Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori smartphone Android: guida all’acquisto

di

Il tuo vecchio cellulare non è più veloce e reattivo come un tempo e hai deciso che è il momento di cambiare smartphone? O magari non sei più soddisfatto dalle caratteristiche del tuo dispositivo e stai cercando un telefono che sia migliore per qualità fotografica, autonomia o prestazioni? Bene, allora sei capitato nel posto giusto: ti aiuterò a capire come scegliere e acquistare i migliori smartphone Android che si adattano alle tue esigenze.

Se ti senti sopraffatto dall’impressionante offerta di smartphone Android, non preoccuparti: è perfettamente normale. Ci sono tantissimi modelli sul mercato e non è sempre facile scegliere il miglior smartphone Android di fascia alta, media o bassa. Spendere la cifra giusta per il miglior smartphone Android può sembrare un’impresa impossibile: ecco perché voglio facilitarti il compito.

Prima però voglio darti qualche “dritta” su quali aspetti valutare in fase di acquisto: ogni smartphone Android presenta caratteristiche peculiari, che però spesso risultano oscure e poco comprensibili. Non voglio spaventarti, anzi: dopo che avrai terminato la lettura di questa guida diventerai un vero esperto nell’acquisto di uno smartphone Android.

Indice

Come scegliere uno smartphone Android

smartphone android

Nei prossimi paragrafi troverai tutte le informazioni che devi conoscere per acquistare con consapevolezza il miglior smartphone Android che si adatta a te e al tuo utilizzo. Ecco perché, prima di iniziare, vorrei che tu spendessi qualche minuto per la lettura delle caratteristiche che distinguono i diversi modelli per trovare il miglior telefono Android per te. Così sarai più informato prima di finalizzare l’acquisto e potrai ritenerti un utente soddisfatto una volta fatto il tuo acquisto.

Processore e RAM

processore-e-RAM

Possiamo tracciare un paragone tra lo smartphone e il corpo umano: in questo caso, il processore potrebbe essere il cervello, mentre la RAM è la memoria. Il processore, detto anche Central Processing Unit (CPU) o System on Chip (SoC), è come appena accennato il cuore pulsante di ogni smartphone Android: è grazie alla sua capacità di calcolo se possiamo fare qualsiasi operazione con il nostro device, e dalle sue prestazioni dipendono le prestazioni generali del terminale.

Un processore è di solito composto da più componenti fisici, detti core: queste piccole unità sono predisposte al puro calcolo. In aggiunta, il processore è composto da altre parti come l’Image Signal Processing (ISP) che entra in azione quando si scattano foto o registrano video, per migliorarne la resa, e la Graphics Processing Unit (GPU), che gestisce i calcoli grafici, come quelli necessari alla visualizzazione dell’interfaccia utente e alla riproduzione dei giochi per Android.

La potenza di un processore è data dalla sua capacità di completare i calcoli in modo più o meno veloce e si misura in Gigahertz (GHz): maggiore è la velocità espressa in GHz, più calcoli sarà capace di completare in un tempo minore. Esistono molte aziende che producono processori per smartphone Android ma quelle più conosciute sono Qualcomm, che fornisce spesso CPU per dispositivi di fascia medio-alta, MediaTek, Exynos e Kirin.

Senza processore il telefono non può portare a termine nessuna operazione, ma è ugualmente importante la memoria RAM. Quest’ultima permette al sistema di immagazzinare e scambiare informazioni molto velocemente, sia con il processore che con la memoria fisica del dispositivo. Maggiore è la dimensione della memoria RAM, più dati lo smartphone può tenere sempre a portata di mano per un pronto utilizzo: ecco perché è importante avere un buon quantitativo di memoria RAM se hai intenzione di usare molte applicazioni contemporaneamente.

La capacità della memoria RAM viene espressa in Gigabyte (GB) e al giorno d’oggi il quantitativo minimo per poter operare con uno smartphone e un buon numero di app è di almeno 4 GB, meglio ancora se il telefono incorpora almeno 6 GB di memoria.

Display

display smartphone android

La tecnologia utilizzata per il display di un dispositivo è un criterio importante di scelta in fase di acquisto. Poniti la seguente domanda: per cosa userò maggiormente il mio smartphone Android? Se la risposta è per guardare molti contenuti multimediali, specialmente di sera o quando sei a letto o sul divano, allora dovresti propendere per la scelta di un display con tecnologa AMOLED.

Gli schermi AMOLED sono caratterizzati da un contrasto assoluto, neri profondi (in quanto i pixel neri vengono effettivamente spenti) e colori vividi: ideali per la fruizione di contenuti, ma costano di più rispetto ai più diffusi display IPS LCD, che non hanno neri assoluti ma comunque possono essere comunque di ottima qualità.

