e versioni successive vengono mantenuti tutti i dati, i programmi e le impostazioni, mentre per Vista e versioni precedenti ci sono grosse limitazioni in tal senso) oppure se installare il sistema formattando l’hard disk del PC.

Nel primo caso, clicca sulla voce Aggiorna e segui la procedura guidata che si occuperà di trasformare il sistema operativo in essere in Windows 8, senza perdita di dati. Se, invece, preferisci formattare l’hard disk del PC (oppure installare Windows 8 su una partizione separata), clicca sulla voce Personalizzata, seleziona il drive su cui installare il sistema, scegli le opzioni Opzioni unità (avanzate) > Formatta per formattare la partizione selezionata e clicca sul pulsante Avanti per avviare la copia dei file di Windows sul PC. Dopo qualche minuto, il PC si riavvierà da solo.

Al nuovo avvio del PC, attendi che venga eseguita la configurazione dei dispositivi e segui la procedura di configurazione iniziale di Windows 8, nella quale dovrai scegliere il nome del PC, il colore da usare come sfondo della Start Screen e altre impostazioni relative ad aggiornamenti, condivisione di file ecc. Se vuoi usare le impostazioni predefinite, clicca sul pulsante Usa impostazioni rapide e passa subito allo step successivo.

Lo step successivo consiste nell’inserire il proprio indirizzo email Microsoft (Live/Hotmail/Outlook) per usare le funzionalità cloud del sistema operativo. Se non ti interessa sincronizzare i dati e le app tra più PC tramite i servizi cloud del colosso di Redmond, puoi decidere di usare un account utente locale standard (come quello di Windows 7 e precedenti), cliccando prima sulla voce Accedi senza un account Microsoft e poi su quella Account locale.

Digita, infine, il nome utente e la password che vuoi usare per il tuo account utente sul PC (se scegli l’account Live/Hotmail/Outlook, saranno uguali ai dati di accesso dell’indirizzo email) e clicca sul pulsante Fine per goderti il tuo Windows 8. Il sistema sarà accessibile dopo una breve presentazione delle sue funzionalità.

Come installare Windows 8 su Windows 10

Windows 10

Se sono trascorsi meno di 30 giorni da quando hai eseguito l’upgrade da Windows 8 a Windows 10, puoi effettuare la procedura di downgrade senza perdere i dati presenti sul computer (anche se ti suggerisco comunque di effettuare un backup, come ti ho spiegato nel passo a inizio guida, per scongiurare ogni imprevisto). Le uniche cose rimosse saranno le app e i driver installati dopo l’aggiornamento.

Per compiere l’operazione in questione, clicca sul pulsante Start di Windows 10 (quello con la bandierina di Windows), seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio), clicca sulla dicitura Aggiornamento e sicurezza che trovi nella finestra che si è aperta sul desktop e seleziona la voce Ripristino, nella barra laterale sulla sinistra. Premi quindi sul pulsante Per iniziare che trovi sotto la voce Torna a Windows 8.1, per avviare la procedura di downgrade.

Se ti viene richiesta la motivazione in base alla quale desideri effettuare il downgrade, indicala scegliendo tra le opzioni su schermo. Clicca poi sul pulsante pulsante Avanti per tre volte di fila e conferma quelle che sono le tue intenzioni, premendo sul bottone Torna a Windows 8.1.

Fatto ciò, il processo di ripristino verrà avviato. In seguito, il PC si riavvierà eseguendo le operazioni necessarie per reinstallare Windows 8. Prima di accedere al desktop, potrebbero esserti chiesto di inserire il product key e le credenziali di accesso dell’account utente.

Se, invece, sono trascorsi più di 30 giorni da quando hai aggiornato Windows 8 a Windows 10, per tornare alla precedente versione del sistema operativo puoi eseguire un’installazione pulita del sistema operativo, come ti ho spiegato nel capitolo precedente, o il ripristino da un backup. Per maggiori informazioni, fa’ riferimento al mio tutorial su come ritornare a Windows 8.

Come installare Windows 8 su VirtualBox

Come installare Windows 8 su VirtualBox

Non ti va di sovrascrivere il tuo attuale sistema operativo ma non vorresti comunque rinunciare a Windows 8? Allora installa il sistema operativo su una macchina virtuale (quindi una sorta di PC nel PC, che non va a intaccare il sistema reale) usando un software di virtualizzazione.

Personalmente ti suggerisco VirtualBox, un programma per Windows, macOS e Linux che è gratuito, open source e molto semplice da impiegare, il quale consente, per l’appunto, di creare e usare macchine virtuali in maniera molto semplice.

Per servirtene, provvedi in primo luogo a scaricare il programma sul tuo computer collegandoti al relativo sito Internet e facendo clic sul collegamento Windows hosts presente sotto la voce VirtualBox x.x.x platform packages, nella parte in alto della pagina.

Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sul pulsante Avanti per tre volte di fila e, successivamente, sui bottoni e Installa. Dopodiché premi nuovamente il pulsante , seleziona la voce Considera sempre attendibile il software proveniente da Oracle Corporation e clicca sui pulsanti Installa e Fine per concludere la procedura. Da notare che, durante il setup, la connessione a Internet cadrà per qualche istante, perché il programma deve installare nel sistema i driver di rete necessari a far funzionare Internet sulle macchine virtuali.

A questo punto, puoi procedere con la creazione della macchina virtuale su cui installare Windows 8. Per fare ciò, clicca sul pulsante Nuova posto nella parte in alto a destra della finestra di VirtualBox e digita nel campo Nome il nome che intendi assegnare alla virtual machine che stai per creare (es. Windows 8) e la posizione in cui vuoi salvarla usando il campo Cartella della macchina.

In seguito, seleziona la voce Microsoft Windows dal menu a tendina Tipo e Windows 8 (32-bit) o Windows 8.1 (32-bit) dal menu a tendina Versione e fai clic sul pulsante Successivo. Indica, dunque, la quantità di RAM da assegnare alla macchina virtuale spostando il cursore sulla la barra di scorrimento apposita (stando attendo a non sottrarre risorse preziose al sistema operativo).

Clicca poi sui pulsanti Successivo e Crea, premi ancora sul bottone Successivo per due volte di seguito e imposta le dimensioni dell’hard disk virtuale che vuoi creare per virtualizzare Windows 8, sempre tenendo conto di quelle che sono le effettive proprietà hardware del tuo PC. Tieni comunque presente il fatto che gli hard disk creati da VirtualBox sono ad espansione dinamica, il che significa che occupano spazio sul disco del computer solo quando questo viene effettivamente riempito con dei dati. Per ultimare la procedura, fai clic sul pulsante Crea.

Adesso devi procedere con l’installazione vera e propria di Windows sulla macchina virtuale. Per cui, avvia la macchina virtuale appena creata facendo doppio clic sul suo nome (nell’elenco a sinistra della finestra di VirtualBox), fai clic sul menu a tendina nella nuova finestra che si apre, inserisci nel lettore CD/DVD il dischetto d’installazione di Windows 8 e seleziona quest’ultimo dal menu a tendina apposito. Se, invece, hai l’immagine ISO di Windows 8 salvata sul PC, seleziona quest’ultima facendo prima clic sull’icona con la cartella. In seguito, fai clic sul bottone Avvia.

Fatto ciò, non ti resta altro da fare se non attenerti alla consueta procedura guidata per l’installazione del sistema operativo, che è quella che ti ho spiegato nel passo precedente. A installazione ultimata, potrai avviare il tuo Windows 8 virutalizzato semplicemente aprendo VirtualBox e facendo doppio clic sul nome della macchina virtuale. Per ulteriori dettagli riguardo il funzionamento di VirtualBox, puoi fare riferimento al mio tutorial dedicato in via specifica proprio a come usare VirtualBox.

Come installare Windows 8 su Mac

Come selezionare tutto su Mac

Possiedi un Mac e ti piacerebbe installare Windows 8 sul tuo computer a marchio Apple? In primis, ti comunico che la cosa è fattibile. In secondo luogo, ti suggerisco di compiere l’operazione in questione affidandoti a una comoda funzione integrata direttamente in macOS e denominata Boot Camp. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un tool che consente di creare un sistema dual-boot, installando dunque Windows su un’apposita partizione del disco e permettere a macOS e Windows di "convivere" sul medesimo computer senza problemi.

In alternativa, puoi ricorrere, anche nel caso di macOS, all’uso di un software per la virtualizzazione, com il già menzionato VirtualBox (che è disponibile anche per macOS, essendo una soluzione multipiattaforma) oppure, se preferisci affidarti a qualcosa di specifico per Mac, ti suggerisco l’uso di Parallels, un altro programma appartenente alla categoria in questione ma a carattere commerciale (presenta un prezzo base pari a 79,99 euro).

Per ulteriori approfondimenti, ti rimando alla lettura delle mie guide su come installare Windows su Mac e del mio tutorial su come virtualizzare Windows su Mac.

Come installare Windows 8 su Ubuntu

Ubuntu

Sul tuo PC hai installato Ubuntu ma vorresti comunque provare Windows 8? Allora puoi fare sempre riferimento all’uso del summenzionato VirtualBox, andando quindi a virtualizzare il sistema operativo, oppure puoi creare un sistema dual boot in cui scegliere, a ogni accensione del PC, quale sistema operativo eseguire.

In questo secondo caso, devi partizionare il disco in modo da creare una partizione da destinare a Windows. Successivamente, devi effettuare il boot dal disco d’installazione (o dalla chiavetta USB) del sistema operativo Microsoft e devi installare una nuova copia di quest’ultimo sulla partizione creata in precedenza.

Per maggiori dettagli al riguardo, ti rimando alla lettura della mia guida incentrata specificamente su come installare Windows su Linux.