Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare macchina virtuale

di

Una macchina virtuale è un software di virtualizzazione che permette di creare un finto computer, detto macchina virtuale, sui cui può essere eseguito un sistema operativo diverso (o uguale) da quello installato sul computer reale.

Una macchina virtuale è molto utile sostanzialmente per due motivi. Prima di tutto permette di avere a disposizione un altro sistema operativo, senza dover intervenire con un multi-boot, cioè con l’installazione condivisa di più sistemi operativi sullo stesso hard disk, che implica un solo sistema operativo attivo alla volta. In secondo luogo, tutto quello che accade all’interno della macchina virtuale non ha ripercussioni fuori di essa. Puoi così provare, ad esempio, nuovi sistemi operativi, come Linux, senza rischiare di combinare danni sul tuo computer.

Se sei quindi interessato a utilizzare una macchina virtuale sul tuo computer per installare uno o più sistemi operativi, ti consiglio di leggere i prossimi paragrafi, dove ti indicherò come utilizzare alcuni software per creare una macchina virtuale. Siediti comodamente e presta attenzione ai procedimenti che ti indicherò in questa mia guida. Ti auguro una buona lettura.

Indice:

Cenni preliminari

Creare una macchina virtuale di per sé non è difficile. I passaggi che ti indicherò nei paragrafi successivi ti serviranno per capire come installare un software di virtualizzazione e come installare un sistema operativo in esso.

Ti ricordo però che i software di cui ti parlerò non sono provvisti di alcun sistema operativo, né tantomeno di una licenza d’uso per questi. Sarà quindi tua cura provvedere a procurarti il sistema operativo per la tua macchina virtuale.

A tal proposito ti posso consigliare alcuni siti Web per prelevare una copia del sistema operativo che puoi installare. Se sei interessato ad esempio a Linux, posso consigliarti di installare Ubuntu, tramite questo link; in generale, puoi consultare tutte le distribuzioni di Linux tramite questo link.

Se invece vuoi effettuare il download del sistema operativo Windows 10, puoi utilizzare lo strumento messo a disposizione da Microsoft, denominato Media Creation Tool, che ti permetterà di scaricare un’immagine ISO di Windows 10. Ti ricordo però che la versione che scaricherai sarà senza licenza e quindi dovrai provvedere ad acquistarne una.

Per quanto riguarda invece macOS, purtroppo non esistono dei download ufficiali messi a disposizione da Apple per installare questo sistema operativo su macchine diverse da quelle messe in vendita dall’azienda produttrice.

Inoltre, anche se in modo non ufficiale sono reperibili alcune distribuzioni di macOS, alcune macchine virtuali potrebbero non essere completamente compatibili con questo sistema operativo, con il rischio che alcune caratteristiche non funzionino.

Come creare una macchina virtuale con VirtualBox

Come installare VirtualBox

Il primo passo che devi effettuare per installare una macchina virtuale è quella di procurarti uno dei tanti software adibiti allo scopo. Uno tra quelli che ti consiglio è VirtualBox, distribuito gratuitamente e open source per sistemi operativi Windows, Linux e macOS.

Se sei interessato quindi a installare questo software di virtualizzazione, ti consiglio di raggiungere il sito Web ufficiale e fare clic sulla voce Downloads che puoi vedere situata nel lato sinistro dello schermo.

Dato che in questa guida affronterò l’installazione di una macchina virtuale su un dispositivo con sistema operativo Windows, dovrai fare quindi clic sul pulsante indicante la dicitura x86/AMD64 accanto alla voce Windows hosts.

Al termine dello scaricamento del file d’installazione, fai doppio clic su di esso e fai clic poi sul pulsante Avanti. Assicurati che tutti i componenti necessari all’installazione siano attivi (puoi intuirlo dai riquadri di colore bianco) e fai clic sul pulsante Avanti per due volte consecutive.

Nella finestra successiva, ti verrà indicato che il software provvederà all’installazione di una nuova scheda di rete, che servirà per permettere al sistema operativo installato nella macchina virtuale di connettersi a Internet; fai quindi clic sul pulsante Si per continuare con l’installazione. Fai quindi clic poi sul pulsante Installa e attendi la fine del processo.

Una volta che avrai effettuato tutte queste operazioni che ti ho indicato, potrai adesso concludere la procedura facendo clic sul pulsante Fine.

Come configurare VirtualBox

Adesso che hai provveduto all’installazione di VirtualBox, dovrai procedere con la sua configurazione. Per effettuare quest’operazione avvia il programma facendo clic sulla sua icona sul desktop, nel caso in cui non ti venisse avviato automaticamente alla fine dell’installazione.

Fai quindi clic sul pulsante Nuova, che trovi nella barra in alto, per aprire una finestra. All’interno di questa dovrai indicare un nome a tua scelta per la nuova macchina virtuale che ti stai accingendo a creare; dovrai inoltre selezionare il sistema operativo e la sua versione dai menu a tendina che trovi nei campi sottostanti.