Importante anche la risoluzione del display, ovvero la quantità di elementi presenti sullo schermo. Ogni schermo è infatti composto da tanti piccoli pixel e la risoluzione definisce la quantità di queste “piccole lucette” sull’asse verticale o orizzontale. Una buona risoluzione per avere una qualità d’immagine più che sufficiente per la visione di contenuti è il Full-HD (FHD), dove ci sono almeno 1080 x 1920 pixel: è facile infatti trovare sigle come Quad-HD e Ultra-HD, dove la densità è due o addirittura quattro volte superiore al Full-HD. C’è anche la risoluzione HD, con 720 x 1280 pixel, la più bassa tra tutte. A volte potresti trovare il simbolo + accanto all’indicazione della risoluzione: significa che il rapporto di forma utilizzato prevede un numero maggiori di pixel rispetto alle risoluzioni appena citate. Ricordati comunque che uno schermo più risoluto inficia negativamente sulla durata della batteria.

Negli ultimi anni è facile trovare indicata, nei telefoni di fascia medio-alta, la frequenza di aggiornamento del display. Gli smartphone normalmente operano a 60 Hz: significa che l’immagine sullo schermo viene aggiornata 60 volte al secondo. Una frequenza d’aggiornamento più elevata, come 120 Hz o 144 Hz, si traduce in un utilizzo dell’interfaccia e in una visualizzazione di app e, soprattutto, giochi più fluida.

Infine, la dimensione del display: una questione perlopiù soggettiva, ma che ha anche dei risvolti tecnici. La dimensione display si misura in pollici prendendo la diagonale dello schermo, ed è in media cresciuta negli anni: non è difficile oggi trovare smartphone con una dimensione di 6.8 pollici o più, che fino a qualche anno sarebbero stati considerati phablet se non addirittura tablet.

Quando acquisti uno smartphone Android di fascia bassa, fai attenzione alla risoluzione schermo in rapporto alla dimensione. Se su di uno schermo da 6.5 pollici una risoluzione Full-HD o Full-HD+ va più che bene, una risoluzione HD o HD+ sulla stessa diagonale risulterebbe in contenuti poco definiti e persino sgranati ai tuoi occhi.

Fotocamere

fotocamere smartphone android

Una delle qualità più pubblicizzate dai produttori di smartphone Android è quella relativa al comparto fotografico, ma bisogna fare attenzione. Non sempre guardando i semplici numeri è possibile capire le capacità fotografiche di un telefono. Mi spiego meglio: spesso i dati riguardanti i sensori fotografici degli smartphone vengono misurati in Megapixel (MP o MPX).

Ad un maggior numero di Megapixel corrisponde una foto più risoluta e dettagliata, ma il risultato finale di uno scatto è dettato da altri fattori: algoritmi software di post-produzione, meccanismi di stabilizzazione ottica dell’immagine (sia software che hardware), qualità delle lenti utilizzate e così via.

Ci sono poi altri fattori da considerare: l’apertura del diaframma del sensore principale, la quale indica la capacità di catturare una maggior quantità di luce; la presenza di lenti grandangolari o telescopiche, così da offrire una maggior varietà in fase di cattura degli scatti; il software su smartphone e le opzioni avanzate che esso offre, come ad esempio la possibilità di catturare foto in High Dynamic Range (HDR). Puoi sempre rimediare successivamente utilizzando le migliori app per modificare foto, ma se lo scatto iniziale è già di ottima qualità il risultato finale sarà ancora più sorprendente.

L’unico modo certo di conoscere la resa fotografica di un determinato modello di smartphone è quello di farsi una propria opinione guardando le recensioni di altri utenti, se ad esempio si acquista su Amazon, o aiutandosi con recensioni scrupolose e dettagliate, come quelle realizzate da DxOMark Mobile.

Connettività e supporto dual SIM

Connettività dual SIM smartphone Android

Le tecnologie di comunicazione mobile evolvono nel corso degli anni: attualmente la connettività più avanzata disponibile sul mercato è quella che sfrutta le reti 5G. In fase di acquisto è bene considerare la tecnologia di rete a cui lo smartphone Android si appoggia: un telefono con supporto alle reti 5G è sicuramente da preferire rispetto al vecchio standard 4G/LTE.

Questo non vuol dire che un telefono con il solo supporto 4G/LTE sia da scartare a priori, tutt’altro. Al momento, la tecnologia di rete 4G/LTE è perfettamente in grado di soddisfare le tue esigenze. Molti si chiedono perché avere uno smartphone 5G? Una delle risposte potrebbe essere: quando la tecnologia 5G raggiungerà la stessa diffusione di quella attuale potrai sfruttarne appieno le potenzialità senza dover cambiare telefono.

Se per lavoro hai la necessità di avere due schede SIM operative sul tuo telefono Android allora ti consiglio di controllare se il modello che hai scelto ha il supporto dual SIM. Alcuni smartphone Android offrono anche il supporto e-SIM e permettono, in teoria, di poter cambiare operatore facilmente senza la necessità di avere la scheda fisica da inserire all’interno dell’alloggiamento dello smartphone. Non puoi però utilizzare due e-SIM su di un telefono Android, almeno per il momento.

Oltre alla connettività mobile dovresti anche dare uno sguardo alla scheda tecnica e capire come è supportata la tecnologia Wi-Fi. Il nuovo standard Wi-Fi 6, che non è supportato da tutti, offre diversi vantaggi come latenza inferiore e un consumo minore della batteria. Per sfruttare al meglio il tuo smartphone Android con Wi-Fi 6 dovrai dotarti anche di un router Wi-Fi dotato della stessa tecnologia: ti basta dare un’occhiata a questa guida per sapere su che modello orientarsi.

Se vuoi ascoltare musica con cuffie wireless controlla anche la versione Bluetooth del telefono, in particolare se riporta la dicitura Bluetooth LE. Questa tecnologia permette di risparmiare batteria quando si collega il telefono ad altri dispositivi che la supportano, come smartwatch, fitness tracker e cuffie Bluetooth. Le versioni più recenti con prestazioni migliori sono Bluetooth 5.0 e Bluetooth 5.2, per cui assicurati che la scheda tecnica dello smartphone che vuoi acquistare ne sia provvisto.

I pagamenti elettronici in modalità contactless sono possibili soltanto se il tuo telefono è dotato di Near Field Communication (NFC), una tecnologia wireless che permette di utilizzare Samsung Pay o Google Pay per pagare alle casse auotomatiche e ai POS. Se vuoi sapere come funziona la tecnologia NFC, leggi la guida che ti ho appena linkato, ma assicurati che il tuo smartphone ne sia dotato.

Aggiornamenti software e update di sicurezza

aggiornamenti software update sicurezza android

Un telefono aggiornato è più sicuro e offre migliori funzionalità nel tempo: a seconda del modello che scegli, della fascia di prezzo e del brand scelto, cambia però la politica sugli aggiornamenti.

Quando parlo di aggiornamenti software intendo quelli relativi al sistema operativo di base: quello lo sviluppa Google e ogni anno viene aggiornato con una nuova versione: se vuoi sapere la versione del tuo smartphone segui questa guida. I singoli produttori di smartphone come Samsung, Xiaomi e HUAWEI poi lo personalizzano: ecco perché le interfacce grafiche e le funzionalità non sono uguali per tutti i telefoni.

Gli smartphone Android top di gamma sono quelli che di solito vengono aggiornati di più nel tempo: solitamente sono supportati dalle aziende fino a due o tre versioni del sistema operativo Android successive. Non c’è una regola definita e ogni produttore fa caso a sé.

Google ad esempio produce la linea di smartphone Google Pixel e promette supporto software per tre aggiornamenti consecutivi, o tre anni. Samsung invece offre quattro anni di update di sicurezza, che sono differenti dagli aggiornamenti software. Gli update di sicurezza servono a risolvere falle di sicurezza che potrebbero essere sfruttate da malintenzionati, ma non aggiungono nuove funzionalità e non cambiano l’aspetto dell’interfaccia utente.

Ogni brand che produce smartphone ha una sua interfaccia utente: Xiaomi ha la MIUI, OPPO e OnePlus hanno la ColorOS, Samsung ha la One UI e HUAWEI ha la EMUI. Le interfacce utente, o User Interface (UI), sono un po’ come i vestiti: ogni produttore di hardware ne crea una così che possa adattarsi perfettamente agli smartphone che produce. Ecco perché spesso alcune funzionalità che sono presenti su di uno smartphone Samsung con la One UI non le ritroviamo su un altro telefono di Xiaomi o HUAWEI.

Inoltre, produttori come Xiaomi e OnePlus tendono a inserire importanti novità software pur non aggiornando la versione del sistema operativo. In linea di massima, un terminale top di gamma viene comunque aggiornato più spesso e più a lungo rispetto a uno di fascia medio-bassa. Valutare le funzioni esclusive offerte dalle singole interfacce utente è fondamentale, soprattutto per chi utilizza lo smartphone Android per lavoro.

Altre caratteristiche

certificazione IP smartphone Android

Ci sono poi caratteristiche accessorie che possono far pendere l’ago della bilancia per un modello rispetto a un altro, una tra tutte la certificazione Ingress Protection (IP). Questa certificazione attesta il grado di resistenza del telefono all’ingresso di polveri fini e acqua con un codice identificativo a due cifre, in una scala da 0 a 7 (9 per l’ingresso d’acqua). Qui trovi maggiori informazioni sull’argomento.