Fai poi clic sul pulsante Successivo e configura le schermate che seguono con i parametri hardware da assegnare alla macchina virtuale. Indica quindi la quantità di memoria RAM da allocare, evitando di scendere oltre la soglia consigliata. Fai quindi clic sul pulsante Successivo per continuare.

Nella schermata Disco fisso, dovrai invece creare una partizione virtuale che ospiterà il sistema operativo. Se non possiedi un’immagine del disco virtuale (creata precedentemente con un software di virtualizzazione) dovrai allora attivare la casella Crea subito un nuovo disco fisso virtuale.

Fai quindi clic sul pulsante Crea e mantieni attiva la casella VDI, per utilizzare l’immagine disco solo e soltanto con VirtualBox. Se volessi invece utilizzare in futuro altri programmi, puoi creare una partizione disco negli altri due formati che vedi a schermo, che sono compatibili con altri software di virtualizzazione. Fai poi clic sul pulsante Successivo per continuare.

Nella schermata successiva, puoi decidere lo spazio che dovrà occupare la partizione virtuale. Potrai scegliere tra Allocato dinamicamente oppure Dimensione specificata. Ti consiglio di scegliere la prima opzione e di fare poi clic sul pulsante Successivo.

Scegli adesso il nome del disco fisso virtuale e la quantità massima di spazio virtuale che può contenere. Conferma poi tutte queste operazioni, facendo clic sul pulsante Crea.

Come installare il sistema operativo su VirtualBox

Per procedere all’installazione del sistema operativo sulla macchina virtuale, devi inserire il supporto fisico (DVD) contenente i file del sistema operativo che vuoi installare. In questa guida provvederò a titolo di esempio a installare il sistema operativo Windows 10 sulla macchina virtuale.

Se quindi come nel mio caso hai provveduto ad esempio a scaricare Windows 10 tramite il Media Creation Tool di Microsoft, avrai magari creato un un’immagine ISO contenente il sistema operativo.

Se hai necessità di un consiglio su come masterizzare l’immagine ISO su un DVD, ti consiglio di leggere la mia guida a questo link. Puoi anche decidere di non masterizzare l’immagine ISO e montarla direttamente sull’unità DVD virtuale di VirtualBox.

Fai quindi clic sul pulsante Avvia che trovi nella parte alta della finestra e, nella finestra che ti appare, seleziona l’unità disco contenente il DVD di Windows; nel caso in cui tu possieda un’immagine ISO, fai clic sull’icona con il simbolo della cartella. Fai quindi clic sul pulsante Avvia per iniziare la procedura di installazione di Windows 10.

Se hai qualche dubbio sulla procedura di installazione di Windows 10, ti consiglio allora di prendere visione della guida che puoi leggere facendo clic su questo link, dove ti indico la procedura per installare questo sistema operativo.

Altri programmi per creare una macchina virtuale

VirtualBox è soltanto uno tra i software che ti permetteranno di creare una macchina virtuale in poco tempo e senza procedure particolarmente difficili. Nel caso in cui il programma da me indicato in questo tutorial non dovesse fare al caso tuo, non preoccuparti, perché sono ancora in grado di aiutarti.

Esistono infatti anche altri software che puoi utilizzare per creare una macchina virtuale nel tuo PC. Qui di seguito ti indicherò a titolo di esempio alcuni programmi che potrebbero fare al caso tuo, disponibili sia su Windows che su macOS.

  • VMware Workstation Player (Windows) – Questo software di virtualizzazione è distribuito gratuitamente per un uso personale e non commerciale. La lista dei sistemi operativi che possono essere virtualizzati è davvero lunga; tra questi vi è il supporto ai sistemi operativi Windows, alle distribuzioni Linux e a tantissimi altri. Se vuoi saperne di più su come utilizzare il software VMware Workstation Player, ti consiglio allora di prendere visione della mia guida intitolata come virtualizzare con VMware, nella quale ti spiego passo dopo passo come procedere.
  • Fusion (macOS) – In questo caso ti segnalo invece un software a pagamento, sviluppato anche esso da VMware e pensato per gli utenti Mac che hanno bisogno di una macchina virtuale per emulare un sistema operativo differente da quello in uso. Nel caso in cui tu voglia utilizzare questo software, ti faccio presente che è possibile provarlo in versione di prova gratuita scaricandolo dal suo sito Web ufficiale.
  • Parallels Desktop (macOS) – In maniera simile al software Fusion, di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, per creare una macchiana virtuale sul tuo computer con sistema operativo macOS, puoi utilizzare Parallels Desktop. Questo programma è disponibile soltanto a pagamento, con la possibilità di effettuare una prova gratuita.