Se ad esempio uno smartphone Android ha una certificazione IP67 vorrà dire che offre una protezione totale contro l’ingresso di polvere, in quanto il grado 6 è quello più alto per la protezione da particelle solide; mentre il numero 7 indica la capacità dello smartphone di essere immerso temporaneamente fino ad 1 metro di profondità o più in acqua per un massimo di 30 minuti.

Esistono smartphone definiti “rugged” che sono particolarmente resistenti alle cadute e all’ingresso di agenti esterni: in questo caso potresti trovare un valore fino a IP69K per l’ingresso di acqua, o la certificazione MIL-STD-810G, in cui gli smartphone vengono messi a dura prova. Uno smartphone con certificazione MIL-STD-810G è a prova di caduta e urto, impermeabile e resistente alle vibrazioni, resiste a temperature estreme e non consente l’ingresso di umidità.

Attento anche alla capacità batteria dello smartphone: a una capacità maggiore corrisponde, in linea di massima, una maggiore autonomia. Questo perché l’autonomia di un telefono Android dipende da diversi fattori: dimensione e risoluzione schermo, processore, interfaccia utente, modalità d’uso, fattori ambientali come temperatura ambiente durante l’utilizzo e forza del segnale per la connessione 4G o 5G. La capacità di una batteria si misura in mAh o milliampereora: nonostante i vari fattori che ti ho appena enunciato, con un valore pari o superiore a 3.500/4.000 mAh di solito si ottengono ottimi risultati sul fronte autonomia.

Certo, se sei un “power user”, uno di quelli che davvero usa il telefono in mille modi sfruttando tutte le tecnologie incluse al suo interno, magari potresti orientarti su di un telefono con una capienza maggiore: in commercio ci sono ottimi smartphone con batterie da 5000 mAh e oltre.

Parlando di autonomia, non possiamo non accennare ai metodi per la ricarica rapida cablata e wireless. Immagina di dover uscire di casa e di avere soltanto pochi minuti per ricaricare il telefono: ebbene, esistono smartphone che possono ricaricare quasi la metà della batteria in meno di 15 minuti. Se per te avere una ricarica rapida è importante, allora fai attenzione a questo dettaglio in fase di acquisto; idem per la ricarica rapida wireless, che consente di caricare rapidamente il telefono sfruttando la tecnologia a induzione senza fili.

Sempre rimanendo nell’ambito di chi il telefono lo sfrutta a dovere, controlla anche che sia presente il supporto USB On-The-Go (USB OTG). Questo ti permette di collegare periferiche USB al tuo smartphone come hard disk esterni, chiavette, tastiere, mouse e joypad: se vuoi maggiori informazioni le trovi qui.

I telefoni più performanti supportano anche lo standard USB Type-C 3.0 o superiore: questo non solo abilita a velocità di trasferimento maggiori, ad esempio quando proviamo a scaricare foto sul computer da smartphone Android, ma permette di fare cose che non sarebbero possibili altrimenti.

Smartphone Android come Samsung e HUAWEI di fascia alta offrono infatti la possibilità di collegare monitor o hub USB, così da poterli usare come se fossero dei veri e propri computer. In particolare, la modalità DeX degli smartphone Samsung è una delle più apprezzate per chi vuole avere con sé il proprio ufficio personale sempre a portata di mano.

Molti smartphone non presentano più il jack cuffie, quel piccolo ingresso circolare da 3.5 millimetri che permette di usare auricolari o cuffie con il filo. Vengono ancora prodotti modelli con il jack cuffie, ma questi sono rari e questo standard sta venendo abbandonato in favore di soluzioni wireless o con attacco USB Type-C.

C’è infine una nuova categoria di smartphone Android pieghevoli che ha ormai raggiunto una certa maturità: se i primi modelli erano più acerbi e dal prezzo proibitivo, ora esistono alcuni modelli che potrebbero rappresentare una ghiotta occasione, in particolare se sfrutti promozioni particolari come quelle messe in campo da Samsung. Uno smartphone dotato di display pieghevole è sicuramente molto bello dal punto di vista estetico, ma potrebbe attirarti anche la maggiore dimensione del display una volta aperto. Ricorda che però c’è un prezzo da pagare per questa innovazione e un display pieghevole incide notevolmente sul prezzo finale di vendita.

Miglior smartphone Android qualità prezzo

smartphone android

Bene, ora che sai esattamente su cosa puntare la tua attenzione quando sei alla ricerca di un nuovo telefono permettimi di consigliarti alcuni dei migliori modelli di smartphone Android che puoi trovare attualmente sul mercato. Li trovi divisi per fasce di prezzo, così da poterne valutare l’acquisto in base alle tue esigenze e al tuo budget.

Miglior smartphone Android sotto i 300 euro

Partiamo con una disamina dei modelli economici del mercato, quelli che forniscono un’esperienza di tutto rispetto nonostante il prezzo contenuto. Ormai gli smartphone in questa fascia sono abbastanza evoluto da garantire prestazioni di tutto rispetto, seppur presentando dei limiti rispetti ai modelli più evoluti, ma anche più costosi.

OPPO A74

OPPO A74

Questo smartphone Android economico di OPPO ha un display da 6.43 pollici AMOLED con luminosità massima di 800 nit, una risoluzione display di 1080 x 2400 pixel e monta il processore Qualcomm Snapdragon 662. Queste caratteristiche, combinate a 4/6 GB di memoria RAM e 128 GB di memoria interna lo rendono un telefono con pochi punti deboli, in relazione al prezzo. Il modulo fotocamere di OPPO A74 comprende tre sensori, di cui il principale è da 48 MP con apertura f/1.7 a cui si aggiungono un sensore macro e uno per il calcolo della profondità di campo, entrambi da 2 MP. La batteria da 5.000 mAh è abbastanza capiente da resistere anche a un uso molto intenso, mentre con la ricarica rapida SuperVOOC 2.0 a 33 Watt si può ricaricare più del 50% della capacità massima in 30 minuti. È un telefono dual SIM che offre anche un sensore d’impronta sotto il display di tipo ottico e monta l’interfaccia software ColorOS, ed è anche dotato di jack d’ingresso per le cuffie.

OPPO A74 Smartphone, 175g, Display 6.43" AMOLED, 4 Fotocamere 48MP, RA...
Vedi offerta su Amazon

Redmi Note 10S

Xiaomi Redmi Note 10S

Uno dei migliori smartphone Android Xiaomi nella fascia medio-bassa, con a bordo il processore Mediatek Helio G95 pensato per i giocatori più incalliti. Disponibile con 4/6/8 GB di memoria RAM e 64/128 GB di memoria interna offre un ampio display da 6.43 pollici con tecnologia AMOLED e una risoluzione di 1080 x 2400 pixel. Uno dei maggiori punti di forza di Redmi Note 10S è la giunonica batteria da 5.000 mAh, alla quale si aggiunga la ricarica rapida a 33 Watt. Nella parte frontale presenta un “foro” al cui centro è incastonato il sensore selfie da 13 MP; nella parte posteriore invece ci sono quattro sensori, con il principale da 64 MP dotato di apertura f/1.8, ma c’è anche un sensore ultragrandangolare da 8 MP e uno per le fotografie macro da 2 MP; l’ultimo sensore da 2 MP viene utilizzato come ausilio tecnico per calcolare la profondità di campo. L’interfaccia Android è la MIUI, è dotato di speaker stereo e presenta anche l’ingresso da 3.5 mm per il collegamento di cuffie cablate.

Note 10 64gb Grey
Vedi offerta su Amazon

realme 8

realme 8

Quando si tratta di avere un ottimo smartphone dotato di tanta tecnologia al miglior prezzo è difficile battere realme 8, che si fregia del titolo di smartphone più venduto su Amazon. Il cuore pulsante è il processore Mediatek Helio G95, progettato appositamente per lunghe sessioni di gaming. Se ti piace giocare ma non vuoi spendere troppo allora realme 8 ha quello che fa per te: oltre all’ottimo processore c’è un display Super AMOLED da 6.4″ Full-HD con sensore d’impronta integrato nel display. Si tratta anche di uno dei pochi modelli economici con 1000 nit di luminosità di picco e supporto HDR 10. E se sei sempre preoccupato per l’autonomia, non aver paura: c’è una grande batteria interna da 5.000 mAh che puoi caricare in 65 minuti grazie alla ricarica rapida da 30 Watt. Il comparto fotografico principale si compone di quattro sensori: uno da 64 MP con apertura f/1.8, uno da 8 MP ultragrandangolare, uno da 2 MP per le macro e uno da 2 MP per il calcolo della profondità della scena di scatto. C’è una fotocamera frontale da 16 MP per gli autoscatti ed è un dispositivo dual SIM.

realme 8 Smartphone, Quad camera da 64 MP con AI, Display Super AMOLED...
Vedi offerta su Amazon

Miglior smartphone Android sotto i 500 euro

Continuiamo l’esplorazione dei migliori smartphone Android addentrandoci nella fascia media della categoria. Rispetto agli smartphone più economici qui troviamo l’utilizzo di materiali migliori, come ad esempio il vetro al posto della plastica per la cover posteriore, oltre ad avere prestazioni migliori, specialmente sotto il punto di vista della resa fotografica.

Xiaomi 11 Lite 5G

Xiaomi Mi 11 lite 5G

Uno dei best seller su Amazon, lo Xiaomi 11 Lite 5G è il più piccolo della linea di smartphone Xiaomi 11 e come si evince dal nome non nasconde il supporto alle reti 5G di nuova generazione. L’ampio e brillante display da 6.53″ AMOLED ha una risoluzione di 1080 x 2400 pixel e offre anche un refresh rate a 90Hz, così da risultare più fluido durante l’utilizzo. Il processore Qualcomm Snapdragon 780G è un buon compromesso tra prestazioni ed efficienza energetica, che unito a 6/8 GB di RAM e 64/128/256 GB di memoria interna lo rendono un efficace device tuttofare. La batteria da 4.250 mAh non è la più grande in questa fascia di prezzo ma garantisce una discreta autonomia e c’è sempre la possibilità di sfruttare la ricarica rapida a 33 Watt. Sono presenti due speaker per un suono stereo e il comparto fotografico principale si fregia di tre sensori: uno da 64 MP con apertura f/1.8, uno da 8 MP ultragrandangolare e uno da 5 MP per gli scatti macro. La connettività è completa con Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2 LE. È dotato di uno slot SIM ibrido che può alloggiare due SIM o una SIM e una scheda di espansione microSD.

Xiaomi Mi 11 Lite 5G - Smartphone 128GB, 8GB RAM, Dual Sim, Nero
Vedi offerta su Amazon

realme GT Master Edition

realme GT Master Edition

L’aspetto che più spicca del realme GT Master Edition è sicuramente il display Super AMOLED da 6.43″ con risoluzione Full-HD+ e sensore d’impronta sotto il display: di rado a questo prezzo si vede un refresh rate elevato da ben 120Hz. Questo lo rende uno dei terminali più fluidi da maneggiare, sia durante l’uso dell’interfaccia che durante il gaming. Chi sceglie di giocare con questo telefono può farlo grazie alla presenza del processore Qualcomm Snapdragon 778 5G, il quale fornisce anche l’hardware necessario per il collegamento alle reti 5G. Sul fronte connettività troviamo Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2, oltre al supporto dual SIM . La batteria da 4.300 mAh può essere ricaricata completamente in poco più di 30 minuti grazie alla ricarica rapida a 65 Watt. I tagli di memoria proposti sono 6/8 GB di RAM e 128/256GB di memoria interna. Completa la dotazione multimediale un comparto fotografico discreto con tre sensori: uno da 64 MP con apertura f/1.8, uno da 8 MP ultragrandangolare e uno da 2 MP per foto macro.

Samsung Galaxy A52s 5G

Samsung Galaxy A52s

È sicuramente uno dei miglior smartphone Android 5G soprattutto in relazione al prezzo di vendita. Partiamo infatti da una caratteristica che lo contraddistingue rispetto ad altri nella stessa fascia di prezzo: la certificazione IP67 contro l’ingresso di acqua e polvere. Il display Super AMOLED da 6.5″ ha una risoluzione di 1080 x 2400 pixel e un refresh rate a 120Hz, con il sensore d’impronte integrato sotto lo schermo. Rispetto ad altri modelli, questo Samsung Galaxy A52s 5G è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon 778 5G invece degli Exynos realizzati dall’azienda coreana. Questa scelta comporta ottime prestazioni, supporto alle reti 5G e una discreta efficienza energetica, che insieme alla batteria da 4.500 mAh con ricarica rapida a 25W lo rendono un prodotto estremamente bilanciato. C’è il Wi-Fi 6 e il Bluetooth 5.0, doppio speaker stereo e anche il jack da 3.5 mm. I modelli sono dotati di 4/6/8 GB di RAM e 128/256 GB di memoria interna. Quattro sensori compongono il comparto fotografico: uno da 64 MP con apertura f/1.8, uno ultragrandangolare da 12 MP, uno da 5 MP per lo scatto macro e uno da 5 MP per calcolare la profondità di campo. Davvero pochi punti deboli per questo smartphone, il quale si distingue per caratteristiche che di solito si trovano su telefoni di fascia alta.

SAMSUNG Galaxy A52s 5G Nero - 6GB - 128GB - 5G
Vedi offerta su Amazon

Miglior smartphone Android di fascia alta

Gli smartphone che troverai elencato di seguito rappresentano il top del mercato per prestazioni, materiali ed esperienza d’uso. L’interfaccia utente propone funzioni esclusive o caratteristiche uniche che fanno spiccare questi modelli se confrontati con prodotti più economici. Se non sei il tipo che accetta compromessi quando acquista un prodotto allora questi sono gli smartphone Android top di gamma da considerare.

Samsung Galaxy Z Fold3 5G

Samsung Galaxy Z Fold3 5G

Parliamo ora di uno dei miglior smartphone Android pieghevoli il quale si fa notare subito per il prezzo di vendita particolarmente elevato, ma anche per una serie di funzioni e caratteristiche che è impossibile trovare altrove. Quando è chiuso il Samsung Galaxy Z Fold3 5G presenta uno schermo Dynamic AMOLED 2x da 6.2 pollici e 120Hz di refresh rate con risoluzione 832 x 2268 pixel; quando lo apriamo poi si viene accolti dallo schermo Dynamic AMOLED 2x da 7.6 pollici, che è come avere un piccolo tablet in tasca, sempre con frequenza di refresh a 120Hz e una risoluzione di 1768 x 2208 pixel. Nonostante le difficoltà ingegneristiche nello sviluppo di un dispositivo del genere, questo pieghevole di Samsung si fregia della certificazione IPX8: resiste alle immersioni per 30 minuti fino ad 1,5 metri di profondità. Le performance sono al top della categoria grazie al processore Qualcomm Snapdragon 888 5G con supporto alle reti di nuova generazione; i tagli di memoria disponibili sono 256/512 GB per la memoria interna con 12 GB di memoria RAM per entrambe le configurazioni. La tripla fotocamera posteriore alloggia tre sensori da 12 MP: uno grangangolare con apertura f/1.8, uno ultragrandangolare con apertura f/2.2 e un teleobiettivo con apertura f/2.4. Qui c’è il Wi-Fi 6e e il Bluetooth 5.2, così come il supporto USB Type-C 3.2 che permette trasferimenti rapidi e l’utilizzo dello smartphone come computer desktop tramite la modalità Samsung DeX. La batteria da 4400 mAh è adeguata per la potenza e la dimensione schermo di questo telefono, che all’occorrenza può anche servire a ricaricare altri dispositivi grazie alla ricarica inversa wireless a 4.5 Watt. Se avete sempre desiderato un dispositivo pieghevole, questo è sicuramente da tenere in considerazione se volete avere uno dei prodotti più completi e innovativi sul mercato.

Samsung Galaxy Z Fold3 5G, Caricatore incluso, Cellulare Smartphone Pi...
Vedi offerta su Amazon

OnePlus 9 Pro

OnePlus-9-Pro

Chi è un cerca di un telefono Android di fascia alta scattante e reattivo non può non prendere in considerazione OnePlus 9 Pro. Equipaggiato con il processore Qualcomm Snapdragon 888 e con 8/12 GB RAM e 128/256 GB di memoria interna, questo smartphone punta tutto su velocità e performance. L’interfaccia grafica OxygenOS è una delle più apprezzate dagli utenti che valutano animazioni veloci e il giusto quantitativo di opzioni per la personalizzazione e in futuro l’azienda ha intenzione di unificare il software con la compagnia sorella OPPO per equipaggiare entrambi gli smartphone con un sistema operativo che sarà la fusione di OxygenOS e ColorOS, prendendo il meglio dai due mondi. Il comparto multimediale comprende quattro sensori posti nella scocca posteriore: il principale ha una risoluzione di 48 MP con apertura f/1.8, ma sono presenti anche un sensore ultragrandangolare da 50 MP con apertura f/2.2 e un teleobiettivo da 8 MP con apertura f/2.4. Infine, è presente anche sensore da 2 MP monocromatico che aiuta a catturare maggiori dettagli in fase di scatto, grazie anche all’ausilio della calibrazione colore software a opera di Hasselblad, azienda leader nel settore. Sono presenti due altoparlanti stereo, Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2. La batteria da 4.500 mAh si carica completamente in meno di 30 minuti grazie alla ricarica rapida da 65 Watt via cavo, ma è presente anche la possibilità di utilizzare la ricarica rapida da 50 Watt con l’ausilio di accessori disponibili all’acquisto presso il sito dell’azienda. Lo standard USB Type-C 3.1 permette velocità di trasferimento via cavo notevoli e abilita all’utilizzo di monitor esterni. È presente anche la certificazione IP68 contro l’ingresso di polvere e acqua, mentre il display da 6.7 pollici di diagonale di tipo LTPO AMOLED permette di contenere i consumi pur rimanendo uno dei migliori della categoria. La risoluzione di 1440 x 3216 pixel e l’alta frequenza di refresh a 120Hz rendono questo schermo adatto al gaming e alla navigazione. OnePlus 9 Pro è un ottimo smartphone proposto a un prezzo concorrenziale, paragonabili agli altri terminali di fascia alta presenti in questa lista.

OnePlus 9 Pro 5G Smartphone con Fotocamera Hasselblad, 12 GB RAM + 256...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi 11 Ultra

Xiaomi Mi 11 Ultra

L’azienda ha voluto realizzare il miglior smartphone Android fotocamera sul mercato e ci è in parte riuscita: lo Xiaomi Mi 11 Ultra presenta uno dei migliori comparti fotografici del mondo Android secondo la classifica di DxOMark Mobile. Il modulo principale presente nella parte posteriore presenta un piccolo display AMOLED da 1.1″, utile ad esempio per scattare selfie con una definizione e una qualità d’immagine di altissimo livello sfruttando la fotocamera principale. I sensori che compongono il modulo fotocamera sono tre: il principale da 50 MP con apertura f/2.0, uno grandangolare da 48 MP con apertura f/2.2 e un teleobiettivo da 48 MP con apertura f/4.1. Le configurazioni comprendono 8/12 GB di RAM e 256/512 GB di memoria interna, tutte accompagnate dal potente processore Qualcomm Snapdragon 888 5G. C’è la certificazione IP68 contro l’ingresso di polvere e acqua, il supporto dual SIM , il Wi-Fi 6e e il Bluetooth 5.2. Se proprio dobbiamo trovargli una piccola defiance allora puntiamo il dito sulla porta USB Type-C 2.0 che non consente, ad esempio, di utilizzare lo smartphone con un monitor esterno. Lo schermo principale è un’unità AMOLED da 6.81″ che supporta lo standard Dolby Vision in grado di generare 1700 nit di luminosità di picco e con una risoluzione di 1440 x 3200 pixel. Gli amanti del gaming non potranno che apprezzare l’elevato refresh rate a 120Hz. La batteria da 5000 mAh con ricarica rapida a 67 Watt, sia cablata che wireless, permette di ricaricare completamente il telefono in meno di 40 minuti. Presenta altoparlanti stereo con regolazione Harman Kardon e supporto dual SIM. Se l’interfaccia grafica MIUI, con la sua miriade di opzioni, vi intriga e volete uno degli smartphone con la miglior fotocamera al mondo – nel momento in cui scriviamo – allora Xiaomi Mi 11 Ultra va preso sicuramente in considerazione.

Xiaomi Mi 11 Ultra - Smartphone 256GB, 12GB RAM, Dual Sim, Ceramic Bla...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Galaxy S21 Ultra

Samsung Galaxy S21 Ultra

Si tratta dei uno dei miglior smarthone Android per lavoro non soltanto per le sue capacità hardware e la pletora di utili funzioni incorporate nell’interfaccia utente One UI, ma anche per la sua arma segreta: il supporto alla stylus S-Pen. Con Samsung Galaxy S21 Ultra 5G si può usare la S-Pen proprio come se fosse un prodotto della serie Note, rendendolo uno dei miglior smartphone per chi lavora. Firmare documenti, scrivere note velocemente, correggere bozze o modificare al volo foto sono solo alcune delle operazioni che diventano semplici e divertenti grazie alla stylus di Samsung. Ma oltre la S-Pen c’è di più: il potente processore Exynos 2100 prodotto dalla stessa azienda coreana supporta le reti 5G e permette di giocare, guardare contenuti e utilizzare app in multitasking in modo fulmineo e reattivo. Lo schermo è al top della categoria: un Dynamic AMOLED 2X da 6.8 pollici con risoluzione 1440 x 3200 pixel e refresh rate a 120Hz. Anche il comparto fotografico è uno tra i migliori: il sensore da 108 MP principale con apertura f/1.8 viene accompagnato da un sensore telescopico con zoom 10x da 10 MP, un sensore teleobiettivo con zoom ottico 3x da 10 MP e un sensore ultragrandangolare da 12 MP. Sfruttando l’interpolazione dello zoom ottico con quello digitale si possono scattare foto con zoom 100x: vi consiglio caldamente di andare a guardare degli esempi su Internet per capire come cambia totalmente la prospettiva fotografica quando si ha a disposizione uno zoom così estremo. E anche la fotocamera per gli autoscatti non è da meno grazie all’elevata risoluzione di ben 40 MP. Gli altoparlanti stereo sono messi a punto da AKG, c’è la certificazione IP68 così come il Wi-Fi 6e e il Bluetooth 5.2. La batteria da 5.000 mAh ha la ricarica rapida a 25 Watt e possiamo sfruttare la ricarica inversa wireless per ricaricare gadget come cuffie wireless. Non manca neanche il supporto alla modalità Samsung DeX, sia wireless che cablata, grazie alla porta USB Type-C 3.2 per il collegamento diretto. Chi è alla ricerca di uno smartphone completo dal punto di vista hardware e ricco di funzioni sul lato software non può che considerare Samsung Galaxy S21 Ultra.

Samsung Galaxy S21 Ultra 5G - Smartphone 128GB, 12GB RAM, Dual Sim, Bl...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.